MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Team Syndicate silurato dalla UCI

Team Syndicate silurato dalla UCI

Team Syndicate silurato dalla UCI

14/02/2015
Whatsapp
14/02/2015

L’Unione Ciclistica Internazionale ha pubblicato ieri la lista degli Elìte e Trade team UCI della stagione 2015. A sorpresa all’interno di questa lista non compare uno dei team più popolari del circus della DH internazionale, ovvero il Santa Cruz Syndicate.

La causa è da imputare al race kit del team, ovvero la divisa, che non rispetta il comma 4.9.017 del regolamento UCI.

Il comma in questione recita: Sottoponendosi all’iscrizione, ogni squadra ELITE MTB UCI deve presentare il disegno (grafico) della sua maglia sociale, a colori e con i logos degli sponsors. Tutti i corridori di una squadra hanno l’obbligo di portare il vestiario sul quale figurino le stesse scritte degli sponsor principali, con la stessa disposizione e visibilità generale, con la possibilità però che i colori delle divise degli uomini e delle donne possano risultare diversi. In questo caso devono essere presentati i due modelli (grafici) differenti.

s1200_syndicatejerseys

Questa regola non esiste da quest’anno in realtà, ma da diverse stagioni. Evidentemente l’UCI, dopo anni di pressioni in tal senso verso il Syndicate, ha preferito agire con le maniere forti, per evitare di tenere ulteriormente in essere un precedente.
Kathy Sessler, la team manager del Syndicate, ha dichiarato di aver lavorato molto con O’Neal, Fox e Royal Racing, i rispettivi sponsor individuali degli atleti che producono le divise di ciascuno, per cercare di uniformare le 3 maglie, che effettivamente quest’anno, stando ai disegni, sarebbero state molto più simili tra loro rispetto alle precedenti versioni. Evidentemente la Sessler era pienamente consapevole del rischio che il team stava correndo in queste stagioni. In ogni caso dichiara di non essere preoccupata dall’esclusione dalla lista dei team Elìte UCI e che si adegueranno alla mancanza di privilegi che ne deriverà.

A huge smile on the face of Kathy Sessler, Syndicate team manage

In sostanza l’esclusione porta una serie di svantaggi:

– Il team dovrà pagare per posizionare il paddock all’interno dell’area tecnica del campo gara.
– Il posizionamento del paddock sarà in aree periferiche e non nelle zone limitrofe al traguardo e/o alla partenza impianti.
– Il team manager, gli atleti e gli altri collaboratori non godranno del Rainbow pass, che consente l’accesso praticamente a tutte le aree del campo gara, ma di un pass normale con accessi limitati.
– Il team non sarà presente, ovviamente, nella classifica a squadre.
– Ciascun atleta dovrà essere iscritto a ogni gara di World Cup tramite la Federazione della propria nazione.
– Non sarà consentito l’accesso alle iscrizioni negli orari riservati agli Elìte team, ma gli atleti dovranno farsi la coda insieme a tutti gli altri partecipanti.

Assurdo pensare che tutto questo succeda a tre atleti iridati del calibro di Minnaar, Bryceland e Peat, rispettivamente il 3 volte Campione del Mondo, il vincitore della Overall di World Cup della scorsa stagione e l’atleta simbolo della storia di questa disciplina. Vedremo che sviluppi avrà questa faccenda, se ci saranno interventi risolutivi da parte della UCI, se la Sessler si uniformerà al regolamento, oppure se sarà l’inizio di una saga che si trascinerà per tutta la stagione.

0707

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
chest
chest

In pratica addio agli sponsor personali in nome della monotonia grafica! Se c’era la possibilita di maggiori introiti sia x gli atleti che x tutto il circus loro dicono no grazie! Iniziamo a fare impoverire anche questa cosa !

