MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | [First Ride] Mondraker Foxy Carbon 2015

[First Ride] Mondraker Foxy Carbon 2015

[First Ride] Mondraker Foxy Carbon 2015

25/04/2014
Whatsapp
25/04/2014

Non vedevamo l’ora di potervi presentare la nuova arrivata in casa Mondraker, che abbiamo avuto il piacere di provare a inizio Aprile nei pressi del quartier generale di Mondraker ad Alicante (Spagna), inizialmente per un breve giro di assaggio con sessione di foto a Tabarca, suggestiva isoletta a pochi kilometri dalla costa spagnola, oasi naturale di fauna marina, mentre successivamente abbiamo potuto spremerla a fondo durante una discesa di oltre 2 ore, su un divertentissimo trail che solca uno dei monti alle spalle di Alicante.

L’embargo sulla data di pubblicazione ufficiale ha avuto lo scopo di far coincidere la presentazione al pubblico con la disponibilità a magazzino di tutte le versioni, che sono quindi ordinabili da oggi presso i rivenditori (in Italia da domani, dato che oggi è festa).

Mondraker approda al carbonio con la Foxy Carbon, la naturale evoluzione del modello Foxy, best seller del marchio spagnolo che celebra con questo restyling il 10° anno di produzione. La Foxy Carbon adotta tutte le soluzioni con le quali Mondraker si è distinta nel vasto mercato delle MTB in questi suoi 12 anni di storia. Tutte queste features, brevettate dall’azienda di Alicante, sono ideate dal loro ingegnere capo, il vulcanico Cesar Rojo. Con molta soddisfazione e orgoglio lo staff di Mondraker, interamente formato da biker, si rivolge alla Foxy Carbon chiamandola “The Bike”, dato che rappresenta l’essenza del marchio e la massima espressione di tutto ciò che hanno ideato e prodotto sino a ora.

IMG_1535

Analisi statica

La costruzione del telaio è affidata al carbonio, con la tecnica denominata Stealth Carbon, tramite la quale vengono assemblate fibre unidirezionali di carbonio con il metodo degli stampi sotto vuoto, alle quali vengono aggiunte fibre composite per alcuni punti nevralgici che necessitano di ulteriore robustezza e/o rigidità, come la zona del movimento centrale, tubo di sterzo, drop out e sedi dei cuscinetti degli snodi. L’obiettivo di tali accorgimenti costruttivi è una rigidità del telaio superiore alla media, senza inficiare il peso, che resta in linea con la concorrenza. Per il design generale del telaio gli ingegneri Mondraker dichiarano di essersi ispirati al design del mondo delle concept car, con linee curve e filanti che incontrano spigoli vivi e tratti decisi.

IMG_1537

Peculiare e ben integrato nella linea generale del telaio è il disegno della zona di sterzo, che ospita la sezione allungata tipica della soluzione Forward Geometry, ormai marchio di fabbrica di Mondraker. Questa tecnologia, introdotta dal marchio iberico nel 2011 e applicata gradualmente a tutta la gamma, è una semplice ma efficace intuizione che consiste in una lunghezza maggiore del top tube e quindi dell’avantreno in generale, senza modificare la distanza del manubrio e quindi la posizione in sella. Per la guida si traduce in maggiore aderenza sulla ruota anteriore, stabilità alle alte velocità, precisione e sensibilità sullo sterzo, in curva e nel tecnico, sia in salita che in discesa.

IMG_1556

Questo è possibile grazie all’adozione di particolari attacchi manubrio Forward Geometry, nettamente più corti dei tradizionali, tramite i quali si riesce a recuperare l’aumento di quota del top tube, riportando il manubrio alla distanza corretta per la posizione di guida in relazione alla taglia. Gli attacchi manubrio Forward Geometry sono prodotti da Onoff, marchio di proprietà di Mondraker che si occupa di parte della componentistica, in misure come 0mm e 10mm per le discipline prettamente Gravity, oppure in 30mm per le discipline che prevedono anche la salita, come appunto nel caso della Foxy Carbon.

