[Test] Freni SRAM Level Ultimate

[Test] Freni SRAM Level Ultimate

Marco Toniolo, 28/08/2016
Whatsapp
Marco Toniolo, 28/08/2016

[ad3]

Gli SRAM Level Ultimate sono dei freni a due pistoncini che si basano sulla stessa tecnologia dei Guide Ultimate (a 4 pistoncini), di cui potete leggere la recensione qui. Il loro ambito di utilizzo è il cross country e il trail riding “leggero”, non per niente Nino Schurter ha appena vinto l’oro olimpico con questo impianto.

F75R8609

Analisi statica

Peso medio: 320 grammi per freno, con disco da 160mm
Leva in carbonio
Pinza con 2 pistoncini
Pastiglie organiche
Olio DOT 5.1
Regolazione distanza leva-manubrio tramite vite a brugola
Dischi disponibili: 140, 160 e 180mm
Prezzo di listino: 324 Euro l’uno, 261 Euro su CRC

Gli Ultimate sono il top di gamma. Altri 4 modelli disponibili sul mercato, tutti con la nuova pinza e il connettore semplificato per lo spurgo.

F75R8601

In prova

gardamtb

Abbiamo montato i Level Ultimate sulla nostra Focus Raven Max circa 5 mesi fa, al posto degli Avid XX, di cui i Level sono i successori. La differenza di potenza, precisione e modulabilità è stata evidente fin dalle prime pinzate con i Level, che surclassano gli XX in ogni aspetto, a cominciare dalla facilità di spurgo. Il tutto a parità di diametro dei dischi centerline: 180mm all’anteriore e 160mm al posteriore.

F75R8612

Infatti, dato che la Raven Max ha il passaggio interno dei cavi, siamo stati costretti ad effettuare uno spurgo del freno posteriore. Grazie alla tecnologia Bleeding Edge (nella foto qui sopra potete vedere il buco per l’attacco a pressione della siringa), l’operazione è molto semplice e veloce, come spiegato anche nel nostro tutorial apposito. Da quel momento in poi, i Level non hanno avuto bisogno di alcuna manutenzione, se non un regolare cambio di pastiglie.

F75R8606

Su dei freni orientati anche alla leggerezza, è normale che la regolazione della distanza delle leve dal manubrio avvenga tramite brugola, e i Level non fanno eccezione, come potete vedere dalla foto qui sopra. Trattandosi di un’operazione che si fa una volta, la cosa non disturba molto.

La performance dei Level è stata provata in diversi ambiti, quali la Granfondo del Garda, molti giri di allenamento e qualche escursione alpina con lunghe discese su sentiero. Considerando che il rider pesa 70 kg ignudo, la potenza della frenata si è sempre rivelata buona e costante nel tempo, anche quando le pastiglie cominciavano a consumarsi vistosamente. Il punto di frenata, cioè quanto le leve dovevano essere tirate prima che le pastiglie toccassero i dischi, è rimasto anch’esso costante nelle discese più lunghe e più affaticanti per l’impianto, visto il riscaldamento di tutte le sue parti. Intendiamoci, i Level non sono i Guide, ma per delle persone (e bici) leggere fanno molto bene il loro lavoro anche quando si parla di trail riding.

naret

Le leve sono ergonomiche, ad un dito, e molto rigide pur essendo in carbonio. Se paragonato al diretto concorrente Shimano XTR, lo SRAM Level è più rigido in tutta la sua struttura, cosa che, alla fine dei conti, richiede meno forza delle mani per frenare.

SRAM.com

[ad12]