David Roilo
David Roilo

Se esiste una regola del genere ci sarà un motivo, chi sa qual’è?

davidhill333
davidhill333

La motivazione è che se no non riescono ad abbinare maglia e borsetta!!!!

matpaglia78
matpaglia78

Poi chissà se arriverà il monomarca sulle gomme???
Comunque non credo si facciano seri problemi, personalmente sono andato a vedere 3 volte DH in Val di Sole e ho sempre visto a fine giornata, piazzale vuoto e Team Syndicate ancora lì, con i 3 talenti a fare “festa” e super-cordiali!!! Sono i migliori in assoluto!

teoDH

L’ignoranza UCI colpisce ancora, io davvero mi chiedo cosa aspettino i Team di DH a sganciarsi da questo carrozzone, che si titillino con i tutinati e lascino la DH a chi sa gestirla, tanto sti incompetenti non porteranno mai la DH alle olimpiadi, unico reale motivo per cui varrebbe la bene sottostare agli accordi mafiosi tra comitato olimpico e varie federazioni…

Swiggy
Swiggy

e infatti se non ti va bene il regolamento sei liberissimo di non aderire (come una tutina).. e gareggi comunque… si sa che il DH è per spiriti liberi e le altre discipline per somari obbedienti, giusto?
genio e sregolatezza

Mitzkal
Mitzkal

Io non capisco sinceramente perchè il Sydacate debba essere diverso dagli altri.
In tutti gli sport, anche laddove gli interessi economici sono ben superiori, le divise sono uguali, se non del tutto, almeno al 90%, tra compagni di squadra che hanno sponsor tecnici diversi.

EDGE106
EDGE106

completamente d’accordo con te…

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Esattamente questo è il punto. Per una volta l’uci ha pienamente ragione

Dandelion
Dandelion

E quindi rafforzamento dell’immagine di “genio e sregolatezza”, che invece fa vendere. Mica scemi

ferrilamiere
ferrilamiere

invece io non sono d’accordo… per me è un’assurdità
quest’anno poi che hanno le maglie praticamete uguali

sono come valentino e jorge particolari gialli il primo rossi il secondo

anche nel ciclismo si sono viste maglie “speciali” nessuno ricorda cipollini

lucal82l
lucal82l

Cipollini prendeva una multa per ogni giorno in cui non aveva la maglia uguale agli altri…e i primi anni quando lanciò la moda del calzoncino abbinato con la maglia di classifica anche.

Riki174
Riki174

la maglia di Minaar nel disegno è uguale alle altre in quanto dotata di 2 maniche e 1 buco per il collo.

ferrilamiere
ferrilamiere

ma le maglie del Sy quest’anno sono uguali
magari è una punizione “postinflitta” per il 2013-2014

si sa le lungaggini burocratiche dell’uci…..

ferrilamiere
ferrilamiere

ma le maglie del Sy quest’anno sono uguali
magari è una punizione “postinflitta” per il 2013-2014

si sa le lungaggini burocratiche dell’uci…..

ferrilamiere
ferrilamiere

errore sorry
(ma non si può correggere il post??)

PierVI
PierVI

Anche fosse una regola stupida, vuol dire prendere per il culo quelli che la seguono.

matpaglia78
matpaglia78

scusa, ma in Formula 1, se guardi le tute, ogni pilota, anche della stessa scuderia, corre con il proprio sponsor….. e se ci fai caso sono un po’ diverse anche nello stesso team!

dott_djalemario
dott_djalemario

Ma un pilota di formula 1 in gara sta dentro un abitacolo, gli sponsor non li leggi.. lo riconosci dal numero sulla macchina e dalla telemetria..
Io penso sia giusto così… o alla fine faremo la fine del calcio, dove chi vince = chi spende di più..
prova a dare a tutte le squadre un tetto di spesa per stipendi e compravendita di giocatori e le cose cambieranno..

