MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Quel maledetto zin-zin del disco

Quel maledetto zin-zin del disco

Quel maledetto zin-zin del disco

14/06/2017
Whatsapp
14/06/2017

Disco che tocca… Che fastidio quell’odioso “zin-zin” ad ogni giro di ruota! E’ davvero una tortura sentire quel rumore mentre si pedala in salita. Come possiamo risolvere questo problema? Scopriamolo nel tech corner di oggi.

Materiale necessario

Attrezzo raddrizza dischi
Divaricatore le pastiglie
Detergente per freni a disco

La causa

I dischi dei freni non sono mai perfettamente dritti… O meglio, forse lo sono appena usciti dalla scatola (non sempre), ma già solo dopo una piccola botta, dopo una discesa lunga in cui si scaldano per bene questi perdon la loro perfetta centratura, deviando di qualche decimo di millimetro. Per questo motivo i produttori di freni realizzano la pinza in modo che ci sia sempre una certa distanza tra pastiglie e disco a riposo, in modo che piccole deviazioni laterali del disco non provochino lo sfregamento con le pastiglie con conseguente rumore.

Lo zin zin è infatti causato dallo sfioramento del disco su di una sola pastiglia. Quando entrambe le pastiglie mordono sul disco, questo non vibra, ma se il disco sfiora una sola pastiglia vibra e produce questo caratteristico rumore.

Disco piegato, ecco la causa dello sfregamento

Le cause di questo problema sono essenzialmente quattro:

  • Pistoncini troppo in fuori: la causa è in genere una pinzata a vuoto senza il disco
  • Pinza non correttamente centrata: essendo da un lato la distanza pastiglie disco insufficiente, il disco sfiora la pastiglia producendo rumore
  • Pistoncino pigro: i pistoni della pinza freno non lavorano simmetrici e quindi da un lato escono più che dall’altro. In questo modo si riduce la distanza disco-pastiglia da un lato con conseguente problema di sfregamento.
  • Disco piegato: anche se è sempre il disco leggermente storto a produrre il rumore (altrimenti sarebbe uno strisciamento continuo), un colpo  bello deciso può piegare il disco oltre il range consentito dalla luce con le pastiglie, portandolo quindi a strisciare.

Per risolvere quindi il nostro problema di rumorosità dovremo agire su queste quattro potenziali cause. Per lavorare al meglio ci occorre un cavalletto o un supporto per tenere la bici sollevata.

Pistoncini fuoriusciti

Può capitare, specialmente se si trasporta la bici in auto, che si schiacci accidentalmente la leva freno senza la ruota ed il disco inseriti. In questi casi i pistoncini fuoriescono, riducendo la luce disco pastiglia e causando problemi di sfregamento.

La soluzione a questo problema è molto semplice: si inserisce l’apposito spessore o la specifica paletta tra le pastiglie, ripristinando la corretta posizione dei pistoni.

Centratura pinza

La seconda verifica che dobbiamo fare è che la pinza sia centrata. La pinza è centrata quando la luce tra le due pastiglie ed il disco è uguale da entrambi i lati.

 

Se la luce tra il disco e le due pastiglie è uguale tra entrambi i lati, la pinza è correttamente centrata

Se la pinza non risulta centrata, occorre a questo punto agire sulle due viti di fissaggio della pinza al telaio o all’adattatore. Allentiamo queste due viti e centriamo la pinza sul telaio. Possiamo usare due tecniche:

  • Allentiamo le viti, pinziamo tirando la leva freno, avvitiamo nuovamente le viti tenendo il freno tirato. Questa tecnica è la più rapida e semplice.
  • Centriamo visivamente la pinza assicurandoci che la luce da entrambi i lati sia omogenea. Questa tecnica è più efficace e va usato quando la prima non ha dato buoni risultati.

Verifichiamo facendo girare la ruota che non ci siano rumori, altrimenti ripetiamo l’operazione o passiamo al capitolo successivo.

