MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Divieti, il Trentino rincara la dose

Divieti, il Trentino rincara la dose

Divieti, il Trentino rincara la dose

05/04/2018
Whatsapp
05/04/2018

Non contenti dei divieti resi noti circa un mese fa, i burocrati trentini ne hanno aggiunti altri, nelle zone del Monte Altissimo, Pasubio, Zugna. Qui sotto trovate una prima descrizione, quando ci arriverà la lista completa aggiorneremo l’articolo.

Se volete protestare, seguite l’Unione dei bikers trentini.

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
crifla
crifla

Calisio, Marzola e ora Zugna! Per non parlare delle altre zone… Ca**o faccio?! Vendo la mtb e mi do al bitume?! Pazzesco… Questa cosa non ha veramente senso…. è fuori dalla realtà!!

LucaN71
LucaN71

Le motivazioni quali sarebbero? Sono percorsi ritenuti pericolosi, sono su aree private, la bici non è poi cosi ecologica come tutti pensiamo? È proprio un paese bizzarro l’Italia.

gipipa
gipipa

ripeto quanto già detto la volta scorsa: boicottare
è l’unica soluzione che possa pagare
e farlo sapere. far sapere che non andiamo in vacanza lì per via della politica dei divieti.
certo spiace per i locali che questa opzione non la hanno.

ale_ala
ale_ala

Ah, si gira comunque..

Marco Toniolo

praticamente dall’Altissimo non si potrà più scendere verso il Garda. Geniali.

frantic
frantic

ma quindi non si farà più la open season come ogni anno, che scende a torbole?

ale_ala
ale_ala

Si fa si fa, solo non si scende più dall’altissimo..

Deroma
Deroma

ma come caxxo si fa!!!!!! non ci sono parole
invece di investirci vietiamo l’utilizzo
quando leggo queste cose penso davvero che siamo un paese senza speranza

SEBULBA
SEBULBA

Bene, prossima vacanza La Thuile

Mandarin

Tutti in vacanza in Val d'Aosta!

giorgiocat

Ma cos'è tutto sto astio per le bici? Mi sembra veramente ridicolo…

::::FLARE::::
::::FLARE::::

Casso! Non ho fatto in tempo a fare quei trail sul Garda….quando ci andavo mi fermavo a Torbole a fare windsurf, e la bici la usavo solo per andare dal panettiere….. Ma chi è del posto si è fatto un’idea dei motivi e degli interessi dietro i divieti? La provincia autonoma di trento qui da noi è vista un pò come il paradigma del buon governo e dello stato dalla parte della gente…sono basito.

bikerbull
giorgiocat

Ma cos'è tutto sto astio per le bici? Mi sembra veramente ridicolo…

Probabilmente si paga l'ignoranza di pochi (:}}}:)biker sui sentieri.
Probabilmente non credono che il turismo sostenibile sia quello delle MTB.
Se avranno ragione o meno lo scopriremo tra qualche anno.

lucamox
lucamox

Mi sembra che il mondo si stia sempre piú spostando verso l’intransigenza totale dovuta al paraculismo di chi governa. Funziona cosí, siccome non riesco a risolvere un problema, faccio la cosa piú semplice, metto una legge che vieta e che poi probabilmente non riusciró a far rispettare ma chi se ne fotte, tanto l’obiettivo era solo tenermi buoni quelli che mi hanno votato. E siccome l’unico sport praticato da questi cialtroni é il furto legalizzato sotto forma di pensioni, tasse, gabelle, truffe di vario genere, poco interessa lo sviluppo della mtb o di qualsiasi altra attivitá outdoor.

lollo72

Ma se ci vado lo stesso e non mi fermo che fanno ? mica possono prendere il numero di targa !!

cheyax
cheyax

Nuovo fast and furious mtb vs forestale

Maurizio Lazzarini

Mi spiace per tutto quello che sta accadendo e non capisco davvero il motivo, se non come dice l’Unione Bikers Trentini per motivi politici di una lobby( Sat).
Vorrei far presente che penso non sia nemmeno legittimo vietare i sentieri alle bici e non ai pedoni. Mi sembra una chiara violazione dei diritti( uguaglianza) verso chi utilizza la bici.
I sentieri e il territorio sono di dominio pubblico penso…a meno che non si tratti di aree private, oppure Parchi Naturali, dove posso comprendere in certi casi alcuni divieti.
Quindi non ritengo giusto vietare solo se si va in bici alcuni sentieri e se gli stessi si fanno a piedi no…
è chiaramente una cosa INGIUSTA.
Poi sarebbe comunque opportuno mettere a disposizione una mappa online con i sentieri vietati, cosicchè in fase organizzativa di un’uscita, si possa capire, se nell’itinerario si possono incontrare difficoltà per i sentieri INGIUSTAMENTE VIETATI.
Personalmente percorro sentieri di tutti i tipi e pur rispettando sempre i pedoni non ricevo la stessa cordialità durante il percorso….anzi….sembrano i Padroni dei sentieri e questo non è giusto!!!!
I sentieri e l’ambiente sono di tutti e vanno rispettati come vanno rispettate le persone che siano in bicicletta, a piedi , in auto ecc.. ecc….
Forza Unione Bikers Trentini

Kris-pi

Io a parte alcune gare…che non vado più a fare le vacanze in trentino è da una vita e credo che per un'altra vita ne girerò alla larga!!

Dr. Jekyll
Dr. Jekyll

Venite nel Bellunese, sarà anche il fratello povero del Trentino, ma non ha nulla da invidiare in quanto ad ambiente (anzi…)
Stefano

D-Lock
Kris-pi

Io a parte alcune gare…che non vado più a fare le vacanze in trentino è da una vita e credo che per un'altra vita ne girerò alla larga!!

Io è un paio di anni che vado in Val di Sole a vedere la coppa del mondo, e poi ne approfitto per fare qualche giro intorno. Non è che anche lui adesso si mettono a vietare tutto al di fuori delle piste di Daolasa e la ciclabile? Speriamo di no.

D-Lock
Kris-pi

Io a parte alcune gare…che non vado più a fare le vacanze in trentino è da una vita e credo che per un'altra vita ne girerò alla larga!!

Io è un paio di anni che vado in Val di Sole a vedere la coppa del mondo, e poi ne approfitto per fare qualche giro intorno. Non è che anche lui adesso si mettono a vietare tutto al di fuori delle piste di Daolasa e la ciclabile? Speriamo di no.

DoubleT
DoubleT

è da un po’ che l’invasione dei merenderos ha avuto inizio, ci fagociteranno tutti assieme a tutto quello che ingurgitano e che si trova all’interno dei loro improponibili zainetti della domenica, distesi su assurdi pleid sintetici verdi a quadri rossi frangiati

Ispettore Zenigata
Ispettore Zenigata

io sono uno dei merenderos che disprezzi tanto, perchè la montagna mi piace a 360° anche solo per andare a fare un pic nic con la famiglia. E come merenderos più di una volta sono tornato a valle portando camere d’aria, confezioni di gel e anche grumi di lattice (che schifo). invece di denigrare gli altri utenti sarebbe più intelligente prendere le distanze dai comportamenti di alcuni di noi (bikers) per colpa dei quali ci rimette tutta la categoria

DoubleT
DoubleT

io non disprezzo chi va in montagna con consapevolezza e passione, disprezzo invece coloro che usano la montagna come se fosse loro e non di tutti, compresi anche certi biker

tiziano73
tiziano73

sono della zona e dal quel che ho letto sono vietati percorsi impegnativi fatti normalmente da enduristi e visto che sono frequentati anche da persone a piedi si cercherà di tutelare questi ultimi. e per questo motivo io sinceramente non la trovo una cosa cosi scandalosa. magari se qualche “furbone” fosse un pò più rispettoso nei confronti della gente ( non è una novità che qualcuno gli passi vicino a velocità folle) non ci sarebbe bisogno di arrivare a tanto.

shanks79
shanks79

Direi che è arrivato il momento di usare l’ intelligenza per proporre idee in modo da salvaguardare questa passione (sempre più in espansione da quel che vedo). Per quanto vorrei prenderli tutti a sberle, sarebbe meglio far capire a queste amministrazioni lo sbaglio che stanno commettendo. Come? Dimostrando di essere persone responsabili, promuovendo la mtb come sport e come stile di vita… Non lo so. Proponiamo, facciamo sentire la nostra voce (non solo per insultarli)

Gligio
Gligio

Non sarebbe meglio una soluzione di compromesso, che vieti le bici solo negli orari e nelle stagioni di punta per i pedoni? Per esempio, d’estate, sabato e domenica sempre e gli altri giorni le ore centrali del giorno (consentito la mattina presto e la sera tardi). Nelle altre stagioni magari solo ore di punta nei fine settimana. Il tutto accompagnato da una campagna educativa alla convivenza e dal dialogo tra associazioni MTB e trekking.

boborossi1963
boborossi1963

La norma provinciale prevede che le APT di ambito formulino le proposte per l’individuazione dei percorsi della Rete provinciale dei percorsi in mountain bike e i divieti di circolazione. Tali proposte devono derivare dall’attività svolta da gruppi di lavoro rappresentativi dei diversi portatori d’interesse e delle istituzioni provinciali e locali.
Sarebbe interessante sapere come erano composti e come hanno funzionato questi gruppi di lavoro.
I singoli biker non organizzati non avranno mai voce in capitolo, ma è possibile che albergatori ed esercenti che pure fanno parte delle APT non si facciano sentire?

klasse
klasse

Speriamo arrivino anche a Finale Ligure, dopo il medaio che hanno combinato sabato 31 marzo, al fine sett di Pasqua.
Semplicemente imbarazzante da quanto ignoranti sono certe persone, li divieti non ne hanno, fanno quello che vogliono e sono rousciti tra di loro per qualche invidia di merda a bloccare tutti i furgoni, ma il peggio è che obbligavano i veri pedalatori a tornare indietro visto che gli vietavano l’accesso ai sentieri.
E Pensare che ci fanno anche le EWS dove sicuramente il comune caccia un mare di denaro pubblico.
Semplicemente uno schifo.

Marco Toniolo

Racconta…

klasse
klasse

Sabato 31 marzo alle ore 10, un gruppo non del tutto chiaro di furgonari, leggasi proprietari di furgoni shuttle, di far applicare una sorta di decreto regionale ligure, emanato mi pare a nov 2017, che dice di vietare la pratica della mtb sui sentieri per le 48 ore successive all’evento metereologico avverso. Bene, alle ore 8 pioveva, io sono salito sotto l’acqua su uno shuttle prenotato, ne durante la salita al Din appena sopra l’imbocco del secondo troncone del toboga, ha fermato il furgone e ha detto che la giornata è stata annullata, perché altrimenti i sentieri con la pioggia e il transito dei bikers si sarebbero rovinati, ci ha accompagnati fino al Din, e dopo aver aspettato altre 7-8 furgoni carichi oltre il limite di legge di bikers, ha spiegato a tutti quelli che i suoi colleghi giù a finale avevano deciso, quindi non ci ha fatto scaricare le bici e ci ha riaccompagnato a finale in furgone, ovvio non abbiamo pagato, ma però i 700 km con la macchina per andare e tornare a naso asciutto nessuno me li rimborsa. Bene che tutti sappiano che durante la discesa furgonata, cazzo mi sale ancora il nazzismo, fermavano tutti i bikers che salivano pedalando obbligandoli a scendere in strada per il fatto che tutti gli altri furgonari vuoti salivano a bloccare tutti gli accessi ai sentieri. Il pomeriggio con un sole della madonna è il giorno successivo come il lunedì, in pieno divieto, tutti hanno furgonato come se nulla fosse.… Read more »

klasse
klasse

Da notare che è da nov. Eh si gira sotto l’acqua è la pioggia è mai nessuno ha bloccato nulla, sicuramente quelli che a finale hanno deciso di nascondersi dietro una delibera regionale erano quelli a cui molti turisti hanno bucato all’ultimo causa male tempo, io invece che avrei girato sotto l’acqua comunque, perché amo andare in bici e non ho paura di sporcarmi, me la sono presa nel deretano.
Marco per favore informati tu che sei del settore del porcaio che hanno creato e di cosa sia successo con vari post e commenti su FB.
Una roba al limite della denuncia per certi toni usati da chi dovrebbe fare del turismo una sua fonte di recdito

30x26
30x26

se le cose sono andate come dici siamo di fronte a comportamenti da denuncia alle fdo.
si puo’ non fornire un servizio privato ma vietare l’accesso all’asfalto e’ totalmente illegale.

sembola

E’ evidente che gli operatori economici (leggi: navette) hanno venduto il loro assenso in cambio del business sui percorsi da criceto.
Trentino mai più.

Marco Toniolo

La P2 della MTB

klasse
klasse

Fosse solo massoneria. Almeno quella è nascosta, subdola e funziona, questa è evoluta, lo fa a faccia in vista, con strafottenza e fregandosene di tutto e tutti. Mi viene da ricordare che la storia insegna… a vero… se ne parla sempre… tutti ne parlano… tutti ne fanno parte in un modo o in un’altro….
La MAFIA. La mafia si comporta così, solo per intimidire gli altri o per farsi bella e dimostrare cosa puoi essere con lei…
Quindi Marco io ti rispetto ma in questo tuo commento sei stato troppo delicato con questa gente.
Dovevi dargli dei Mafiosi a mio avviso.

DoubleT
DoubleT

la ps2 della mtb

sembola

Ed aggiungo, è l’ora di finirla con il business dell’ autonomia.
Se sono cosi tanto bravi, facciano con i fondi ordinari.

klasse
klasse

Le regioni a statuto speciale si chiamano così solo per il fatto che specialmente inculano gli altri.
Filosofia.

drmale
drmale

Hai ragione da vendere, cosa vuoi che gli freghi di lavorare col turismo in bici, a far nulla gli piovono i nostri soldi in tasca. Speriamo che la nuova Regione Lombardia non si inventi puttanate simili.

impeto72
impeto72

Quando hai idee, risolvi. Quando non le hai, vieti!

D-Lock
sembola

Ed aggiungo, è l'ora di finirla con il business dell' autonomia.
Se sono cosi tanto bravi, facciano con i fondi ordinari.

Io sta cosa dell'autonomia non l'ho mai sopportata. Se è per il fatto di essere provoncie di confine allora che la diano anche a noi a Varese, e poi Como, Sondrio e tutte le piemontesi. Oppure, come in realtà vorrei, via tutte, che siamo tutti uguali davanti alla legge.

D-Lock
klasse

Speriamo arrivino anche a Finale Ligure, dopo il mercato che hanno combinato sabato 31 marzo, al fine sett di Pasqua.
Semplicemente imbarazzante da quanto ignoranti sono certe persone, li divieti non ne hanno, fanno quello che vogliono e sono rousciti tra di loro per qualche invidia di merda a bloccare tutti i furgoni, ma il peggio è che obbligavano i veri pedalatori a tornare indietro visto che gli vietavano l'accesso ai sentieri.
E Pensare che ci fanno anche le EWS dove sicuramente il comune caccia un mare di denaro pubblico.
Semplicemente uno schifo.

Non sapevo di questo fatto, c'è qualche link dove leggere?
E poi, come hanno fatto a vietare l'accesso a un sentiero pubblico? Minacciando i ciclisti???

klasse
klasse

Ette ano i loro furgoni di traverso per vietare l’accesso ai sentieri, poi non so come sia andata a finire, a me il nazzismo sta salendo ancora adesso. Come su fb è successo un casinò tra insulti bestemmie e addirittura minacce

Tc70
lollo72

Ma se ci vado lo stesso e non mi fermo che fanno ? mica possono prendere il numero di targa !!

Spetta a dirlo…che è una proposta in ballo da presentare al governo…

scratera
sembola

Ed aggiungo, è l'ora di finirla con il business dell' autonomia.
Se sono cosi tanto bravi, facciano con i fondi ordinari.

..su questa tua affermazione non posso essere d'accordo… :prost:

raffganz

Un misto di provincialismo ed imbecillità congenita.