matpaglia78
matpaglia78

ok, allora in MotoGP? anche lì, ognuno indossa la tuta del suo sponsor…. e si parla di un Team Ufficiale….
nel DH non è proprio vero che chi spende di più, è il più vincente…. anche perchè ormai una bici “seria”, se la possono ben permettere i team che decidono di correre un mondiale…

teoDH

Veramente no, vedi l’MX dove spesso le divise sono molto differenti, non parliamo poi dell’ultima tendenza dello sci, dove gli atleti top possono diversificare le loro divise come gli pare anche da quelle ufficiali del paese di appartenenza.
La storia della divisa “uniforme” è ormai antiquata e superata, e sarebbe ora che l’UCI si adegui… certo a qualcuno piacerà vedere le figurine tipo squadra di calcio o gruppone di bitumari…

ecox
ecox

Pienamente d’accordo con l’UCI.

immaginatevi il giro d’italia dove ogni squadra ha corridori con divise diverse, sarebbe un vero scempio.

Fai parte di una squadra, si presume che tu abbia interessi comuni, se non hai interessi commerciali comuni allora che sia facciano 3 squadre separate.

Sempre facile criticare le regole, ma bisognerebbe immaginarsi un mondo senza queste regole.

chest
chest

Si ma loro non corrono in gruppo ma discese singole quindi sport individuale e non di gruppo!

teoDH

E’ qua il problema, gli stradisti corrono in squadra, i downhiller no, ha senso che in un gruppo di 200 corridori si possa distinguere la squadra, come ha senso che 22 persone che corrono dietro alla palla si possano riconoscere tra le due squadre, ma in uno sport individuale come la DH l’uniformità perde tutta la ragione di esistere…

doodang87
doodang87

A questo punto se fossi in loro farei tutta la stagione con maglie di tre colori differenti tanto per non dare soddisfazione all’Uci. Tanto non penso avranno problemi nel paddock o di sponsor o di immagine.poi scusate se mi permetto ma accostare la wc di dh al giro di Italia e come accostare la F1 alle gare con i tosaerba modificati

Riki174
Riki174

Caro, dato che non lo capisco: quali sono i tosaerba? DH o giro?

Pitaro
Pitaro

I tosaerba sono ovviamente la DH visto che stiamo parlando di sponsor

ecox
ecox

scusa quale sarebbero i tosaerba? la dh vero?

nicknamer
nicknamer

Ma che stupidaggini sono in America alla indycar non si fanno tanti problemi se due compagni di squadra hanno tute diverse

lecs
lecs

Divise uguali facilitano il riconoscimento d’appartenza a questa o quella squadra. Rircordo una lamentela simile in F1, dove gli spettatori e i telespettaori lamentavano spesso la difficoltà di individuare il pilota di riferimento, in quanto quest’ultimi spesso cambiavano casco e certamente il numeretetto posto sull anteriore non è visibile a quelle velocità. Credo che Uci e team Syndicate arriveranno ad un punto di incontro che soddisfacente per entrambi, ovvero una certa libertà di sponsor individuale, riproponendo stilemi, colori e grafiche pressochè uguali per tutti e tre i rider.
Un ultima cosa: questa visione che vuole porre i partecipanti alla Dh come simbolo di vero uomo e tutto il resto come ragazzine prese dallo smalto nuovo e dalla borsetta glitterata ha semplicemente STUFATO.

lecs
lecs

un punto d’incontro soddisfacente per entrambi*

Pietro.68
Pietro.68

Stavolta l’UCI ha ragione. Se ci sono delle regole vanno rispettate.
Scandaloso è che un team di quella portata non riesca a fare in modo che i suoi atleti abbiano le stesse maglie. E quindi giusto che ne subiscano le conseguenze. La team manager non mi sembra così in gamba…

teoDH

Eh già, sono solo 10 anni che vincono tutti gli anni, o coppa o mondiali o altri eventi importanti, è proprio un team delle balle…

Pietro.68
Pietro.68

valà che mi hai capito …. 😉

zoomtb
zoomtb

E l’ UCI si sveglia solo adesso?gli altri anni andava bene e quest’anno no?
e cmq vedo difficile che tre aziende cosi’ importanti si mettano d’accordo x fare una maglia unica x tre diversi piloti.

