MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | [Test] Quarq Tyrewiz, i sensori per la pressione dei pneumatici

[Test] Quarq Tyrewiz, i sensori per la pressione dei pneumatici

[Test] Quarq Tyrewiz, i sensori per la pressione dei pneumatici

03/10/2019
Whatsapp
03/10/2019

Quando uscì la notizia dei sensori per la pressione delle gomme, i Quarq Tyrewiz, i commenti furono impietosi. Li potete leggere tranquillamente qui. Dico “tranquillamente” perché, alla prova dei fatti, si sono rivelati senza fondamento. Ho usato Tyrewiz da aprile ad oggi, e vi posso dire che è un prodotto che merita molto più di un commento superficiale.

La forma piatta si differenzia da quella in vendita nei negozi perché questi sensori sono montati di serie sulle ruote Zipp 3zero Moto, ma il funzionamento è identico.

Dettagli

  • Disegnati per mtb, strada e gravel
  • LED che indica se la pressione è alta, bassa o corretta.
  • Precisione dei dati del +/- 2%
  • Compatibile con tutti i sistemi tubeless che utilizzano valvole Presta
  • Compatibile anche con l’app SRAM AXS
  • Batterie CR1632 sostituibili senza attrezzi
  • Certificati IPX7 per resistenza all’acqua e alla polvere
  • Connessione BLE per smartphone e GPS
  • Prezzo: 259€ la coppia (online anche a 170€)

Analisi statica

Il Tyrewiz è composto da due parti: il sensore vero e proprio, con comparto per la batteria, e la valvola tubeless. Questa ha un piccolo buco all’altezza in cui va a contatto con il sensore, che in questo modo riuscirà a misurare la pressione. I due piccoli O-ring di gomma, posizionati sopra e sotto il buco, sigillano il sistema ed evitano che il Tyrewiz sia lasco sulla valvola. Il sensore è tenuto in sede dal classico anellino che di solito fissa la valvola al cerchio.

Montare e smontare un Tyrewiz è dunque molto semplice. Si infila nel cerchio la valvola, dopodiché si mette il sensore, si avvita l’anellino ed il gioco è fatto. Il pairing con il telefono è veloce, tramite l’apposita app gratuita, mentre per il Garmin sarà necessario scaricare l’app, anch’essa gratuita dal Connect IQ Store.

Sul campo

Ancora prima che sul sentiero, l’utilizzo del Tyrewiz inizia in garage, per il settaggio e il controllo della giusta pressione delle gomme. Innanzitutto bisogna impostare la pressione desiderata tramite app, di modo che Tyrewiz sappia cosa indicare al rider, sia tramite i LED, sia sull’app e sul GPS. Esiste anche una funzione che aiuta a trovare la giusta pressione a seconda della gomma e del peso del rider.

I led lampeggiano rossi se la pressione è troppo bassa, verde se è corretta, e rossi veloci se è troppo alta. Allo stesso modo gli indicatori sugli apparecchi avranno uno sfondo nero se la pressione è sbagliata, trasparente se è quella giusta. Salta subito all’occhio la precisione del Tyrewiz, con due decimali, meglio di tanti misuratori digitali. Sulla comodità c’è poco da dire se non un cosa ovvia: non c’è paragone rispetto ad un misuratore classico.

Pressione al posteriore usata da me su una Canyon Strive con una gomma Specialized Eliminator 2.35″ BLCK DMND

All’anteriore ho messo un range di pressione che va da 1.25 a 1.40 bar, con una gomma Maxxis DHR 2.5″ EXO+. Notare lo sfondo nero che indica una pressione troppo alta al posteriore.

Parlando dei LED, questi permettono di non dover neanche guardare il telefono o il GPS: basta accendere il sistema facendo girare le ruote e dare un’occhiata al colore della luce che lampeggia. A proposito dell’accensione: se si fanno lunghe trasferte in auto, è meglio togliere le batterie altrimenti il Tyrewiz rimarrà sempre acceso a causa delle vibrazioni.

LED verde: pronti a partire.

LED rosso: se lampeggia velocemente bisognerà togliere un po’ d’aria perché la gomma è troppo gonfia, se lampeggia lentamente bisognerà mettere mano alla pompa.

Una volta in giro il metodo migliore per avere la pressione delle gomme sempre sotto controllo è quello di utilizzare un apparecchio GPS. In discesa sconnessa è impossibile guardare il display, a meno che non si scelga una schermata dedicata solo al Tyrewiz con numeri in versione gigante e si rischi di distogliere lo sguardo dal trail, ma è comunque comodo poter guardare i valori quando si rallenta o ci si ferma, per controllare di non aver forato o perso aria per una lieve stallonatura.

Pressione anteriore OK, posteriore troppo alta.

La cosa interessante, quando si guarda il GPS durante la salita, è vedere come la pressione vari a seconda della temperatura. Un passaggio dall’ombra al sole la fa salire di solito di circa 0.1 bar, questo è anche il motivo per cui vedete un valore troppo alto nell’immagine qui sopra. Il contrario vale per quando si va dall’ombra al sole.

Quello che succede, alla lunga, è che si impara a quale pressione si riescono ad avere le migliori prestazioni dai propri copertoni, perché diventa molto facile sperimentare e arrivare al limite, cioé quando la pressione è troppo bassa e si pizzica la gomma contro il cerchio. Si capisce anche quanto siano sballati i valori dei manometri delle pompe da pavimento e quale sia differenza, a parità di valori e pneumatico, fra un cerchio rigido, o troppo rigido, ed uno più flessibile.