Pistone pigro

Può capitare che, a causa dello sporco un pistone, fatichi ad uscire: questo inconveniente si chiama “pistoncino pigro”. Il pistoncino pigro fatica a fuoriuscire, facendo si che il pistone sano esca più del dovuto. Se da un punto di vista del funzionamento questo non causa particolari problemi (a parte la pinza che perde la sua centratura, facilmente risolvibile con i metodi visti prima), in certi casi andando a centrare la pinza il disco può andare a toccare sul corpo della pinza, con conseguente rumore.

Il pistoncino in basso è più fuoriuscito di quello in alto, quello in alto è il pistone pigro che dobbiamo pulire

Per questo motivo è importante sbloccare il pistone pigro per far si che lavori correttamente. L’operazione è semplice:

  • Si mandano in battuta i pistoni, con l’apposita paletta, identificando il pistone pigro (che ricordiamo è quello che fatica a fuoriuscire).
  • Si tolgono le pastiglie
  • Si spruzza brake cleaner
  • Si tiene fermo in battuta il pistone sano e tirando leggermente la leva si fa fuoriuscire il pistone pigro di mezzo centimetro. Si spruzza il brake cleaner e lo si rimanda in battuta
  • Si verifica, con una pompata, che i due pistoni fuoriescano omogeneamente (in caso contrario si ripete il punto precedente)
  • Si rimontano le pastiglie.

Dopo aver sbloccato il pistone pigro è necessario ricentrare la pinza

Una volta sbloccato il pistone pigro occorre ricentrare la pinza e verificare se il disco sfiora ancora da qualche parte

Disco storto

Può capitare che la causa del rumore sia il disco eccessivamente storto, ovvero oltre il limite di tolleranza della luce disco pastiglie.

In questo caso va raddrizzato con l’apposito attrezzo (o in alternativa con una chiave a rullino).

SI identifica il punto in cui il disco tocca, evidenziandolo con un pennarello.

Con la chiave si piega il disco nella direzione opposta a quella in cui è storto, raddrizzandolo. Si verifica che il disco non tocchi più e nel caso si ripete l’operazione.

Dischi particolarmente storti non possono essere raddrizzati, così come dischi che fanno delle “S” particolarmente strette e vanno quindi sostituiti.

In alcuni casi (soprattutto con i dischi Hope), può capitare che il rumore sia causato dallo sfregamento delle boccole del disco flottante sulla pinza, sull’adattatore o sul telaio. In questi casi le opzioni spesso sono poche: o si lavora di lima togliendo un pochettino di materiale, oppure si cambia disco. Anche l’adattatore può fare la differenza: pochi mm o anche solo decimi in meno possono risolvere il problema.

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
The leg
The leg

Argomento già trattato in un precedente articolo (una ripassata non fa mai male), ma come al solito utile e ben fatto.
Grazie Daniel

Danixele

Io ho sempre uno zin zin sul disco posteriore che sembra mi prende in giro.

Sul cavalletto non fa nessun rumore, appena ci salgo sopra e pedalo compare il zin zin maledetto, è probabilmente qualche micro spostamento dell'asse ruota col peso o con la trazione della catena.

In ogni caso il disco è storto, l'ho già radrizzato più volte e sistemato ma poi alla fine delle discese si deforma di nuovo e buona notte. Mi terrò lo zin zin.

Al prossimo cambio comunque passerò alle pastiglie metalliche, più indicate per i miei percorsi.

simoerry
simoerry

“…soprattutto con i dischi Hope”…aggiungerei montati con pinze di altre marche.
Monto da qualche mese un impianto hope con dischi flottanti…ero scettico dato il prezzo….lo ricomprerei domani! e parlo dopo aver provato magura (10 anni fa), avid, shimano e per ultimi sram guide.
Non tornerei più indietro! una solidità, precisione e affidabilità sia nell’utilizzo che nella manutenzione da riferimento. Non posso parlare di magura e formula in quanto non ho provato modelli recenti ma shimano e sram si sognano certe prestazioni e scrivo da grande fan di shimano.
Mi chiedo come mai su bici di certo livello/prezzo non siano montati di serie…marketing?

