Mavic in amministrazione controllata

Mavic in amministrazione controllata

Piergiorgio Sbrissa, 08/05/2020

L’azienda francese Mavic è stata messa in amministrazione controllata dal tribunale del commercio di Grenoble il 2 Maggio scorso, per un periodo di osservazione di 6 mesi. Mavic, fondata nel 1889, impiega 250 persone nel mondo, di cui 200 in Francia nei due siti di Annecy e Saint-Triviers-sur-Moignans, è da tempo in difficoltà. Dopo essere stata acquisita nel 2005 dalla finlandese Amer Sport (Wilson, Salomon, et.), la quale nel 2019 è passata sotto il controllo della società Master Bidco Oy, facente parte del gruppo cinese Anta Sports. Questo gruppo ha separato Salomon e Mavic dal resto e messe in vendita alla fine dello scorso anno. Poi, ad inizio anno l’annuncio della vendita al fondo statunitense Regent LP, con promesse di rilanciare questo storico marchio, inventore del cerchio in alluminio nel 1934.

foto: GettyImages

Ma qualche giorno fa la brutta sorpresa per i dipendenti, come raccontato ad Agence Presse France (AFP) da Gérard Meunier, segretario del comitato sociale ed economico (CSE) dell’azienda: “Amer ci voleva vendere e ci aveva detto di aver trovato in Regent LP il compratore. Delle persone di Regent sono venute ad Annecy lo scorso luglio dicendoci che eravamo una gioiello da risvegliare e che credevano in Mavic. Dopo, più niente, non un investimento, non una risposta. Qualche giorno fa un rappresentante del personale è venuto a sapere che contrariamente a quanto annunciato pubblicamente, non ci hanno ceduto a Regent LP, ma alla società M Sports, basata nel Delaware, in USA, la quale non ha alcun legame con Regent!“.

Il gruppo Amer Sports ha dichiarato ad AFP che è lei stessa “ugualmente vittima in questo affare“, in quanto Regent avrebbe dissimulato la vera identità dell’azionista compratore.

Ora il tribunale di Grenoble ha dato tempo sino al 2 giugno come prima data limite per depositare proposte d’acquisto.

 

Commenti

  1. superskinny:

    Scarpe che si scollano, suole disintegrate nemmeno avessi camminato sulla lava...
    Primo paio ci ha messo del suo lo shop online, secondo mi hanno liquidato con: “usura”... se vuoi te le cedo a prezzo così ci fai una santella fenomeno

    ah 160 e passa euro non sono proprio mille lire
    Le ruote con le scarpe centrano poco, e comunque io ho le scarpe e non ho avuto il problema.
  2. I forum Mtb Bdc Ebike ed il web sono pieni di testimonianze negative a proposito di Mavic...Come ho detto personalmente mi è andata male tre su tre ed erano ruote da quasi 1000€ con assistenza pessima per usare un eufemismo
    Poi ognuno è libero di credere o scrivere ciò che vuole e si resta nel campo delle legittime opinioni personali...I fatti le testimonianze e l'epilogo finale di questa azienda dimostrano che qualcosa non funzionava purtroppo per chi ci si è trovato in mezzo e per chi ci lavora
  3. E' un peccato! Speriamo che la nuova proprietà non faccia morire il marchio.. che è uno tra quelli storici! I mozzi a dir la verità qualche problemino l'hanno creato. Il fatto di doverli registrare spesso era una gran rottura.
    I cerchi invece sono sempre stati molto resistenti. Adesso come seconde ruote ho delle Crossmax base e vanno benissimo.
    Per quanto riguarda l'abbigliamento io mi sono trovato bene come qualità e vestibilità. Scarpe mai provate quindi non saprei dare un giudizio