IMG_1543

La tecnologia che muove il sistema di sospensione è la ZERO Suspension, brevetto Mondraker nato nel 2009 che si avvale di un sistema Virtual Pivot a bracci corti, con tecnologia Full Floater, nel quale l’ammortizzatore, un Fox Float CTD Kashima 2015 con controllo remoto, viene compresso da ambo i lati da entrambe le bielle. Il dimensionamento delle bielle rispetto al precedente modello Foxy è stato aggiornato, incrementando ulteriormente l’efficienza in pedalata e mantenendo ottime performance in discesa. Il piccolo e discreto parafango fissato direttamente al telaio che protegge lo stelo dell’ammortizzatore, è un dettaglio sicuramente apprezzabile.

IMG_1553

La forcella è la nuova Fox 34 Float CTD Kashima 2015 con controllo remoto e decals in tinta con la livrea del telaio. Come descritto nell’articolo dedicato alla nuova gamma Fox 2015, questa forcella si avvale di una nuova cartuccia CTD derivata dal programma Fox RAD, più corposa nella prima parte di corsa e più sensibile ai piccoli urti, unita al nuovo olio al molibdeno per la lubrificazione, che incrementa la scorrevolezza. Le performance rispetto al modello precedente sono sensibilmente migliorate.

IMG_1538

Le ruote sono Crank Brothers Cobalt 3 da 27.5 e sono Tubeless. Montano copertoni Maxxis Ardent 2.40 EXO Protection Tubeless Ready sia all’anteriore che al posteriore.

La trasmissione è affidata a SRAM con un sistema 1×11, ormai immancabile sulle versioni di alta gamma di tutti i recenti prodotti. Per la versione RR che abbiamo provato, il gruppo è formato da una guarnitura X1 in alluminio con corona da 30 denti, la cassetta, il cambio e il comando sono XO1, mentre la catena è XX1. Qualora si volesse montare il deragliatore per utilizzare una doppia corona, è possibile installare il supporto dedicato, fissandolo alle stesse viti che reggono il parafanghino, senza necessità di rimuoverlo.

IMG_1549

I freni sono i nuovissimi Formula CR3, con dischi da 180mm di diametro sia all’anteriore che al posteriore, che usciranno a breve e di cui vi abbiamo dato una veloce anticipazione nei giorni scorsi. Abbiamo avuto qualche problema iniziale dovuto probabilmente ai dischi leggermente contaminati da grasso o olio. Li abbiamo puliti con l’acqua di mare che avevamo abbondantemente a disposizione sulle spiagge di Tabarca e hanno cominciato a funzionare in modo costante e affidabile, fornendo tutta la potenza che ci si aspetta da un impianto frenante Formula.

IMG_1544

Il manubrio è un Onoff Stoic Carbon da 740mm di larghezza, con livrea in pendant con quella del telaio. Qui troviamo i comandi remoti sia del sistema CTD che del reggisella telescopico. Tra il breve giro sull’isola di Tabarca e la discesa sui monti alle spalle di Alicante, abbiamo deciso di invertire la loro posizione rispetto all’allestimento originale proposto da Mondraker.

IMG_1539

Il comando remoto Fox che controlla le posizioni Climb, Trail e Descend sia della forcella che dell’ammortizzatore, era inizialmente posizionato sul lato sinistro del manubrio. Essendo perfettamente simmetrico e utilizzabile su entrambi i lati del manubrio, abbiamo deciso di spostarlo sul lato destro, dopo esserci consultati con i tecnici Fox. I più attenti noteranno dalla foto che non abbiamo spostato la parte terminale della leva colore argento, che è l’unica parte asimmetrica che va invertita, tramite una piccola brugola, per adattarla dal lato sinistro a quello destro e viceversa. Una piccola dimenticanza, dovuta forse all’eccitazione per la discesa che ci attendeva. Ovviamente non ha precluso assolutamente il funzionamento, ma avrebbe probabilmente offerto un ulteriore comfort ergonomico. Il remoto Fox in questa posizione non intralcia assolutamente gli altri comandi, che grazie al collarino MixMaster di Formula, che integra leva del freno e trigger del cambio, sono nella posizione più comoda e accessibile.