Becciu
Becciu

Probabilmente puro e semplice prezzo.
Dubito che Hope abbia una produzione abbastanza voluminosa da permettere di essere competitivi sugli OEM con Shimano o SRAM.

stilgar

domandona…per pulire i pistoni invece del brake cleaner l’alcol isopropilico può andare?

enzo steppa
enzo steppa

quando si cerca di riallineare il disco con l’apposito attrezzo è meglio agire lontano dalla pinza…non come si potrebbe intendere dall’ultima foto che posiziona la “manina” in prossimità della pinza:
non si avrebbero margini di flessibilità sufficienti per andare oltre il coefficiente elastico del materiale

simoerry
simoerry

[quote="Danybiker88, post: 8158451"][quote="simoerry, post: 8158361"]"…soprattutto con i dischi Hope"…aggiungerei montati con pinze di altre marche.

Monto da qualche mese un impianto hope con dischi flottanti…ero scettico dato il prezzo….lo ricomprerei domani! e parlo dopo aver provato magura (10 anni fa), avid, shimano e per ultimi sram guide.

Non tornerei più indietro! una solidità, precisione e affidabilità sia nell'utilizzo che nella manutenzione da riferimento. Non posso parlare di magura e formula in quanto non ho provato modelli recenti ma shimano e sram si sognano certe prestazioni e scrivo da grande fan di shimano.

Mi chiedo come mai su bici di certo livello/prezzo non siano montati di serie…marketing?[/quote]Ni, i dischi hope danno problemi anche su alcune forcelle e su alcuni telai, pur montando pinze Hope. Quelle boccole sporgenti sono "fuori standard" e se c'è poca luce tra disco e telaio/forcella possono toccare.

Ho avuto problemi sia con i dischi ventilati che non ma flottanti, la soluzione è stato passare a dischi flottanti senza boccole sporgenti, tipo i Corsa Estrema oppure a dischi tradizionali in acciaio.

Invece i problemi di interferenza boccola/pinza freno si hanno solo su impianti di marche differenti oppure utilizzando adattatori non Hope.[/quote]Mi riferivo infatti a problemi con la pinza, non avevo pensato ci fosse cosi poco spazio con alcuni telai!

Ho imparato una cosa nuova! Come sempre super competenti! 😀

stilgar

[quote=", post: "][/quote]dipende…su amazon l'isopropilico praticamente lo regalano ;-), grazie della risposta.

Teo85
Teo85

@Daniel nonostante un’accurata pulizia dei pistoncini ripetuta più e più volte non riesco mai a farli funzionare simmetricamente. Mi capita sia con Sram che con Formula.
Il pistoncino (che si trova sul lato della pinza con innesto tubo) e’ sempre più “veloce”. Hai qualche consiglio? Grazie

Velocity
Velocity

Ì miei Kettle Sicc carbonceramici sono impossibili da raddrizzare e non frenano un kaiser ma sono talmente belli che me ne frego altamente…

ANDREAMASE

[QUOTE="Velocity, post: 8158498, member: 95026"]Ì miei Kettle Sicc carbonceramici sono impossibili da raddrizzare e non frenano un kaiser ma sono talmente belli che me ne frego altamente…[/QUOTE]

upgrade razionale eh!?!?!:-)

Velocity
Velocity

[QUOTE="ANDREAMASE, post: 8158503, member: 1341"]upgrade razionale eh!?!?!:-)[/QUOTE]

 

In filosofia si sostiene che un concetto per essere affermato con credibilità deve anche essere negato talvolta….Nel mio caso mi servivano 2 dischi supeleggeri da mettere sulla bici da strada dopo aver cambiato le ruote con una coppia che pesava quasi 500grammi in meno delle precedenti .Cercando in giro ho trovato questi a metà prezzo (cioè il triplo di una coppia di dischi normali) e li ho presi….Se tieni conto che la bici sulla quale li ho montati è la stessa da oltre 10anni e che tengo con cura maniacale vedi che uno strappo alla regola ci sta specialmente se in ottica diminuzione peso/aumento prestazioni sulle ruote…

gargasecca

[QUOTE="Danybiker88, post: 8158451, member: 3504"]Ni, i dischi hope danno problemi anche su alcune forcelle e su alcuni telai, pur montando pinze Hope. Quelle boccole sporgenti sono "fuori standard" e se c'è poca luce tra disco e telaio/forcella possono toccare.

