Sulle tracce dell’Alta Via Stage Race

Sulle tracce dell’Alta Via Stage Race

12/06/2017
Whatsapp
12/06/2017

Ho sempre desiderato esplorare quel lato della Liguria più schivo, lontano dalle spiagge affollate e dal traffico, che si svela sasso dopo sasso, percorrendo l’Alta Via dei Monti Liguri. Quando ancora la mountain bike non aveva ingemmato i miei progetti, immaginavo il Cammino di Santiago dei miei sogni, congelandolo in un velleitario prima o poi.

Mi accontentavo di cogliere qualche pietra preziosa, a piedi prima, in bici dopo, di questa grande corona che la Liguria indossa orgogliosa per regnare sul suo mare.

Non ricordo quando la notizia bussò alle mie orecchie. Ricordo solo che accadde l’istante prima che decidessi di partecipare.

Convincere poi Roberta, che ha percorso nella vita più chilometri sulla sella che sul sedile di una macchina, fu facile come scendere per un singletrack dal fondo liscio e compatto.

Era la prima edizione dell’Alta Via Stage Race e per me, ciclista colma di passione, ma pur sempre della domenica, rappresentava in quel momento l’impresa, la sfida, l’evasione, la ricerca.

In questa gara ho scoperto la regione in cui sono nata e ho vissuto. Con Roberta abbiamo pedalato tra colori e profumi, tra pennellate e suoni…

…tra fatica (molta) e sollievi (pochi), tra ombra e luce, nel freddo e nel caldo, in spazi immensi esteriori ed interiori.

Essere immersi nella natura selvaggia per giorni ti restituisce la persona che sei, quella che a volte si frammenta in ruoli che la vita ti assegna, anche non per tua volontà, e che coincide con quella che hai bisogno di essere.

La bellezza della vita è indefinibile perché sono infinite le forme in cui si esprime. Coglierne tante facce in poco tempo è stato il dono più prezioso di questa esperienza che porterò per sempre con me.

La grande sorpresa di questa sesta edizione è la prima tappa, ideata da Andrea Segreti, atleta e guida di mountain bike della zona. I partecipanti correranno su uno dei palcoscenici più conosciuti al mondo: le Cinque Terre. Sfido anche i più competitivi, nei rilanci o nelle rampe ripide, a non indugiare con lo sguardo, almeno per un attimo, dove la mano di Dio è stata più generosa.

L’arrivo a Levanto mozzerà il fiato a chi non l’ha ancora lasciato su qualche roccia nei duemila metri di dislivello precedenti, e non solo per la bellezza.

Bisogna affrontare il popolare sentiero 28-19 con l’anima freeride di chi lo mantiene per divertirsi e far divertire su sponde, salti e rilanci, …

…per trasportarsi e non lasciarsi trasportare nelle sezioni più rocciose in una discesa che, come in un patchwork, colleziona tutti i terreni della Liguria.

Dal Monte delle Streghe scendiamo per un truciolo colorato di oro dal sole, che si avvita nella macchia mediterranea in multipli tornantini…

…con l’effetto di dilatare il tempo in questo angolo di paradiso e di rimandare l’arrivo al mare.

E’ solo la prima tappa, ma sono sicura che vi darà tutta l’energia necessaria per quelle successive. E io sarò con voi. Questa volta non gareggerò in sella ad una passione, ma ne terrò un’altra tra le mani per donare all’eternità qualche istante di una grande avventura.

A tra poco!

Alessandra

[ad45]

Informazioni e tracce GPS

“Only the brave!” recita il motto dell’Alta Via Stage Race.
Resistenza e tecnica sono le doti richieste ai partecipanti che devono affrontare salite e discese impegnative da La Spezia a Imperia per una settimana, per quasi 600 Km e per più di 19 mila metri di dislivello in un palcoscenico naturale spettacolare. E dietro tutto questo una fantastica squadra che orchestra da sei anni, con le difficoltà che si possono immaginare in un così grande territorio, il dietro le quinte dei saliscendi degli atleti.
La sesta edizione è alle porte, 17 Giugno, ma, grazie alla possibilità di partecipare anche solo nel weekend o solo un giorno, potreste aggiudicarvi un pezzo della corona e fare sì che questa non sia l’ultima edizione.

Non può e non deve scomparire questo meraviglioso viaggio. Così definirei l’alta via stage race: un viaggio!

