La pioda

19

Brendan Fairclough aveva visto una placca di roccia spettacolare durante il suo trasferimento da Lenzerheide all’aeroporto di Milano Malpensa. Dalla strada del Passo San Bernardino, guardando sulla destra, si può vedere chiaramente (qui sulla cartina, segnata come La Pioda – nomen est omen). Il suo piano era di salire velocemente insieme ad un cameraman e fare delle riprese spettacolari. Quello che l’inglese non aveva messo in conto era l’effettiva distanza e soprattutto pendenza. Senza contare il tempo, uggioso e umido, cioé una delle poche giornate di brutto di tutta l’estate 2022. Ovviamente la roccia era scivolosa, tanto che il britannico ad un certo punto ha dovuto mollare la bici per aggrapparsi con le mani e non scivolare a valle. La bici è caduta per un centinaio di metri, fermandosi su un cespuglio e rimanendo miracolosamente intatta.

Guardate il video per capire come si è discretamente messo nei guai.



.

Il video è stato girato subito dopo la prova di coppa del mondo della Val di Sole.

Commenti

  1. Certi commenti però non li capisco, allora che senso ha scendere da un sentiero, magari scassato e pericoloso, quando si può scendere da una forestale.
    (a parte che lo fa di lavoro) le sfide per loro sono queste, le sfide per me (credo anche per la maggior parte del resto del forum) sono altre ma hanno lo stesso significato.
  2. ymarti:

    a me è piaciuto...da vecchia scuola

    mancava un brano degli slipknot e poi spettacolo puro!
    Anche a me è piaciuto, e con senso o senza senso lui la scarica di adrenalina l ha presa di sicuro ,vorrei vedere altri scendere da li ….
  3. Gigispeed3:

    immagino che a volte gli sponsor ti pressino per portare contenuti che possano in qualche modo solleticare il mercato, penso sia in un certo senso nella logica delle cose.
    premesso quanto scritto sopra;
    non li ho visti particolarmente divertiti
    mi sembravano anche piuttosto in difficoltà visto anche il tempo..

    ora , conoscendo i rischi, e facendo 1+1 mi pare un video scadente, fatto di fretta, senza contenuti implementanti, voto 0
    e rischi invece elevati,
    se rimanevano in albergo a fare una sfida di spriz col campari si divertivano di più.
    Non discuto la qualità del video, posso essere d'accordo che non sia il video dell'anno, anche che non sia uscito come volevano loro o che la giornata non abbia rispettato le aspettative di chi ha fatto il video e di chi lo guarda.
    Volevo sottolineare però che quello che è fatto qui è quello che facciamo tutti, ovviamente a livelli differenti.
    Noi tutti cerchiamo di andare un po' oltre, che sia una salita tirata al limite dell'infarto o un passaggio pericoloso al posto della chicken line che passa lì a fianco.
    Per questo non capisco certi commenti sul fatto che sia inutilmente pericoloso o addirittura inutile e basta.
    Ma penso tu avessi già capito cosa intendo :prost:
Storia precedente

Scarpe Giro Latch in prova

Storia successiva

Il sentiero è franato!

Gli ultimi articoli in News

Brett Rheeder: Circles

Dal deserto di Atacama a Queenstown, alla ricerca di pendii intonsi da percorrere, alle sessioni di…