IMG_1541

Spostare il remoto Fox del CTD sul lato destro ci ha consentito di posizionare il comando remoto del reggisella telescopico Rock Shox Reverb Stealth nella posizione che riteniamo più comoda e sicura, ovvero nella parte inferiore del manubrio sul lato sinistro, che grazie all’utilizzo del monocorona non risulta occupata dal trigger del deragliatore. In questa posizione si può azionare il telescopico senza spostare il pollice al di sopra della manopola, quindi mantenendo una presa più sicura sul manubrio durante ogni situazione di riding.

IMG_1540

Il Reverb Stealth in questione è nella versione da 125mm di escursione e sostiene una sella Fizik Nisene Wing Flex con accostamento cromatico dedicato.

IMG_1557

Geometrie

Foxy Carbon Geometry

Salita

La Foxy Carbon funziona bene in salita, grazie a un’accurata miscela di soluzioni ben progettate. Il sistema Zero Suspension offre interessanti spunti negli scatti in salita, anche con ammo in posizione aperta (Descend), che ovviamente diventano estremamente efficienti utilizzando le posizioni più specifiche come Trail o Climb.

Il peso sufficientemente contenuto e ben bilanciato tra anteriore e posteriore, insieme al baricentro molto basso, rendono la Foxy Carbon molto piacevole da guidare in salita, precisa e agile ma ben piantata a terra in termini di grip e stabilità. La Forward Geometry consente di muoversi molto sulla bici per scavalcare ostacoli o assorbire asperità, senza mai togliere aderenza alle ruote.

Nelle condizioni di leggera salita scorrevole o di brevi salite che intervallano tratti di piano o discesa, si riesce a mantenere una velocità media molto alta con estrema facilità. La rigidità del telaio permette di tirare rapporti lunghi, in piedi sui pedali, senza avvertire torsioni e quindi trasferendo tutta la forza al suolo.

Anche nei continui cambi di ritmo è perfettamente a suo agio, passando dalle staccate ai rilanci o agli strappi in salita con grande disinvoltura. L’attivazione del CTD su entrambe le sospensioni tramite comando remoto, in queste situazioni appare decisamente adeguata alla destinazione d’uso della Foxy Carbon.

2014-04-02 Mondraker Foxy Press-85

Photo: Sebas Romero

Discesa

Se in salita la Foxy Carbon si comporta come una full da XC Marathon, in discesa ci si scorda di avere “solo” 140mm di escursione anteriore e posteriore e si raggiungono prestazioni degne di un’ottima bici da Enduro. L’eccellente rigidità del telaio e del carro fornisce una spiccata precisione di guida sia nell’affrontare curve veloci che sui fondi molto sconnessi.

Il cinematismo della sospensione posteriore è fluido e sensibile, isolando il triangolo anteriore sia dai grossi urti che dalle piccole vibrazioni. Si gode di una sensazione di galleggiamento molto pronunciata per essere una bici da 140mm di escursione, senza perdere le doti di reattività e spunto che ci si aspetta da una Trail bike.

Anche le migliorie apportate alla nuova Fox 34 da 140mm si fanno apprezzare. Sensibilità sui piccoli urti, resistenza all’affondamento in frenata e sul ripido (anti-diving) e curva di compressione ottimizzata su tutta la lunghezza della corsa, sono modifiche evidenti e concrete che portano questa forcella al pari delle migliori concorrenti, in piena sintonia con le ottime doti discesistiche della Foxy Carbon sulla quale è montata.