Segnalo che nei 6 mesi di test il Tyrewiz ha sempre funzionato alla perfezione e che il lattice non ha mai interferito, tanto che le valvole non si sono mai intasate. Ogni tanto il segnale di un sensore non veniva ripreso dal Garmin, ma la cosa tornava a posto da sola dopo un minuto o due. Non ho mai cambiato le batterie.

Conclusioni

Il Quarq Tyrewiz fa perfettamente il suo lavoro di indicare la pressione, e si è dimostrato solido e affidabile nei sei mesi di test. Se si scava sotto la superficie si capisce che con questo sistema si riesce a capire in ogni dettaglio quale sia la pressione giusta per la tipologia di terreno e di riding, permettendo di conoscere fondo la variabile più determinante per la guida della nostra bici. Con queste premesse si riesce a digerire meglio il prezzo.

Quarq Tyrewiz

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Ninerjetrdo29
Ninerjetrdo29

Se inventassero un misuratore di inutilità, ora lampeggerebbe rosso velocissimo

shrubber83
shrubber83

a me piacciono invece… solo che il prezzo è totalmente fuori controllo

MauroPS
MauroPS

ma quei rider esperti che sentono la pressione della gomma tastandola non ci sono più?

vitamin
vitamin

Io sono un rider inesperto ma uso il ditometro…

lumerennù
lumerennù

non sono esperto ma uso il dito…

marcoita89
marcoita89

“La cosa interessante, quando si guarda il GPS durante la salita, è vedere come la pressione vari a seconda della temperatura”

questione di fisica… lo dice anche la pubblicità non serve un misuratore

pk71
pk71

Correggetemi se sbaglio, la bici ha due ruote, quindi 259 x 2 = 518€ ?

ecox
ecox

Secondo me sono utilissimi, però bil prezzo li rende veramente difficili da digerire.

Luca De Antoni

Prezzo: 259€ la coppia (online anche a 170€)
c’è scritto nell’articolo…

fr@nky

[QUOTE=”pk71, post: 8740625, member: 36998″]
Correggetemi se sbaglio, la bici ha due ruote, quindi 259 x 2 = 518€ ?
[/QUOTE]
Guardando il sito parrebbe il costo per la coppia
EDIT: anche in questo negozio citano “la coppia” [URL]https://www.bike24.com/1.php?content=8;product=277268;menu=1000,185,188[/URL]

Velocity
Velocity

Nel forum Bdc c’è gente che sostiene ancora i V_brake rispetto ai dischi con argomenti stupefacenti e li sono fatti cosi, non accettano i cambiamenti anche se palesemente evolutivi….Pero’ anche spendere 260 euro per avere lo stesso servizio che hai con comune misuratore di pressione o direttamente con una pompa seria tipo LEZYNE mi sembra una forzatura non da poco

jimmy27
jimmy27

io anche per la MTB i V-brake non li vedo superati, anzi erano molto meglio di tanti freni a disco.
Per chi fa xc li vedrei ancora validi, zero problemi di manutenzione e per non parlare del peso risparmiato

ChristianR
ChristianR

Toglietegli il fiasco.

Geep
Geep

ma va..

Luca De Antoni

O vai così veloce che non freni mai oppure hai sempre usato freni a disco di cacca… torniamo ai treni a vapore dai

andy_g
andy_g

Difficile, visto che i v-brake sulle bici da corsa non ci sono mai stati, si usano i caliper, che sono molto diversi dai v-brake. Poi 300 euro e mezzo chilo di meno per noi poveracci sono ancora un motivo tutt’altro che stupefacente.

Billo
Billo

sostenerli con motivazioni tecniche in merito alla efficienza di frenata, magari è difficile…per altri fattori…se ne può parlare…io tuttora preferisco i caliper e se dovessi sostituire la mia bc la cercherei con i caliper. Un motivo su tutti, la menata degli sfregamenti, il consumo smisurato delle pastiglie etc…

fr@nky

[QUOTE=”Velocity, post: 8740630, member: 95026″]
Nel forum Bdc c’è gente che sostiene ancora i V_brake rispetto ai dischi con argomenti stupefacenti e li sono fatti cosi, non accettano i cambiamenti anche se palesemente evolutivi….Pero’ anche spendere 260 euro per avere lo stesso servizio che hai con comune misuratore di pressione o direttamente con una pompa seria tipo LEZYNE mi sembra una forzatura non da poco
[/QUOTE]
Concordo in parte con te, il costo è importante (sui € 200 nei negozi online) però quando dici che hai lo stesso servizio con un comune misuratore di pressione, non sono del tutto d’accordo; questo sistema ti dà un monitoraggio continuo, ed in più la misurazione ti evita di doverti fermare, prendere pompa/misuratore, fare la misura ..
Io tendenzialmente sono a favore delle innovazioni, quando le ritengo utili; questa a mio modesto parere è utile, ma al momento un pò cara, come un po tutte le novità, appena escono sul mercato

Buona giornata

[USER=1]@marco[/USER] hai dovuto attendere un pò di messaggi, ma dal #8 qualcosa di “sensato” e costruttivo è stato scritto 🙂

Pitaro
Pitaro

@marco per curiosità che differenze hai trovato con la pompa a pavimento?