Ioria77
Ioria77

riporto dall’articolo….
“Evidentemente l’UCI, DOPO ANNI DI PRESSIONI in tal senso verso il Syndicate, ha preferito agire con le maniere forti, per evitare di tenere ulteriormente in essere un precedente.”

In moto gp (solo per fare un esempio), girano molti più soldi e interessi ma la questione sponsor personali è gestita in maniera diversa….

Forse la sveglia doveva suonare in casa Syndicate….

Riki174
Riki174

Partendo da questo articolo mi vengono in mente un paio di considerazioni, voi che ne pensate?
1- syndicate paga meno gli atleti lo stipendio e col trucco di lasciar loro gestire gli sponsor personali, e ora paga lo scotto di questa scelta (partecipano lo stesso ma il team ha un bel po’ di seccature in più)
2- fatico a capire come mai in DH (ma anche EWS vedere Cannondale con Pike) ci sia una libertà così spinta in alcuni top team: stesso team sospensioni di marca diversa, coperture diverse, ruote diverse…praticamente solo il telaio è “imposto”.
Oggi si parla di divise diverse, ma io ho notato che, giusto o sbagliato che sia, è l’unico sport (che seguo) dove gli atleti dotati di “mezzi” possono personalizzarli fin nei componenti principali.

mountaindoctor
mountaindoctor

Spunto interessante @Riki174 però ho delle riserve:
1: Stiamo parlando di Peat, Minnaar e Bryceland. Solo per quello che hanno fatto avrebbero diritto di guadagnare il doppio degli altri, a prescindere. Questo credo che lo abbiano presente loro, il Syndicate e soprattutto le squadre concorrenti. Non credo che restino in Santa Cruz solo per far baldoria 😉
2: Evidentemente sono discipline in cui gli atleti hanno ancora voce in capitolo sulle questioni tecniche e di immagine. La marca-atleta vince sulla marca-bici?
Personalmente, a me questo mischiare le carte piace. L’hanno scorso in Specy avevano tre Demo montate con tre ammortizzatori diversi!

teoDH

Diciamo che è l’unico sport dove queste cose si fanno alla luce del sole, probabilmente anche è dato dal fatto che non girano grandi cifre, ma non è un segreto che nello sci ci siano atleti che usano scarponi sci o attacchi diversi da quelli del contratto con serigrafie del main sponsor

Pietro.68
Pietro.68

Nel regolamento si parla della divisa. Non degli attrezzi (in questo caso le bici).
Quindi il tuo esempio non sta in piedi.

teoDH

Vatti a vedere le divise Spyder della Vonn e della Mancuso, giusto per citarne due, che hanno usato anche ai recenti mondiali di Vail, edizioni speciali solo per loro e fatte apposta per differenziarsi dalle altre altleti statunitensi…
E la FIS non è propriamente “all’avanguardia” ma essendo lo sci già ben più avanti come comunicazione rispetto al ciclismo, hanno capito che se vogliono visibilità e consoldiare l’immagine devo adeguarsi, la gente svalvola per le star, e i tre del syndicate sono superstar, quindi visto che il colore di una divisa non incide ne sulla sicurezza ne sulla riconoscibilitò degli atleti, sarà pure una regola, ma se la regola è stupida, ed è un retaggio di un passato che non esiste più, non ha senso applicarla, e ha ancor meno senso fare la voce grossa per stronzate del genere quando poi hai problemi di sicurezza nelle gare (vedi la tappa di quest’anno a Cairns) dovute a gravo mancanze dell’UCI…

FabioTS
FabioTS

ci sono tanti sport fatti con “attrezzi” dove gli atleti hanno uguali solamente le serigrafie del prodotto, mentre i materiali sono personalizzati
ma parliamo di atleti di alto livello specialmente nello sci e nel tennis

barbasma
barbasma
Bikecentercimone
Bikecentercimone

Se succedeva al team canyon tutti a dire ci sono regole e vanno rispettate siccome succede a un team fico allora no non è giusto! Ci sono regole le rispetto punto! Tanto non penso che per sc sia un problema

menollix
menollix

La regola c’è da tempo. Se non la vogliono rispettare che subiscano le conseguenze.

