[Tech Corner] La siringa definitiva per le gomme Tubeless

[Tech Corner] La siringa definitiva per le gomme Tubeless


Come faccio a sapere se ho ancora lattice nel copertone? C’è un modo per fare un rabbocco di liquido antiforatura senza imbrattare la valvola? Quest’oggi vedremo come costruirci in casa la siringa definitiva di cui ogni rider che usa copertoni tubeless non potrà più fare a meno.

@B

Quello che ci serve:

  • Una siringa
  • Una penna Bic (meglio se usata)
  • Una punta da 2,8mm

DSC09877

La siringa deve avere il becco piccolo, quello su cui generalmente si innesta l’ago. La capacità ottimale è di almeno 60cc (la quantità standard di lattice di un copertone 27,5″), per le gomme plus o fat tuttavia una capacità maggiore è più indicata. La cosa bella di queste siringhe è che hanno il becco tutto da un lato, il che rende più facile l’utilizzo evitando che la siringa si incastri tra i raggi quando andiamo ad infilare il tubicino nella valvola.

@B

Rimuoviamo prima di tutto l’ago, non ci servirà.

@B

Prendiamo la punta da 2,8mm. Il diametro del tubicino della Bic è 3mm, gli 0,2mm di differenza serviranno per creare l’intereferenza necessaria ad un bloccaggio solidale del tubicino nella siringa senza bisogno di usare colla.

@B

Con il trapano allarghiamo il foro interno del beccuccio della siringa. Togliamo solo pochi decimi, usiamo una velocità di rotazione medio-alta.

@B

Con le buone maniere (una pinza) togliamo il tubicino della cartuccia dell’inchiostro della Bic. A noi serve solo il tubicino, il resto si butta via.

@B

Con l’aiuto di un vecchio cavo cambio e dell’acqua calda puliamo e rimuoviamo l’eventuale inchiostro residuo. Se possiamo è meglio usare una penna finita: c’è meno da pulire.

@B

Ecco quindi il nostro tubicino pulito.

@B

Con forza, innestiamo il tubicino nel beccuccio della siringa quanto più dentro possibile.

@B

La nostra siringa è pronta!

Come usarla

La peculiarità di questa siringa è il tubicino molto piccolo.

@B

Con un diametro di soli 3mm è in grado di passare all’interno di una valvola tubeless normale. In questo modo è possibile:

  • aspirare il liquido presente all’interno del copertone e vedere quanto ne è rimasto
  • iniettare il liquido anti foratura in maniera pulita e senza sporcare l’interno della valvola.

Vediamola all’opera!

@B

Con la bici sul cavalletto, posizioniamo la valvola in basso e lasciamo tempo al liquido antiforatura di colare tutto verso il basso (ca 5 minuti).

@B

Sgonfiamo la gomma.

@B

Con l’apposito attrezzo svitiamo il core…

@B

…e lo rimuoviamo

@B

Inseriamo il tubicino della siringa dentro la valvola fino a che non tocca sul copertone

@B

Aspiriamo quindi tutto il liquido antiforatura presente nella gomma.

@B

In questo caso essendocene 55cc dei 60 originari non dobbiamo fare nessun rabbocco.

@B

Laviamo bene la siringa con acqua per evitare che il lattice possa intasare il tubicino ed abbiamo finito. Non ci resta che rigonfiare il copertone.

banner3

Un sentito ringraziamento per questa utilissima invenzione (che tra l’altro usiamo quotidianamente in officina da Bike Lab) a Francesco Ricco, il nostro fidato meccanico del team che ha avuto una brillante intuizione. Grande Frazzo!

  1. Ottimo e complimenti per la genialità.

    Ora una provocazione:
    A breve m’immagino la presentazione di un aggeggio simile ma fatto da un marchio di prestigio con materiali nobili quali il carbonio o titanio e un prezzo stratosferico…

    (0)
  2. Lo faccio da anni e dopo essere impazzito a costruirmi cannucce di tutti i tipi (non avevo mai pensato alle bic!) ho scoperto che basta andare in farmacia (già ci si va per la siringa) e chiedere:
    – siringa 100ml con il beccuccio grosso
    – cateteri in PVC Ch. 10 (di solito hanno il collarino nero)

    Il catetere va poi tagliato alla lunghezza che ci fa comodo e sebbene sia un po’ più morbido di una cannuccia ci permette di fare lo stesso il lavoro.