Q
Q

Uno strumento sicuramente utile per chi vuole “settare” la pressione alla perfezione in qualsiasi condizione.
Io di sicuro non ho la sensibilità per apprezzarne la grande utilità però il mercato è bello perché è segmentato e probabilmente questo prodotto troverà estimatori fra coloro che hanno necessità di monitorare costantemente la pressione dei pneumatici.

Dn73
Dn73

Bho….in uso Enduro non ne vedo utilità, in quanto la pressione usata in salita può essere ben diversa dalla discesa. In XC guardi il telefono o display mentre tiri a tutta? In ambito ricreativo può essere divertente guardare le variazioni di pressione durante il giro. Sempre che non si modificano le pressioni durante il giro.
Non so…mi sfugge qualcosa.
Per il prezzo che dire…mi sa che quelli della mia Golf costavano uguale e sono 4

gargasecca
gargasecca

[QUOTE=”[email protected], post: 8740634, member: 32574″]
Concordo in parte con te, il costo è importante (sui € 200 nei negozi online) però quando dici che hai lo stesso servizio con un comune misuratore di pressione, non sono del tutto d’accordo; questo sistema ti dà un monitoraggio continuo, ed in più la misurazione ti evita di doverti fermare, prendere pompa/misuratore, fare la misura ..
Io tendenzialmente sono a favore delle innovazioni, quando le ritengo utili; questa a mio modesto parere è utile, ma al momento un pò cara, come un po tutte le novità, appena escono sul mercato

Buona giornata

[USER=1]@marco[/USER] hai dovuto attendere un pò di messaggi, ma dal #8 qualcosa di “sensato” e costruttivo è stato scritto 🙂
[/QUOTE]

[COLOR=rgb(41, 105, 176)]Però non capisco una cosa… :nunsacci:

Perchè mi dovrei “fermare” se la pressione delle gomme è giusta, ditometro/misuratore/pompa che sia?
Se hai stallonato te ne accorgi, se hai bucato te ne accorgi, se sta sbuffando te ne accorgi…e in tutti e 3 i casi ti devi fermare…misuratore montato o meno…:il-saggi:[/COLOR]

fr@nky

[QUOTE=”gargasecca, post: 8740648, member: 6401″]
[COLOR=rgb(41, 105, 176)]Però non capisco una cosa… :nunsacci:

Perchè mi dovrei “fermare” se la pressione delle gomme è giusta, ditometro/misuratore/pompa che sia?
Se hai stallonato te ne accorgi, se hai bucato te ne accorgi, se sta sbuffando te ne accorgi…e in tutti e 3 i casi ti devi fermare…misuratore montato o meno…:il-saggi:[/COLOR]
[/QUOTE]
Si, hai ragione; intendevo dire che SE vuoi conoscere la pressione in un dato istante, questo sistema è ovviamente più comodo.
Poi, sull’utilità/necessità del sistema, paragonato al prezzo, ognuno tira le proprie conclusioni .
Poi magari, nei casi che tu citi (stallonamento, etc) ci si accorge subito, ma in caso di perdita lieve, questo sistema suppongo ti avverta prima, settando opportunamente le soglie

Dn73
Dn73

[QUOTE=”marco, post: 8740649, member: 1″]
ma infatti ho detto che il bello è sapere a quale pressione si hanno le prestazioni migliori, e visto che spesso e volentieri in cima alla salita si sgonfia la gomma ad cazzum , non saprai mai a quale pressione stai veramente scendendo.
[/QUOTE]
[USER=1]@marco[/USER]
Io uso un banale misuratore di pressione da 10€. E so a che pressione scendo.
Però ripeto la reale utilità di questi sensori a me sfugge…limite mio. O disinteresse mio..

gargasecca
gargasecca

[QUOTE=”marco, post: 8740649, member: 1″]
ma infatti ho detto che il bello è sapere a quale pressione si hanno le prestazioni migliori, e visto che spesso e volentieri in cima alla salita si sgonfia la gomma ad cazzum , non saprai mai a quale pressione stai veramente scendendo.
[/QUOTE]

[COLOR=rgb(41, 105, 176)]
beh…vabbhè…”ad caxxum” fino ad un certo punto visto che ho il manometrino Schalbwe…e faccio la media di 5 misurazioni… :-|[/COLOR]

D-Lock
D-Lock

[QUOTE=”MauroPS, post: 8740612, member: 229737″] ma quei rider esperti che sentono la pressione della gomma tastandola non ci sono più? [/QUOTE] Sai quanti tra i misuratori a dito (compreso io) non sanno assolutamente dirti la pressione che stanno tastando in quel momento? [QUOTE=”Dn73, post: 8740645, member: 146212″] Bho….in uso Enduro non ne vedo utilità, in quanto la pressione usata in salita può essere ben diversa dalla discesa. In XC guardi il telefono o display mentre tiri a tutta? In ambito ricreativo può essere divertente guardare le variazioni di pressione durante il giro. Sempre che non si modificano le pressioni durante il giro. Non so…mi sfugge qualcosa. Per il prezzo che dire…mi sa che quelli della mia Golf costavano uguale e sono 4 [/QUOTE] Scommetto che se però costassero 50€ saremmo tutti qui a dire che sono fighissimi. Dovremmo separare la parte tecnologica dal prezzo per discuterne un attimo seriamente. E per me sono una cosa molto molto interessante: ad esempio io sulla Enduro ho provato diverse gomme, e ognuna specie all’anteriore lavora bene con pressioni differenti, ho fatto molti esperimenti e li ho segnati pian piano su un libretto a casa, dove annoto anche i settaggi delle sospensioni. Quindi avere un sistema che mi dice esattamente la pressione di una determinata discesa può aiutarmi a dire “ah quella discesa era quella che mi è venuta meglio, a che pressione ero?”, guardo e annoto. E modifico la pressione anche in mezzo alla discesa: ad esempio una settimana fa sono sceso a… Read more »

