Evil Bikes riduce il personale

48

Non smettono di arrivare notizie di aziende in difficoltà. Questa volta tocca ad Evil Bikes, che su Instagram annuncia il licenziamento di uno numero non specificato di dipendenti

Oggi salutiamo alcuni membri del nostro team che hanno lavorato duramente per Evil. Hanno aiutato Evil a superare diversi anni difficili, quando abbiamo affrontato la pandemia e i suoi alti e bassi. Le persone ritratte in questa foto progettano, assemblano e spediscono ogni bicicletta Evil dalla nostra sede centrale di Bellingham, Washington (USA). È con il cuore pesante che salutiamo alcuni dei nostri migliori amici. Unitevi a noi nel brindare ad alcuni dei nostri compagni di squadra che sono stati messi da parte fino alla prossima partita. Speriamo di ritrovare questa immagine quando il settore si riprenderà. Fino ad allora, li ringraziamo per tutto ciò che hanno dato ad Evil e auguriamo loro il meglio.



.

Jason Moeschler, il CEO dice:

Evil è una piccola azienda che si comporta come una famiglia. Mangiamo insieme, andiamo in bici insieme e lavoriamo sodo insieme.

Nel marzo 2022, la domanda è crollata in tutto il settore, in coincidenza quasi perfetta con l’esplosione della catena di approvvigionamento dell’era COVID. Le scorte al dettaglio si sono rapidamente accumulate e i prezzi sono scesi. Sebbene abbiamo continuato a produrre e vendere biciclette a un ritmo ragionevole, i margini al dettaglio e all’ingrosso associati a questi prezzi di vendita non sono sostenibili con i nostri attuali livelli di personale.

La riduzione del personale di oggi è stata fatta interamente per necessità. Nessuna di queste decisioni è personale: si tratta di persone che lavorano duramente e che si dedicano al nostro team. Questa decisione è stata straziante, ma necessaria per mantenere un’attività sana e continuare a fornire alcuni dei migliori prodotti e servizi ai nostri stimati clienti.

Abbiamo fiducia nel nostro marchio, nel nostro prodotto e nel nostro team. Evil è qui per restare e la decisione di oggi è stata un ostacolo necessario, ma straziante.

Commenti

  1. nicolabergamo:

    non tutte le aziende sono composte da persone di merda false e sfruttatrici come in italia, c'é un mondo la fuori, uscite di casa ogni tanto
    Dove lavoro io ci sono un sacco di persone di merda, peccato che siano invece gli stessi dipendenti e colleghi miei, che sparano tutto il giorno merda sul "padrone" che li sfrutta, poi vedi le auto nel parcheggio della ditta e ti chiedi quanto siano veramente sfruttate.
    Non generalizziamo.
  2. Tesc:

    Ma non capisco questa grande polemica e lamentele per i prezzi elevati, come nel mondo delle auto ci sono le scadenti e le top gamma, qua tutti lamentano il fatto che le top gamma costano troppo e che devono abbassare i prezzi... (lo dici solo perchè vuoi quella bici ma non te la puoi permettere?);-) Bella la Ferrari..... stanno riducendo personale anche loro e quindi caliamo il prezzo??
    Ci sono case automobilistiche che stanno facendo la stessa cosa, ma non vedo le stesse polemiche..... questi non sono altro che comunicati con un fine pubblicitario, alla fine tutte le testate di bike le stanno riportando.
    Mah guarda io di bici ne ho tre tutte prese nuove, quindi il problema dei prezzi non me lo sono mai posto né prima né dopo la bolla covid. Mi dà solo sui nervi leggere questi comunicati strappalacrime a cui non credono nemmeno le loro mamme, dopo i due anni in cui sappiamo che hanno fatto utili da fare invidia ai Compro Oro.
Storia precedente

Snow Bike World Championships 2024

Storia successiva

Il killer silenzioso di cui nessuno parla

Gli ultimi articoli in News