Le camere d’aria nella MTB sono morte! O forse no?

153

Grande scalpore ha destato il mio breve video su come il tubeless abbia spodestato le camere d’aria, in quanto più efficace contro le forature. Insorti sono i duri e puri delle camere d’aria, in particolare quelli che usano camere con dentro il lattice come queste.

Vale la pena dunque chiarire che le camere d’aria servono ancora in specifici casi:

Che sistema usate?

Commenti

  1. Moebius:

    C'entra solo parzialmente col topic ma io ho avuto una pessima esperienza con Tubolito. Ce l'avevo come unica camera di scorta quando ho pizzicato l'Assegai a Finale. Mentre tentavo di gonfiarla lo stelo della valvola (in plastica!) si tranciò di netto. :omertà:
    Evito le camere light come la peste. Se serve una camera perché i tubeless ti hanno mollato, deve essere a prova di bomba, sennò poi sei finito.
    Io mi porto dietro sempre anche un gonfia e ripara per la camera di scorta e le toppe per la camera di scorta. Praticamente le scorte della scorta.
  2. Motubuntu:

    Quale modello di bici gravel rim hai acquistato?
    Nessuno, ho una vecchia Specialized Roubaix sl 2 del 2010, che può montare copertoncini fino a 28mm, che ho deciso di dedicare al gravel leggero (per il resto ho la Cannondale Trail sl3, mtb front).
    Mi sarebbe piaciuto arrivare a 32mm, ma questo passa il convento.
  3. Tra quelli che usano tubless+lattice c'è qualcuno che ha trovato delle valvole che non si ostruiscono? Oppure continuate serenamente , come faccio io , a cambiare il nucleo ogni tanto ? Alcune costano 30€ a coppia non poco , se poi si ostruiscono come quelle normali anche no...
Storia precedente

La Ponale del Garda che non conoscete

Storia successiva

Bici della settimana: la Yeti Sb115 di Rugy

Gli ultimi articoli in Tech Corner