newgiok
newgiok

In certi atterraggi da salti e drop con i tubeless non sono rare piccole perdite di pressione che, sommandosi, possono farla scendere fino a rischiare lo stallonamento. In tale ottica, quindi, avere la lettura della pressione in tempo reale senza fermarsi, penso sia oggettivamente utile. Certo che il prezzo…è quantomeno scoraggiante.

jimmy27
jimmy27

Per le auto ci sono dei tappini da pochi euro che cambiano colore sotto una certa soglia, basterebbe farli per le MTB con la taratura specifica, costo di pochi eruo

Dn73
Dn73

[QUOTE=”D-Lock, post: 8740664, member: 14872″]
Scommetto che se però costassero 50€ saremmo tutti qui a dire che sono fighissimi.
[/QUOTE]
Ok però non si può non tenere conto del rapporto costo/utilità..e qui son soldi.
[QUOTE=”D-Lock, post: 8740664, member: 14872″]
E modifico la pressione anche in mezzo alla discesa: ad esempio una settimana fa sono sceso a 1.6, gomma che rimbalza troppo, ok mi fermo e sgonfio a naso, altro km, non ci siamo ancora, sgonfio ancora un pochino, ok molto meglio. Ma a quanto sono?
[/QUOTE]
Manometro digitale da €10 e sai tutto
E cmq anche con questi sensori non sai…perché se scendi al sole e poi ti fermi a leggere i dati al fresco , leggerai valori diversi da quelli che avevi in movimento.
Però ripeto, il fatto di ritenerli prettamente un gadget, magari divertente ma del tutto inutile per me, ne inficia il mio giudizio.

gargasecca
gargasecca

[QUOTE=”D-Lock, post: 8740664, member: 14872″]
E sai che ogni volta che metti e togli il manettino nella valvola perdi pressione, quindi in realtà non è mai quello il valore vero?
[/QUOTE]
[COLOR=rgb(41, 105, 176)]
Per quello faccio la media… :spetteguless:[/COLOR]

jimmy27
jimmy27

…. devo brevettare il misuratore di glucosio per il caffe!
Chi lo beve amaro non ne avrà bisogno, ma pensate i milioni di persone che usano tutta la bustina per un caffe ( che non è mai della stessa quantità )e bevono un caffe troppo dolce?!??!
poi faccio fare una App con tutte le miscele di caffe e faccio rapportare il quantitativo di zucchero per ottenere il perfetto rapporto tra dolce/amaro ( barbara d’d’urso ndr. )
Poi metto in vendita il tutto a 599 euro, ma chi non ha 599 euro per avere il caffe perfetto?

pistola74
pistola74

Lo zucchero da cucina è saccarosio, qualcuno usa il fruttosio, altri ancora la stevia o altri tipi di edulcorante, comunque non il glucosio….la cosa si complica parecchio….

pistola74
pistola74

E comunque x il glucosio basta usare i misuratori che usano già i diabetici…niente, ti conviene cercare un’altro brevetto…

mde4trail
mde4trail

mi hai fatto morire

Dn73
Dn73

[USER=3740]@jimmy27[/USER]
[URL unfurl=”false”]https://www.amazon.it/dp/B07QZVG852/?tag=mmc08-21[/URL]

Ed essendo 4 controlli anche quelle di un amico. Basta avere le valvole giuste:)))))
E con il display sul manubrio manco vi dovete fermare…

jimmy27
jimmy27

Figo, adesso ditemi voi come il Tyrewiz costa 200 euro e questi costano solo 30? compreso il display?

Forst
Forst

Che precisione hanno? Perchè quelli in test hanno una precisione del +- 2%. Ci sono anche gomme a 5€ ma le prestazioni sono di roba da 5€.

D-Lock
D-Lock

[QUOTE=”Dn73, post: 8740678, member: 146212″]
[USER=3740]@jimmy27[/USER]
[URL unfurl=”false”]https://www.amazon.it/dp/B07QZVG852/?tag=mmc08-21[/URL]

Ed essendo 4 controlli anche quelle di un amico. [B]Basta avere le valvole giuste[/B]:)))))
E con il display sul manubrio manco vi dovete fermare…
[/QUOTE]

Hai detto poco…
Trovami delle ruote tubeless che usano valvole Shrader, a meno di non mettersi a giocare col trapano (e auguri coi cerchi in carbonio).

jimmy27
jimmy27

per altri 2 euro ci sono gli adattatori 😉

Dn73
Dn73

[QUOTE=”D-Lock, post: 8740682, member: 14872″]
Hai detto poco…
Trovami delle ruote tubeless che usano valvole Shrader, a meno di non mettersi a giocare col trapano (e auguri coi cerchi in carbonio).
[/QUOTE]
Mi sembra ovvio che era una cazzata.
Altrettanto ovvio che siano una cosa del tutto superflua e ritengo anche inutile questi sensori presentati.

