MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | I suoni della bici

I suoni della bici

I suoni della bici

16/01/2014
Whatsapp
16/01/2014

Come dice nel video, non c’è un suono che sia stato sintetizzato o campionato, tutto proviene dalla bici. Ascoltate questa preview:

Disponibile su iTunes.

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
g0ldr4k3
g0ldr4k3

AWESOME!!!! a quanti di noi piace ascoltare i suoni delle nostre bici? credo a tanti….il suono di un buon mozzo…ah…. bella idea!

grimsel
grimsel

Eccezionale !!!

davidhill333
davidhill333

La mia bici fa più rumori!!!! 😀

metapiadx
metapiadx

Bella idea! anche se sono scettico sul fatto che non abbia quanto meno campionato i suoni, soprattutto nelle linee di basso e negli “archi” che dovrebbero esser fatti coi raggi…

Simbart83
Simbart83

io da piccolo avevo una manopola che girava come il gas della moto e faceva il rumore della moto…

da qualche parte in garage deve esserci sempre… quasi quasi… la rimonto 😉

Coffee
Coffee

diciamo che l’idea non è proprio nuova e dubito fortemente che chi l’ha fatto non conosca Diego Stocco (music from a tree è del 2009) ma è un riuscito e piacevole adattamento ad un “oggetto” a noi tanto caro!

spiri
spiri

quindi basta oliare…? 🙂
bella

Afriel
Afriel

Per un po’ progetto ancora più purista avrei evitato di usare gli archi sui raggi (troppo artifcioso) sostituendoli con i freni bagnati. I miei credo che facciano un do e un mi e quando vanno assieme è uno spettacolo! XD

Danich
Danich

yo, music rulez!

Danich
Danich

aggiungo un commento tecnico, da musicista: sembra strano, ma è possibile produrre suoni come quelli ascoltati con gli oggetti più impensabili, senza dover elaborare molto in fase di produzione (per esempio, due miei amici fecero un pezzo d&b con una teiera di porcellana inglese). quindi è possibile avere anche linee di basso, percuotendo in modo appropriato alcune parti meccaniche.
considerate che c’è tanta ricerca dietro alla produzione dei suoni usando una bicicletta (solo la distanza del mic dalla parte che produce suono, permette di ottenere diverse sfumature di suoni), e come ha commentato qualcuno, usare i suoni prodotti da freni che fischiano è uno spunto, solo che in studio è difficile riprodurre ciò che ascoltiamo sui sentieri, magari belli umidi o bagnati.
e scusate la secchioneria 😉

Danich
Danich

ps: ovviamente concordo con chi ha scritto che l’idea non è proprio originale. tante cose che oggi ascoltiamo abitualmente, sono state sperimentate decenni e decenni fà durante il novecento.

giorgiocat
giorgiocat

Beh per l’esattezza sono tutti suoni campionati dalla bici. Con qualsiasi rumore puoi fare un campione (usando un campionatore appunto) e poi farlo diventare uno strumento ( sempre con un campionatore) che modificando il pitch (l’intonazione del campione di base), e molti altri parametri del suono fisico, fa diventare il rumore musicale. Io mi ci diletto parecchio. Diciamo che è un’altra delle mie passioni, oltre alla bici. Molto carino il pezzo.

spflipper
spflipper

bello, pero’ si sente che NON e’ stato registrato con la mia bici, la mia fa dei suoni che sembrano emessi da un cinghiale impaurito

lupin1380
lupin1380

Questo lo trovo più realistico.. https://www.youtube.com/watch?v=855dmbFQ_j4

izanola76
izanola76

consiglio l’ascolto di “Tour de France” de Kraftwerk… capolavoro della musica elettronica (e ciclistica)

gianni1879
gianni1879

Quello del video su YouTube me lo ricordavo ancora

 

POTRESTI ESSERTI PERSO