doodang87
doodang87

Il paragone fra F1 e le gare di tosaerba era per dire che le differenze fra dh e la bds e macroscopica poi se qualcuno fa polemica perché gli piace più il giro di italia (che per mia opinione personale lo trovo mostruosamente noioso)questo è un vostro problema

doodang87
doodang87

Il paragone fra F1 e le gare di tosaerba era per dire che le differenze fra dh e la bds e macroscopica poi se qualcuno fa polemica perché gli piace più il giro di italia (che per mia opinione personale lo trovo mostruosamente noioso)questo è un vostro problema.Non voglio dire che uci non ha ragione ma ribadisco che il team sy non avrà problemi se verrà declassato poi con tre piloti di quel calibro possono fare quello che gli pare

doodang87
doodang87

Scusate ma mi è partito il messaggio prima di finire

KATARRUSO
KATARRUSO

La regola c’è .
Che sia giusta sbagliata furba non furba e un altro paio di maniche.

Se il team spacca . Spacca lo stesso anche da normali e non élite.
Di sicuro il vantaggio lo traggono tutti gli altri. (E non iniziamo teorie del complotto…. Anche se ci si avvicina….)
Altri team avranno una gestione un po più rilassata e qualche privilegio in più.
Che in 2/3 gare non porta effetti.
Ma in 10 gare l’effetto dei privilegi si sente eccome.

Non penso sia difficile mettere tutto il merchandise sponsor un metro dopo il traguardo.
Penso che ci ricordiamo tutti le interviste della moto 250 GP ecc.
Che prima di rispondere dovevano mettersi un mercatino in testa.
Cappello tecnico
Cappello gomme
Occhiali sul cappello
Borraccia sponsor
Pupazzetto
….
Insomma ci siamo capiti

Lo sponsor ti fa un contratto, ma sa anche lui che il logo in gara non potrebbe apparire.
In teoria ti danno X per foto pubblicitarie video e interviste col logo.
Ma ti danno Y se lo sfoggi in gara. E venendo fotografato appare sui media. Lo sappiamo benissimo che oggi come oggi.
Ma da migliaia di anni….
Tutto gira in base al commercio.
Lo sport di per se è un offerta di confronto ad armi pari ed a pari opportunità per tutti senza distinzioni.
Questo e.

Bacioni

KATARRUSO
KATARRUSO

Ah mi son dimenticato,
La risposta migliore che può dare syndicate dovrebbe essere:
Feste post gara assurde senza senso
Eventi giganti di contorno
Pubblicità assurde
Portare centinaia di bici test negli allenamenti e sulle località di gara.
Fare uso dei media in modo massiccio.

Insomma da un probabile svantaggio
Alzare la testa e trasformarlo in vantaggio.
E lasciare di merda la federazione l UCI .
Gli atri brand e chicchessia!
Che ne so
Ospitare wade simmons alla loro hospitality . Cose così.
Lasciare tutti a bocca aperta 😉

Pitaro
Pitaro

A me viene un dubbio: le federazioni possono iscrivere un numero illimitato di rider ad una gara?
Perché se così non fosse sarebbe una bella seccatura per i Britannici…

a2000
a2000

ma scusate la discussione è sulle maglie ma se guardiamo in specialized Gwin ha fatto la gara in Sudafrica con un telaio da enduro e nessuno gli ha detto niente (se non sbaglio) e qui l’UCI esclude un team dalla lista perché ha delle maglie leggermente diverse l’una dall’altra..? Io dico che la federazione si deve dare una svegliata!!

Edoardo tavanelli
Edoardo tavanelli

le solite pignolerie x spulciare soldi…

a2000
a2000

d’accordissimo Giusebe93!!!!!

barbasma
barbasma

su fb Peat, Minnaar e Bryceland hanno postato i loro nuovi pedali CB con le molle colorate come le loro maglie… uno diverso dall’altro.

la polemica continua…