Nuovo pneumatico Specialized Cannibal

23

Specialized presenta il nuovo copertone  da DH Cannibal, già stato sul podio a Lourdes con Finn Iles e Loic Bruni. Ne abbiamo ricevuto un esemplare da testare, in seguito vi diremo le nostre impressioni, quando riusciremo ad usarlo per bene in qualche bike park.


Dettagli Specialized Cannibal


.

29 x 2.4 and 27.5 x 2.4
Mescola: T9
Carcassa: Grid Gravity
Peso rilevato (29 pollici): 1424 grammi
Prezzo: 70€

Se guardiamo il battistrada, possiamo tranquillamente dire che si tratta di qualcosa di completamente nuovo. In particolare ogni secondo tassello lateriale ha un disegno ad L per aumentare il grip in curva, mentre i grossi tasselli centrali dovrebbero assicurare tenuta in frenata.

La mescola è la T9, la più morbida di casa Specialized, ed anche quella che, dopo i nostri test delle gomme da enduro, si è rivelata essere molto performante a livello di assorbimento delle piccole asperità.

La carcassa è un 2ply, cosa che spiega anche il peso, visto che è stata progettata per le piste da DH. In generale, si tratta di una gomma per andare veloci, assolutamente non per essere pedalata. Il che ci riporta all’inizio di questo articolo, e cioé che potremo testarla a dovere solo in una pista da bike park. State sintonizzati!

www.specialized.com

 

Commenti

  1. lorenzom89:

    Boh io la mescola che ha grip e allo stesso tempo durata la devo ancora vedere.. se hai 1 non hai l'altro e vice versa..
    Dico solo che pirelli mi ha piacevolmente stupito per un bell equilibrio di grip e tenuta.. e a un prezzo super onesto.
    su una gomma da DH chi se ne frega mai della durata? Si cerca la prestazione, non la mescola da escursione
  2. marco:

    su una gomma da DH chi se ne frega mai della durata? Si cerca la prestazione, non la mescola da escursione
    Beh penso che il 99% di chi faccia dh non corra al mondiale.. quindi magari non vuole spendere 70 euro di gomma per ogni giornata di bike park.. da qui l'importanza di fare una gomma con prestazioni prolungate nel tempo..

    (magari poi iniziamo a pensare ad essere un minimo sostenibili sul pianeta che ci ospita..)
Storia precedente

L’11 giugno 2022 riapre il Mottolino a Livigno

Storia successiva

Frattura alla clavicola per Loïc Bruni

Gli ultimi articoli in News

Posso la borraccia?

Durante l’ultima salita del Monte Grappa il dominatore del Giro d’Italia 2024, Tadej Pogacar, viene affiancato…