Superenduro di Pogno: i risultati

Superenduro di Pogno: i risultati

04/04/2011
Whatsapp
04/04/2011

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/1/thumbs_576/8055.jpg[/img]

[Comunicato stampa] Il Superenduro ha vissuto un altro weekend memorabile dopo il fantastico inizio del mese scorso il Liguria.
In Piemonte a Pogno (NO) è andata in scena la seconda gara sprint dell’anno organizzata dalla ASD Mtb i Gufi, un gruppo unito e compatto che dopo il debutto sorprendente dello scorso anno ha nuovamente allestito una manifestazione perfetta con la collaborazione di Cicobikes, del Team Locca e della Pro Loco di Pogno, che ha messo a disposizione la grande tensostruttura per la premiazione, il pastaparty finale e la cena del sabato sera.
Gli oltre 350 iscritti testimoniano la grande qualità organizzativa di questa sprint, curata in maniera quasi maniacale dai Gufi sotto ogni punto di vista. Prove speciali in condizioni perfette, standard di sicurezza altissimi, navette per trasportare il numeroso pubblico sul percorso sono soli alcuni esempi del grande lavoro di questo gruppo di quindici persone che basano il loro sodalizio sull’amicizia e sulla grande passione per la mountain bike.

Proprio la mountain bike rappresenta per Pogno una grande occasione di crescita ed il grande successo del Superenduro ne è la testimonianza. Tanto il pubblico presente nell’arena finale delle prove speciali 1 e 3, creata dai Gufi in mezzo al tipico sottobosco della zona; una serie di tornanti tecnici e spettacolari a due passi dal paddock che hanno attirato un gran numero di spettatori.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/1/thumbs_576/8056.jpg[/img]

Non solo spettatori a piedi ma anche in bici, desiderosi di scoprire nuovi percorsi conosciuti proprio grazie al Superenduro: questo è un altro obiettivo importantissimo che da subito si è posto lo staff del circuito gravity sempre più al centro dell’attenzione. Il Superenduro non è più solamente una semplice disciplina fuoristrada, ma un grande movimento che sta stimolando le aziende del settore. Ne è la testimonianza la partecipazione alla sprint di oggi del product manager di Rose Andreas Heimerdinger; il tecnico-rider tedesco che è solito pedalare sui percorsi italiani ha “scoperto” il Superenduro valutandolo un ottimo banco di prova per sviluppare i prodotti del futuro.

Tanti anche gli spunti tecnici di questo secondo weekend si Superenduro, a cominciare dal ritorno alla vittoria assoluta del pilota di casa Davide Sottocornola; l’allenamento intensivo di quest’inverno ed il cambio di bici hanno rivitalizzato Davide, che non saliva sul gradino più alto del podio dal 2009. “Vincere qui è bellissimo e farlo al debutto con il nuovo team e la nuova GT lo è ancora di più. Ora la mia stagione proseguirà con tutte le tappe Pro del Superenduro e con qualche Avalanche ancora da definire”. Il pilota del nuovo team Gt 360 Degrees a fine gara era raggiante, felicissimo per il successo sfumato l’anno scorso dopo una grande battaglia con Andrea Bruno, oggi secondo. Il rider del team Ready 2 Ride ha lottato come un leone sulla sua Transition, ma oggi contro Sottocornola c’era ben poco da fare. Terzo posto per Alex Lupato, ormai non più una sorpresa sulla Lapierre del Team RosasBike; il giovane piemontese ha dimostrato ancora una volta tutto il suo valore e probabilmente avrebbe potuto impensierire i primi due senza la rottura della catena nel prologo di sabato sera ed una caduta sulla seconda prova speciale.

Al quarto posto troviamo Vittorio Gambirasio sulla Ibis del Team Surfing Shop, staccato di quasi un minuto dal vincitore ma che resta davanti per un solo secondo a Davide Zanghirati, su Transition del Team Locca. Sesto l’altro dei fratelli Gambirasio, Carlo, su Specialized del Team Surfing Shop seguito da Mattia Arduino su Orange del Team Ezio Bike e da Gerardo Bottinelli su Specialized che completa la festa del Team Locca, oggi trionfatore tra le squadre nella gara di casa. Nono posto per Giulio Valfrè del Team La Bicicletteria su Ibis, chiude la top ten Manuel Ducci del Team Riviera Freeride su MDE.
Combattuta anche la categoria Promosport con ben 24 biker al via: il successo è andato al portacolori del Team Locca Marco Porceddu su Specialize, davanti a Thomas Costantini su Kona ed a Simone Invernizzi su Cube.
Le classifiche complete sono scaricabili a questo link.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/1/thumbs_576/8054.jpg[/img]

Ora il Superenduro si prende due settimane di pausa per preparare al meglio la prima attesissima tappa pro del 2011, quella di Sestri Levante del 16 e 17 aprile. Già nei prossimi giorni arriveranno le prime news, stay tuned!