D-Lock
D-Lock

[QUOTE=”Dn73, post: 8740684, member: 146212″]
Mi sembra ovvio che era una cazzata.
Altrettanto ovvio che siano una cosa del tutto superflua e ritengo anche inutile questi sensori presentati.
[/QUOTE]

Beh, fino a un certo punto, io sono convinto che le bici funzionerebbero meglio con le Shrader, sono più robuste, semplici da usare e compatibili con qualsiasi altro veicolo (se hai problemi un qualsiasi benzinaio ti può gonfiare la ruota, pensa a quelle che non tallonano quando le monti). Ci siamo ritrovati a usare le Presta per colpa dei grammomaniaci bitumari e non ci schiodiamo da qui, con quell’idiotissimo e delicato tappino a vite.

jimmy27
jimmy27

Anche io sono anni che dico che sarebbero meglio le Shrader sulle MTB per i motivi da te elencati

Dn73
Dn73

[USER=14872]@D-Lock[/USER]
D’accordo con te sul discorso valvole.

D-Lock
D-Lock

[QUOTE=”jimmy27, post: 8740685, member: 3740″] Come ho già detto misuro la pressione prima di ogni uscita e quando monto un copertone nuovo faccio 2 o 3 giri di test per trovare la pressione “giusta”. Faccio questo e piu o meno è quello che fanno tutti senza la necessità di spendere 200 euro per uno strumento che si sarà preciso ma nella pratica è inutile. Se uno vuole essere piu preciso basta che si compri un manometro tascabile da 10 euro e durante i suoi giri prenda qualche misura. Parliamo di chi fa le gare: DH, serve? forse in prova per trovare la pressione ottimale, fai le tue prove e scegli la pressione. Si puo servire Enduro? anche qui potrebbe servire durante le prove ma poi in gara è meglio portari dietro il manometrino e fare la pressione prima di ogni PS. XC? anche qui puo aiutare il pro a trovare la pressione perfetta durante le prove ,ma se il sabato è asciutto e poi la domenica piove un po’? che fai? Marathon? idem come per l’XC, si in prova ma in gara non credo che serva. Per l’amatore della domenica che faccia DH, Enduro o XC. non serve, ci si ferma 2 minuti e si controlla con il manometrino. [/QUOTE] Sarà per questo motivo che in DH stanno installando sensori ovunque sulle sospensioni, perchè si fidano delle misure con le dita o facendo rimbalzare le bici nei parcheggi… Si tratta di acquisire “dati”, valori oggettivi, su cui poi ragionare. Il… Read more »

lollo72

Sarebbe interessante se oltre al led ci fosse anche un segnale acustico (magari su remoto) che avvisi quando si va fuori range , in quanto non sempre si hanno gli strumenti sott’occhio .

batarisTA
batarisTA

Perplesso. Perplesso perchè sulla mia moto, che monta ancora gomma+camera d’aria, per 75 euro ho installato i sensori più lo strumento che monitora di continuo la pressione avvisando con degli alert luminosi e sonori se scende oltre un certo range. L’ho fatto perchè se una gomma inizia a sgonfiarsi piano mentre sono a 130 in autostrada o anche a 90 su statale, rischio la vita! Mi è sembrato un buon motivo per acquistarli ed installarli. Questi sulla mtb ritengo, IMHO, che per la maggior parte dei bikers siano costosamente inutili.

Etien
Etien

Mettendo da parte il fattore economico, un dispositivo che in caso discostamento rispetto alla “giusta pressione” ti avvisa in tempo reale è senz’altro utile. La cosa che mi lascia dubbioso è la dipendenza dalle batterie, mi rendo conto che è un mio limite ed il futuro è questo ma finché posso evito.

lollo72

La versione “appiattita” per i cerchi Zipp 3zero Moto mi pare buona , ma quella tradizionale da applicare come estensione della valvola mi sembra al quanto scomoda e pericolosa per l’inegrità della valvola ; non sono riuscito a trovare il peso di tale accrocchio ?

monta
monta

sw fossi milionario li metterei
servono veramente a poco
ottimo accessorio per milionari

motobimbo
motobimbo

ma qual’è la “giusta” pressione?

Dn73
Dn73

[QUOTE=”Etien, post: 8740739, member: 26350″]
Mettendo da parte il fattore economico, un dispositivo che in caso discostamento rispetto alla “giusta pressione” ti avvisa in tempo reale è senz’altro utile. La cosa che mi lascia dubbioso è la dipendenza dalle batterie, mi rendo conto che è un mio limite ed il futuro è questo ma finché posso evito.
[/QUOTE]
Ti avvisa in tempo reale. Vero , ma dipende se tu riesci a vederlo in tempo reale. Cosa impossibile se hai il telefono nello zaino. Quindi controlli quando sei fermo, con tutte le variazioni del caso: scarto 2%, temperatura diversa, fermo e non in movimento.

Dn73
Dn73

[QUOTE=”motobimbo, post: 8740757, member: 33762″]
ma qual’è la “giusta” pressione?
[/QUOTE]
Ottima domanda…la pressione giusta è istantanea per il momento in cui la verifichi o per l’istante di trail che stai percorrendo. Di fatto fai una media che possa andare bene per tutta discesa, con le varie differenze di aderenza e fondo che incontri.
Insomma occorre che qualcuno si inventi un sensore che tramite gps legga in anticipo la traccia e che in collegamento con app di meteo e sensore sulle sospensioni regoli in tempo reale la pressione delle ruote. Ovviamente non dovrebbe mancare una gomma dotata di sensore che riconosca il tipo terreno in modo automatico. Ah…ed il sensore di cadenza…colleghiamo pure quello.
Ecco…se fosse così, quei €2000 perché non spenderli?