La Forward Geometry infonde un grande senso di sicurezza e di confidenza sia nel tecnico lento che a velocità sostenute. Il fatto di avere un interasse maggiore a fronte di una posizione di guida standard, permette di comandare bene la bici sia quando occorre girarla nello stretto che quando si devono affrontare passaggi sconnessi e ripidi. Sul veloce ovviamente offre un incremento di stabilità eccezionale.

2014-04-02 Mondraker Foxy Press-148

Photo: Sebas Romero

Conclusioni

Rigidità, leggerezza, ottime geometrie e qualità estetiche fanno di questa bici un prodotto di altissimo livello. Prestazioni in salita brillanti, in discesa si è rivelata una delle migliori Trail Bike mai provate. L’allestimento della versione RR non è interamente top di gamma, ma sempre adeguato e performante. Consigliata!

2014-04-02 Mondraker Foxy Press-167

Photo: Sebas Romero

Allestimenti e Prezzi

L’allestimento più pregiato è rappresentato dalla Foxy Carbon XR. Carattere aggressivo che sconfina verso l’enduro, è l’unico allestimento della Foxy Carbon che prevede una forcella da 160mm. La componentistica è al top.

Prezzo di listino: €6.999,00

Foxy Carbon XR

La Foxy Carbon RR è la versione che ci è stata affidata per il test e di cui vi abbiamo parlato nell’articolo.

Prezzo di listino: €6.199,00

Foxy Carbon RR

Componentistica di qualità a un prezzo più accessibile per la Foxy Carbon R.

Prezzo di listino: €4.999,00

Foxy Carbon R

Triangolo in carbonio e carro in alluminio per l’allestimento più economico della serie, chiamato semplicemente Foxy Carbon.

Prezzo di listino: €3.699,00

Foxy Carbon

Mondraker è distribuita in Italia da DSB – Bonandrini

 

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
markxxx79
markxxx79

spettacolare !!!
la zona sterzo , dove si incrociano i 2 tubi principali ha un design e una linea stupenda !
ho appena preso una mondraker con forward geometry , e una volta presa confidenza , è un innovazione che hanno introdotto veramente efficace…

…inoltre tutte le bike mondraker degli ultimi anni , le reputo frà le mtb più belle dal punto di vista estetico !

…questa poi è dà orgasmo puro !!!

rajo
rajo

Spettacolare!
Circa un mese fa ho finito di montare la Foxy Xr 2014 con Pike sull’anteriore(xr 160 ant e 140 post).
Una bomba!
Con il forward geometry la confidenza è stata rapida ed è perfetto con il mio stile di guida, peso in avanti e braccia flesse = molta più forza per “spingere” nelle curve e nello scassato.
Salita ottima…. discesa incredibile!
Per me la miglior bici mai avuta (per ME)

Con l’introduzione del carbon Mondraker si affaccia definitivamente tra i marchi top!

Gran lavoro!

Worldbike Formia

Ma le iodine non saranno un po’ troppo delicate per questo tipo di MTB?

rajo
rajo

concordo!

biker 69
biker 69

Molto piu’ bella di tante osannate made in usa

crab
crab

Io posseggo una zenith e mi trovo benissimo ( a parte che si allentano i cinematismi della sospensione posteriore). Questa nuova foxy mi piace da matti ! Mah vedremo più avanti……. di sicuro non l’allestimento clou

Adri26
Adri26

No vabbè,…troppo bella
@crab come va la zenith? In discesa sarà un missile! Ma in salita???

pescerosso
pescerosso

E’ storta! Nella nona foto si vede chiaramente che il tubo sella non scende perpendicolare al manubrio; è storta, per questo non la comprerò mai. Disse la volpe all’uva.