Ho avuto problemi sia con i dischi ventilati che non ma flottanti, la soluzione è stato passare a dischi flottanti senza boccole sporgenti, tipo i Corsa Estrema oppure a dischi tradizionali in acciaio.

Invece i problemi di interferenza boccola/pinza freno si hanno solo su impianti di marche differenti oppure utilizzando adattatori non Hope.[/QUOTE]


difatti su una bici ho tutto Hope…sull' altra ho pinze Saint con adattatori e dischi Hope…e NON toccano.

Posso aggiungere che con l' apposito attrezzo i dischi Hope sono cmq difficili da raddrizzare proprio per via delle boccole.

jimmy27
jimmy27

Comunque con i dischi, a parte gli hope che reputo superiori, si va a fortuna alcuni sono già storti da nuovi, altri si stortano alla prima discesa. Ora sto usando gli sram centerline e vanno bene ma ripeto gli hope erano molto meglio.

Dan75

Come sempre preziosi consigli dall'angolo tech:il-saggi: .

A me é capitato 2 volte di centrarmi da solo la pinza.

Perché come si dice… se le cose le vuoi fare bene il più delle volte te le devi fare da solo.

Sciuscia

[QUOTE="stilgar, post: 8158424, member: 1786"]domandona…per pulire i pistoni invece del brake cleaner l'alcol isopropilico può andare?[/QUOTE]

Io di solito uso quello.

Inviato dal mio Nexus 5X utilizzando Tapatalk

simo89
simo89

Se è poca “roba” io lo raddrizzo a mano facendo leva coi pollici…di solito lo zin zin scompare

marpa
marpa

Articolo molto interessante ma sulla procedura di centratura della pinza , secondo me la prima procedura (allentare le viti, pinzare e riavviare le viti) funziona solo se i pistoncini escono simmetricamente e le pastiglie hanno un consumo regolare , se i pistoncini non sono simmetrici la pinza sarà spostata a destra o sinistra e se le pastiglie non hanno un consumo regolare potrebbe non essere parallela al disco. Secondo me la procedura migliore è quella suggerita da Hope che consiglia di allineare la pinza al disco (risulta più facile togliendo le pastiglie ) , poi si rimontano le pastiglie e si danno alcune pinzate , se i pistoncini lavorano all’unisono non c’è altro da fare mentre se uno si avvicina più dell’altro si cerca di farlo rientrare per fare uscire maggiormente il pistone meno fluido ed avere equidistanza di entrambe le pastiglie dal disco . PS: io ho freni Hope V4 e seguendo questa procedura una volta effettuata la centratura ho dovuto fare una piccola correzione dopo il rodaggio dopodiche’ il funzionamento e’ stato perfetto per tutta la stagione .

cer-mtb

[QUOTE="Teo85, post: 8158487, member: 152015"][USER=5520]@daniel[/USER] nonostante un'accurata pulizia dei pistoncini ripetuta più e più volte non riesco mai a farli funzionare simmetricamente. Mi capita sia con Sram che con Formula.

Il pistoncino (che si trova sul lato della pinza con innesto tubo) e' sempre più "veloce". Hai qualche consiglio? Grazie[/QUOTE]

A me succede la stessa cosa con gli sram….nonostante accurata pulizia con l'isopropilico, consigli?

