Esistono i dischi flottanti in ambito MTB?

71

I dischi flottanti, così comuni in ambito motociclistico, non sono molto diffusi nel mondo mountain bike. Anzi, spesso si chiamano flottanti dei dischi che in verità non lo sono. Andiamo a vedere cosa sono e quali marchi li propongono veramente (qui trovate un esempio di vero disco flottante):

YouTube video

 

In collaborazione con Bike Lab Torino.

 

Commenti

  1. ANDREAMASE:

    Di lunghezza???
    Lascia andare e frena quando spiana...
    Tanto più che, se affondavi fino alle caviglie, tanta velocità non avresti dovuto prenderla...
    Ho dimenticato di ricordarvi...ripida. era il fianco della montagna, non un zig zag ma una enorme e lunghissima, ripida discesa.
    Su 500mt circa ogni tot di metri c'era un pò di vegetazione che rendeva il terreno leggermente più solido ma subito dopo, nell'arco dell'interasse della bici, ripartiva il campo arato. Ripeto, ma per me eh, che non era possibile frenare dove e quando serviva
  2. Big Steak One:

    Scusa Frank non avevo letto questo altrimenti mi sarei risparmiato il mio ultimo messaggio. Hai detto una cosa reale...scrivono esclusivamente per darmi contro e io ci casco. Sembrano interessati ma velano ciò che hai detto.
    Scusa ancora.
    Prova a non dargli modo di darti contro con i tuoi continui e pedanti off topic, magari smettono anche loro. In caso non lo facessero, sarebbero esclusivamente loro dalla parte del torto, mentre ora lo siete tutti voi coinvolti in questo stucchevole teatrino! ;)
  3. Sull'evoluzione continua siamo d'accordo
    infatti mi pare che il target sia ancora quello della dispersione del calore
    isolando il più possibile l'impianto con l'adozione di pistoncini in ceramica,
    piastrine delle pastiglie in AL, inserti ventilanti, e magari è inutile aggiungerlo
    anche con dischi accoppiati inox-alu-inox anche qui con inserti ad hoc;
    ma i dischi attuali non si deformano certo per una scaldata, ci vuole ben altro.
Storia precedente

Seguendo Diego Caverzasi al Mottolino

Storia successiva

Brett Rheeder inseguito da un drone da gara

Gli ultimi articoli in Tech Corner