Si riesce ad andare in bici con la mascherina antivirus?

Si riesce ad andare in bici con la mascherina antivirus?

Marco Toniolo, 23/04/2020
Whatsapp
Marco Toniolo, 23/04/2020

Al momento, in Italia come in Spagna e in Francia, è vietato fare sport all’aria aperta a causa del coronavirus. Si spera di poterlo fare dal 4 maggio, data in cui il lockdown dovrebbe essere allentato. Cosa succederebbe però se si fosse costretti ad indossare la mascherina anche durante l’attività sportiva? Mi sono offerto come cavia e ho provato…

 

Se non l’avete ancora fatto, iscrivetevi al nostro canale Youtube, grazie!

 

Commenti

  1. drmale:

    Un po' di chiarezza va fatta......Se il legislatore impone uso di mascherine durante attività sportiva significa che siamo entrati in una fase di governo della situazione, delirante.
    Da addetto del settore, e in prima linea senza sosta da 43 giorni, non riesco a comprendere la ragione della maggior pare delle iniziative messe in atto, per cui credo che imporranno la mascherina per andare in bici.
    Quotissimo, amico mio!!

    Grazie per quello che fai per noi, rischiando di tuo.
  2. Velocity:

    Per la precisione non esistono mascherine antivirus al 100% anche la piu efficace FFP3 lascia passare il 30% di quello che c'è fuori e in uscita avendo la valvola di respirazione è completamente inutile...Per fare un esempio comprensibile pensare che una mascherina possa proteggere dal virus è come pensare che le sbarre di una finestra possano fermare le zanzare...Quindi l'unico scopo è impedire che le gocce di saliva vadano a finire in faccia a qualcuno è per questo basta una chiurugica o un foulard...Resta il fatto che qualsiasi cosa davanti alla bocca non permette di resipirare a dovere(lo ripeto da un mese visto che pedalo tutti i giorni passando da FFp3 con valvola a FFp1
    2 con valvola ( valvole troppo piccole per respirare bene sotto sforzo) fino all'attuale FFp1 senza valvola che comunque tengo abbassata quando aumento il ritmo...Mi fa specie che non si parli mai di occhiali protettivi che sono altrettanto importanti, io uso una mascherina di protezione che è un altro degli articoli DPI che vendiamo
    Anche qui un po' di chiarezza. Le ffp2 filtrano al 95%, sono adatte a polveri sottili e proteggono da microorganismo che si diffondono attraverso l'emissione di particelle di saliva e altre sostanze organiche. Le ffp3 stanno tra il 98% e il 99%, proteggono anche da microorganismi a trasmissione aerea (es. tbc). Quest'ultime, dice iSS, per il covid sono utili solo in caso di manovre di aspirazione, intubazione persone affette. Ora esistono ffp2 o 3 con e senza valvola. Quelle con la valvola sono dette mascherine egoiste, perché proteggono chi le indossa e non gli altri. La valvola si chiude in inspirazione, e l'aria filtra dai micropori, mentre in espirazione viene scaricata dalla valvola che si apre ed espelle tutto. Non ha nessuno scopo portare tali mascherine perché sono utili solo in caso di contatto ravvicinato con persone malate. Potrebbero essere utili, anzi lo sono di certo, per persone che lavorano in supermeracati o in front office, e non sanno se chi hanno davanti è o non è affetto. Per gli operatori sanitari sono utili per difendersi, ma purtroppo inutili per proteggere gli altri. Quindi per operatori sanitari è da raccomandarsi in caso di trattamento di persone covid19 o sospette la ffp2/3 senza valvola. Naturalmente la ffp2/3 in presenza di barba, che impedisce la perfetta aderenza al viso, ditemi voi a che serve.
    In mtb ffp2/3 non servono a nulla, di nulla di nulla, in più si intasano di polvere e sudore in 3 minuti e son da buttare subito. La ffp2/3 se indossata con la perfetta aderenza al viso - senza barba! - è scomoda e non fa respirare. Smettiamola di togliere mascherine ffp2/3 a chi ne ha bisogno: operatori sociali e socio sanitari, e lavoratori in front office. Lavoro in ambiente sanitario con presenza di COVID19, ma non essendo a contatto diretto con malati - visto che faccio il capo - non ho bisogno della ffp2/3, che deve invece portare il mio personale che lavora a contatto. Loro rischiano, io no! anche se poi condividiamo gli stessi spazi. Io porto la mascherina chirurgica non per proteggermi, ma per proteggere gli altri. Voi non sapete quanto mi incazzo quando non trovo sul mercato gli approvvigionamenti di FFP2/3, perché vengono mandate per posta alla cittadinanza.
    Faccio veramente fatica a capire cosa possa servire durante un uscita in mtb la mascherina in generale, come ripeto si inzuppano e sono inutili... poi andiamo al supermercato e quanti di voi disinfettano con soluzione alcolica al 70% o a base di candeggina le sacchette, le confezioni di prodotti vari, la frutta ecc. Tutte cose che se si ragiona sono più contagiose: possono essere contaminate, poi le tocchiamo con le mani, e poi ci tocchiamo gli occhi, il naso, ecc.
    Dovrei scusarmi per la lungaggine di questo post, ma non lo faccio perché mi girano le balle.
  3. Gianz:

    Continuo a pensare: come si potrebbe adattare una visiera in plexiglass al casco della bici? Magari di miglior qualità e fattura da quelle da decespugliatore, ma che ti permetta di avere naso e bocca liberi. Una rottura in tutti i sensi, ma almeno non hai una camera di condensa attaccata alle vie respiratorie.

    Prega di non cadere con sto plexiglass davanti alla faccia...