Enrico161085
Enrico161085

scusate ma il reach è veramente cosi’ lungo???la misura S di questo telaio ha un reach 2cm piu’ lungo della mia bici da DH in taglia L….sembra veramente tantissimo.

schiaccio84
schiaccio84

Per non parlare del front center…

crab
crab

Oggi è il mio compleanno, l’ho chiesta a mia moglie che mi ha risposto di avermi già regalato un paio di guanti.
@Moser calcolando che sono alto e robusto in salita non va malissimo a patto di bloccare l’ammo posteriore, in discesa basta lasciarla andare ( se ben regolata di sospensioni) tenendola morbida.

Teoizhere
Teoizhere

Stupenda, ma una curiosità, la “forward geometry” non è simile al concetto delle nuove Kona Process proposto l’anno scorso?

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Kona chi?! 😀

Scherzi a parte, Kona lo scorso anno ha preso spunto dal brevetto Forward Geometry, che Mondraker ha depositato già nel 2011, facendo qualcosa di simile… che è un modo cortese per dire che ha scopiazzato l’idea. A parte chi è arrivato prima sull’idea, questa Foxy è un vero prodotto di eccellenza, quindi in ogni caso il paragone con Kona non regge proprio.

Carlettorusso
Carlettorusso

momento momento frenk, è brevettato?!
Io la vedo solo come uno spostamento delle taglie, le geometrie mondraker in taglia “s” sono simili a quelle di altri marchi in taglia “m” o “l”.
Cioè, per capire, se io prendessi per esempio una intense tracer 275 in taglia “l” e montassi uno stem da 30mm avrei praticamente le stesse geometrie di questa in taglia “s” o sbaglio?? Qual’ è la tecnologia o altro che non vedo? 😀

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Dovresti prendere in considerazione le altre quote geometriche. Forse sono quelle che ti sfuggono. Mondraker ha iniziato a utilizzare telai con triangolo anteriore più lungo mantenendo le stesse quote di standover e seat tube che caratterizzano in media le taglie standard. Se poi queste misure le ritrovi anche su bici di altre marche in taglie superiori, significa che comunque le altre marche le vendono concettualmente per un altro utilizzo. Il fatto che molti racer, inizialmente in DH e ora anche in Enduro, stiano utilizzando telai di una taglia superiore, significa che il concetto di Mondraker è giusto, e questo viene apprezzato e ricercato anche dagli utilizzatori di altri marchi, ma non dai produttori stessi di questi marchi, che continuano a interpretare le taglie in modo standard. Comunque in questi casi, con l’aumento di taglia si rischia di trovarsi anche uno standover e un seat tube non adeguati alla propria fisionomia, dato che non sono geometrie studiate appositamente per questo utilizzo.

ALES11
ALES11

@Francesco Mazza,mi permetto di intervenire perchè ho avuto la fortuna di provare”per bene” la nuovissima kona process 153 colore arancio del 2014 e posso solo consigliarti di salirci in sella e fargli un bel test come questo,tanta gente rimarrebbe a bocca aperta,con questo dico tutto!!Kona è tornata in campo con un gran bel progetto che oltre a funzionare a meraviglia unisce tutti i vantaggi che si trovano nella Forward Geometry e nella cosiddetta “geometria tradizionale”!

gabrireghe
gabrireghe

sono l’unico che la trova orrenda?

poi funzionerà benissimo eh..

Mc Melons
Mc Melons

Bella bella bella!!!

ValerioIacobelli
ValerioIacobelli

Ottimo test!
Hai qualcosa da dirci riguardo le Crank Brothers Cobalt ?
Ne sento sempre parlare più male che bene …….
🙂

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Onestamente nel corso del test hanno fatto il loro dovere. Certo, con una rigidità così pronunciata del telaio, si faceva notare la mancanza di rigidità proveniente dalle ruote.

fitzcarraldo358
fitzcarraldo358

Mondraker vende solo bici complete o anche i telai nudi?