    (0)
  3. Grazie dell’ottima informazione…a parte il gusto di adattarsi che è sempre molto alto, mi chiedo com’è possibile che nessuno del settore ci abbia mai pensato, commercializzando una siringa apposita con tali caratteristiche-

    (0)
  4. Ma che gieniale*… volete metter con milKit.bike:
    1) milkit ha un bel sito internet accattivante
    2) milkit ti offre la comodità di pagare con paypal
    3) per comprare milkit non devi fare la coda
    4) c’è una signorina alla reception che è una gran gnocca
    ma il vero valore aggiunto è l’assistenza, se si rompe milkit siringa puoi andare in farmacia e comprare con pochi euri, una siringa nuova, e se si rompe la cannuccia c”avrai una bic in casa, no! e anche se milkit fallisce tutti i pezzi di ricambio sono disponibili nella più vicina farmacia e cartoleria.
    Vado subito a rompere il porcellino per comprare milkit… costruirmelo io figuriamoci, per soli 68 euri, lo compro, lo compro.

    ripeto giiiieniale e agghiaggiande

    (0)
  5. Ottima idea!

    Io uso il lattice joe’s, che ha al suo interno dei granellini che mi intasano anche le siringhe con il beccuccio grande, credo che questa ssiringa + cannuccia non funzioni con tutti i prodotti sigillanti…

    (0)
    1. anch’io ho preso il lattice joe’s…come ti trovi??
      Io non bene, anzi direi male proprio; ho buccato due volte ultimamente e in nessuna delle due ha fatto il suo dovere, ha continuato a venire fuori il lattice (nuovo appena messo da max 2 settimane) ma non mi tappava il buco , anche aggiungendo l’attivatore , niente!!
      Prima usavo il stan’s no tubes ed era decisamente meglio!! Peccato che ho comprato ben 1 litro di liquido inutile :-/

      (0)
    1. [email protected] ha detto:

      però il milkit non è proprio così stupido, visto che le valvole non ti fanno sgonfiare la gomma quando togli il core . perchè se stalloni quando sgonfi a volte può essere fastidioso.

      (0)
      1. infatti , in oltre ti permette di montare il nuovo copertone provare a tallonarlo senza lattice dentro quindi con tutte le prove che vuoi senza sporcare e solo quando sei soddisfatto di centratura e tenuta aggiungere il lattice senza doverla vuotare , in oltre le loro valvole non si riempiono di lattice visto la valvola che non fa tornare in dietro l’aria e il liquido .

        (0)
  6. Ho preso una siringa con becco grande ed un catetere CH10 (come suggerito da un forumendolo). Spesa ….. inferiore a 1 euro. Oggi l’ho provato e funziona alla grande, sia per verificare quanto lattice ancora c’è sia per caricarne di nuovo. Unica accortezza: lavare subito il tutto con acqua calda prima che il lattice solidifiche (il tubicino può essere pulito con un vecchio cavo del cambio)

    (0)
  7. per chi lamenta stallonamenti durante lo sgonfiaggio:
    se guardate le foto di questo utile servizio noterete che la bici è sollevata (cavalletto porta bici da officina) e le ruote non poggiano a terra deformando il copertone perciò quando la sgonfi non stallona, è prassi abituale ormai.
    Per chi non ha il cavalletto da officina basta levare la ruota dalla bici ed infilare tra i raggi un qualunque pezzo di legno (il manico della scopa in mancanza d’altro ed il legno non rovina il cerchio) di lunghezza sufficente tra i raggi e poi poggiarlo ovunque possa essere bloccato (anche tra gli schienali di 2 seggiole o su un ripiano qualunque mettendogli un peso per fermarlo) e farvi operare in grazia di dio. Scongiurati gli stallonamenti ed il lattice che sporca ovunque.

    (0)
  8. ottimo suggerimento….la siringa la ho già,,,la bic usata anche,, 😉
    ho sempre immesso il lattice in un altro modo attraverso la valvola smontata,,,ma questo metodo va bene anche per aspirare e vedere quanto ne è rimasto,,, ciò che senza smontare la gomma, mi mancava
    🙂

    (0)