Arma
Arma

Provare a intervistare chi ha istituito i divideti per cercare di capirne le ragioni? Poi magari potremo inalberarci, ma senza sapere il perché, mancherà sempre una campana…

drmale
drmale

Ma non dovrebbe essere il contrario. Quando si fa un divieto, o meglio si regolamenta tramite legge o nel caso regionale penso sia una DGR qualsiasi cosa dovrebbe essere evidente quello che i giuristi chiamano la ratio della legge. Cioè l’elemento etico e filosofico che ci sta dietro. La ratio non è un inutile orpello, ma è un elemento fondamentale per poter poi correttamente applicare la legge e per limitare l’autarchia interpretativa dei giudici o dei burocrati piacevolmente fin dai tempi di Asterix e Obelix ci frantumano didimo ed epididimo.

massimo72m

Sono trentino ed ogni volta che torno (vivo a Bologna) è sempre un piacere pedalare in quelle zone, sia su strada che su sterrato.
C'è una vera cultura di sviluppo della bicicletta, ci sono centinaia di km di ciclabili e sentieri per le mtb che in certe zone se li sognano (vedi Emilia).
Visto che c'è molto turismo escursionistico a piedi (non dimentichiamoci che in montagna la gente ci va da secoli a camminare; le mtb invece sono esplose da pochi anni) trovo che sia giusto tutelare gli escursionisti e le loro famiglie (compresi i loro zainetti e le loro coperte sintetiche!) perchè sono una risorsa economica importante.
Credo che il 95% dei biker che vanno in Trentino a pedalare non si accorgeranno nemmeno di questi divieti, anzi probabilmente ne beneficeranno perchè troveranno percorsi più puliti, larghi e sicuri.
Per la piccola minoranza dei biker più "hard" credo che non mancheranno comunque le possibilità di divertimento.

raffganz

Quello che ho detto sopra: ciclabili e forestali per tutti. Se vuoi divertimetni più “hard” paghi ed entri in un bike park. Ottimo. Tra l’altro in Emilia, dove vivi, esistono infinite possibilità di fare mtb anche enduro e non s’è mai visto un divieto…e ti dirò non si danno notizie di famiglie sterminate dal passaggio dei biker (anche perchè i cadaveri li sotterriamo o li carbonizziamo subito sai com’è siamo gente un po’ così).

takuma
takuma

se passi dal Black Scorpion è pieno di fosse comuni di famigliole!!!
ma va a fer dal …..gnet

l.j.silver
l.j.silver

divertimento? si certo, ma altrove, non in trentino, se volessi percorsi “piu’ larghi” mi prendo na gravel e mi faccio le strade bianche……nel senese pero’.

pk71
pk71

Onestamente non capisco dove sia il problema. Il turismo è un business? E allora deve essere gestito come tale. Evidentemente chi governa ha preso delle decisioni e chi fa business con il territorio le approva, punto. Il business vale per il centone del Banger, per lo scozzo tra negozi e l’online, per il boost e per i tappi di sughero nelle forcelle. Basta andare comprare dove e cosa si vuole, basta andare dove i soldi dei ciclisti valgono come quelli dei pedoni.

sembola
marco

La P2 della MTB

Non c'è nulla di segreto, chi ci lavora è interessato a scarrozzare le gente sui furgoni, all' Altissimo mica ci vanno, troppo lontano…
Infatti sui social manco una parola da nessuno degli operatori, e nella discussione precedente qualcuno nell'orbita di uno di questi operatori minimizzava, dicendo che dopotutto su Torbole si può scendere da tante altre parti…. vediamo che cosa dice ora.

naldone
naldone

Veramente i furgoni per l’altissimo ci sono, incontrati più volte, portano la gente da torbole fino al Graziani….è un servizio taxi, se ti accordi ti portano dove vuoi, domenica ad esempio, erano al passo nota sopra limone…

IvanoRoma
sembola

Non c'è nulla di segreto, chi ci lavora è interessato a scarrozzare le gente sui furgoni, all' Altissimo mica ci vanno, troppo lontano…
Infatti sui social manco una parola da nessuno degli operatori, e nella discussione precedente qualcuno nell'orbita di uno di questi operatori minimizzava, dicendo che dopotutto su Torbole si può scendere da tante altre parti…. vediamo che cosa dice ora.

Dovrebbero imparare a suon di E-mtb altro che furgoni, la muffa gli dovete far fare…

sembola
scratera

..su questa tua affermazione non posso essere d'accordo… :prost:

Mi meraviglierebbe il contrario, non si è mai visto un tacchino contento che arrivi il Natale.

Ma il grasso finanziamento statale dell' autonomia non è più giustificabile da nessun punto di vista. Ha avuto senso in quella fase storica ma ora è il tempo di ripensarla. Come sarebbe da ripensare anche tutto il meccanismo delle Regioni, del resto.

robydr

klasse Sabato 31 marzo alle ore 10, un gruppo non del tutto chiaro di furgonari, leggasi proprietari di furgoni shuttle, di far applicare una sorta di decreto regionale ligure, emanato mi pare a nov 2017, che dice di vietare la pratica della mtb sui sentieri per le 48 ore successive all'evento metereologico avverso. Bene, alle ore 8 pioveva, io sono salito sotto l'acqua su uno shuttle prenotato, ne durante la salita al Din appena sopra l'imbocco del secondo troncone del toboga, ha fermato il furgone e ha detto che la giornata è stata annullata, perché altrimenti i sentieri con la pioggia e il transito dei bikers si sarebbero rovinati, ci ha accompagnati fino al Din, e dopo aver aspettato altre 7-8 furgoni carichi oltre il limite di legge di bikers, ha spiegato a tutti quelli che i suoi colleghi giù a finale avevano deciso, quindi non ci ha fatto scaricare le bici e ci ha riaccompagnato a finale in furgone, ovvio non abbiamo pagato, ma però i 700 km con la macchina per andare e tornare a naso asciutto nessuno me li rimborsa. Bene che tutti sappiano che durante la discesa furgonata, cazzo mi sale ancora il nazzismo, fermavano tutti i bikers che salivano pedalando obbligandoli a scendere in strada per il fatto che tutti gli altri furgonari vuoti salivano a bloccare tutti gli accessi ai sentieri. Il pomeriggio con un sole della madonna è il giorno successivo come il lunedì, in pieno divieto, tutti hanno furgonato come se nulla… Read more »

klasse
klasse

Poveretti che chiedono 50€ al giorno in dieci undici su un furgone

D-Lock

klasse Sabato 31 marzo alle ore 10, un gruppo non del tutto chiaro di furgonari, leggasi proprietari di furgoni shuttle, di far applicare una sorta di decreto regionale ligure, emanato mi pare a nov 2017, che dice di vietare la pratica della mtb sui sentieri per le 48 ore successive all'evento metereologico avverso. Bene, alle ore 8 pioveva, io sono salito sotto l'acqua su uno shuttle prenotato, ne durante la salita al Din appena sopra l'imbocco del secondo troncone del toboga, ha fermato il furgone e ha detto che la giornata è stata annullata, perché altrimenti i sentieri con la pioggia e il transito dei bikers si sarebbero rovinati, ci ha accompagnati fino al Din, e dopo aver aspettato altre 7-8 furgoni carichi oltre il limite di legge di bikers, ha spiegato a tutti quelli che i suoi colleghi giù a finale avevano deciso, quindi non ci ha fatto scaricare le bici e ci ha riaccompagnato a finale in furgone, ovvio non abbiamo pagato, ma però i 700 km con la macchina per andare e tornare a naso asciutto nessuno me li rimborsa. Bene che tutti sappiano che durante la discesa furgonata, cazzo mi sale ancora il nazzismo, fermavano tutti i bikers che salivano pedalando obbligandoli a scendere in strada per il fatto che tutti gli altri furgonari vuoti salivano a bloccare tutti gli accessi ai sentieri. Il pomeriggio con un sole della madonna è il giorno successivo come il lunedì, in pieno divieto, tutti hanno furgonato come se nulla… Read more »

D-Lock
klasse

Ette ano i loro furgoni di traverso per vietare l'accesso ai sentieri, poi non so come sia andata a finire, a me il nazzismo sta salendo ancora adesso. Come su fb è successo un casinò tra insulti bestemmie e addirittura minacce

Dai che mi faccio due risate, posta il link a FB se vuoi…

klasse
klasse

Dio salvi la regina, io fortunamente non sono su fa ma i miei soci ne hanno messe di bestemmie.
Il problema è che si è arrivati a minacce verbali a cui potrebbero seguire delle denuncia fin penali, e guarda caso tutto si sono anche poi sapientemente adoperati per rimuovere i post.
Non sto scherzando, pensavo che finale fosse la patria dellenduro, ma mi sono reso conto che è la patria di una branca di ladri che anche con i soldi in nero non riescono a dare un servizio degno.
Semplicemente assurdo.

Criminalez
Criminalez

Con un po di buon senso si può far convivere civilmente biker e escursionisti. Il problema a mio parere è l assenza di una sezione cai/sat di mtb, che contribuisca attivamente alla manutenzione dei sentieri, che a detta loro vengono rovinati dal passaggio delle bici. Cosa ne pensate, sarebbe possibile ?

IvanoRoma
DoubleT

è da un po' che l'invasione dei merenderos ha avuto inizio, ci fagociteranno tutti assieme a tutto quello che ingurgitano e che si trova all'interno di improponibili zainetti della domenica, stesi su assurdi pleid sintetici frangiati

Imbarazzante, non c'è altro da dire…. non esisti solo tu al mondo con la tua bici ricordatelo..

robydr

anch'io sono un merenderos allora, escursionista trekker e anche endurista inscimmiato di trail..e capisco benissimo escursionisti, fungaioli, passeggiatori di boschi di una certa eta che da una vita girano x sentieri e che da un po' di tempo vedano aggirarsi su questi, gruppi di biker attrezzati come motociclisti, caschi integrali, tute complete di ginocchiere para stinchi, gomitiere, collari,.. dei marziani.. secondo me la maggior parte delle volte esagerati x i trail che si fanno… queste persone si spaventano.. e hanno cominciato a lamentarsi..
e anch'io quando vedo questi gruppi mi stride un po' l immagine che passa, e mi faccio una risata… sarà ma io anche nei park vado con al max ginocchiere e gomitiere… e non sono x niente un fenomeno.. anzi scarso, però trovo eccessivo tutto quell armamentario! faccio spesso percorsi tecnici enduristici ma tutta quell attrezzatura mi toglierebbe quella sensazione di libertà che da la montagna… poi per carità tutti liberi di fare ciò che si vuole.. però x certe persone vedere quelli squadroni in giro in posti che una volta erano zone off limits a certi mezzi ha creato evidentemente mal contento, probabilmente ingiustificato, però è cosi..

Sent from my Hi8 using MTB-Forum mobile app

Ispettore Zenigata
Ispettore Zenigata

robyradon4.0 anch'io sono un merenderos allora, escursionista trekker e anche endurista inscimmiato di trail..e capisco benissimo escursionisti, fungaioli, passeggiatori di boschi di una certa eta che da una vita girano x sentieri e che da un po' di tempo vedano aggirarsi su questi, gruppi di biker attrezzati come motociclisti, caschi integrali, tute complete di ginocchiere para stinchi, gomitiere, collari,.. dei marziani.. secondo me la maggior parte delle volte esagerati x i trail che si fanno… queste persone si spaventano.. e hanno cominciato a lamentarsi.. e anch'io quando vedo questi gruppi mi stride un po' l immagine che passa, e mi faccio una risata… sarà ma io anche nei park vado con al max ginocchiere e gomitiere… e non sono x niente un fenomeno.. anzi scarso, però trovo eccessivo tutto quell armamentario! faccio spesso percorsi tecnici enduristici ma tutta quell attrezzatura mi toglierebbe quella sensazione di libertà che da la montagna… poi per carità tutti liberi di fare ciò che si vuole.. però x certe persone vedere quelli squadroni in giro in posti che una volta erano zone off limits a certi mezzi ha creato evidentemente mal contento, probabilmente ingiustificato, però è cosi.. Sent from my Hi8 using MTB-Forum mobile app non ne farei una questione di abbigliamento, quanto di atteggiamento. Rallentare quando si incontrano pedoni, chiedere (o dare strada) farsi sentire. Insomma le buone regole del vivere civile, che purtroppo non vengono rispettate ne dai bikers ne dalle altre categorie…

robydr

d'accordissimo… però ti dico che i commenti di certi "habitué d annata" quando passano gruppi di bikers con armature varie sono abbastanza comici/drammatici.. comunque in tanti restano stupiti della presenza di questi gruppi, e si spaventano.. sarà una cazzata un bikers un po' piu nudo da meno nell occhio.. forse…

Sent from my Hi8 using MTB-Forum mobile app

isaya

bah… io nelle zone intorno a Trento ma anche verso la Vallagarina gruppi di bikers che scorrazzano in discesa non ne ho visto più di tanto.
Questa mi sembra più una di quelle campagne di "hating" verso una determinata categoria frutto di ignoranza e false convinzioni che vanno tanto di moda in questo periodo.

SilviBike
SilviBike

Con un po di buon senso si può far convivere civilmente biker e escursionisti. Il problema a mio parere è l assenza di una sezione cai/sat di mtb, che contribuisca attivamente alla manutenzione dei sentieri, che a detta loro vengono rovinati dal passaggio delle bici. Cosa ne pensate, sarebbe possibile ?
Io lo stavo proponendo qui in Abruzzo una cosa simile , l’anno scorso volevo andare ad un evento CAI con la mia bella Spartan , ma non ci sono riuscito colpa del lavoro

scratera
isaya

bah… io nelle zone intorno a Trento ma anche verso la Vallagarina gruppi di bikers che scorrazzano in discesa non ne ho visto più di tanto.
Questa mi sembra più una di quelle campagne di "hating" verso una determinata categoria frutto di ignoranza e false convinzioni che vanno tanto di moda in questo periodo.

https://www.facebook.com/bikeshuttl…348041.306446592709/10156305528477710/?type=3

Stefano Udeschini

non funziona il link

Stefano Udeschini
scratera
isaya

bah… io nelle zone intorno a Trento ma anche verso la Vallagarina gruppi di bikers che scorrazzano in discesa non ne ho visto più di tanto.
Questa mi sembra più una di quelle campagne di "hating" verso una determinata categoria frutto di ignoranza e false convinzioni che vanno tanto di moda in questo periodo.

https://www.facebook.com/bikeshuttl…348041.306446592709/10156305528477710/?type=3

non funziona il link

JoRo
JoRo

Colpa delle ebike non lo ha detto ancora nessuno?

l.j.silver
l.j.silver

no perchè pare la colpa sia di alcuni biker tanto cattivi….

isaya
scratera

https://www.facebook.com/bikeshuttl…348041.306446592709/10156305528477710/?type=3

ma li siamo già praticamente sul Garda… dalla parte di Rovereto andando verso nord quanti ne vedi di Bike Shuttle? Io sinceramente mai visto uno.

fafnir

Per come la vedo io più sentieri vietano più tranquillamente si può girare, nel senso che il personale è sempre quello (poco/insufficiente) e i km da controllare sempre di più.

C'è da dire che anche andare a girare da "fuorilegge" in Trentino ormai mi provoca un certo prurito, i soldi glieli porto lo stesso e invece non si meritano più un centesimo da me.

scratera
steve-U

non funziona il link

[​IMG]

..a me questo invito dice tutto su come pensano il girare in bici…

freeride_lover
freeride_lover

Vero Scratera, per carità, ma il numero di furgoni che girano in Vallagarina e limitrofi sono incomparabili con quelli di Torbole, e idem la frequenza dei pedoni

Personalmente vado sullo Zugna o Finonchio 2-3 volte ogni inverno e davvero non ho mai trovato alcun pedone, quindi davvero non capisco a chi si può dare fastidio e di conseguenza i divieti.. non è ovviamente l’Altissimo d’estate col relativo traffico pedonale..

P.s. Fatalità avevo già programmato con gli amici di andare sullo Zugna domani (quindi pre-divieti), sperando non sia l’ultima….

scratera
isaya

vedo che si stanno allargando ad est del Garda…però dalla parte di Rovereto andando verso nord quanti ne vedi di Bike Shuttle? Io sinceramente mai visto uno.

…mettiti gli occhiali allora.. :prost:

Monty1975
Monty1975

Bah….. io non la vedo cosi tragica. Sarà che forse amo la montagna anche a piedi. In un paese normale si potrebbe anche parlare di convivenza sui sentieri ma l’italiano medio é troppo ignorante. Si procederà quindi per divieti e razionamento dei sentieri. Ovviamente nessuno rispetterà nulla e sarà il caos come sempre. Probabilmente torneremo anche al bollo sulla bicicletta e a quel punto smetterò di pedalare.

Tc70
Criminalez

Con un po di buon senso si può far convivere civilmente biker e escursionisti. Il problema a mio parere è l assenza di una sezione cai/sat di mtb, che contribuisca attivamente alla manutenzione dei sentieri, che a detta loro vengono rovinati dal passaggio delle bici. Cosa ne pensate, sarebbe possibile ?

No mai…perchè tra Sat/Cai c'è chi le mtb le odia proprio a prescindere…anche se i bikers tendono le mani per poter fare qualcosa…viaggiano in un unica direzione e lo fanno con i paraocchi…della serie :
"La montagna è fatta per tutti,non solo per gli alpinisti: per coloro che desiderano riposo nella quiete come per coloro che cercano nella fatica un riposo ancora più forte"
[Guido Rey]

l.j.silver
l.j.silver

la SAT mi sta decisamente…….vabbeh sono educato e non lo dico va………

Luke_Brixia
Luke_Brixia

Sono partito col piede di guerra a leggere l’articolo, che mi tocca
da vicino visto che frequento parecchio la zona in mtb.
Ero già pronto a scrivere SAT=SHIT e altri improperi, poi mi sono letto tutti i commenti e… cazzarola… qualcosa che ho sempre maliziosamente pensato lo trovo scritto da Scratera e Marco, che di sicuro se ne intendono : gli shuttlers sono assolutamente complici di questa cosa!
Ne ho diversi tra i contatti su FB e nessuno che abbia riportato la cosa o si sia lamentato! Era successo lo stesso tempo fa coi primi divieti, anzi minimizzavano.
La cosa gli sta benissimo! Così saremo sempre più costretti a far gli stessi 4 sentieri gentilmente concessi dai microcefali delle amministrazioni locali, e per loro il business dei biker-criceti da portare su e giù negli stessi 4 posti concessi cresce esponenzialmente!
Sabato sono alla Welcome Season a Torbole, vediamo lì che aria tira…

Tc70
massimo72m

Sono trentino ed ogni volta che torno (vivo a Bologna) è sempre un piacere pedalare in quelle zone, sia su strada che su sterrato.
C'è una vera cultura di sviluppo della bicicletta, ci sono centinaia di km di ciclabili e sentieri per le mtb che in certe zone se li sognano (vedi Emilia).
Visto che c'è molto turismo escursionistico a piedi (non dimentichiamoci che in montagna la gente ci va da secoli a camminare; le mtb invece sono esplose da pochi anni) trovo che sia giusto tutelare gli escursionisti e le loro famiglie (compresi i loro zainetti e le loro coperte sintetiche!) perchè sono una risorsa economica importante.
Credo che il 95% dei biker che vanno in Trentino a pedalare non si accorgeranno nemmeno di questi divieti, anzi probabilmente ne beneficeranno perchè troveranno percorsi più puliti, larghi e sicuri.
Per la piccola minoranza dei biker più "hard" credo che non mancheranno comunque le possibilità di divertimento.