Chuck26
Chuck26

Stesso problema qua con Sram Guide R. Dopo neanche un mese di vita, sia la pinza anteriore che posteriore hanno iniziato ad essere asimmetriche nell’uscita dei pistoncini. Riesco a mitigare il problema solo pulendo con abbondante isopropilico e, uno alla volta, con un velo di Dot Grease su ognuno dei 4 pistoncini della pinza. Ma la cosa dura 3-4 uscite poi siamo punto a capo. Il problema non é tanto il rumore di sfregamento (a volte neppure presente) quanto il fatto che, uscendo asimmetricamente, i pistoncini spingono le pastiglie non parallelamente al disco, fornendo una sensazione estremamente spugnosa della leva sotto le mani. Non é un problema di spurgo (già fatto), perché se pulisco i pistoncini, la prima uscita la sensazione di inizio contatto delle pastiglie é bella secca e netta…qualche suggerimento?

Mandi!
Chuck26

jimmy27
jimmy27

Cambia le pastiglie. Con le pastiglie nuove il problema non si presenta. Io le cambio quando arrivano circa a meta

Chuck26
Chuck26

Grazie, avevo notato che con le pastiglie nuove il problema si riduce drasticamente!
Però mi pare assurdo che per avere un impianto in ottimo stato debba buttare le pastiglie con ancora mezza vita utile…

Mandi!
Chuck26

albans81

io ho un impianto XT M8000, ho montato dei dischi flottanti hope, ma, centrando la pinza, il bullone di flottaggio mi va a sfiorare la sede di fissaggio della pinza all'adattatore. La cosa è millimetrica ma sufficiente a far sfregare alcuni bulloncini contro la pinza freno. è possibile risolvere in qualche modo?

Altrimenti non devo centrare la pinza, però in questo modo ho i pistoni che lavorano asimmetrici e la corsa maggiore della leva, con conseguente frenata deludente. Grazie mille.

scnia
scnia

Da quel che leggo comunque sram/avid sono un casino per i pistoni asimmetrici. Io ho dei vecchi avid elixir e se funzionassero bene sarebbero grandiosi, il problema dei pistoni è frequente inoltre sto zin zin pare un problema da conviverci nonostante addrizamenti.
Prossimi freni comunque Hope!

Balzy
Balzy

Posso dirti che io ho avuto lo stesso problema con Shimano XT. Non c’è stato nulla da fare, nonostante spurgo, pulizia e revisione completa della pinza, un pistone continuava a uscire più dell’altro.

Non ho mai risolto il problema, alla fine mi sono ridotto anche io a cambiare pastiglie quando arrivavano a metà.

scnia
scnia

Strano io pensavo invece che shimano un po si salvasse. Io comunque uso le pastiglie finché non finiscono poi quando son finite ripristino tutto.

Pietro.68

[QUOTE="Velocity, post: 8158498, member: 95026"]Ì miei Kettle Sicc carbonceramici sono impossibili da raddrizzare e non frenano un kaiser ma sono talmente belli che me ne frego altamente…[/QUOTE]

i carboceramici frenano solo con le pastiglie dedicate e solo se sono molto caldi… molto poco adatti per una bici.

Velocity
Velocity

[QUOTE="Pietro.68, post: 8158921, member: 68729"]i carboceramici frenano solo con le pastiglie dedicate e solo se sono molto caldi… molto poco adatti per una bici.[/QUOTE]

Non è vero che frenano solo a caldo (quellu sono il solo Carbonio) mentre questi sono dello stesso materiale delle supercar stradali che devono per forza frenare anche a freddo.Inoltre mi sembra che ne avevamo già parlato….Se non ricordo male tu non li hai mai posseduti né provati quindi….Per quanto riguarda le pastiglie dedicate l'imperatore S-light non mi ha saluto aiutare perché pare si trovino solo negli USa ad un prezzo assurdo

DoubleT
DoubleT

…ma vi ricordate quanto bene si andava con i v-brake?

jimmy27
jimmy27

Me lo ricordo eccome e ritengo che per molte discipline sarebbero tuttora validi. Ma la moda detta legge!

gargasecca

[QUOTE="DoubleT, post: 8159198, member: 79213"]…ma vi ricordate quanto bene si andava con i v-brake?[/QUOTE]


Come no…fino a quando non uscivi con la neve…:specc::-x:


Sulla front ho i v-brake…:-|

Pietro.68

bastava anche un po' di pioggia…

smaz

Coi Vbrake frenare a un dito era impensabile e poi potevi finire il cerchio…. io poi avevo gli xt che facevano un rumore tipo barrito da elefante indiano….