Worldbike Formia

Già vedo nella tua mente il progetto di un telaio Foxy Carbon con la Lefty SuperMax…. 😉

fitzcarraldo358
fitzcarraldo358

Ahah… non ero ancora arrivato lì ma probabilmente mancava poco… è che ormai non prendo neanche in considerazione l’acquisto di bici complete perchè mi piace assemblarle a mio gusto…

fitzcarraldo358
fitzcarraldo358

Mi rispondo da solo… kit telaio Foxy Carbone XR 2700 eurozzi

xzy
xzy

Considerando che ha una forca da 140 mm (la versione del test) per quanto possa essere pedalabile mi sembra esagerato dare 5 stelle piene come valutazione in salita..

ValerioIacobelli
ValerioIacobelli

Vista la resa che ha in salita forse è proprio perché ha 140mm di escursione che si è meritata le 5 stelle …….credo che le stelle siano relative al tipo di bici che si prova…..è ovvio che una front carbon da 9 kg in salita merita il massimo dei voti……

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Ho scritto nel test (lo hai letto… vero?) che sale come una XC Marathon. Direi che i 48 punti in salita, che vengono visualizzati con 5 stelle, se li è meritati eccome! 😉

xbeppex
xbeppex

la foxy l’ho sempre reputata un’ottima bike ..una delle migliori di categoria..con queste versioni in carbonio ha fatto il botto….e di certo tra un anno quando cambierò bolide sarà una delle pretendenti!!

ozzap73
ozzap73
sunrider88
sunrider88

Geometrie interessanti ,anche se personalmente preferisco interassi corti,ma prevedono modelli in alluminio ?

gabrireghe
gabrireghe

esistono già da un po’ le versioni in alu

pollonico
pollonico

OK va bene , bici azzeccata , ottimo prodotto , darà filo da torcere ai californiani etc. etc.
Non per fare la solita polemica ma delle versioni AL più abbordabili economicamente si vedrà mai un test ?

AleCast73VA
AleCast73VA

bella la mondraker mi piace!

lucamox
lucamox

la trovo semplicemente bellissima!

vito e alloggio
vito e alloggio

A parte prezzo ed estetica (trovo sia forse la piu brutta bici del momento) vorrei davvero salirci sopra. Questo discorso del forward geometry mi tira un botto!

Fabryp
Fabryp

Ma è corretto che la Foxy Carbon pesi meno della Carbon R?
Me ne sono accorto mentre leggevo i montaggi, è solo una curiosità…

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Potrebbe essere per via del fatto che la Foxy Carbon, a differenza degli altri allestimenti, non ha il reggisella telescopico.

pollonico
pollonico

perchè a parità di geometrie il top tube length su alluminio è 11mm più lungo per la L e 13 per la XL rispetto al carbonio ?

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Le geo della Foxy Carbon sono uguali alle geo della Foxy XR in alluminio. Sinceramente non so come mai nella versione R alluminio e nella Foxy normale alluminio le quote del top tube per quelle taglie siano diverse rispetto alla versione XR alluminio.

David Roilo
David Roilo

Confrontando le geometrie di quelle in alu, si trova che il reach è lo stesso per tutte le versioni, l’OV cambia perchè cambiano gli angoli (la XR ha forcella da 160 e le altre da 140mm).
Perchè poi per la taglia M restino uguali, non so. Mi sa che sono misure stimate.

Turetta Leonardo
Turetta Leonardo

Scusa @Francesco Mazza, sto per acquistare un reggisella telescopico Rock Shox Reverb Stealth per la mia nuova Nomad; se ho capito bene consigli di posizionare il comando remoto del reggisella a sinistra, ma nella parte inferiore. Per fare ciò, devo comprarlo con il comando a destra?