Giusto ciò che dici…onestamente non saprei nemmeno come risponderti,mi sembra non faccia una piega il tuo discorso…l'unico appunto che potrei fare,oltre la maleducazione di certi mtbikers,che rovinano l'intera categoria è anche il criterio con il quale vengon poi posti questi divieti,cioe' in base a cosa? Si è cercato di coinvolgere anche gruppi di mtbikers locali? Perchè in Italia non si può mai far qualcosa tutti insieme e debbano sempre aver pieno potere sempre solo in pochi,magari leggermente politicizzati che non guasta mai…:omertà:

federico.g
federico.g

Io abitando a Rovereto giro tutte quelle zone e continuerò a farlo ,è una legge assurda solo per accontentare la sat anche perché non ci sono mai state incompatibilità tra bikers e pedoni e poi non roviniamo i sentieri anzi tante volte li manteniamo puliti, con tutti questi divieti in generale soprattutto in trentino mettono in crisi il mercato MTB scoraggiando a chi ai vuole approcciare . vergogna!!!!!

fafnir
federico.g

Io abitando a Rovereto giro tutte quelle zone e continuerò a farlo ,è una legge assurda solo per accontentare la sat anche perché non ci sono mai state incompatibilità tra bikers e pedoni e poi non roviniamo i sentieri anzi tante volte li manteniamo puliti, con tutti questi divieti in generale soprattutto in trentino mettono in crisi il mercato MTB scoraggiando a chi ai vuole approcciare . vergogna!!!!!

Infatti chi abita li probabilmente se ne sbattera' del divieto e continuerà a girare.
Ma chi viene da lontano con la macchina non si fa tutti quei km per girare dove non può, o almeno io non so se lo farei.
In più col dente avvelenato che ho adesso non lo farei per principio, è giusto che ci sia una reazione e che il luogo venga boicottato.

sembola
JoRo

Colpa delle ebike non lo ha detto ancora nessuno?

lo scrive l'articolo :spetteguless:

sembola
klasse

Sabato 31 marzo alle ore 10, un gruppo non del tutto chiaro di furgonari, leggasi proprietari di furgoni shuttle, di far applicare una sorta di decreto regionale ligure, emanato mi pare a nov 2017, che dice di vietare la pratica della mtb sui sentieri per le 48 ore successive all'evento metereologico avverso.

Trovo ragionevole che chi lavora con le navette abbia l'interesse a far rispettare una normativa del genere, per evitare sia un aggravio di manutenzione che il peggioramento dei rapporti con gli enti che controllano ed autorizzano. Certo le modalità sono a dir poco discutibili, che avesse piovuto lo si sapeva anche prima di far caricare le bici sui furgoni.
Detto questo, per chi non è un pubblico ufficiale impedire fisicamente il passaggio a mio parere configura il reato di violenza privata o al limite di esercizio arbitrario delle proprie ragioni.

sembola
DoubleT

io non disprezzo chi va in montagna con consapevolezza e passione, disprezzo invece coloro che usano la montagna come se fosse loro e non di tutti, compresi anche certi biker

Quindi compresa la SAT.

sembola
DoubleT

la ps2 della mtb

Bisogna ammettere che l' "endurismo" e Strava han peggiorato le cose.
Anche se la prima formulazione dei divieti trentini è di un'epoca in cui l'enduro era solo quello con le moto e Strava non esisteva, la legge regionale veneta di divieto è addirittura del 1992.

gipipa
gipipa

ritorno brevemente sull'episodio di finale. ovvero che i gestori dei furgoni abbiano annullato la giornata e bloccato anche chi saliva pedalando.
capisco l'arrabbiatura e capisco che non tocchi a loro fare le veci di vigilie forestali.
ma nella sostanza hanno agito in coscienza e bene. hanno fatto quello che tutti noi dovremmo fare spontaneamente per salvaguardare i trail ed il nostro amato sport.
il fondo a finale, ed in alrte zone, è tale che a girarci durante o subito dopo la pioggia, lo si distrugge ed erode molto velocemente. per contro si asciuga molto in fretta. già poche ore dopo ci si può nuovamente girare senza fare danni.
avranno sbagliato nei modi, ma nella sostanza hanno agito a fin di bene. bene nel loro interesse, sia chiaro, ma anche in quello di tutti noi.
io a finale ci ho girato pedalando, coi furgoni ed ora con la e-mtb, e conosco bene la zona.
ora che uso la ebike se piove evito di fare danni e percorro solo strade e mulattiere e non i trail.
suggerisco a tutti di fare altrettanto.
se no è del tutto inutile di lamentarsi poi per i divieti. saranno assurdi. ma noi dobbiamo mettercene del nostro per rispettare l'ambinete e non solo i pedoni.

klasse
klasse

Gipipa io sono d’accordo, ma ricordiamoci bene che nei mesi precedenti nessuno ha mai bloccato nulla, e che la domenica dopo una notte e mezza giornata di pioggia hanno girato sui sentieri marci di acqua.
Io non discuto la legge, discuto l’ignoranza nel farla applicare a proprio vantaggio, chi aveva il furgone vuoto per le disdette, e chi svantaggio, tipo me che comunque sarei andato in bici.
Ma poi ribadisco, evidentemente con i miei 50€ di giornaliero insieme ad altri 9, a cui si aggiunge guida e autista su un furgone malandato e senza cinture di sicurezza, ma non andiamo oltre, non ci siano risorse per sistemare quattro sentieri, perché poi alla fine i furgoni ti portano sempre e solo su quei quattro sentieri strabattuti.

Niko9
Niko9

Ci sarebbe da fare una bella scazzottata come dico io con quelli che decidono ste cose !!! Fermare le bici ??? Bisogna ma fermare ste macchine che stanno inquinando il mondo e arricchiscono chi invece dovrebbe essere a pane e acqua

meliobike
meliobike

Articolo vecchio di un anno ma che spiega la filosofia sottostante (e peccato che da quelle parti non ci sono ancora stato)
http://www.ladige.it/popular/ambiente/2017/01/24/troppe-mountain-bike-sentieri-montagna-laffondo-deflorian-divieti-solo

IvanoRoma
sembola

Bisogna ammettere che l' "endurismo" e Strava han peggiorato le cose.

Io direi che la moda di strava nello spaccare il secondo sui trail ha peggiorato si le cose, vedo molti che fanno i trail solo per il tempo, senza nemmeno capire dove sono, o il paesaggio che li circonda…..

Daniele Clerici
Daniele Clerici

Tutta colpa delle EBIKE.
Prima i sentieri in montagna erano solo per ciclisti esperti, preparati, consapevoli e rispettosi delle regole.
Regole maturate con tempo e fatica.
Ora comprano la EBIKE al sabato e la domenica sona gia in cima ad una montagna dove io ho impiegato anni per arrivarci.
Poi si guardano in giro, quattro foto del cazzo e si fiondano in discesa ignorando passanti e regole.
Prima di ste cazzo di EBIKE si incontravano 10 bike su un single track , ora 100.
Che vietino solo le EBIKE.
Tolte loro tolti i problemi.
Riprendiamoci la natura, la fatica, la soddisfazione rilegata a pochi.

muwatally
muwatally

Come fa notare @Scratera ora gli shuttle si stanno spostando appunto in vallagarina, secondo me è grazie appunto a sti [email protected]@o di furgoni che nascono alcuni dei divieti. Loro si che fanno i soldi sulle nostre spalle…o sui nostri territori.

IvanoRoma
Daniele Clerici

Tutta colpa delle EBIKE.
Prima i sentieri in montagna erano solo per ciclisti esperti, preparati, consapevoli e rispettosi delle regole.
Regole maturate con tempo e fatica.
Ora comprano la EBIKE al sabato e la domenica sona gia in cima ad una montagna dove io ho impiegato anni per arrivarci.
Poi si guardano in giro, quattro foto del cazzo e si fiondano in discesa ignorando passanti e regole.
Prima di ste cazzo di EBIKE si incontravano 10 bike su un single track , ora 100.
Che vietino solo le EBIKE.
Tolte loro tolti i problemi.
Riprendiamoci la natura, la fatica, la soddisfazione rilegata a pochi.

Aggiungo,dovrebbero tagliargli le gomme con un coltello a serramanico ….:via!:

Pedalista

Buon giorno,ho letto per caso la discussione e non ho resistito ad intervenire …ve ne farete un ragione.
Sono biker dall'uscita del "rampichino"(qualcuno non sa nemmeno cosa sia) sportivo da sempre amante e rispettoso della natura e degli altri.Vivere la montagna in bicicletta non è diverso dal farlo a piedi,si gode della vegetazione,spesso di qualche animale,dei panorami;a me piace anche unire a ciò la prestazione sportiva.Quello che vedo ora e che strenuamente difendete non è sport (salite ammassati in una navetta)e non è amore per l'ambiente (bardati come siete vedere a malapena il sentiero) e il tutto molto spesso condito da una buona dose di maleducazione.Prima di rimanere sorpresi per assurde decisioni è sempre bene chiedersene il motivo ed eventualmente rivedere i propri comportamenti.

muwatally
muwatally

io le farei brillare con la dinamite

fafnir
Daniele Clerici

Tutta colpa delle EBIKE.
Prima i sentieri in montagna erano solo per ciclisti esperti, preparati, consapevoli e rispettosi delle regole.
Regole maturate con tempo e fatica.
Ora comprano la EBIKE al sabato e la domenica sona gia in cima ad una montagna dove io ho impiegato anni per arrivarci.
Poi si guardano in giro, quattro foto del cazzo e si fiondano in discesa ignorando passanti e regole.
Prima di ste cazzo di EBIKE si incontravano 10 bike su un single track , ora 100.
Che vietino solo le EBIKE.
Tolte loro tolti i problemi.
Riprendiamoci la natura, la fatica, la soddisfazione rilegata a pochi.

Hai dimenticato la panza e le infradito!! Brutale ma condivido.

Marco Toniolo
Pedalista

Buon giorno,ho letto per caso la discussione e non ho resistito ad intervenire …ve ne farete un ragione.
Sono biker dall'uscita del "rampichino"(qualcuno non sa nemmeno cosa sia) sportivo da sempre amante e rispettoso della natura e degli altri.Vivere la montagna in bicicletta non è diverso dal farlo a piedi,si gode della vegetazione,spesso di qualche animale,dei panorami;a me piace anche unire a ciò la prestazione sportiva.Quello che vedo ora e che strenuamente difendete non è sport (salite ammassati in una navetta)e non è amore per l'ambiente (bardati come siete vedere a malapena il sentiero) e il tutto molto spesso condito da una buona dose di maleducazione.Prima di rimanere sorpresi per assurde decisioni è sempre bene chiedersene il motivo ed eventualmente rivedere i propri comportamenti.

Ma di chi stai parlando? Sembri l’unico ciclista sulla faccia della terra

raffganz

Per quanto mi riguarda boicotterò il Trentino…continuando ad andarci, infrangendo i divieti se ci sono e non pagando le multe se me le fanno.

raffganz
Pedalista

non è amore per l'ambiente (bardati come siete vedere a malapena il sentiero)

SI CHIAMANO PROTEZIONI GENIOOO !!!

devo.d

Il problema non è il mezzo, ma chi lo guida.

Ispettore Zenigata
Ispettore Zenigata
DoubleT

io non disprezzo chi va in montagna con consapevolezza e passione, disprezzo invece coloro che usano la montagna come se fosse loro e non di tutti, compresi anche certi biker

E quindi che attinenza c’è fra “merenderos” e gente che ha o che non ha rispetto della montagna?

Uno che butta un plaid per fare un pic nic è uno che disprezza la montagna? Secondo me se si porta i rifiuti a casa no.

Attenzione anche a catalogare le persone in base all’abbigliamento o alle abitudini: nella zona Sacra del Pasubio (La parte trentina sembra essere coinvolta tra l’altro nelle zone di divieto) ci sono state persone che hanno chiesto al CAI di Schio di chiudere il transito alle bici perché a loro avviso il comportamento e l’ABBIGLIAMENTO dei ciclisti non è sempre decoroso ed adeguato ad una “Zona Sacra”.

DoubleT
DoubleT

mi pare di ricordare anche una bella sfilza di ordinanze di divieto di transito alle bike alla sbarra all’inizio della strada degli scarubi, ma le stesse ordinanze non sono riportate su al rifugio papa

motobimbo
Pedalista

Quello che vedo ora e che strenuamente difendete non è sport (salite ammassati in una navetta)e non è amore per l'ambiente (bardati come siete vedere a malapena il sentiero)…

1) non è sport perchè siamo ammassati o perchè usiamo la navetta?
2) se vedessimo a malapena il sentiero probabilmente di navette che ci riportano su non ce ne sarebbero affatto per mancanza di clienti….

Gianz

Più che di colpa delle ebike o altro, parlerei di colpe ancora più a monte. E' il sistema che viene proposto come "utilizzo" della montagna che non va. E' una commercializzazione, uno svilire e sfruttare. Se cominci a caricare vagonate di persone, portandole in cima e poi mollandole giù per i sentieri, è normale che questi degradino, e scoppi la rabbia di chi quei sentieri vorrebbe goderseli in santa pace. Da amante della MTB da quando avevo 14 anni (e adesso ne ho 43) mi rendo conto che per molti utilizzatori questa pratica è diventata qualcosa di assurdamente distorto… Bisogna correre come forsennati, in discesa, e chi s'è visto s'è visto. Non importa se lungo il sentiero c'è chi sale a piedi o chi vorrebbe percorrerlo con calma e tranquillità: no… gente di troppo, da travolgere. Così basta uno solo di "disperato" per mandare a monte tutta la categoria di utilizzatori. Qualche anno fa stavo scendendo un sentiero qui in zona (il passo tre croci per chi conosce il gruppo del carega) e stavo accompagnando la bici a mano. Si son fermati in 3 ad invermi contro dicendomi che rovinavo il sentiero… e dire che andavo camminando!!!! Che avrebbero detto ai 2 passati prima di me, che quel sentiero l'han fatto tutto di slancio, con le loro bellissime bici da DH? insomma… è la commercializzazione della montagna l'errore di fondo. La stessa che crea impianti di risalita ad alto impatto ambientale, spara neve sprecando acqua, portando migliaia di persone sulle… Read more »

sembola

Pedalista Buon giorno,ho letto per caso la discussione e non ho resistito ad intervenire …ve ne farete un ragione. Sono biker dall'uscita del "rampichino"(qualcuno non sa nemmeno cosa sia) sportivo da sempre amante e rispettoso della natura e degli altri.Vivere la montagna in bicicletta non è diverso dal farlo a piedi,si gode della vegetazione,spesso di qualche animale,dei panorami;a me piace anche unire a ciò la prestazione sportiva.Quello che vedo ora e che strenuamente difendete non è sport (salite ammassati in una navetta)e non è amore per l'ambiente (bardati come siete vedere a malapena il sentiero) e il tutto molto spesso condito da una buona dose di maleducazione.Prima di rimanere sorpresi per assurde decisioni è sempre bene chiedersene il motivo ed eventualmente rivedere i propri comportamenti. Delle navette ho già detto tutto il male possibile, ma vengono vietati decine e decine di sentieri che non sono materialmente meccanizzabili. Quindi il problema non è quello, o perlomeno non è solo quello. meliobike Articolo vecchio di un anno ma che spiega la filosofia sottostante (e peccato che da quelle parti non ci sono ancora stato) http://www.ladige.it/popular/ambien…ieri-montagna-laffondo-deflorian-divieti-solo Quando vedi che insieme a sentieri oggettivamente molto transitati ne vengono vietati alcuni non certo agevoli da raggiungere, non meccanizzabili e poco frequentati, capisci che più che di filosofia si tratta di ideologia. naldone Veramente i furgoni per l'altissimo ci sono, incontrati più volte, portano la gente da torbole fino al Graziani….è un servizio taxi, se ti accordi ti portano dove vuoi, domenica ad esempio, erano al… Read more »

Gianz

Esistono problemi tra ciclisti e pedoni in pista ciclabile… figuriamoci sui sentieri di montagna… E ognuno è convinto di esser dalla parte della ragione! :hail:

Alla fine vince chi ha più peso… e non sempre si va in meglio.

ANDREAMASE

:medita:
"basterebbe un po di buon senso" non l'ha ancora detto nessuno???
:pirletto::hahaha:

motobimbo
ANDREAMASE

:medita:
"basterebbe un po di buon senso" non l'ha ancora detto nessuno???
:pirletto::hahaha:

credo l'abbia detto Mattarella un po a tutti….

sembola
Gianz

Esistono problemi tra ciclisti e pedoni in pista ciclabile… figuriamoci sui sentieri di montagna… E ognuno è convinto di esser dalla parte della ragione! :hail:

Alla fine vince chi ha più peso… e non sempre si va in meglio.

In "pista ciclabile" i pedoni non ci possono andare, quindi chi ha ragione e chi torto è abbastanza chiaro.

Se per "pista ciclabile" intedi le "piste ciclopedonali" allora sono d'accordo con te. Però non conosco comuni che, siccome i passeggiatori di cani scagazzanti e con guinzaglio a strascico si lamentano, chiudono le piste ciclopedonali alle bici con la motivazione che "sulle piste ciclopedonali si va a piedi".

sembola
ANDREAMASE

"basterebbe un po di buon senso" non l'ha ancora detto nessuno???