Dani1000
Dani1000

Possono essere utili a chi passa più tempo a gonfiare e sgonfiare i pneumatici col manometro prima di ogni discesa che usa biciclette da 12000,00€ e guarda sempre strava per sapere se ha battuto il suo record sul solito sentiero che percorre 100 volte all’ anno.
Può essere utile a chi fa gare di dh e xc, forse un po’ meno a chi fa gare enduro
Può essere utile a chi è un fanatico della tecnologia ed è un maniaco del controllo
Non serve a nulla a tutti gli altri che vanno in mtb per divertimento e diletto.
Tutte le volte che ho avuto a che fare con gente che guardava e studiava se 0,1 bar in + o – era meglio per andare forte era gente che poi non andava una mazza, tutti quelli che ho visto gonfiare e sgonfiare le gomme col ditometro era gente che andava il doppio di quelli col manometro.
io sto nel mezzo, uso il ditometro ma vado come quelli con manometro

pk71
pk71

[QUOTE=”Dn73, post: 8740784, member: 146212″]
Ottima domanda…la pressione giusta è istantanea per il momento in cui la verifichi o per l’istante di trail che stai percorrendo. Di fatto fai una media che possa andare bene per tutta discesa, con le varie differenze di aderenza e fondo che incontri.
Insomma occorre che qualcuno si inventi un sensore che tramite gps legga in anticipo la traccia e che in collegamento con app di meteo e sensore sulle sospensioni regoli in tempo reale la pressione delle ruote. Ovviamente non dovrebbe mancare una gomma dotata di sensore che riconosca il tipo terreno in modo automatico. Ah…ed il sensore di cadenza…colleghiamo pure quello.
Ecco…se fosse così, quei €2000 perché non spenderli?
[/QUOTE]

Ma scusa la soluzione a tutte queste variabili è molto semplice ZWIFT!
E’ bene iniziare a separare chi va in bici con le gambe ed il cervello da chi ci va con le app…..

Ninerjetrdo29
Ninerjetrdo29

A metà di una bella salita ti fermi e dici ”oh no, ho perso 0,1 bar!!!”

D-Lock
D-Lock

[QUOTE=”Dani1000, post: 8740816, member: 96077″]
Non serve a nulla a tutti gli altri che vanno in mtb per divertimento e diletto.
[/QUOTE]

Sarà un mio limite ma non riesco veramente a capire perchè questa visione bucolica/luddista dell’andare in bici debba esserel’unico modo di “divertirsi”. Anche quelli che usano tanta tecnologia si divertono in bici. E oltretutto la tecnologia la usiamo tutti, chi più chi meno. Se siete qui a scrivere ad esempio lo dovete alla tecnologia.

Dani1000
Dani1000

io non ho nulla contro la tecnologia in se per se, ma piuttosto non mi piace la tecnologia fine a se stessa. ci sono un sacco di cose che funzionano e portano un vero beneficio e un sacco di altre che sono solo dei gadget che non danno un vero valore aggiunto. poi ognuno si diverte come vuole e crede, ma secondo me uno che usa questa cosa si diverte più a smanettare con 0,1 bar che ad andare in bicicletta. Se uno durante una discesa penso solo al raggiungimento della velocità massima relativa e quando si ferma pensa solo alla giusta pressione delle gomme perché il sentiero cambia conformazione contento lui. Ognuno fa come crede, ma secondo il mio parere si perde molte altre cose più belle

p84
p84

Per un attimo ho pensato al primo di aprile

Danixele
Danixele

Premesso che su di una gomma plus già una differenza di 0,05 bar è percepibile da un normo amatore e quindi serebbe anche utile, ma il prezzo è veramente folle, ma folle folle :pirletto:

lollo72

Io comunque continuo a sostenere che la versione tradizionale non “appiattita” sia rischiosa per la valvola che non è progettata per avere un’estensione del genere al posto del tappino . Ricordo una brutta esperienza in moto quando avevo installato al posto del tappino uno di quei cappucci luminosi che si accendono con forza centrifuga : a velocità per fortuna non elevatissima per l’eccessivo sforzo dovuto al maggiore peso dell’accrocchio si è rotta di netto la valvola(ruota anteriore!) con conseguente calo istantaneo di pressione , non sono caduto per miracolo mache strizza 🥶

superskinny
superskinny

[QUOTE=”marco, post: 8740660, member: 1″]
Saresti il cliente perfetto del tyrewiz insomma
[/QUOTE]

[USER=6401]@gargasecca[/USER] uno come te che vive sulla discussione delle gomme non può non averli, dai… veramente se non li compri ti devi vergognare :espulso!:

superskinny
superskinny

[QUOTE=”D-Lock, post: 8740704, member: 14872″]
Sarà per questo motivo che in DH stanno installando sensori ovunque sulle sospensioni, perchè si fidano delle misure con le dita o facendo rimbalzare le bici nei parcheggi…
Si tratta di acquisire “dati”, valori oggettivi, su cui poi ragionare. Il fatto che a te o a me non servano non vuol dire che non servano a nessuno.
La cosa non esclude l’altra. Anche lavare la bici e ingrassare la trasmissione sono soldi spesi bene.
[/QUOTE]