Info più dettgliate su altaviastagerace.com e sulla pagina facebook

Le tappe

Stage 1:
55,49 km 2680 m D+ 2838 D-
traccia GPS

Stage 2:
81,18 km 2665 m D+ 2305 D-
traccia GPS

Stage 3:
69,16 km 3353 m D+ 3187 D-
traccia GPS

Stage 4:
67,84 km 2899 m D+ 2877 D-
traccia GPS

Stage 5:
66,81 km 2188 m D+ 2266 D-
traccia GPS

Stage 6:
72,86 km 3676 m D+ 2641 D-
traccia GPS

Stage 7:
79,33 km 3446 m D+ 4538 D-
traccia GPS

Stage 8:
22,91 km 1375 m D+ 1375 D-
traccia GPS

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Maurizio Deflorian

Bellissime foto come sempre, bravissima!
L’alta via dei monti liguri è una delle cose più belle che ho mai fatto, non come stage race ma come liguria mountain divide, stesso percorso ma non stop, io ci ho messo in 5 giorni.
Rimarrà per sempre nel mio cuore!

BAROLO71
BAROLO71

Brava come sempre…co voleva una come te per rendere giustizia a questa bellissima gara!
Non sapevo dell’arrivo a Levanto di quest’anno…direi scelta azzeccatissima visto che il 28-19 e’ uno dei sentieri più belli del Levante !

jomark
jomark

No dai…Ok le foto stupende, ok i testi idem…Ma:
“La bellezza della vita è indefinibile perché sono infinite le forme in cui si esprime.”In questo contesto…Trascende la prosa per diventare poesia…Eccezion-Ale!

impeto72
impeto72

Anche il tuo commento è niente male!

keko11
keko11

Ciao, è fattibile in solitaria o la sconsiglieresti assolutamente?

Dani1000
Dani1000

Sembre brava, complimenti a te e ai tuoi compagni di viaggio e avventura.
Da genovese ti seguo sempre con un occhio di riguardo e devo dire che mi ritorvo molto in quello che descrivi della nostra bellissima regione
Volevo scaricarmi le tracce, ma molti link sono errati,
grazie

Mauro Franzi

Dani1000 Sei certo? A me funzionano tutti correttamente.

Dani1000
Dani1000

mi apre una pagina FB, poi in effetti c’ è un collegamento che mi riporta alla traccia corretta

Pietro.68
Pietro.68

Posti bellissimi. Foto bellissime. Testi bellissimi.
Manca solo che riesci a far sorridere Mauro in una foto e saremmo al TOP 😀 😀 😀

yura

Che bello aprire l’ home page del MAG e trovare un tuo articolo Ale !
Prendersi qualche minuto per leggere ed assaporare le immagini ha un valore grande, sopratutto ora che son fermo ai box.
Grazie e resto in trepidante attesa della prossima puntata, come un bimbo che aspetta il Natale…(va beh, bimbo inside ormai)

🙂

warez
warez

Senza pensare neanche per un secondo alla gara (per il livello tecnico e la forma fisica che mancano) l’alta via mi attira veramente un sacco e e prima o poi mi piacerebbe veramente farla..anche solo un pezzettino…

Bellissime immagini e parole …come sempre del resto…complimenti Alessandra!

bugu
bugu

Ale quando corredi le splendide foto con i tuoi commenti fai venir voglia di volare!!!
Grandissima

BAILARò
BAILARò

Che bei ricordi grazie tesoro per avermi riportato a quella bella esperienza … una fatica notevole ma una bella sfida con se stessi… almeno per me

BAILARò
BAILARò

Che bei ricordi grazie tesoro per avermi riportato a quella bella esperienza … una fatica notevole ma una bella sfida con se stessi… almeno per me

lucafrica
lucafrica

Bel testo! La metafora iniziale subito fa entrare in mondo che è più romanzo o poesia rispetto agli articoli normali. Hai una marcia in più secondo me: bellissimo! Grazie 🙏😊

alezof
alezof

Ciao @ale di pezza
Pensando di farlo con e-bike, e visto i dislivelli impegnativi ( che non consentirebbero nemmeno ai più preparati di chiudere una tappa con una sola carica) ci sono punti dove poter ricaricare, diciamo con frequenze di circa 1.500 mt di dislivello?
Grazie e complimenti per l’articolo.. fai venire subito voglia di lasciare tutto e avventurarsi 😉

Mauro Franzi

@alezof Alessandra potrà essere più precisa di me, ma a quanto ne so nelle passate edizioni c’erano anche alcuni tratti non pedalabili. Spallarsi la e-bike mi sa che non è il massimo…

alezof
alezof

Diciamo che dipende da quanto bisogna spingere 😬 comunque no, non è il massimo! Ho fatto esperienza di spingere e trasportare la bike in tratti non pedalabili, ma ti spezza molto velocemente!
Grazie della preziosa info 👍🏻

wsurfista.saltuario
wsurfista.saltuario

“….Essere immersi nella natura selvaggia per giorni ti restituisce la persona che sei…”

Quanto mi sono ritrovato in questa frase..

Bellissimo Articolo… Bellissime fotografie…

Ale di Pezza Con questi report ci aiuti a sognare

Grazie Mille

world
world

Grande Ale !
Spettacolo

Santiago de Compostela quando vuoi come vuoi…..