Di fronte ai quattrini il buon senso dura quanto il proverbiale gatto sull' Aurelia :spetteguless:

Gianz
sembola

In "pista ciclabile" i pedoni non ci possono andare, quindi chi ha ragione e chi torto è abbastanza chiaro.

Se per "pista ciclabile" intedi le "piste ciclopedonali" allora sono d'accordo con te. Però non conosco comuni che, siccome i passeggiatori di cani scagazzanti e con guinzaglio a strascico sono più dei ciclisti , chiudono le piste ciclopedonali alle bici con la motivazione che "sulle piste ciclopedonali si va a piedi".

Qui a breve, mi sa, ci arriveremo… La pista è quasi sempre ciclopedonale, perchè ciclabile lo è solo fuori e lontano dai centri abitati. Hanno inaugurato un nuovo tratto di pista ciclopedonale, e il sabato e la domenica non ci passi più con la bici, se non a rischio e pericolo tuo e degli altri.

ANDREAMASE
sembola

Di fronte ai quattrini il buon senso dura quanto il proverbiale gatto sull' Aurelia :spetteguless:

ovviamente!!!
ero ironico chiaramente, visto che le ebike son già state tirate in ballo!! 😉

IvanoRoma
Gianz

Esistono problemi tra ciclisti e pedoni in pista ciclabile… figuriamoci sui sentieri di montagna… E ognuno è convinto di esser dalla parte della ragione! :hail:

Alla fine vince chi ha più peso… e non sempre si va in meglio.

Il motivo è che siamo tutti malati, o pazzi, ognuno vuole avere ragione a priori, ci scanniamo fra di noi per 1 euro, stiamo alla frutta…
ti racconto un piccolo episodio, ero a roma una notturna del WWF tutto organizzato con vigili urbani ecc, eravamo veramente tanti era inevitabile che qualkuno passi sul marciapiede (andando piano è rispettando il pedone) be alla gente gli dava fastidio a priori, più che del marciapiede gli dava propio fastidio che noi eravamo in bicicletta….

io ormai alle critiche passo avanti nemmeno gli rispondo, se insistono faccio finta di essere tedesco rispondendo in inglese cosi ti lasciano stare (dicendoti straniero di mxxxx) ma finisce li…

sembola
IvanoRoma

ti racconto un piccolo episodio…

Se per reclamare dei sacrosanti diritti come la mobilità in sicurezza calpestiamo quella di chi va a piedi pedalando sul marciapiede, mi sa che qualcosa è sbagliato alla radice.
Davvero una brillante operazione di marketing, non c'è che dire.
Un po' come portare lo striscione di Mountain Wllderness in funivia…

IvanoRoma
sembola

Se per reclamare dei sacrosanti diritti come la mobilità in sicurezza calpestiamo quella di chi va a piedi pedalando sul marciapiede, mi sa che qualcosa è sbagliato alla radice.
Davvero una brillante operazione di marketing, non c'è che dire.
Un po' come portare lo striscione di Mountain Wllderness in funivia…

Il problema è che su una strada antica di roma grande come una carreggiata dove hai macchine parcheggiate ambo i sensi di marcia con 200 ciclisti dove passi ? …. non è facile come la racconti tu, alcuni addirittura scendevano a piedi sul marciapiede spingendo la bici a MANO be nemmeno quello gli stava bene..

sembola
IvanoRoma

Il problema è che su una strada antica di roma grande come una carreggiata dove hai macchine parcheggiate ambo i sensi di marcia con 200 ciclisti dove passi ? …. non è facile come la racconti tu, alcuni addirittura scendevano a piedi sul marciapiede spingendo la bici a MANO be nemmeno quello gli stava bene..

Resta il fatto che calpestare i diritti altrui non va mai bene, meno che mai se lo si fa per protestare contro soprusi ai propri danni. Si perde qualsiasi credibilità.

IvanoRoma
sembola

Resta il fatto che calpestare i diritti altrui non va mai bene, meno che mai se lo si fa per protestare contro soprusi ai propri danni. Si perde qualsiasi credibilità.

quindi è vietato anche spingere una bici a mano sul marciapiede ?….
alla gente non gli stava bene nemmeno che eravamo in piazza del popolo (con il permesso del comune!)

Gianz

Il punto è che siamo in tanti. Tanti che vanno per sentieri a piedi, tanti che vanno in bici. Potresti proporre percorsi solo per una tipologia o solo per l'altra, e credo sia il senso di questi divieti. Della serie: non puoi venir giù dal Pasubio, ma se vuoi hai l'anello delle malghe che parte da Giazzera, che è quasi stradale (strada bianca larga)… il sentiero lascialo a chi va a piedi.
Solo che magari uno voleva farsi il 105, attraversare il Roite, scendere al Lancia senza percorrere quel 120 così insulso… E il 105 è stretto, molto stretto. Normale trovarsi in panne se incroci gente o altri in bici.

Che poi molti partano infastiditi a priori … si, è così. Molti di noi mal sopportano le e-bike, per esempio (io per primo le capisco poco), come molti montanari mal sopportano che i sentieri che han sempre fatto a piedi siano "inquinati" dalle nostre ruotacce infami. Insomma: è un classico caso di convivenza forzata… se poi ci mettiamo di mezzo il vil denaro, la miscela potrebbe diventare esplosiva e far male a tutti.

Speriamo si arrivi ad una sana regolamentazione, a questo punto.

D-Lock
sembola

Resta il fatto che calpestare i diritti altrui non va mai bene, meno che mai se lo si fa per protestare contro soprusi ai propri danni. Si perde qualsiasi credibilità.

un pò come gli operatori di shuttle finalesi che per proteggere la fonte del loro business, ovvero i trail (cosa giusta) si mettono a fare i fascisti per strada facendo incazzare tutti, che alla fine al fatto che ci sia il regolamento nemmeno badano più per l'incazzatura…

IvanoRoma
D-Lock

un pò come gli operatori di shuttle finalesi che per proteggere la fonte del loro business, ovvero i trail (cosa giusta) si mettono a fare i fascisti per strada facendo incazzare tutti, che alla fine al fatto che ci sia il regolamento nemmeno badano più per l'incazzatura…

Noi eravamo li per una pedalata ecologica, mentre chi ci tirava Mexxa adosso magari aveva il maserati 3.200CC Biturbo V6 550CV da 500 metri a litro…. certo ! …. a roma l'aria è irrespirabile, il centro è sempre intasato, ma si ostinano a usare l'auto…

Davide_sd

In lista talk-it openstreetmap è stato postato l'articolo che stiamo qui commentando. Di conseguenza molti SATtini e CAIni ci leggeranno, oltre che (probabilmente) eliminare qualche tag relativo alle mtb dalle mappe OSM….

tostarello
Daniele Clerici

Tutta colpa delle EBIKE.
Prima i sentieri in montagna erano solo per ciclisti esperti, preparati, consapevoli e rispettosi delle regole.
Regole maturate con tempo e fatica.
Ora comprano la EBIKE al sabato e la domenica sona gia in cima ad una montagna dove io ho impiegato anni per arrivarci.
Poi si guardano in giro, quattro foto del cazzo e si fiondano in discesa ignorando passanti e regole.
Prima di ste cazzo di EBIKE si incontravano 10 bike su un single track , ora 100.
Che vietino solo le EBIKE.
Tolte loro tolti i problemi.
Riprendiamoci la natura, la fatica, la soddisfazione rilegata a pochi.

è arrivato il fenomeno…
della serie io sò io e voi non siete un ca…

federico.g
federico.g

Le zone citate non mi sembrano molto frequentate a parte il baldo nei weekend e periodi estivi quindi questo stupido divieto non ha senso e poi se percorro un sentiero e incontro dei pedoni per sicurezza scendo dalla bici , ci vuole solamente buon senso…

fullmonti
fullmonti

A forza di divieti, sarebbe interessante vedere cosa succederebbe se ad esempio il Bikefestvial di Riva si spostasse (anni fa era stata ventilata questa possibilità..) in altra zona più bike – friendly..

l.j.silver
l.j.silver
fullmonti

A forza di divieti, sarebbe interessante vedere cosa succederebbe se ad esempio il Bikefestvial di Riva si spostasse (anni fa era stata ventilata questa possibilità..) in altra zona più bike – friendly..

fossi in loro lo farei anche solo per dare un segnale

l.j.silver
l.j.silver
Pedalista

Buon giorno,ho letto per caso la discussione e non ho resistito ad intervenire …ve ne farete un ragione.
Sono biker dall'uscita del "rampichino"(qualcuno non sa nemmeno cosa sia) sportivo da sempre amante e rispettoso della natura e degli altri.Vivere la montagna in bicicletta non è diverso dal farlo a piedi,si gode della vegetazione,spesso di qualche animale,dei panorami;a me piace anche unire a ciò la prestazione sportiva.Quello che vedo ora e che strenuamente difendete non è sport (salite ammassati in una navetta)e non è amore per l'ambiente (bardati come siete vedere a malapena il sentiero) e il tutto molto spesso condito da una buona dose di maleducazione.Prima di rimanere sorpresi per assurde decisioni è sempre bene chiedersene il motivo ed eventualmente rivedere i propri comportamenti.

mai letto un post contemporaneamente piu' ridicolo ed arrogante………

Gabrielegas

Io stavo proprio pensando d'andare in vacanza in Trentino quest'estate[emoji30] [emoji35]

Sent from my ONEPLUS A3003 using MTB-Forum mobile app

isartrails
IvanoRoma

…se insistono faccio finta di essere tedesco rispondendo in inglese …

Ti ringrazio per la brutta figura che ci fai.
E se vai altrove a girare? Non devi nemmeno fare finta di essere straniero. Sei proprio un italiano! 😉
Dice uo tedesco in bike che da decenni prova a rispettare ognuno i montagna. Anche in Italia.

scratera
federico.g

Le zone citate non mi sembrano molto frequentate a parte il baldo nei weekend e periodi estivi quindi questo stupido divieto non ha senso e poi se percorro un sentiero e incontro dei pedoni per sicurezza scendo dalla bici , ci vuole solamente buon senso…

…pensa che io mentre salivo in bike su unsentiero del pasubio praticamente sono stato travolto da chi voleva scendere a tutta fregandosene di chi faticava salendo…proprio su uno di quelli incriminati….

IvanoRoma
isartrails

Ti ringrazio per la brutta figura che ci fai.
E se vai altrove a girare? Non devi nemmeno fare finta di essere straniero. Sei proprio un italiano! 😉
Dice un tedesco in bike che da decenni prova a rispettare ognuno i montagna. Anche in Italia.

Mi dispiace ma alla cafonaggine io rispondo con l'indifferenza, evidentemente non sei mai stato a roma, qui per un parcheggio arrivano alle mani (sono arrivati anche a spararsi) ….

robydr

Anche a me l ebike non piace x niente,però è vero che chi non può allenarsi o persone di una certa età possono godersi questo sport..ritengo che la salita va sudata e guadagnata..trovo assurdo farsi portare in furgone quando si potrebbe pedalare..la risalita meccanizzata va bene x park o trail nati x bici..i sentieri esistenti da sempre te li guadagni..ovvio che mandrie di bikers portati su in furgone e poi lanciati in sentieri che prima si camminavano stanno sul cazzo..e sono pericolosi..pedalare ragazzi pedalare…

Sent from my [device_name] using MTB-Forum mobile app

IvanoRoma
robyradon4.0

Anche a me l ebike non piace x niente,però è vero che chi non può allenarsi o persone di una certa età possono godersi questo sport..ritengo che la salita va sudata e guadagnata..
Sent from my [device_name] using MTB-Forum mobile app

Ecco, gia si capisce che di ebike nemmeno l'odore hai sentito,l'ebike se non hai gamba dopo 30km hai la batteria scarica e torni a casa, come la porto io riesco a fare oltre 2000mt di dislivello su almeno 60km, hai un allenamento lineare con battiti costanti, senza andare fuori soglia, un allenamento molto più efficace della muscolare mtb, direi molto molto simile ad una bdc…..

Pedalista
raffganz

SI CHIAMANO PROTEZIONI GENIOOO !!!

Non sarò un genio ma se per divertirti in montagna devi "proteggerti" c'è qualcosa che non va…

darionollie_
darionollie_

Che non sei un genio lo avevamo capito tutti penso

Moebius
Daniele Clerici

Tutta colpa delle EBIKE.
Prima i sentieri in montagna erano solo per ciclisti esperti, preparati, consapevoli e rispettosi delle regole.
Regole maturate con tempo e fatica.
Ora comprano la EBIKE al sabato e la domenica sona gia in cima ad una montagna dove io ho impiegato anni per arrivarci.
Poi si guardano in giro, quattro foto del cazzo e si fiondano in discesa ignorando passanti e regole.
Prima di ste cazzo di EBIKE si incontravano 10 bike su un single track , ora 100.
Che vietino solo le EBIKE.
Tolte loro tolti i problemi.
Riprendiamoci la natura, la fatica, la soddisfazione rilegata a pochi.

Ecco, stavo appunto aspettando per vedere quanto tempo ci metteva ad uscire il genio.

massimo72m
takuma

se passi dal Black Scorpion è pieno di fosse comuni di famigliole!!!
ma va a fer dal …..gnet

Primo, chi sei?
Secondo, cos'è sto balck scorpion?
Terzo, parla italiano! grazie

AlexV
Pedalista

Non sarò un genio ma se per divertirti in montagna devi "proteggerti" c'è qualcosa che non va…

Disse quello che "io il casco non me lo metto, cosa può succedere mai?"
Se è da 30 anni che fai mtb, dovresti sapere che basta una caduta a 10 km/h su un sentiero di sassi per farti parecchio male.
Io per conto mio mi sono mezzo scarnificato una gamba e un braccio scivolando a piedi su un ghiaione facendo trekking a piedi -per cui probabilmente ampiamente sotto i 3 km/h-.

massimo72m
l.j.silver

divertimento? si certo, ma altrove, non in trentino, se volessi percorsi "piu' larghi" mi prendo na gravel e mi faccio le strade bianche……nel senese pero'.

Non tutti hanno i tuoi gusti.
Ci sono persone che amano andare in mtb in sicurezza su strade larghe e non molto tecniche.
E' giusto che ci sia spazio anche per loro.

massimo72m
Gabrielegas

Io stavo proprio pensando d'andare in vacanza in Trentino quest'estate[emoji30] [emoji35]

Sent from my ONEPLUS A3003 using MTB-Forum mobile app

Vai pure in Trentino e vedrai che non ti mancheranno i posti dove andare in mtb.
Ci sono centinaia di sentieri disponibili, di ogni difficoltà, adatti a tutti.

massimo72m
Gabrielegas

Io stavo proprio pensando d'andare in vacanza in Trentino quest'estate[emoji30] [emoji35]

Sent from my ONEPLUS A3003 using MTB-Forum mobile app

Vai pure in Trentino e vedrai che non ti mancheranno i posti dove andare in mtb.
Ci sono centinaia di sentieri disponibili, di ogni difficoltà, adatti a tutti.

massimo72m
Gabrielegas

Io stavo proprio pensando d'andare in vacanza in Trentino quest'estate[emoji30] [emoji35]

Sent from my ONEPLUS A3003 using MTB-Forum mobile app

Vai pure in Trentino e vedrai che non ti mancheranno i posti dove andare in mtb.
Ci sono centinaia di sentieri disponibili, di ogni difficoltà, adatti a tutti.

massimo72m
Gabrielegas

Io stavo proprio pensando d'andare in vacanza in Trentino quest'estate[emoji30] [emoji35]

Sent from my ONEPLUS A3003 using MTB-Forum mobile app

Vai pure in Trentino e vedrai che non ti mancheranno i posti dove andare in mtb.
Ci sono centinaia di sentieri disponibili, di ogni difficoltà, adatti a tutti.

massimo72m
Gabrielegas

Io stavo proprio pensando d'andare in vacanza in Trentino quest'estate[emoji30] [emoji35]

Sent from my ONEPLUS A3003 using MTB-Forum mobile app

Vai pure in Trentino e vedrai che non ti mancheranno i posti dove andare in mtb.
Ci sono centinaia di sentieri disponibili, di ogni difficoltà, adatti a tutti.

l.j.silver
l.j.silver
massimo72m

Non tutti hanno i tuoi gusti.
Ci sono persone che amano andare in mtb in sicurezza su strade larghe e non molto tecniche.
E' giusto che ci sia spazio anche per loro.

e chi glielo nega???? semmai è il contrario, personalmente sono a prescindere contro i divieti, che si sa dove si comincia ma non dove si va a finire

l.j.silver
l.j.silver
Pedalista

Non sarò un genio ma se per divertirti in montagna devi "proteggerti" c'è qualcosa che non va…

quindi se tu vai su di una via ferrata non ti proteggi? interessante……

menollix

Che schifo… vogliono vietare anche i sentieri di casa mia (corno della paura) che hanno un traffico di bici e pedoni veramente ridicolo. Per non parlare di quelli che dallo Zugna vanno in Vallarsa…
Per non parlare dell'Altissimo! Uno sale dalla Vallagarina e non può più scendere sul Garda.
Veramente dei fuori di testa !

Marco Toniolo
massimo72m

Non tutti hanno i tuoi gusti.
Ci sono persone che amano andare in mtb in sicurezza su strade larghe e non molto tecniche.
E' giusto che ci sia spazio anche per loro.

Tu equipari una strada sterrata alla sicurezza. Per me quelle sono le più pericolose a causa della velocità e del fondo. Senza parlare degli ostacoli quali pedoni, cani, ecc.