Sciuscia

[QUOTE="jimmy27, post: 8159231, member: 3740"]Me lo ricordo eccome e ritengo che per molte discipline sarebbero tuttora validi. Ma la moda detta legge![/QUOTE]

Sarebbero perfetti per ogni disciplina che non preveda acqua e fango.

La MTB indoor.

Inviato dal mio Nexus 5X utilizzando Tapatalk

jimmy27
jimmy27

Almeno il 50% dei biker che conosco quando piove non escono, in inverno sciano. I loro giri pur lunghi non prevedono discese difficili. Per loro dei buoni v-brake andrebbero piu che bene 😉

SandroRiz
SandroRiz

E per il fischio da risonanza? Stessa causa e quindi stessa procedura? Oggi ho messo le pastiglie nuove e quando raggiungevo una certa velocità partiva un sibilo lancinante… Giro rovinato 🙁

MTBorel
MTBorel

Qualcuno può consigliarmi un brake cleaner per il pistone pigro?
Grazie

Haran Banjo
Haran Banjo

Muc-Off brake cleaner, lo uso da anni.

lux187
lux187

TOP…..Grandissimi ragazzi.

uomoragno.org
uomoragno.org

Bell’articolo e ben fatto! Grandi!

Mitch80

Bellissimo argomento, soprattutto per un totale inesperto come me che è passato da poco da un V-Brakes a un freno a disco e non sa dove metter mano per la manutenzione di base.

OnePunchMan
OnePunchMan

Giusto per aggiornare: la bici la sono andata a prendere dal meccanico e, secondo lui, il rumore proveniva dai copertoni e quindi non ha toccato nulla. Non convinto, mi ci sono messo io a regolare i freni ed ora non si sentono per nulla e le ruote girano libere….. devo cambiare meccanico? xD

Ho tribolato molto per la pinza posteriore per via del posizionamento delle viti che della pinza stessa in quanto non mi permette di vedere bene gli spazi tra pastiglie e disco e quindi sono dovuto andare ad orecchio…. ora non sento nulla quindi dovrebbe essere tutto a posto e la bici frena sempre da dio ma le viti hanno subito un po’ di trauma 😀

Pietro.68

[QUOTE="OnePunchMan, post: 8176361, member: 234968"]ora non sento nulla quindi dovrebbe essere tutto a posto e la bici frena sempre da dio ma le viti hanno subito un po' di trauma :D[/QUOTE]

che trauma possono mai aver subito delle viti a brugola???

sembola

[QUOTE="Pietro.68, post: 8177077, member: 68729"]che trauma possono mai aver subito delle viti a brugola???[/QUOTE]

Il trauma di aver sentito un sedicente meccanico attribuire uno "zin zin" al copertone…;-)

OnePunchMan
OnePunchMan

[QUOTE="Pietro.68, post: 8177077, member: 68729"]che trauma possono mai aver subito delle viti a brugola???[/QUOTE]

Sono in un posto non comodissimo (le brugole della pinza posteriore) e non avendo le brugole a T le ho sforzare con delle brugole che non si inserivano in modo perfettamente dritto. Però non si sono fatte nulla… giusto sopra si sono pò "scheggiate". Ora ho ordinato le brugole a T cosi potrò gestire il tutto al meglio anche perché, dopo una mini uscita giusto per testare, dietro si è ripresentato il rumore e quindi suppongo che non ho fatto tutto nel modo corretto mentre d'avanti non si sente nulla.