Esatto. Avranno sicuramente la loro nicchia di mercato. Come ce l’hanno pantaloncini in plastica Made in china da 170€, o pedali da 250€ o bici da 8000€

lucamox
lucamox

Non trovo affatto inutile l’oggetto, anzi alcune volte mi avrebbe avvisato in anticipo della perdita di pressione prima o durante una gara, risparmiandomi qualche bella incazzatura.
Sto solo aspettando che qualche cinese ne faccia una versione a prezzo abbordabile (per me chiaro, per altri puó anche giá esserlo)

Dn73
Dn73

[QUOTE=”lucamox, post: 8741321, member: 17820″]
Non trovo affatto inutile l’oggetto, anzi alcune volte mi avrebbe avvisato in anticipo della perdita di pressione prima o durante una gara, risparmiandomi qualche bella incazzatura.
Sto solo aspettando che qualche cinese ne faccia una versione a prezzo abbordabile (per me chiaro, per altri puó anche giá esserlo)
[/QUOTE]
[USER=17820]@lucamox[/USER]
Ok capisco il tuo ragionamento, ma vorrei sapere come tu potresti ricevere l’informazione. Esempio: in gara il sensore rileva una differenza di pressione ed invia l’informazione alla app . Ora…a meno che tu non gareggi con il cell sul manubrio non vedo come tu possa ricevere l’informazione correttamente rilevata.
È questo che mi fa dubitare di una effettiva utilità del sistema.
Per rilevare la pressione pre e post gata ci sistemi affidabili da pochi euro.

lucamox
lucamox

vedo che ti hanno giá risposto.
Ad ogni modo l’oggetto comunica anche in Ant+ e tra i vari profili di dati che l’Ant+ supporta cé anche quello realtivo ai sensori di pressione, quindi basta che la Garmin decida di visualizzare l’informazione oppure farne quello che piú torna utile, tipo magari emettere un suono e visualizzare un allarme tanto per dirne una. Non so cosa faccia l’app che si installa sul Garmin, ma se l’oggetto si diffonde , si amplieranno anche le opzioni di uso dei relativi dati

D-Lock
D-Lock

[QUOTE=”Dn73, post: 8741351, member: 146212″]
[USER=17820]@lucamox[/USER]
Ok capisco il tuo ragionamento, ma vorrei sapere come tu potresti ricevere l’informazione. Esempio: in gara il sensore rileva una differenza di pressione ed invia l’informazione alla app . Ora…a meno che tu non gareggi con il cell sul manubrio non vedo come tu possa ricevere l’informazione correttamente rilevata.
È questo che mi fa dubitare di una effettiva utilità del sistema.
Per rilevare la pressione pre e post gata ci sistemi affidabili da pochi euro.
[/QUOTE]

Ma l’ha fatto vedere Marco direttamente nell’articolo! l’hai letto?????

C’è un app nello store IQ di Garmin, tale per cui puoi avere le informazioni direttamente a schermo sul Garmin appunto.

Dn73
Dn73

[QUOTE=”D-Lock, post: 8741372, member: 14872″]
Ma l’ha fatto vedere Marco direttamente nell’articolo! l’hai letto?????

C’è un app nello store IQ di Garmin, tale per cui puoi avere le informazioni direttamente a schermo sul Garmin appunto.
[/QUOTE]
No mi era sfuggito. Infatti mi sembrava una enorme cazzata.
Cioè penso sempre che siano del tutto inutili e superflui, ma almeno così hanno una funzione.

Dn73
Dn73

[QUOTE=”marco, post: 8741378, member: 1″]
non hai lesinato in commenti ma praticamente non hai letto una sega. Altrimenti la gigantografia del garmin non ti sarebbe sfuggita.

[IMGcomment image[/IMG]
[/QUOTE]
E quindi?

sembola

[QUOTE=”Dn73, post: 8741380, member: 146212″]
E quindi?
[/QUOTE]
e quindi ti è sfuggito.

Dn73
Dn73

[QUOTE=”sembola, post: 8741389, member: 351″]
e quindi ti è sfuggito.
[/QUOTE]
Esatto. Cosa che ho scritto, proprio perché altrimenti non ne capivo il motivo di esistere.
Però non uso toni del cazzo nelle risposte.
Vabbhe..se ho tempo rileggo l’articolo.

DrPeperino
DrPeperino

Sarà per inesperienza o mancanza di sensibilità “manuale”, ma anche a me incuriosirebbe questo strumento, mi piacerebbe avere sotto controllo il dato per imparare e capire di più di settaggi e ruote.

Come dicono molti il prezzo adesso sembra effettivamente un po’ irragionevole.

Marco: i dati di pressione vengono anche registrati sulla traccia sul portale garmin ( come per esempio il bilanciamento dx/sx del power meter, per dire)?

Dn73
Dn73

[QUOTE=”marco, post: 8741416, member: 1″]
il mondo alla rovescia: tu non leggi l’articolo che commenti e a chi te lo fa presente dai dei “toni del cazzo”.
Ma vaffanculo.
[/QUOTE]
Complimenti…ottima risposta.

