BH Lynx Race

Nuova BH Lynx Race

18

Il marchio spagnolo BH presenta la sua nuova bici da cross country, la BH Lynx Race. Eccovi i dettagli nel comunicato stampa.

[Comunicato stampa] La nuova generazione della BH Lynx Race è stata sviluppata grazie alla stretta collaborazione con il BH Coloma Team, valutando ogni elemento necessario per conquistare la vittoria nelle più importanti gare mondiali dando la possibilità ad ogni ciclista di trarre vantaggio dall’esperienza acquisita sul campo.



.

Sospensioni posteriori Split Pivot, cuore pulsante della BH Lynx Race

Generazione dopo generazione, la BH Lynx Race ha subìto diversi cambiamenti e migliorie, ma il sistema di sospensioni Split Pivot resta la base portante del suo carattere. Se la versione precedente ruotava attorno a una sospensione da 100 mm di escursione con la predisposizione per i 120 mm, la nuova BH Lynx Race ribalta l’approccio. La geometria e la cinematica sono studiate per un’escursione di 120 mm, ma garantiscono un funzionamento adeguato anche per chi sceglie l’opzione da 100 mm.

BH Lynx Race

È sul terreno che il sistema Split Pivot fa la differenza consentendoti di guidare con la sospensione completamente aperta, senza che la pedalata venga compromessa in alcun modo. Ciò si traduce in un aumento della trazione e nello sfruttamento completo dell’energia. Eccelle anche in discesa senza subire interferenze da alcuna forza frenante. Per cui maggiore aderenza e frenate più brevi, di conseguenza, maggiore velocità.

BH Lynx Race

Rigidità aumentata del 35% tra il triangolo anteriore e il forcellone

Già la precedente BH Lynx Race risaltava in termini di rigidità. Dunque, perché non migliorarla ulteriormente?

In cifre, il collegamento tra il triangolo anteriore e il forcellone è più rigido del 35%, soprattutto grazie alla nuova configurazione dell’asse della bielletta, che si unisce a un sistema dentato. Questa innovazione si unisce all’utilizzo di un punto di rotazione principale sovradimensionato, già inserito efficacemente nella versione di BH Lynx Race precedente.

BH Lynx Race

Con un sistema tanto sensibile ed efficiente, il telaio può concentrarsi su rigidità e precisione della traiettoria, mentre sarà la sospensione a garantire l’aderenza ottimale su ogni tipo di terreno. L’aumento della rigidità, inoltre, influisce direttamente sulla resa della pedalata.

Integrazione massima nel telaio

È evidente. La nuova BH Lynx Race presenta linee stilizzate, eleganti e raffinate, mai viste in passato. Il merito si deve principalmente all’integrazione della chiusura della sella nel telaio, le cui forme, insieme alle nuove linee dello sterzo, vivacizzano il carattere della bicicletta.

Anche l’estetica della nuova bielletta risulta più pulita, raccogliendo l’eredità lineare degli altri modelli di BH e trasmettendo la rigidità visiva che viene plasmata sul terreno. Il telaio dona continuità al sistema di cablaggio interno e mantiene il blocco dello sterzo per evitare collisioni tra il manubrio e il tubo superiore. È inoltre progettato per ospitare pneumatici da 2,4″.

La Lynx Race introduce un’altra importante novità, la possibilità di montare due portaborraccia: il primo nella posizione standard lungo il tubo diagonale; il secondo sul reggisella grazie a un piccolo adattatore che consente il collocamento in posizione ottimale.

Oltre a utilizzare la procedura HCIM (Hollow Core Internal Moulding), sviluppata da BH per la creazione dei modelli da competizione, la fabbricazione del telaio ha selezionato la configurazione del carbonio E-CL (Evo Carbon Layup) con fibre ad alto modulo, al fine di raggiungere il perfetto equilibrio tra massa e rigidità.

Evoluzione della geometria

Come altri aspetti della BH Lynx Race, la geometria è uno degli storici punti di forza del modello. Ora compie un ulteriore passo verso un miglioramento globale. Il tubo di sterzo è stato ribassato, in modo da compensare l’altezza necessaria per l’ingresso dei cavi. L’angolo di sterzo è leggermente più ampio (67° nella versione da 120 mm di escursione), mentre il reggisella è più verticale (76°). Con i loro 430 mm, i foderi restano estremamente compatti, mentre il reach risulta aumentato in tutte le taglie.

Una nuova estetica per la BH Lynx Race

In aggiunta alle novità tecniche, la BH Lynx Race vanta nuove finiture verniciate dal carattere spettacolare che, in diverse combinazioni di colori, lasciano visibili porzioni del telaio in fibra di carbonio. Questi dettagli, già introdotti per la BH Ultimate, si fanno ancora più accattivanti con la nuova BH Lynx Race.

Oltre ai 5 colori di serie, è possibile creare un design personalizzato grazie al programma BH Unique.

Prezzi: sul sito BH Bikes

Commenti

  1. lollo72:

    C'è il reggisella telescopico o è possibile installarlo , ormai su di una XC Race con 120/120 di escursione diventa quasi irrinunciabile , perlomeno progettualmente .
    Anche su una 100/100.
    Ma anche su una front...

    comunque sarà sicuramente possibile installarlo
  2. albatros_la:

    Praticamente per niente come hardtail,



    . Trovi telai occidentali in offerta con geometrie paragonabili (in offerta perché di annata precendente) che costano il doppio, o il triplo con già il mono. Se uno non ha fretta, pure a qualcosa in meno.
    1) qua si parla di full, probabilmente il telaio HT slack è troppo di nicchia per i produttori cinesi

    2) va bene ti aspetto quando ci farai vedere la tua full del 2019 assemblata ne 2023
Storia precedente

Bici della settimana: la Santa Cruz Megatower di Alctraz

Storia successiva

[Highlights] Jackson Goldstone: dalla pushbike alla prima vittoria in coppa del mondo in Val di Sole

Gli ultimi articoli in News