Come si vede chi vieta i sentieri non ha minima idea di cosa significhi andare in mtb.

magic_d
magic_d

Credo che i divieti imposti a priori senza aprire un dialogo sono deleteri per tutti. Bisogna far sentire la nostra voce in modo forte e chiaro. Far capire che tali atteggiamenti sono sbagliati. tutti hanno diritto di godere della bellezza della montagna!!

teoDH

Colpa degli enduristi, come al solito… sta gentaglia che va sui sentieri con le loro bici di merda e crede di essere in bike park… Che li chiudano tutti i sentieri, solo bike park e solo bici da DH, se vuoi pedalare vai a fare lo schivatombini e a respirare bitume misto a gas di scarico

D-Lock
teoDH

Colpa degli enduristi, come al solito… sta gentaglia che va sui sentieri con le loro bici di merda e crede di essere in bike park… Che li chiudano tutti i sentieri, solo bike park e solo bici da DH, se vuoi pedalare vai a fare lo schivatombini e a respirare bitume misto a gas di scarico

Se vi chiudiamo nei bike park però promettete che non uscite a dare fastidio a tutte le altre categorie di ciclisti?
Promettiamo che un paio di volte all'anno veniamo a vedervi come al circo mentre vi esibite…oppure mandateci i filmati che vi diamo i like…
.
.
.
.
.
.
.
.
(prima che scoppi una flame, sto ironizzando)

angelobizz
angelobizz

secolo scorso: famiglie “normative” dove si imparavano le regole del mondo, e mondo dove con il buon senso si chiudeva un occhio su tante cose
nuovo millennio: famiglie “affettive” che vanno a pezzi dove si cresce nell’incertezza e senza regole, e mondo normativo fatto di mille divieti che nulla regolano
Sono solo cicli… (doppio senso voluto…)

scratera
freeride_lover

Vero Scratera, per carità, ma il numero di furgoni che girano in Vallagarina e limitrofi sono incomparabili con quelli di Torbole, e idem la frequenza dei pedoni

Personalmente vado sullo Zugna o Finonchio 2-3 volte ogni inverno e davvero non ho mai trovato alcun pedone, quindi davvero non capisco a chi si può dare fastidio e di conseguenza i divieti.. non è ovviamente l'Altissimo d'estate col relativo traffico pedonale..

P.s. Fatalità avevo già programmato con gli amici di andare sullo Zugna domani (quindi pre-divieti), sperando non sia l'ultima….

…vedo che da esterno non te ne frega na mazza di come ormai si son ridotti i sentieri e non hai nessuna idea del traffico che ci hanno portato.. :prost:

Gianz
freeride_lover

P.s. Fatalità avevo già programmato con gli amici di andare sullo Zugna domani (quindi pre-divieti), sperando non sia l'ultima….

Occhio che rischi di trovare un metro di neve… 😉

freeride_lover
freeride_lover
scratera

…vedo che da esterno non hai idea di come ormai si son ridotti i sentieri e non hai nessuna idea del traffico che ci hanno portato.. :prost: ..senza apportare manutenzione se non quella di posizionare ostacoli sul sentiero ufficiale per segnalare il percorso…se ti può interessare c'è ancora neve sopra ai 1200m di quota…e nemmeno poca…

ehm.. ok che sei local e sarai ovviamente ultra sensibile al tema e avrai le balle girate in merito (e te credo!!) .. ma ho solo espresso la mia esperienza personale eh! [emoji482]

Da quello che vedo in fb il gruppo della foto sembrano fare eccome manutenzione sullo Zugna, ma non li conosco quindi non so posso sapere se sono delle brave persone o sono delle bestie ..

Da local che conosce bene la situazione in zona, ti chiedo quindi: qual'è la vera situazione su Zugna, Finonchio, furgonate ecc?

P.s. Domanda seria eh, senza davvero alcuna vena di polemica, giuro, solo x sapere! [emoji5] [emoji482]

Sent from my A0001 using MTB-Forum mobile app

Kris-pi

Quando il Lupo, quando l'Orso…adesso il ciclista…ogni anno questi si devono inventare qualcosa…poi coltivano le mele e uva lungo l'autostrada e ce le vogliono spacciare come genuine perchè hanno da vendile a noi coglioni non autonomizzati!!

30x26
30x26
sembola

Trovo ragionevole che chi lavora con le navette abbia l'interesse a far rispettare una normativa del genere, per evitare sia un aggravio di manutenzione che il peggioramento dei rapporti con gli enti che controllano ed autorizzano. Certo le modalità sono a dir poco discutibili, che avesse piovuto lo si sapeva anche prima di far caricare le bici sui furgoni.
Detto questo, per chi non è un pubblico ufficiale impedire fisicamente il passaggio a mio parere configura il reato di violenza privata o al limite di esercizio arbitrario delle proprie ragioni.

perfetto , diciamo che e' una scelta di alta civilta'. allora se ci tieni alla correttezza rispetti tutte le regole, sia quelle piacevoli che quelle spiacevoli per il tuo portafoglio

1 – quando accetti prenotazioni anticipate metti in chiaro che non trasporti nessuno nelle 48 ore successive ad una precipitazione
2 – circoli sulle pubbliche strade con un numero di passeggeri pari a quelli omologati dal mezzo, rispettando la massa a pieno carico
3 – per furgonare non utilizzi illegalmente un mezzo intestato ad una ditta che di lavoro fa tutt'altro
4 – emetti regolare scontrino ad ogni incasso
5 – tieni una condotta al voltante non pericolosa per chi transita sull'asfalto in bici o con altro automezzo.

onestamente non mi risulta che tutti questi punti vengano rispettati.

klasse
klasse

Aggiungo che devi essere in possesso sia di licenza di tour operator, dato che fai un tour con partenze e recuperi in posti diversi, e licenza da tassista, così sei in regola con i trasporti, inoltre la guida, non è uno scemo qualunque, l’ho fatta anch’io per esempio, ma una persona qualificata, che parli le lingue per intrattenere i turisti, e sopratutto che sia responsabile di quello che sta facendo, prova a farti male su un sentiero e vai dal tuo legale, la prima cosa che ti chiede è se eri da solo oppure no, e nse non lo eri, chi era il resp del gruppo sul sentiero…
Pensiamoci bene.

freeride_lover
freeride_lover

(O.T.)

scratera

……se ti può interessare c'è ancora neve sopra ai 1200m di quota…e nemmeno poca…

Gianz

Occhio che rischi di trovare un metro di neve… 😉

Partiamo dal tornante di asfalto sinistroso (credo sui 1000 circa?), quindi più in basso, immagino solo qualche chiazza di neve, grazie cmq a tutti e 2 :prost:

l.j.silver
l.j.silver
teoDH

Colpa degli enduristi, come al solito… sta gentaglia che va sui sentieri con le loro bici di merda e crede di essere in bike park… Che li chiudano tutti i sentieri, solo bike park e solo bici da DH, se vuoi pedalare vai a fare lo schivatombini e a respirare bitume misto a gas di scarico

lo sapevo che tutto questo odio ti avrebbe infine fatto impazzire……:mrgreen:

Monty1975
Monty1975
IvanoRoma

Ecco, gia si capisce che di ebike nemmeno l'odore hai sentito,l'ebike se non hai gamba dopo 30km hai la batteria scarica e torni a casa, come la porto io riesco a fare oltre 2000mt di dislivello su almeno 60km, hai un allenamento lineare con battiti costanti, senza andare fuori soglia, un allenamento molto più efficace della muscolare mtb, direi molto molto simile ad una bdc…..

ma non penso proprio…..sui pisani in quota vedi certe facce che normalmente stanno sulle lapidi. Io l'ebike l'ho provata e sembra di andare sullo scooter (con l'aiuto al minimo).

scratera
freeride_lover

ehm.. ok che sei local e sarai ovviamente ultra sensibile al tema e avrai le balle girate in merito (e te credo!!) .. ma ho solo espresso la mia esperienza personale eh! [emoji482]

Da quello che vedo in fb il gruppo della foto sembrano fare eccome manutenzione sullo Zugna, ma non li conosco quindi non so posso sapere se sono delle brave persone o sono delle bestie ..

Da local che conosce bene la situazione in zona, ti chiedo quindi: qual'è la vera situazione su Zugna, Finonchio, furgonate ecc?

P.s. Domanda seria eh, senza davvero alcuna vena di polemica, giuro, solo x sapere! [emoji5] [emoji482]

Sent from my A0001 using MTB-Forum mobile app

…mi piacerebbe postarti il numero di telefono di qualcuno che lavorava per loro e che….

DoubleT
DoubleT

ohhh ma che figata ‘sto thread…

nivolorenz
nivolorenz

Casualmente i divieti arrivano poco prima del Bike Festival, tra poco l’alto Garda verrá invaso da biker germanici, chissa se loro sanno dire “scusi attenzione permesso passi prima lei”…
Io non mi romperei la testa a cercare le cause, ma direi alle amministrazioni comunali: se togli tre sentieri (cifra casuale) ad una categoria ne devi restituire in eguale quantità alla categoria che hai penalizzato.
Trattasi anche questo di buonsenso, mica dobbiamo stilare il manuale etico del perfetto biker.

robydr
IvanoRoma

Ecco, gia si capisce che di ebike nemmeno l'odore hai sentito,l'ebike se non hai gamba dopo 30km hai la batteria scarica e torni a casa, come la porto io riesco a fare oltre 2000mt di dislivello su almeno 60km, hai un allenamento lineare con battiti costanti, senza andare fuori soglia, un allenamento molto più efficace della muscolare mtb, direi molto molto simile ad una bdc…..

Le ho provate eccome..fai i salti in salita…puoi pedalare fumando una sigaretta..ovvio che se fai 60 70 km devi gestire le batterie quindi non puoi usufruire del motore sempre..sicuramente bello perché puoi fare tour lunghi,ma la bici è ben altro.. fai 30 40 con la muscolare e tranquillo che ti sei divertito e soddisfatto..

Sent from my [device_name] using MTB-Forum mobile app

Paolo M.
Paolo M.

Sono i “piedofili” che rompono le scatole, e a quanto pare riescono a fare tanto rumore, aggiungi che i vari sindaci dei vari comuni coinvolti, non sanno cos’è una mountainbike, e il gioco è fatto!

Ispettore Zenigata
Ispettore Zenigata
DoubleT

mi pare di ricordare anche una bella sfilza di ordinanze di divieto di transito alle bike alla sbarra all’inizio della strada degli scarubi, ma le stesse ordinanze non sono riportate su al rifugio papa

Nell'elenco pubblicato dal giornale delle strade vietate hanno incluso la strada degli eroi fino alla Galleria D'Havet.

endurik
Ispettore Zenigata

Nell'elenco pubblicato dal giornale delle strade vietate hanno incluso la strada degli eroi fino alla Galleria D'Havet.

ovviamente…i ciclisti danno fastidio al pulmino che porta su i merenderos 🙂

IvanoRoma
robyradon4.0

Le ho provate eccome..fai i salti in salita…puoi pedalare fumando una sigaretta..ovvio che se fai 60 70 km devi gestire le batterie quindi non puoi usufruire del motore sempre..sicuramente bello perché puoi fare tour lunghi,ma la bici è ben altro.. fai 30 40 con la muscolare e tranquillo che ti sei divertito e soddisfatto..

Sent from my [device_name] using MTB-Forum mobile app

60-70km in ebike sono come 30-40 in muscolare, con più divertimento è piu trails tecnici, perchè mi dovrei limitare ad un muscolare ? lo hai scritto anche tu…. non ha senso…

IvanoRoma
Monty1975

ma non penso proprio…..sui pisani in quota vedi certe facce che normalmente stanno sulle lapidi. Io l'ebike l'ho provata e sembra di andare sullo scooter (con l'aiuto al minimo).

questo conferma, che non hai provato un ebike perchè in eco, devi pedalare anche tanto… fatti 70km 2000mt in eco poi mi racconti…

fafnir
IvanoRoma

questo conferma, che non hai provato un ebike perchè in eco, devi pedalare anche tanto… fatti 70km 2000mt in eco poi mi racconti…

Ivano ma hai ebike? Ma la bici da 9kg non l'hai fatta?

Gianz
Ispettore Zenigata

Nell'elenco pubblicato dal giornale delle strade vietate hanno incluso la strada degli eroi fino alla Galleria D'Havet.

I gestori del rif. Papa, a cui ho chiesto info, cadono dalle nubi… Loro non ne sanno nulla.
Anche perchè sarebbe davvero un tiro mancino chiudere 8 km di strada degli eroi… che poi, ragazzi: fino a qualche anno fa (si, ok, 20 anni fa) si poteva farla in auto.

Ispettore Zenigata
Ispettore Zenigata
endurik

ovviamente…i ciclisti danno fastidio al pulmino che porta su i merenderos 🙂

A quel punto è sufficiente dotare il pulmino di un bull bar…

robydr

Non è che ti devi limitare..però è ovvio che con una moto fai più km e più trail..e la gente s incazza[emoji1] [emoji1]

Sent from my [device_name] using MTB-Forum mobile app

Ispettore Zenigata
Ispettore Zenigata
Gianz

I gestori del rif. Papa, a cui ho chiesto info, cadono dalle nubi… Loro non ne sanno nulla.
Anche perchè sarebbe davvero un tiro mancino chiudere 8 km di strada degli eroi… che poi, ragazzi: fino a qualche anno fa (si, ok, 20 anni fa) si poteva farla in auto.

sul giornale erano state fatte delle ipotesi sulla base di richieste, poi non è detto che non vengano accolte. Quanto all'utilità di un simile provvedimento preferisco nn commentare :omertà::omertà:

Monty1975
Monty1975
IvanoRoma

questo conferma, che non hai provato un ebike perchè in eco, devi pedalare anche tanto… fatti 70km 2000mt in eco poi mi racconti…

questo conferma solo che non ascolti….lo stesso amico dopo averla tenuta più di un anno è rinsavito ed è tornato a pedalare le bici (quelle vere) e le prime uscite manca poo ci tira il calzino; tanto per dirti quanto era allenato dopo una stagione a pile. Poi se mi voi di che ti senti in forma auguri.

IvanoRoma
Monty1975

questo conferma solo che non ascolti….lo stesso amico dopo averla tenuta più di un anno è rinsavito ed è tornato a pedalare le bici (quelle vere) e le prime uscite manca poo ci tira il calzino; tanto per dirti quanto era allenato dopo una stagione a pile. Poi se mi voi di che ti senti in forma auguri.

Se il tuo amico, sta tutto il tempo in turbo pedalando quasi niente la colpa è solo sua, dubito altamente che il tuo amico di faceva 150200km a settimana come faccio io ….

IvanoRoma
fafnir

Ivano ma hai ebike? Ma la bici da 9kg non l'hai fatta?

se leggi la firma vedi…. sono passato al lato oscuro…. è ne sono fierissimo sono tornato bambino da quanto mi sto divertendo, scalo montagne, trovo trails bellissimi, vado di enduro pesante, una figata pazzesca.

Confr

Ci lamentiamo dei divieti di chi fa la guerra ai ciclisti….
Poi si scopre, leggendo questo e tanti altri topic, che i ciclisti sono così “geni” da farsi la guerra tra di loro…..

Monty pedala quel che ti pare e vedi di non venire a fare il rompi palle purista va là…..
Pare che per comprarci l’ebike i soldi li abbiamo presi dal tuo conto corrente…..
Fatti una buona dose di caxxi tuoi e vivi sereno….

robydr
IvanoRoma

Se il tuo amico, sta tutto il tempo in turbo pedalando quasi niente la colpa è solo sua, dubito altamente che il tuo amico si faceva 150200km a settimana come faccio io ….

Il problema è proprio questo…non è questione di 150/200km..la montagna te la godi anche in 5km..ma va conquistata, le imprese ciclistiche sono sempre state delle gran fatiche..a parte il doping..tante persone la vedono cosi..e quando passi col motore tra le gambe e gli altri sono li che faticano e sudano stai sui sui maroni..poi ci chiudono i trail e son bestemmie!![emoji1] [emoji1]

Sent from my [device_name] using MTB-Forum mobile app

Confr

Ma basta con sta storia che i trail li chiudono per colpa delle ebike….
Ma che cazzo state dicendo????

Ale 81
robyradon4.0

Il problema è proprio questo…non è questione di 150/200km..la montagna te la godi anche in 5km..ma va conquistata, le imprese ciclistiche sono sempre state delle gran fatiche..a parte il doping..tante persone la vedono cosi..e quando passi col motore tra le gambe e gli altri sono li che faticano e sudano stai sui sui maroni..poi ci chiudono i trail e son bestemmie!![emoji1] [emoji1]

Sent from my [device_name] using MTB-Forum mobile app

Beh, allora chiudi funivie, passi alpini e strade di collegamento..

Se vuoi andare a 3000 mt devi partire in mtb dal livello del mare se no non vale.. :))):

robydr

Ma no vabbè..però se parli con ciclisti di una certa età..gli alpini del caso, ti dicono che la funivia non si può…dai..troppo scarso..e te lo dico io che seggiovie e funive me le godo alla grande…però quando non ci sono si pedala..è una questione di spirito..

Sent from my [device_name] using MTB-Forum mobile app

raffganz
Ispettore Zenigata

sul giornale erano state fatte delle ipotesi sulla base di richieste, poi non è detto che non vengano accolte. Quanto all'utilità di un simile provvedimento preferisco nn commentare :omertà::omertà:

Questione resa ancor più complicata dal fatto che in quel punto si entra e si esce in Veneto più volte. Stessa cosa sul Monte Maggio che corre proprio lungo la linea di confine. Ormai siamo alle comiche…di serie B

raffganz

Scusate ma proprio non ci sono altre discussioni già aperte sulle ebike? Va beh che se ne parla così poco….

sten1959
sembola

Ed aggiungo, è l'ora di finirla con il business dell' autonomia.
Se sono cosi tanto bravi, facciano con i fondi ordinari.

