Arrivano le gomme in lega metallica

32

L’azienda SMART Tire ha costruito la prima gomma in lega metallica destinato al mercato ciclo. La lega metallica utilizzata è stata originariamente sviluppata e testata dalla NASA per le missioni Mars Rover.



.

Gli pneumatici METL™ sono realizzati con la tecnologia SMART (Shape Memory Alloy Radial Technology), un materiale superelastico chiamato NiTinol+, che ha la proprietà di avere deformarsi riorganizzando la propria struttura molecolare quando lo si piega, ma tornando poi istantaneamente alla sua forma originale.

I vantaggi dei pneumatici METL™ sono quindi il non essere gonfiati con aria e pertanto esenti da forature, elastici come la gomma, ma resistente come un metallo. Si propongono quindi come prima alternativa di pneumatico per bicicletta in grado di consentire di ottenere le stesse caratteristiche di guida, ma con una durata decisamente superiore. Inoltre più il terreno è sdrucciolevole più aumentano i vantaggi di trazione e la sicurezza.

Il prodotto finale sarà integrato con un battistrada realizzato in una speciale “poligomma”, per avere un’aderenza ideale in tutte le condizioni atmosferiche, garantendo praticamente di avere un solo pneumatico per tutta la vita della bicicletta (senza perdite, strappi, forature e necessità di camere d’aria o sigillanti).

Al momento questi pneumatici hanno un costo molto elevato (oltre 2000eu la coppia), ma ovviamente l’idea è di migliorare ancora le caratteristiche e quindi renderne il costo grazie all’industrializzazione.

Come dicono in Smart Tires lo scopo è “reimmaginare la ruota reinventando il pneumatico”, vedremo se questa idea diventerà realtà nel mercato o si aggiungerà alla lunga lista di altri prodotti “senza aria” che riempiono la storia, tra cui gli ultimi i sistemi Airless di Michelin e Bridgestone.

 

Commenti

  1. Montandole praticamente le nostre bici potrebbero rubare il lavoro ai fachiri :loll:
    Eterne non credo lo siano però sicuramente avranno usura minore rispetto alla gomma tradizionale.

    Andando sul loro sito non capisco se la foto dell'articolo mostri quello che in realtà potrebbe essere l'anima della gomma o meno.
    Da quest'immagine sempre presa dal loro sito mi ricorda una soluzione alterativa all'sistema Airless di Michelin dove comunque c'è della gomma come superficie di contatto.

    https://www.smarttirecompany.com/cycling

    View attachment
  2. DennisG:

    €2000 di gomme e ancora freni a pattino da €20! :loll:
    Battute a parte vediamo come si evolve sto prototipo negli anni.
    Farà la fine di tutti gli altri, verosimilmente. Se Bridgestone e Michelin in tutti questi anni non sono riuscite a mettere in produzione nulla del genere nonostante gli sforzi molto pubblicizzati, significa che non c'è molta sostanza al di là dell'apparenza. Lo pneumatico in quanto tale è una soluzione molto intelligente: leggero, economico, funzionale, ha pochi difetti che sono stati praticamente tutti risolti o fortemente minimizzati in qualche modo.
Storia precedente

Il passaggio irrisolto

Storia successiva

Filippo Colombo è il nuovo compagno di squadra di Nino Schurter

Gli ultimi articoli in News

Brett Rheeder: Circles

Dal deserto di Atacama a Queenstown, alla ricerca di pendii intonsi da percorrere, alle sessioni di…