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Esatto, comando destro, posizionato “ribaltato” a sinistra. Ovviamente per poterlo fare devi avere una bici con monocorona, perchè altrimenti il comando del deragliatore non lascerebbe spazio al remoto del Reverb. In questa posizione il comando è di facile accesso e l’osso metacarpale del pollice è ancora in presa sulla manopola, mentre quando è posizionato sopra devi togliere interamente il pollice dalla manopola mettendolo al di sopra del manubrio, e basterebbe un urto improvviso per perdere la presa sul manubrio.

louannescrymgeou
louannescrymgeou

una curiosità , per quelli come me a cavallo tra due taglie che di solito compro una m e accorcio la pipa di 2 cm qui cosa si consiglia ?

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Le taglie della Foxy Carbon sono ben 4 e non c’é un grande salto di misure tra ciascuna di loro. Se comunque dovessi avere la necessità di togliere 2cm, puoi ordinare l’attacco Onoff Stoic da 10mm, che è sempre un attacco dedicato alla Forward Geometry.

lillo2
lillo2

Ciao Francesco. Tu quanto sei alto e che misura hai usato? Io sono 1,89 con 90 di cavallo e mi sono sempre trovato bene su bici taglia L (magari in alcuni casi allungando leggermente l’attacco manubrio). La Foward Geometry richiede misure diverse dai soliti standard? Nel mio caso credi che una L potrebbe andare sempre bene?

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Il range delle taglie è pari alle bici che non utilizzano Forward Geometry, quindi se normalmente usi una L, vai pure di L… anche se con la tua altezza forse potresti anche azzardare una XL. Io sono 177 ed ho utilizzato una M, che mi andava a pennello.

gabrireghe
gabrireghe

ma nello stretto si comporta davvero bene? tipo il sentierino tortuoso con alberi a destra e sinistra e curve di continuo.. non è più difficile da condurre lì rispetto ad una bici con geometrie “normali”?

gabrireghe
gabrireghe

comunque mondraker con queste bici ha fatto un bel azzardo da quando le ha messe sul mercato un paio d’anni fa.. dal punto di vista funzionale non metto assolutamente in dubbio la qualità, ne ho solo sentito parlare bene però vorrei sapere dal punto di vista delle vendite in questi anni se x loro è stata una scelta che ha pagato o no.. perché ha conti fatti sono abbastanza “estreme” sia dal punto di vista estetico che funzionale… sono lunghissime!! sembrano essere delle bici fatte solo per gente che vuole tirare a tutta in discesa in mezzo alle pietraie.. ma il biker medio che vuole prendersi una trail bike da 140mm rischia di rimanere un po’ spaventato.. oltretutto da quest anno fanno la forward geometry su tutti i modelli e non più solo su quelli top di gamma. non so, sarei curioso di sapere davvero se come scelta commerciale abbia funzionato o no

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Mondraker è in grande crescita con netto incremento di vendite. La bici più venduta della gamma è proprio la Foxy, come dicevo nell’articolo. A quanto pare ha funzionato bene. In alcuni mercati europei è tra i marchi più venduti.
Se leggi cosa dico nell’articolo per quanto riguarda le impressioni di guida, vedrai che i diversi vantaggi della Forward Geometry non si limitano a quello di poter spalancare nello scassato, a cui tra l’altro ho dato importanza marginale, trattandosi di una Trail bike. La Forward Geometry aiuta molto anche a distribuire l’aderenza in salita, evita che la ruota anteriore si impenni e di conseguenza migliora anche la trazione sulla ruota posteriore, visto che tanti tratti ripidi non occorre farli “in punta di sella”. In discesa rende la bici molto manovrabile anche alle basse velocità, cosa che ti fa capire che in realtà non ha gli stessi difetti che potrebbe avere una bici “semplicemente lunga”. Aiuta in stabilità nel tecnico ed è molto agile nei tratti tortuosi, proprio per il fatto che si ha un controllo più diretto sulla ruota anteriore. Ovviamente è una bici che va guidata in posizione corretta, quindi centrale, caricando l’anteriore quando serve. Per chi ha una guida “difensiva”, spesso con il peso sul posteriore, occorre “aggiornare” un po’ il proprio stile di guida… cosa che comunque torna utile su tutte le bici moderne.

solosiesta
solosiesta

La bici mi è sempre piaciuta….
certo leggere una recensione superpositiva e poi vedere sullo sfondo della homepage la pubblicità della stessa bici non è certo il massimo della comunicazione…..