Perfettamente d'accordo.
Io vivo nell'alta provincia di Belluno.
Zona turistica incuneata tra due regioni, nostre dirette concorrenti, a statuto speciale: TAA e FVG
In pratica i nostri imprenditori che vogliono fare investimenti non possono far altro che andare in banca a chiedere i soldi in prestito.
E solo a 10km di distanza gli imprenditori non sanno più come spendere i soldi che hanno a disposizione per gli investimenti.
E poi senti il turista che dice:
" si però vuoi mettere che belli gli alberghi in AA ? Hanno la Spa e la piscina. Mica vecchi come i vostri"

E grazie al cazzo !!! Sono stati pagati per la quasi totalità da fondi pubblici !!!!

E lo stesso dicasi per gli impianti risalita, locali pubblici ecc ecc ecc

sten1959
fullmonti

A forza di divieti, sarebbe interessante vedere cosa succederebbe se ad esempio il Bikefestvial di Riva si spostasse (anni fa era stata ventilata questa possibilità..) in altra zona più bike – friendly..

Ottima proposta

l.j.silver
l.j.silver
robyradon4.0

Il problema è proprio questo…non è questione di 150/200km..la montagna te la godi anche in 5km..ma va conquistata, le imprese ciclistiche sono sempre state delle gran fatiche..a parte il doping..tante persone la vedono cosi..e quando passi col motore tra le gambe e gli altri sono li che faticano e sudano stai sui sui maroni..poi ci chiudono i trail e son bestemmie!![emoji1] [emoji1]

Sent from my [device_name] using MTB-Forum mobile app

stai facendo dell'ironia vero? ti prego dimmi di si

l.j.silver
l.j.silver
IvanoRoma

Hai perfettamente ragione, solo che veramente mi da un fastidio quando la gente apre bocca senza sapere nulla sull'argomento, TUTTI pensano che con l'ebike non fai nulla…. non fai nulla vero ?

Vedi l’allegato 251794 Vedi l’allegato 251795

Tutti di un fiato, senza mai fermarmi…. a casa le gambe mi tremavano…. altro che muscolare…

sono per il vivi e lascia vivere, non mi piacciono le ebike e non le compro, chi le apprezza fa bene a prenderle e divertircisi….
ma fate attenzione a non diventare piu' permalosi dei vegani….:bacetto:

scratera

http://www.ladige.it/territori/bass…escursionisti-niente-pace-dibattito-consiglio

Marco Toniolo
scratera

http://www.ladige.it/territori/bass…escursionisti-niente-pace-dibattito-consiglio

non si capisce una mazza dall'articolo che parla di "le bici da downing hanno come scopo quello di percorrere un tracciato nel minor tempo possibile", se non che la zona si riconferma un nido di vespe, dove tutti litigano.

Confr

Anche io l’ho notato……le bici da downing….
E giunto in fondo ho pensato: embè?? Che cacchio vuol dire sto articolo?? Non ha nè una testa nè una coda…..

l.j.silver
l.j.silver
IvanoRoma

Quello che racconta balle non sono di certo io…. non mi invento roba del tipo… "ahhh le muscolari… questi stanno propio arretrati"….

possono fare quello che gli pare, me aprire bocca su argomenti che non ne sanno nulla… non mi sembra il caso.

ok ma fatelo senza inquinare il topic di tabelle e diatribe di cui in questo contesto non ci importa un beato niente.

Marco Toniolo
l.j.silver

ok ma fatelo senza inquinare il topic di tabelle e diatribe di cui in questo contesto non ci importa un beato niente.

Esatto. Esite un topic apposta per questo: https://www.mtb-mag.com/opinione-navetta-o-ebike/
@IvanoRoma
@Confr

Grazie

Teo66

Che poi mi pare che il titolo sia:"Divieti: il Trentino rincara la dose" e non : "Divieti: trova il colpevole, aperta la caccia alle streghe".[emoji16]

Sent from my STF-L09 using MTB-Forum mobile app

Alemtb15

In Alto Adige il problema non si pone . Giá il Trentino é meno bello in piú si tagliano i cog….. allontanando il turismo delle Mtb .. non pedaliamo solo!, , ma mangiamo nei vs ristoranti e dormiamo nei vs alberghi… che furbi !! Complimenti per l’ autogol .. le altre regioni ringraziano.

scratera
Alemtb15

In Alto Adige il problema non si pone . Giá il Trentino é meno bello in piú si tagliano i cog….. allontanando il turismo delle Mtb .. non pedaliamo solo!, , ma mangiamo nei vs ristoranti e dormiamo nei vs alberghi… che furbi !! Complimenti per l’ autogol .. le altre regioni ringraziano.

..i divieti esistono anche in alto adige.. :prost:
..come esistono in veneto…sul monte cavo..sui sibillini..etc..

Alemtb15

Può essere , ma io non li ho mai trovati . Ciao

scratera
Alemtb15

Può essere , ma io non li ho mai trovati . Ciao

…informati prima di girare…le leggi ci sono e i divieti pure…

Marco Toniolo
scratera

…informati prima di girare…le leggi ci sono e i divieti pure…

Scratera, non si tratta certo di divieti come quelli trentini. In Alto Adige ci sono in certe zone in cui uno capisce anche perché ci siano (sovraffolamento di pedoni in certe stagioni). In Trentino è solo fatto per far dispetto ai biker e far contenti i tromboni della sat.
In Veneto è come se non ci fossero, la legge è secolare e non c'è un segnale che la ricordi.

robydr
l.j.silver

stai facendo dell'ironia vero? ti prego dimmi di si

Ma si certo..qua si incazzano tutti..comunque quattro porchi quando mi superano i motorizzati li tiro!a parità di km loro fanno meno fatica..non c'è storia dai

Inviato dal mio MYA-L11 utilizzando Tapatalk

l.j.silver
l.j.silver
marco

Scratera, non si tratta certo di divieti come quelli trentini. In Alto Adige ci sono in certe zone in cui uno capisce anche perché ci siano (sovraffolamento di pedoni in certe stagioni). In Trentino è solo fatto per far dispetto ai biker e far contenti i tromboni della sat.
In Veneto è come se non ci fossero, la legge è secolare e non c'è un segnale che la ricordi.

anche in Lombardia ci sono, pochi per fortuna, ma ci sono.
cito il classico caso di Montevecchia e del parco del curone, dove han messo da tempo una serie di divieti su alcuni dei sentieri piu' divertenti ed usati dai biker…..
motivo ufficiale? le bici causano erosione……
motivo reale? il sabato, ma sopratutto la domenica il parco è invaso da merenderos ( veri merenderos….) che arrivano massicciamente in auto nei molti "agriturismi" presenti e che belli satolli ,dopo pranzo fanno passeggiatina e ruttino e siccome per mezz'ora son pedoni si sentono in diritto di lamentarsi se vengono disturbati da bici od anche dai cavalli ( i divieti sono per entrambi ).
mai visto comunque nessuno far rispettare detti divieti e la soluzione è che durante la settimana il sottoscritto i sentieri vietati se li fa, erodendo un bel niente, durante il week end per non disturbare la digestione dei molti li evito,anzi evito proprio la zona, tranne in inverno , quando è deserta sempre.

hazardbike
hazardbike

Sempre più sentieri vietati alle MTB…😞 Praticando questa passione (la MTB legata alla Montagna) da quasi 30 anni penso di poter dire la mia a riguardo…non è di certo legge ma un semplice ragionamento che deriva dai fatti. Quando ho cominciato è stato per la passione combinata Montagna/Bici che mi ha portato ad apprezzarle entrambe…l’uso della MTB al posto dei piedi appoggiati a terra permette di coprire più km nell’arco di un escursione e di aggiungere divertimento nella fase di discesa…ma alla base di tutto resta lo stesso spirito con cui ancora oggi affronto un escursione…la voglia di esplorare e raggiungere posti meravigliosi ammirarli in silenzio per poi divertirmi nel tornare a valle! Divertimento che ha sempre avuto e deve sempre avere rispetto per gli altri escursionisti…gridare “pista” in discesa a pedone o altro biker che sia non è rispetto e negli anni questo aspetto è andato peggiorando con l’aumento di Biker che fanno della MTB un conto aperto con il cronometro, sia questo in discesa o in salita…per questo tipo di spirito agonistico ci sono le gare appositamente organizzate…e lì dovrebbe rimanere relegato! Succede invece che con l’aumentare delle MTB aumentano anche i Rider per i quali la Montagna è solo un “effetto collaterale” obbligatorio per avere una discesa da fare a 60kmh o una salita da raggiungere nel minor tempo possibile! Succede poi che l’avvento delle E-Bike accelera esponenzialmente il numero di MTB presenti sui sentieri e di conseguenza diventa la classica “goccia” che fa traboccare il vaso.… Read more »

massimo72m
sten1959

Perfettamente d'accordo.
Io vivo nell'alta provincia di Belluno.
Zona turistica incuneata tra due regioni, nostre dirette concorrenti, a statuto speciale: TAA e FVG
In pratica i nostri imprenditori che vogliono fare investimenti non possono far altro che andare in banca a chiedere i soldi in prestito.
E solo a 10km di distanza gli imprenditori non sanno più come spendere i soldi che hanno a disposizione per gli investimenti.
E poi senti il turista che dice:
" si però vuoi mettere che belli gli alberghi in AA ? Hanno la Spa e la piscina. Mica vecchi come i vostri"

E grazie al cazzo !!! Sono stati pagati per la quasi totalità da fondi pubblici !!!!

E lo stesso dicasi per gli impianti risalita, locali pubblici ecc ecc ecc

Secondo me c'è un po' di confusione sul concetto di autonomia.
Quello che dici è totalmente privo di fondamento.
In Alto Adige e in Trentino investono nel turismo perché c'è una cultura del turismo. Ci sono agevolazioni come in tutte le parti d'Italia, con la differenza che lì presentano progetti validi e concreti, dalle altre parti i soldi tornano a Bruxelles senza essere investiti.
Poi uno può credere alle favolette e ai luoghi comuni se li fa comodo, ma la realtà è ben diversa.

Inoltre il grosso del turismo legato alla bici e alla mtb, ci va per andare sulle ciclabili e sulle belle strade forestali con tutta la famiglia al seguito. Quelli che cercano i trail o le discese tecniche sono una minoranza.

Dingo67
massimo72m

Poi uno può credere alle favolette e ai luoghi comuni se li fa comodo, ma la realtà è ben diversa.

La realtà è che lo stato torna alle regioni quasi 9000€ per ogni Bolzanino e poco più di 2000€ per ogni Lombardo….e questi non sono luoghi comuni ma dati forniti dallo stato.

https://infogram.com/regioni-2-1gj7254n1l5jp1l

scratera
marco

Scratera, non si tratta certo di divieti come quelli trentini. In Alto Adige ci sono in certe zone in cui uno capisce anche perché ci siano (sovraffolamento di pedoni in certe stagioni). In Trentino è solo fatto per far dispetto ai biker e far contenti i tromboni della sat.
In Veneto è come se non ci fossero, la legge è secolare e non c'è un segnale che la ricordi.

….hai ragione
….qua ci soni dei divieti
….la cu sono dei divieti
….mi sembra la stessa parola o sbaglio….

Inviato dal mio cellofono

Marco Toniolo
scratera

….hai ragione
….qua ci soni dei divieti
….la ci sono dei divieti
….mi sembra la stessa parola o sbaglio….

Dipende dal numero di divieti. Il Trentino sembra voler essere il primo della classe in questo.

zigabyte
lollo72

Ma se ci vado lo stesso e non mi fermo che fanno ? mica possono prendere il numero di targa !!

Già, al massimo se ti fermi ci sarà una contravvenzione, forse anche poco salata. Certo che la cosa fa un po’ incazzare..

Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app

sten1959

massimo72m Secondo me c'è un po' di confusione sul concetto di autonomia. Quello che dici è totalmente privo di fondamento. In Alto Adige e in Trentino investono nel turismo perché c'è una cultura del turismo. Ci sono agevolazioni come in tutte le parti d'Italia, con la differenza che lì presentano progetti validi e concreti, dalle altre parti i soldi tornano a Bruxelles senza essere investiti. Poi uno può credere alle favolette e ai luoghi comuni se li fa comodo, ma la realtà è ben diversa. Inoltre il grosso del turismo legato alla bici e alla mtb, ci va per andare sulle ciclabili e sulle belle strade forestali con tutta la famiglia al seguito. Quelli che cercano i trail o le discese tecniche sono una minoranza. Provo a spiegarmi meglio: non stiamo parlando di fondi pubblici Europei ma di fondi Regionali. Magari ti sfugge il fatto che il 90% delle tasse pagate in TAA resta in TAA e se lo spendono come meglio credono ? Che poi tu venga a scrivere che il turismo legato alla MTB è quello delle ciclabili evidenzia in modo chiaro che non hai la minima idea di quello che stai parlando. Credi forse che il grosso del turismo in MTB sia legato alla ciclabile Dobbiaco/Lienz o alle altre similari ? Che poi tu venga a dire che sono io quello che "crede alle favolette" e che quello che scrivo è "totalmente privo di fondamento" prima di risponderti a tono ( per buona volontà ho già contato… Read more »

Andrea Sicilia

sten1959 Provo a spiegarmi meglio: non stiamo parlando di fondi pubblici Europei ma di fondi Regionali. Magari ti sfugge il fatto che il 90% delle tasse pagate in TAA resta in TAA e se lo spendono come meglio credono ? Che poi tu venga a scrivere che il turismo legato alla MTB è quello delle ciclabili evidenzia in modo chiaro che non hai la minima idea di quello che stai parlando. Credi forse che il grosso del turismo in MTB sia legato alla ciclabile Dobbiaco/Lienz o alle altre similari ? O pensi di conoscere il TAA meglio di me perchè magari ci vieni una settimana all'anno in vacanza e con l'occasione ti fai due uscite in mtb ? Che poi tu venga a dire che sono io quello che "crede alle favolette" e che quello che scrivo è "totalmente privo di fondamento" prima di risponderti a tono ( per buona volontà ho già contato fino a 50 ) ti evidenzio quanto segue: – Abito a 20km dall'AA – Conosco molto bene l'AA e conosco molti loro imprenditori del settore turistico – Ho lavorato per anni per una banca che faceva tesoreria per la Provincia di Bolzano ed ho potuto toccare con mano la quantità di soldi riversata nelle tasche dei singoli imprenditori nei più diversi settori – Conosco quali sono le loro procedure e le sovvenzioni che danno ( a partire dallo sfalcio dei prati per terminare con il ripianamento dei buchi di bilancio delle società operanti negli impianti di… Read more »

massimo72m

sten1959 Provo a spiegarmi meglio: non stiamo parlando di fondi pubblici Europei ma di fondi Regionali. Magari ti sfugge il fatto che il 90% delle tasse pagate in TAA resta in TAA e se lo spendono come meglio credono ? Che poi tu venga a scrivere che il turismo legato alla MTB è quello delle ciclabili evidenzia in modo chiaro che non hai la minima idea di quello che stai parlando. Credi forse che il grosso del turismo in MTB sia legato alla ciclabile Dobbiaco/Lienz o alle altre similari ? O pensi di conoscere il TAA meglio di me perchè magari ci vieni una settimana all'anno in vacanza e con l'occasione ti fai due uscite in mtb ? Che poi tu venga a dire che sono io quello che "crede alle favolette" e che quello che scrivo è "totalmente privo di fondamento" prima di risponderti a tono ( per buona volontà ho già contato fino a 50 ) ti evidenzio quanto segue: – Abito a 20km dall'AA – Conosco molto bene l'AA e conosco molti loro imprenditori del settore turistico – Ho lavorato per anni per una banca che faceva tesoreria per la Provincia di Bolzano ed ho potuto toccare con mano la quantità di soldi riversata nelle tasche dei singoli imprenditori nei più diversi settori – Conosco quali sono le loro procedure e le sovvenzioni che danno ( a partire dallo sfalcio dei prati per terminare con il ripianamento dei buchi di bilancio delle società operanti negli impianti di… Read more »

scratera

..aggiungo invece che restare fossilizzati sui soliti tre sentieri che se non li fai non sei un vero biker…. :prost:
….vedi il dover fare a tutti i costi il 601 ….

sten1959

massimo72m Capisco che ti piaccia fare il fenomeno, ma solo per zittirti subito, sebbene viva a Bologna, sono Trentino e ho mantenuto la residenza in Trentino, quindici vado spesso e la mia famiglia vive lì. Credo di conoscere molto meglio di te la situazione socio economica trentina, viste anche le relazioni di affari della mia famiglia. Sentire dire che gli imprenditori trentini prendono soldi gratis per mettere su spa, zone relax o gli stessi alberghi, è una fesseria detta da persone che poco conoscono la zona, le leggi e la politica economica della Regione e della Provincia Autonoma. Sul fatto del turismo mtb, lascio stare anche qui. Rimane pure convinto delle tue idee, ma la realtà è quella che ho scritto io (anche questa documentata da dati di fatto). In conclusione, secondo me fa bene la Provincia di Trento a tutelare i cosiddetti "merenderos", perchè sono lo zoccolo duro del loro turismo e allo stesso tempo penso che non si tolgi poi molto anche ai biker più esigenti, vista la sovrabbondanza di sentieri e di posti dove andare a pedalare. Ma per piacere. Vatti a fare un giro in AA ed informati su quali sono i privilegi perchè credo che tu ne sappia meno del mio gatto. Già solo il fatto che vi trattenete la quasi totalità delle tasse grida vendetta Sei lo specchio del solito trentino o altoatesino di turno che sputa nel piatto di privilegi di cui godete e che lo Stato Italiano vi ha vergognosamente concesso. E… Read more »

roberto fsr
roberto fsr

e quelli con il trial? non li fermano non li sanzionano….. ma dai…..

sembola
Davide_sd

In lista talk-it openstreetmap è stato postato l'articolo che stiamo qui commentando. Di conseguenza molti SATtini e CAIni ci leggeranno, oltre che (probabilmente) eliminare qualche tag relativo alle mtb dalle mappe OSM….

