Come nastrare un cerchio tubeless

Come nastrare un cerchio tubeless

Daniel Naftali, 30/06/2021

La nastratura del cerchio è fondamentale per una tenuta ermetica delle gomme tubeless. Vediamo come farla e quale nastro è il migliore.

Nastro Tesa
In alternativa nastro No Tubes
Solvente per pulire il cerchio
Brake Cleaner

In collaborazione con Bike Lab.

 

Commenti

  1. ibanez:

    @Danybiker88 , sto seriamente pensando per la prossima nastratura di cominciare dal lato opposto (o comunque lontano) della valvola. Come dici anche nel video la zona valvola è la più delicata, il nastro su nastro tende ad aderire male ed è proprio lì che potrebbe formarsi il canalino nella zona centrale che potrebbe portare il lattice fino alla valvola. Anche il foro valvola sarebbe più netto su un solo strato invece che due.
    Insomma, perché per anni abbiamo cominciato dalla valvola sovrapponendo proprio lì? C'è qualche vantaggio che mi sfugge?
    MucOff, per il suo nastro, consiglia proprio di partire dal lato opposto alla valvola.
    Hanno anche un adesivo specifico per sigillare dove termina la nastratura.

    [MEDIA=youtube]J9R-sNTN7Ww[/MEDIA]
  2. la cosa migliore con il nastro come quello del video, dopo averlo posizionato, è scaldarlo con un phon, meglio se industriale. il nastro si distende e spariscono anche eventuali bolle.
  3. quorthon:

    Forse hanno un costo particolare nella lavorazione?
    Esatto.
    E perchè c'è chi paga cento euro in più per un grammo in meno
    Le ruote UST erano nate comunque per fare a meno del lattice,
    Montavano gomme robuste, con una carcassa che permetteva alle gomme di stare in piedi da sole. L'insieme ruote e pneumatici pesava però parecchio.
    Aggiungere il lattice fu un miglioramente per rendere gomme che erano già quasi inforabili, davvero invulnerabili.
    Con il lattice cominciarono ad alleggerirle, a farle più sottili... nacquero le Tubeless ready che del lattice non potevano fare a meno, leggere e sottili e chiunque poteva farle. Non solo per i brevetti, ma anche per le conoscenze tecniche.
    Ed eccoci ad oggi con le gomme di carta velina, che quando le smontate si afflosciano come una pelle di stracchino
 

TRAININGS AND ROUTES