Dn73
Dn73

[QUOTE=”marco, post: 8741419, member: 1″]
te la sei cercata e te la porti a casa. La prossiva volta pensa prima di scrivere. O magari leggi
[/QUOTE]
Che vuoi che ti dica…sei pure il Direttore.

andy_g
andy_g

Sicuramente può avere la sua utilità, soprattutto mentre si cercano le pressioni giuste per una data combinazione. Troppo spesso si gonfia a casa fino a due atmosfere o quasi perché si riesce a vedere la tacca sulla pompa che ha un manometro chiaramente progettato per le bici da corsa e poi non si tocca più niente per paura di sbagliare. Il prezzo però è ancora troppo elevato per me, considerando che un manometro digitale costa pochi euro e, per quanto sicuramente più scomodo, nel caso mio fa lo stesso lavoro.

Billo
Billo

Personalmente (e senz’altro sbagliando), non ho mai avuto la sensibilità di apprezzare una pressione piuttosto che un’altra…ho sempre gonfiato le gomme per “salvaguardare” il cerchio (bici front), piuttosto che per la prestazione…
Invidio (anzi, non me ne frega nulla) chi ha la sensibilità di poter apprezzare la differenza di 0.3 bar fra una salita ed una discesa, piuttosto che del feeling con una gomma e l’altra.
Vorrei inoltre capire, poichè mi capita, quando utilizzi gomme “un pò datate” che magari perdono pressione da un giorno all’altro, come potrebbe funzionare bene uno strumento di questo tipo…
Teoricamente devi avere la gomma sempre efficiente e a tenuta al 100% per apprezzarne le caratteristiche, altrimenti, presumo che qualcosa si perda in un giro…
ho un ultima domanda: ma se in base a quanto riportato dai sensori, la pressione non risulta corretta (caldo/freddo etc), uno scende di bici tutte le volte e gli da un colpo di pompa o toglie 0.1 bar?

Claudiop77
Claudiop77

Prezzo improponibile per l’auto 4 sensori 140€ se fossero 2 sensori 70€ sarebbero diffusissimi.

AlexV
AlexV

Personalmente non è un accessorio di cui sento il bisogno, però vedo che si critica il prezzo comparandolo con quello dei sensori per auto.

C’è un dato che -se vero, ma non ho motivo di dubitarne- non permette un paragone diretto, cioè la tolleranza di +/- 2%. Considerando una pressione di esercizio di 1,5 bar equivale a +/- 0.03 bar.

Quelli che si trovano su Amazon non indicano nemmeno una tolleranza e dubito che abbiano una sensibilità di +/- 0.2 bar a dirla tutta… per carità ok per l’uso cui sono destinati, ma basta.

ciccioo
ciccioo

[QUOTE=”marco, post: 8741416, member: 1″]
il mondo alla rovescia: tu non leggi l’articolo che commenti e a chi te lo fa presente dai dei “toni del cazzo”.
Ma vaffanculo.
[/QUOTE]
A pensare che io mi son trovato ban per dei scherzi! Complimenti!

Fbf
Fbf

Interessanti ma super expensive!

pinozo
pinozo

Indispensabile… magari no..
come del resto potrebbero non esserlo il tubeless, il telescopico oppure il gps per esempio.. una va in bici uguale.. eppure, uno alla volta, li ho messi..
è una di quelle cose sfiziose che però ritengo utile e comoda se vista sotto alcuni punti di vista..
peccato non sembri compatibile con il mio fido Etrex 35 touch..

p.s senza voler offendere nessuno, non capisco l’accanimento di alcuni contro alcuni “aggeggi”.. non vi piace? dite pure il perché e non compratelo.. ma poi basta.. 🙂

iaco70
iaco70

[QUOTE=”jimmy27, post: 8740685, member: 3740″] Come ho già detto misuro la pressione prima di ogni uscita e quando monto un copertone nuovo faccio 2 o 3 giri di test per trovare la pressione “giusta”. Faccio questo e piu o meno è quello che fanno tutti senza la necessità di spendere 200 euro per uno strumento che si sarà preciso ma nella pratica è inutile. Se uno vuole essere piu preciso basta che si compri un manometro tascabile da 10 euro e durante i suoi giri prenda qualche misura. Parliamo di chi fa le gare: DH, serve? forse in prova per trovare la pressione ottimale, fai le tue prove e scegli la pressione. Si puo servire Enduro? anche qui potrebbe servire durante le prove ma poi in gara è meglio portari dietro il manometrino e fare la pressione prima di ogni PS. XC? anche qui puo aiutare il pro a trovare la pressione perfetta durante le prove ,ma se il sabato è asciutto e poi la domenica piove un po’? che fai? Marathon? idem come per l’XC, si in prova ma in gara non credo che serva. Per l’amatore della domenica che faccia DH, Enduro o XC. non serve, ci si ferma 2 minuti e si controlla con il manometrino. Spendete i soldi per fare le revisioni alle sospensioni, quelli si son soldi spesi bene! [/QUOTE] concordo pienamente. Il dispositivo potrà essere preciso fin che si vuole, sarà pure interessante tecnologicamente, ma è un accessorio inutile o, quanto meno, la cui… Read more »

Mar-cello
Mar-cello

Premesso che ognuno è libero di spendere i soldi come vuole es io sono fra quelli che in moto temperatura e pressione gomme mi interessano, perché non montare camere o valvole Schrader e poi metterci i tpms da moto con display oppure app?