Considerando l'anarchia che regna tra i mappatori e pseudomappatori in Italia…

Kris-pi

Ho sentito parlare della Provincia di Belluno che non dovrebbe piangersi addosso…sfido quelli che qui lo hanno scritto a farsi una passeggiata a Longarone e al Vajont per capire come mai non gradiscono le scelte dall'alto in quella provincia…poi possiamo discutere di tutto MTB, Turismo ecc ecc ma Belluno il suo tributo al suolo Italico lo ha già pagato…forse meriterebbe un'attenzione diversa la questione che i Bellunesi pongono.

Luke_Brixia
Luke_Brixia

Sono stato a Torbole questo week end e ho parlato coi ragazzi che tengono puliti i sentieri sul Baldo (non chi furgona).
In sostanza:
– i divieti nascono dalla protesta principalmente degli Alpini della zona, che da sempre odiano chiunque vada in bici (non hanno idea della differenza tra una XC e una DH)
– i percorsi Val Del Diaol e 601 (seconda parte) sono riconosciuti dalla Provincia come Bike park, e quelli non li tocca nessuno.
– tutti gli altri sentieri teoricamente potrebbero col tempo essere vietati.

Morale della favola: per colpa di 4 ottantenni rincoglioniti un sacco di biker se ne andranno in ferie da altre parti, togliendo molto indotto che avrebbe fatto comodo ai loro stessi nipoti, sovente impiegati nel settore del turismo. Peggio per loro.

Marco Toniolo
Luke_Brixia

Sono stato a Torbole questo week end e ho parlato coi ragazzi che tengono puliti i sentieri sul Baldo (non chi furgona).
In sostanza:
– i divieti nascono dalla protesta principalmente degli Alpini della zona, che da sempre odiano chiunque vada in bici (non hanno idea della differenza tra una XC e una DH)
– i percorsi Val Del Diaol e 601 (seconda parte) sono riconosciuti dalla Provincia come Bike park, e quelli non li tocca nessuno.
– tutti gli altri sentieri teoricamente potrebbero col tempo essere vietati.

Morale della favola: per colpa di 4 ottantenni rincoglioniti un sacco di biker se ne andranno in ferie da altre parti, togliendo molto indotto che avrebbe fatto comodo ai loro stessi nipoti, sovente impiegati nel settore del turismo. Peggio per loro.

Ok, però scusami, cosa fanno i diretti interessati? Vale a dire alberghi, ristoranti, negozi, ecc? Mi sembra che nessuno muova un dito, tanto i gonzi da spennare arrivano comunque dalla Germania per via del clima.
Se si fanno prendere per il naso da quattro ottantenni rincoglioniti, peggio per loro, come dici tu giustamente.

Luke_Brixia
Luke_Brixia

Beh per i direttissimi interessati, cioè i furgonatori, ha risposto sotto @sembola come meglio non avrei saputo fare, secondo me si stanno fregando le mani!

Albergatori, ristoratori e rifugisti invece secondo me tra uno o due anni (quando si renderanno conto del calo e della causa) si inca**eranno non poco! Per non parlare della miriade di negozi di mtb e vestiario.

Mi spiace molto invece per i ragazzi della zona che da anni si sbattono e puliscono sentieri spesso completamente dimenticati, quindi inutilizzati dagli hikers.

Cmq è ancora presto per creare allarmismi, quest’estate come sempre ci sarà il tutto esaurito e la fila indiana di bikers sulla Ponale o sull’Altissimo.

PS: mai che dalla SAT arrivino divieti contro la caccia, che strano…

sembola
marco

Ok, però scusami, cosa fanno i diretti interessati? Vale a dire alberghi, ristoranti, negozi, ecc? Mi sembra che nessuno muova un dito, tanto i gonzi da spennare arrivano comunque dalla Germania per via del clima.
Se si fanno prendere per il naso da quattro ottantenni rincoglioniti, peggio per loro, come dici tu giustamente.

I "diretti interessati" continueranno a portare i loro clienti al Santa Barbara per fargli fare il Maso Naranch o a metà dell'Altissimo per la val del Diaol e il Coast, oppure al Tremalzo. Non perderanno un euro, che tanto il loro business è fatto in minima parte dagli Scratera del caso.

Teo66

sembola Dei "colpevoli" ce ne sono anche nel nostro "campo". Vediamo di non dimenticarcene. Io credo che la colpevolezza di alcuni praticanti sia più che altro quella di dare un pretesto a chi, per svariate ragioni, non tollera l'utilizzo dei sentieri da parte dei mezzi a 2 ruote. Mi chiedo infatti (tranne in qualche raro caso) dove sia questo degrado dei sentieri tale da giustificarne una chiusura generalizzata. E' un po' il meccanismo che utilizza chi odia le ebike, vede un ebiker commettere una sciocchezza (derapata, mancata rispetto degli altri utenti, ecc.) la prende come scusa e, generalizzando, la appioppa a tutta la categoria chiedendone a gran voce il bando. Chi da decenni (anzi secoli) fa un utilizzo libero dei sentieri si vede arrivare questa nuova categoria di usufruitori (le bike) e, infastiditi dalla perdita del privilegio, ne chiede il bando adducendo ad un comportamento generalizzato non accettabile che però è prerogativa di solo una parte ridotta dell'utenza. Intendiamoci, i duri e puri dell'escursionismo probabilmente poco tollerano i cosiddetti merenderos (probabilmente li guardano come guardano le emtb una parte di chi va in mtb) ma, in questo caso, fanno numero e quindi ben vengano le loro proteste se servono allo scopo. Noi (mtb e emtb) invece ci prendiamo a martellate sui maroni a vicenda, con gran gioia di quelli che sui sentieri ci vanno a piedi. Fermo restando che un maggior rispetto della montagna da parte di qualsiasi categoria che la frequenta sarebbe comunque necessario, visto le problematiche di rifiuti,… Read more »

sembola
Teo66

Io credo che la colpevolezza di alcuni praticanti sia più che altro quella di dare un pretesto a chi, per svariate ragioni, non tollera l'utilizzo dei sentieri da parte dei mezzi a 2 ruote.

E ti pare poco?
Senza contare che oltre ai semplici praticanti esistono i mercanti…:spetteguless:

sembola
Luke_Brixia

Albergatori, ristoratori e rifugisti invece secondo me tra uno o due anni (quando si renderanno conto del calo e della causa)….

Personalmente non vedo motivi per cui ci debbano essere dei cali sensibili, queste regole colpiscono solo marginalmente il grosso del pubblico del Garda. Sempre ammesso che queste regole siano in grado di colpire qualcuno e che ci sia la volontà di farlo, cosa che è tutta da verificare.

Luke_Brixia
Luke_Brixia

Beh insomma, marginalmente… da queste parti l’indotto della mtb d’estate rappresenta credo il 50% di tutti i loro introiti!

Tc70
sembola

A giugno 2017 ci ho trovato un Suzukino guidato da un coppia di mezz'età salita a raccogliere le pigne di cirmolo per lo sciroppo per la tosse :spetteguless:

Vedi è l'altro controsenso delle leggi,spesso ai locals si rilasciano dei permessi giornalieri per salire con le proprie auto,sotto pagamento di quota e con l'ausilio di qualche influenza…è cosi anche sul M.Guglielmo in provincia di Bs…c'è chi sale fino alla chiesetta,(altrimenti ci si ferma tutti a Croce di Marone),perchè ha ottenuto un permesso,in nome di che motivo non è ancora chiaro…avevo chiesto anni fa pure io un permesso per eseguire uno studio scientifico,per conto di ente pubblico,non mi hanno nemmeno risposto,li ho capito che le amicizie influenti contano eccome…:omertà:

sembola
Tc70

Vedi è l'altro controsenso delle leggi,spesso ai locals si rilasciano dei permessi giornalieri per salire con le proprie auto,sotto pagamento di quota e o con l'ausilio di qualche influenza…

Eh, ma c'era da fare lo sciroppo per la tosse…

ant1606

Dalle mie parti il nuovo Regolamento delle Aree Protette delle Alpi Marittime di fine ottobre 2017 cita:

Art. 5. Attività ciclistica
1. La circolazione delle biciclette, comprese quelle a pedalata assistita, è consentita su tutte le strade, le piste forestali, i sentieri e le mulattiere delle aree protette.
2. L’Ente può interdire tale circolazione su particolari sentieri e mulattiere dandone pubblicità e informazione al pubblico mediante opportuna segnaletica.
3. E’ vietato compiere con le biciclette percorsi fuoristrada e fuori sentiero se non conducendole o trasportandole a mano.
4. Su strade, sentieri, mulattiere e piste forestali i ciclisti sono tenuti a seguire rigorosamente il tracciato originale senza compiere tagli di curve e tornanti, a dare precedenza ai pedoni e a regolare la propria velocità in modo da non creare pericolo agli altri visitatori.
5. Sono vietati la pratica del down-hill e il ripercorrere più volte lo stesso sentiero utilizzando mezzi meccanici motorizzati per la risalita, salvo su percorsi individuati e segnalati dall’Ente.

I volumi del turismo in piemonte non sono paragonabili a quelli del TAA. Considerando che il regolamento si applica al territorio protetto del parco naturale mi sembra essere di "manica larga" e dettato dal buon senso.
Attendo lo scioglimento della neve in quota per verificare se il punto 2. interessa percorsi prima consentiti.

sembola
Luke_Brixia

Beh insomma, marginalmente… da queste parti l’indotto della mtb d’estate rappresenta credo il 50% di tutti i loro introiti!

Marginalmente perché la gran parte non va certo su sentieri "wild". lo stesso giorno al Pernici c'ero io ed un altro, al bar sulla Ponale un duecento bikers…

massimo72m
sten1959

Ma per piacere.
Vatti a fare un giro in AA ed informati su quali sono i privilegi perchè credo che tu ne sappia meno del mio gatto.
Già solo il fatto che vi trattenete la quasi totalità delle tasse grida vendetta
Sei lo specchio del solito trentino o altoatesino di turno che sputa nel piatto di privilegi di cui godete e che lo Stato Italiano vi ha vergognosamente concesso.
E volete perfino venirci a fare la predica ?
Ringraziate il Trentino De Gasperi per aver ottenuto ciò che in nessuna parte del mondo avreste ottenuto ( Austria compresa) e perlomeno state zitti. E sopratutto abbiate rispetto dei 21 morti e 57 feriti vittime nei 361 attentati fatti in AA in poco più di 30 anni

Meglio non commentare certe fesserie e una totale ignoranza storica e socio-politica.
Mamma mia che livello…….

sten1959
massimo72m

Meglio non commentare certe fesserie e una totale ignoranza storica e socio-politica.
Mamma mia che livello…….

Ma ancora parli ???
Quando vuoi qualche lezione di storia sempre a tua disposizione …
E quanto a "livello" ti qualifichi da solo

sten1959

sembola In tutta Italia gli impianti di risalita sono finanziati a metà dalle Regioni. Solo che alcune hanno molti più fondi per questo scopo, e sono (guarda caso) quelle autonome grazie appunto ai trasferimenti statali. Per cui, ok la mentalità turistica ma l'autonomia c'entra e come. Perdonami, ma qua non ti seguo. Quello della Dobbiaco-Lienz non è certo "turismo in MTB" ma muove un fatturato enormemente maggiore alla mtb come la possiamo intendere io o te. Così come non è certo il "turismo in MTB" sul Pasubio o sullo Zugna a rappresentare una percentuale significativa dei turisti a due ruote in Trentino. Così come è pacifico che il grosso del fatturato lo fai con le famiglie e gli escursionisti "light" e non certo con chi fa ferrate e dorme ai rifugi o chi arrampica. Attenzione a non confondere il proprio punto di vista con il mondo intero… :prost: In tutta Italia gli impianti sono finanziati a metà dalle regioni ? Magari lo fosse. Di sicuro in Veneto non è cosi; vuoi fare un impianto ? Ti cerchi i soldi Sul mio discorso della Dobbiaco/Lienz provo a spiegarmi meglio: il turista "classico" che viene in vacanza in Val Pusteria al 90% ci andrà sicuramente a fare un giro. Affitterà la bici ( di norma bici tipo Olandesina ); si farà la sua pseudo pedalata di 30km e tornerà in treno. A parte l'immancabile sosta alla sede della Loacker si fermerà solo per fare merenda al sacco lungo il percorso. Soldi spesi… Read more »

sembola

@sten1959 @massimo72m certi toni non sono accettabili, si può discutere di tutto purchè in modo civile. sten1959 In tutta Italia gli impianti sono finanziati a metà dalle regioni ? Magari lo fosse.Di sicuro in Veneto non è cosi; vuoi fare un impianto ? Ti cerchi i soldi I finanziamenti agli impianti di risalita ci sono anche in Veneto, basta fare una veloce ricerca sul sito della Regione per scoprirlo. Per dire: https://bandi.regione.veneto.it/Public/Dettaglio?idAtto=1328&fromPage=Elenco&high= Sull'entità assoluta e relativa di questi interventi vale quanto scritto in precedenza, chi ha più soldi ne può fare di più sia in quantità che in dimensione. sten1959 Sul mio discorso della Dobbiaco/Lienz provo a spiegarmi meglio… La fa perchè c'è e perchè suo cugino gli ha detto che non si fa fatica a farla. SE anche non ci fosse al turista non cambierebbe fondamentalmente nulla. … Viceversa chi ci viene con la MTB e per girare in MTB ci viene specificatamente per quello. Il girare in MTB è l'obiettivo della vacanza e la scelta della località, dell'albergo, del rifugio, dell' itinerario è in subordine alla MTB. Il ragionamento fila, ma ha dei buchi non da poco. In primis, quale sia l'appeal della pista ciclabile e la sua influenza sulla scelta della località non è dato saperlo. Tu puoi pensare che non sia rilevante, poi però da metà luglio a metà agosto non si passa ed in un giorno solo ci sono più bici che per la DSB, con grande gioia di Papin e di OBB… Secondariamente, non… Read more »

Marco Toniolo

E tanti saluti al Trentino

sten1959

sembola @sten1959 @massimo72m certi toni non sono accettabili, si può discutere di tutto purchè in modo civile. I finanziamenti agli impianti di risalita ci sono anche in Veneto, basta fare una veloce ricerca sul sito della Regione per scoprirlo. Per dire: https://bandi.regione.veneto.it/Public/Dettaglio?idAtto=1328&fromPage=Elenco&high= Sull'entità assoluta e relativa di questi interventi vale quanto scritto in precedenza, chi ha più soldi ne può fare di più sia in quantità che in dimensione. Il ragionamento fila, ma ha dei buchi non da poco. In primis, quale sia l'appeal della pista ciclabile e la sua influenza sulla scelta della località non è dato saperlo. Tu puoi pensare che non sia rilevante, poi però da metà luglio a metà agosto non si passa ed in un giorno solo ci sono più bici che per la DSB, con grande gioia di Papin e di OBB… Secondariamente, non è codificato cosa significhi "fare mtb", e quindi è tutto da vedere che a chi va apposta per "fare mtb" sia toccato dai divieti. La mia personale sensazione è che il grosso di chi va per "fare mtb" gira su percorsi tendenzialmente facili e non su sentieri tecnici, e che con le ebike questa percentuale andrà ad aumentare sempre più. Ed è una sensazione che StravaHeatmap conferma. Probabilmente l'ho già scritto molte volte, ma occhio all' autoreferenzialità, al credere che quello che facciamo "noi" sia quello che fa tutto il mondo 😉 @sembola scommetto che il "bando" del finanziamento mica l'hai letto vero ? Importo totale 2.354.000 euro, destinato solo… Read more »

sembola
sten1959

@sembola scommetto che il "bando" del finanziamento mica l'hai letto vero ?