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Quando ho visto la pubblicità ho immaginato che si sarebbe potuto pensare questo. In tutta sincerità la pubblicità l’ho vista quando è stata pubblicata e non ne sapevo nulla, mentre l’articolo è stato scritto un paio di settimane prima. Ti posso assicurare che tutte le mie sensazioni sono veritiere e che non avrei avuto alcun problema a evidenziare difetti o inadeguatezze, come successo in altre occasioni. Trovo questa bici realmente una delle più valide che abbia mai guidato, indipendentemente da pubblicità o altro, e penso che questo si capisca anche tra le righe, per l’entusiasmo con il quale ne parlo.

raven
raven

e quale sarebbe il problema?

Gianluca.marras
Gianluca.marras

Sarà cara, ma la versione XR è da orgasmo!!! Resta il fatto che in tutte le riviste che ho letto, parlo della versione in alu, ha sempre preso pieni voti e questo la dice lunga sulle potenzialità della bike! Non ho avuto modo di provarla ancora, spero arrivi presto il giorno, ma questo deve essere un gran mezzo!!

solosiesta
solosiesta

@Francesco. Riconosco la tua buona fede ma rimane comunque una pecca a livello di comunicazione, sopratutto rispetto le critiche che spesso si sentono sotto questo punto di vista. Vista la complessità del sito credo che chi lo gestisce avrebbe dovuto quantomeno avvisarti.
In ogni caso se avessi i soldi mi piacerebbe comprarla….

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Chiariamo (anche se non sarei tenuto)! I banner pubblicitari li ha messi direttamente Mondraker su tutti i principali magazine mondiali invitati all’evento di presentazione, in concomitanza con i primi giorni di uscita dell’articolo sulla Foxy Carbon, dopo la scadenza dell’embargo. Non è una scelta di comunicazione di MTB-MAG ma di Mondraker… e a giudicare dalla loro crescita di fatturato degli ultimi anni, si direbbe che i responsabili di marketing e comunicazione del marchio siano professionisti che sanno quello che fanno. Trovo quindi fuori luogo giudicare il loro operato o definire “pecche” le loro scelte, a meno che non si dimostri concretamente di aver saputo fare di meglio in questo campo. Spero sia tutto chiaro! 😉

solosiesta
solosiesta

Capito. Pensavo che in qualche modo MTB Mag avesse un controllo più diretto sui banner pubblicitari.
Chiedo quindi umilmente scusa

Danielef
Danielef

francesco mazza che tu sappia prevedono anche la dune carbon??? l’ho affittata in un giro in uk nel lake districti (posto paura che consiglio a tutti) e mi sono trovato strabene…

Dani1000
Dani1000

Io sono felice possessore di una Foxy R in alu del 2012. Praticamente il propedal non lo metto mai perchè il carro è così stabile che non ne ha i praticamente bisogno, giusto se scatto in piedi bobba un pochino, ma neanche così tanto e nonstante questo l’ ammo continua a lavorare bene. L’ unico problema è la la rigidità laterale sullo scassatone e la qualità dei perni/cuscinetti del carro che dopo un anno di utilizzo normale haggio già acquistato gioco e rumore. per il resto veramente una soluzione azzeccata. Tant’ è vero che nel famoso sondaggio della bici io avrei sognato una bici in carbonio con 140 di sospensioni e un carro vpp. proprio perchè conoscendo le potenzialità di questa bici mi sarebbe piaciutà vederla relaizzata con il top dei componenti e soprattutto con un telaio leggerissimo e con la rigidità che manca all’ alluminio