Certo che l'ho letto. E' coerente con una disponibilità economica della Regione non certo abbondante, ma è comunque una contribuzione in conto capitale destinata agli impianti. Che chi ha un'impresa, che so, meccanica o di trasporti non può ricevere.

sten1959

vigliacca che una volta uno mi venisse detto: "ho scelto qui perchè c'è la ciclabile" 😉

Forse l'ho già scritto, non ricordo, ma lo stesso identico giorno al rifugio Pernici, a 1500 metri di quota sopra a Torbole e "solo" 900 sopra al lago di Ledro in bici c'ero io ed un altro: dopo qualche ora al bar del Ponale Alto c'erano 200 biker.
Forse non erano lì per la Ponale, ma nemmeno per il sentiero della Bocca di Trat 😉

Luke_Brixia
Luke_Brixia

Ci vado spessissimo al Pernici, era un giorno sfigato o era mattina presto, c’è pienissimo di bikers al Pernici!! Prova a chiedere al Marco, il gestore, cosa perderebbe senza MTB; secondo me anche il 40% di guadagni

sten1959

sembola Certo che l'ho letto. E' coerente con una disponibilità economica della Regione non certo abbondante, ma è comunque una contribuzione in conto capitale destinata agli impianti. Che chi ha un'impresa, che so, meccanica o di trasporti non può ricevere. Forse sono io che mi spiego male ? Siamo partiti dal raffronto tra la regione TAA e le altre. Il TAA si trattiene oltre il 90% delle tasse che paga e destina i soldi a sostegno dell'economia regionale. Gli impianti, alberghi, attività commerciali, normali cittadini hanno contributi in conto capitale o in conto interessi che gli altri italiani possono solo sognare. Il Veneto, ma il discorso si può allargare anche ad altre regioni, "lascia" quasi 16 miliardi di euro ogni anno allo Stato centrale. Restano le "briciole" per sostenere le attività economiche e i risibili 2milioni di euro ( con tutti i vincoli che abbiamo visto prima ) sono la chiara dimostrazione che in italia esistono figli e figliastri. Sempre per darti il termine di paragone forse avrai letto che Sappada è passata dalla provincia di Belluno (Veneto) a quella di Udine ( Friuli VG) La Regione FVG ( regione a statuto speciale) nel giro di 30 giorni dal passaggio ufficiale ha immediatamente stanziato 1 milione di euro solo per gli impianti di Sappada e ne ha promessi altri. 2 milioni per l'intero Veneto in tre anni, solo per le IMPRESE IN CRISI e max 200.000 euro VS 1 milione di euro cash ad un'unica località In pratica la situazione… Read more »

Tc70
sten1959

E poi qualcuno si stupisce se l'idea di autonomia/indipendenza in Veneto è più che radicata e desiderata ?

Non solo in Veneto…la bresciana Valvestino,la zona bresciana giudicarie da anni spingono per diventar provincia trentina e staccarsi da quella bresciana…ci son stati pure dei referendum alla popolazione,ma per ora è tutto fermo…

Giegoz
Giegoz

Saranno contente le località attrezzate.

sembola
sten1959

Forse sono io che mi spiego male ?

Ti spieghi benissimo, la regione Veneto, e con essa tutte le altre, non può finanziare alcune infrastrutture di sua competenza nella misura in cui due suoi vicini possono farlo, per non dire di un terzo che le possiede, Lo fa, ma con spiccioli, mentre di là lo fanno con milioni.

Che ci sia una distorsione della concorrenza è fuori discussione, non per nulla questo tema l'ho tirato fuori io scrivendo che sarebbe ora di finirla con l'autonomia o perlomeno con questa autonomia.

Ad ogni modo direi che l'OT possiamo chiuderlo qua, visto che la questione non ha una diretta attinenza con i divieti sui sentieri…

sten1959
Tc70

Non solo in Veneto…la bresciana Valvestino,la zona bresciana giudicarie da anni spingono per diventar provincia trentina e staccarsi da quella bresciana…ci son stati pure dei referendum alla popolazione,ma per ora è tutto fermo…

Non lo sapevo.
In veneto ci sono altri comuni ( 6/7) che hanno già votato per aggregarsi con il TAA
Chissà come mai nessuno invece che vuole staccarsi da una regione a statuto speciale :omertà:

motobimbo
sten1959

Chissà come mai nessuno invece che vuole staccarsi da una regione a statuto speciale :omertà:

non so….magari qualcuno in Sardegna ci sarebbe pure, ma mi sa che è un filino complicato…..

uta75
motobimbo

non so….magari qualcuno in Sardegna ci sarebbe pure, ma mi sa che è un filino complicato…..

Non credo che da noi in Sardegna qualche comune voglia andare Via anzi vogliamo più autonomia

Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app

boborossi1963
boborossi1963

Visto che questa discussione è diventata un’assurda lotta fra bikers anzichè contro i divieti e chi li propone/impone. Aggiungo il mio contributo. Scusa scratera, non sono riuscito a capire la tua posizione sulla questione divieti. Hai pubblicato su questo sito vari itinerari e video proprio sui sentieri ora vietati. Li facevi perchè erano brutti? Guarda che i divieti valgono anche per chi non usa forcelle e ammortizzatori.

scratera
boborossi1963

Visto che questa discussione è diventata un'assurda lotta fra bikers anzichè contro i divieti e chi li propone/impone. Aggiungo il mio contributo. Scusa scratera, non sono riuscito a capire la tua posizione sulla questione divieti. Hai pubblicato su questo sito vari itinerari e video proprio sui sentieri ora vietati. Li facevi perchè erano brutti? Guarda che i divieti valgono anche per chi non usa forcelle e ammortizzatori.

..vengono quando da li ci passano una cosa come 400 e più passaggi al giorno portati n quota dai furgoni e che manco si sognano di fare manutenzione solo per scopo di lucro e beatificazione per chi lo percorre a pagamento…come è successo per un itineraio mio postato anni fa e che ora sconsiglio di fare per come è rovinato… :prost: …e ciò che temevo si è avverato…
https://www.facebook.com/search/top/?q=115 e zugna

Tc70
Luke_Brixia

Ci vado spessissimo al Pernici, era un giorno sfigato o era mattina presto, c'è pienissimi di bikers al Pernici!! Prova a chiedere al Marco, il gestore, cosa perderebbe senza MTB; secondo me anche il 40% di guadagni

Ci sono andato questa estate,senza batter ciglio ne avrò contati almeno 30 contro una 15ina di trekkers…e poi sai la birra che ci beviamo noi mtbikers rispetto ai trekkers…gira l'indotto eccome se gira…:-P: :loll:

massimo72m

Tornando in argomento, sulla diatriba tra Pat, Sat e biker, vorrei sottolineare che se negli ultimi anni c'è stata una forte diffusione della mtb, è comunque grazie al lavoro fatto dalla Sat in Trentino (dal Cai in altre zone d'Italia) che ha creato, segnalato e mantenuto centinaia di sentieri.
Sono ben pochi i sentieri creati dai biker, sempre che ce ne siano, quindi non mi sembra così scandaloso che chi ha lavorato e tuttora lavora per la manutenzione di questi sentieri possa fare delle pressioni politiche per ottenere una gestione e una fruizione più vicina allo spirito originario dell'escursionismo.

Un'altra sterile polemica sollevata dai biker Trentini è quella relativa alla strada Ponale.
Secondo me la sistemazione di questa strada è un bellissimo lavoro che porterà una maggiore fruizione da parte di tutti, sia escursionisti che biker.

Trovo inoltre poco appropriato che alcune figure della direzione di questo forum si schierino nettamente dalla parte dei biker, appoggiando una tipologia di mtb più estrema e non comune a tutti quelli iscritti a questo forum. Non tutti concepiscono la mtb come downhill o come enduro, ma c'è anche chi la vive come un modo per fare un tipo di escursionismo pedalato, invece che a piedi.
Sarebbe pertanto bello leggere dei pareri e delle opinioni più obiettive e meno legate alle passioni personali.

devo.d

Perdonate ancora se continuo con l'OT, ma il fatto di avere maggiori finanziamenti non sempre significa che si sappiano sfruttare, abbiamo gli impianti nuovi, ma da questo a saper fare turismo ce ne passa. Senza parlare delle piste ciclabili con progetti che ormai hanno più di 10 anni e ce ne sia uno terminato.
Questo per assurdo fa si che i numeri, rispetto ad esempio al Taa, siano molto inferiori e quindi l 'affollamento sui sentieri scarso e dunque molti meno problemi, anche se il CAI ha comunque cercato di mettere dei paletti su presunte responsabilità per i fenomeni di erosione.
Dimenticavo, parlo della regione autonoma FVG.

Marco Toniolo
massimo72m

Trovo inoltre poco appropriato che alcune figure della direzione di questo forum si schierino nettamente dalla parte dei biker, appoggiando una tipologia di mtb più estrema e non comune a tutti quelli iscritti a questo forum. Non tutti concepiscono la mtb come downhill o come enduro, ma c'è anche chi la vive come un modo per fare un tipo di escursionismo pedalato, invece che a piedi.
Sarebbe pertanto bello leggere dei pareri e delle opinioni più obiettive e meno legate alle passioni personali.

Tipologia di mtb estrema? I sentieri sono vietati a tutte le mtb, e la maggior parte della gente che gira per monti fa normale escursionismo su due ruote. È questo che fa imbestialire, perché si spara nel mucchio visto che non si conosce per niente l'argomento.

Chi va sul Corno della Paura a fare DH? Nessuno. Ma i sattoni non lo sanno, tanto non ci vanno neanche loro a piedi lì.

Sulla Ponale di dò ragione, l'ho anche detto all'UBT.

emot

Non ricordo chi lo ha scritto prima ma condivido il pensiero che tali divieti sono concessi anche perché si ritiene che non abbiamo un grosso impatto negativo sugli introiti del turismo.
La mia esperienza personale riguarda la Val di Sole, ove ho casa dal 1985 e passo le mie vacanze da metà luglio a fine agosto.
Premesso che lì non vi sono divieti, anzi, negli ultimi anni hanno investito sul brand "Val di Sole BikeLand" spingendo tanto su questo turismo sviluppando tour e gare XC (Val di Sole Marathon e Dolomiti Brenta Bike)
Ricordo anche che è l'unica tappa italiana della Coppa del Mondo.
Premesso questo, nella "Bike Land" il turismo estivo è dato al 95% da persone che al massimo fanno la ciclabile di 32 km (Mostizzolo-Pejo) e tornano in treno. Gente che se gli vieti il sentiero che dal Boch scende nella Val Meledrio manco se ne accorge.Tolto qualche gruppetto di stranieri che fanno al Dolomiti Brenta Bike, in giro sui sentieri si incrociano ben poche persone (qualcuna in più adesso con le ebike).
Sui trentini si possono dire tante cose, una è che ai soldi ci sono sempre molto attenti e se approvano tali divieti è proprio perché siamo una nicchia, magari non piccola, ma una nicchia. E loro possono permettersi di non considerarla.

sembola
massimo72m

Tornando in argomento, sulla diatriba tra Pat, Sat e biker…

Sulla Ponale hai ragione al 100%. Mettere in piedi una polemica perchè nel rifare il fondo (e mettere tutto in sicurezza) non ci sono più le sponde e le cunette per saltare (e spaventare i pedoni…:roll:) è assurdo.

Sul diritto della SAT a disporre dei sentieri invece io la vedo in modo molto diverso.

sembola
Luke_Brixia

Ci vado spessissimo al Pernici, era un giorno sfigato o era mattina presto, c'è pienissimi di bikers al Pernici!! Prova a chiedere al Marco, il gestore, cosa perderebbe senza MTB; secondo me anche il 40% di guadagni

Tc70

Ci sono andato questa estate,senza batter ciglio ne avrò contati almeno 30 contro una 15ina di trekkers…e poi sai la birra che ci beviamo noi mtbikers rispetto ai trekkers…gira l'indotto eccome se gira…:-P: :loll:

E tutti questi biker, proseguono tutti alla Bocca di Saval per scendere poi sul lago di Ledro? :spetteguless:
E comunque, parliamo di 30 presenze contro letteralmente centinaia .

emot

…il turismo estivo è dato al 95% da persone che al massimo fanno la ciclabile di 32 km (Mostizzolo-Pejo) e tornano in treno. Gente che se gli vieti il sentiero che dal Boch scende nella Val Meledrio manco se ne accorge.Tolto qualche gruppetto di stranieri che fanno al Dolomiti Brenta Bike, in giro sui sentieri si incrociano ben poche persone (qualcuna in più adesso con le ebike).

Come volevasi dimostrare…

emot

Sui trentini si possono dire tante cose, una è che ai soldi ci sono sempre molto attenti e se approvano tali divieti è proprio perché siamo una nicchia, magari non piccola, ma una nicchia. E loro possono permettersi di non considerarla.

Il fatto è che a volte il proprio orticello sembra un campo enorme 😉

Luke_Brixia
Luke_Brixia

no, forse 1 su 20 va a Saval (io SEMPRE), quasi tutti scendono a Grassi perché è il percorso suggerito da tutte le pro-loco della zona, e si tratta di tedeschi o comunque turisti che non conoscono la zona

Tc70
sembola

E tutti questi biker, proseguono tutti alla Bocca di Saval per scendere poi sul lago di Ledro? :spetteguless:

Bo,non so che facciano gli altri,noi siam scesi da qui…spettacolo puro :-?:

http://www.gardamtb.com/itinerari-All-mountain-Rifugio Pernici-1016-1003-0.html

sembola
Luke_Brixia

no, forse 1 su 20 va a Saval (io SEMPRE), quasi tutti scendono a Grassi perché è il percorso suggerito da tutte le pro-loco della zona, e si tratta di tedeschi o comunque turisti che non conoscono la zona

Quindi alla fin fine il divieto che insiste sul sentiero per Saval (giustificato col fatto che sarebbe "esposto" :nunsacci:) colpisce il 5% dei biker, e quindi al massimo il 5% del fatturato ricavato dal gestore del rifugio con i biker, 5% e non 40%…
Quantità sacrificabile, come volevasi dimostrare…:prost:

Maurett82
devo.d

Perdonate ancora se continuo con l'OT, ma il fatto di avere maggiori finanziamenti non sempre significa che si sappiano sfruttare, abbiamo gli impianti nuovi, ma da questo a saper fare turismo ce ne passa. Senza parlare delle piste ciclabili con progetti che ormai hanno più di 10 anni e ce ne sia uno terminato.
Questo per assurdo fa si che i numeri, rispetto ad esempio al Taa, siano molto inferiori e quindi l 'affollamento sui sentieri scarso e dunque molti meno problemi, anche se il CAI ha comunque cercato di mettere dei paletti su presunte responsabilità per i fenomeni di erosione.
Dimenticavo, parlo della regione autonoma FVG.

Ma meglio così per me, io giro quasi sempre in Friuli proprio perché è ancora decisamente non commercializzato

isaya

Beh, almeno siamo in buona compagnia, ora anche lo scialpinsmo è diventato un "problema"
http://www.ladige.it/popular/ambiente/2018/04/13/scialpinisti-problema-ambientale-vanno-fermati-reti

Tc70
isaya

Beh, almeno siamo in buona compagnia, ora anche lo scialpinsmo è diventato un "problema"
http://www.ladige.it/popular/ambiente/2018/04/13/scialpinisti-problema-ambientale-vanno-fermati-reti

[email protected] manca solo la speleologia ,il canyoning e il parapendio…ma arriveranno anche li…:omertà:

D-Lock
isaya

Beh, almeno siamo in buona compagnia, ora anche lo scialpinsmo è diventato un "problema"
http://www.ladige.it/popular/ambiente/2018/04/13/scialpinisti-problema-ambientale-vanno-fermati-reti

Anche i ciaspolatori sembra siano decisamente brutti antropodi pericolosi per l'ambiente. Dove per ambiente si intendono gli impianti di risalita e annesso indotto, questi che fanno sport da soli senza spendere soldi devo smetterla.
Perlomeno l'articolo non è servile come altri in passato, ma già abbastanza critico. È come la questione razzista. Si inizia con quelli lontani, poi i compaesani, poi i vicini, poi i parenti…

Io torno in Val d'Aosta o nei Grigioni.

ant1606
isaya

Beh, almeno siamo in buona compagnia, ora anche lo scialpinsmo è diventato un "problema"

Ho praticato lo scialpinismo per anni. E' indubbio che una piccola percentuale di praticanti siano incoscienti a rischio della propria e altrui incolumita', ma sollevare un problema ambientale e pretendere che vadano fermati e' una scusa insostenibile. Tanto varrebbe vietare anche le escursioni estive a piedi in quanto al solo passaggio si sollevano polveri sottili! Vietiamo anche il vento.
La creazione di nuove piste e meccanizzazione spiega benissimo che il ritorno economico vale (appunto, vale) molto piu' dell'ambiente.
L'importante e' tenere alla larga quei pochi (magari nemmeno cosi' pochi) indesiderati scrocconi.

Tc70

manca solo la speleologia ,il canyoning e il parapendio…ma arriveranno anche li…

Eh si, vuoi mettere l'orrendo impatto ambientale di una fettuccia o manica a vento? Di plastica?

Moebius
Tc70

[email protected] manca solo la speleologia ,il canyoning e il parapendio…ma arriveranno anche li…:omertà:

Non posso parlare per speleologia e canyoning, ma posso dire che in generale (con rare eccezioni) il parapendio è visto dalle amministrazioni locali come il fumo negli occhi. A Bassano, che è uno dei luoghi più frequentati d'Italia per questo sport, nonostante le migliaia di presenze all'anno di piloti italiani e stranieri, l'amministrazione non ha mai fatto nulla per favorirne lo sviluppo, anzi spesso non ha perso l'occasione per osteggiarlo. E sì che è difficile immaginare un altro sport che abbia un impatto ambientale più basso.

Ha ragione chi ha scritto che, semplicemente, dà fastidio chi si diverte (tanto) senza spendere (abbastanza).

Tc70
Moebius

Ha ragione chi ha scritto che, semplicemente, dà fastidio chi si diverte (tanto) senza spendere (abbastanza).

In una riga,tutto il succo di intere pagine…:il-saggi:

EMD9
EMD9

Quando arriva la massa dei turisti c’ è sempre l’ imbecille che se ne frega dei divieti , indifferentemente dalla provenienza anzi se sono oltralpe sembrano più motivati poiché solitamente i divieti da noi non vengono fatti rispettare. Mi aspetto solo un gran polverone ma di fatto pochi controlli o saltuari.

StefPD

Qualcuno ha la lista dei sentieri trentini interdetti?
O vale ancora questa? https://www.mtb-mag.com/il-trentino-vieta-86-sentieri-alle-mountain-bike/
grazie