[Test] Ruote Ibis 741

[Test] Ruote Ibis 741

07/07/2014
Whatsapp
07/07/2014

Se il dibattito sul diametro delle ruote ha infuriato per qualche anno ormai, la questione più attuale è adesso diventata la larghezza dei cerchi. Assieme a varie larghezze del cerchio si sviluppano nuovi profili. Recentemente, Ibis è entrata nel mercato delle ruote offrendo set sia in diametro 27.5″ che 29″, entrambi al prezzo di 1.499 Euro. Offrono una coppia di ruote “standard” con cerchio di larghezza 28mm (parliamo di larghezza esterna, n.d.t.) e diametro 29″ oltre a ruote con cerchi da 41mm nei due diametri 26″ e 27.5″. Tutti i cerchi hanno profili diversi rispetto a quelli dei cerchi tradizionali. Ibis usa un cerchio con spalla che non è a j rovesciata (manca il bordo), e con pareti più robuste, offrendo maggiore resistenza agli impatti. La cosa più notevole è che il set ha pesi molto competitivi e prezzi ancora più interessanti per un set di ruote in carbonio. In media una coppia di ruote ha prezzi ben sopra i 2000 Euro. Anche se 1.499 euro non sono pochi in assoluto, Ibis è riuscita ad entrare nel mercato delle ruote in carbonio con il primo set ad un prezzo ragionevole. Durante le scorse settimane, abbiamo provato del 741 su una Mojo HDR nei nostri sentieri. Vediamo come si sono comportate!

_DSC1554

La prima cosa che si nota nelle 741 sono le grafiche poco appariscenti. Sobrie, tutte nere, queste ruote sono proprio belle. Il cerchio è verniciato cosi non sembrano a prima vista delle ruote in carbonio. Poi noterete la larghezza del cerchio. E’ enorme – con 41mm di larghezza conferisce un profilo diverso anche al copertone, e di conseguenza caratteristiche di tenuta peculiari – ma di questo parleremo più avanti. 32 raggi a triplo spessore legano il cerchio a mozzi ben rifiniti che girano su cuscinetti enduro bearing e sono disponibili sia con ruota libera standard che con XD. Il tutto assemblato in un solido pacchetto che si è dimostrato valido nel periodo di prova. Niente compromessi ed un peso di 1650 grammi per set.

_DSC1564

_DSC1555

Ma perché cerchi così larghi? Se non avete già letto abbastanza a riguardo, il succo è che dei cerchi larghi permettono di usare pareti “senza gancio” sul cerchio. Le pareti possono quindi essere molto più spesse e robuste. E questo è un vantaggio perché il killer numero uno per i cerchi in carbonio sono impatti violenti in cui il copertone viene schiacciato contro il cerchio e le rocce colpiscono il bordo del cerchio stesso: un bel problema considerato il loro costo. Un altro vantaggio portato dai cerchi larghi é che cambiano completamente le caratteristiche di cerchio e copertone, dando alla gomma un feeling meno precario e più prevedibile, soprattutto su fondo tecnico e curve strette. A causa della forma meno a globo e più squadrata del copertone, la gomma si deforma meno. Dopo giorni di salti e colpi sui sentieri del sud della California, ecco cosa abbiamo trovato.

_DSC1542

Ibis suggerisce di tenere la gomme montate sulle 741 a pressioni di circa 0.3-0.4 bar inferiori al normale. Abbiamo seguito le indicazioni. Il nostro rider da 80 kg tiene le gomme tipicamente a 1.9 bar davanti e 2.1 dietro con gomme 27.5″ x 2.35″. Ha gonfiato le Maxxis Minion DHF montate sulle ruote a 1.5 bar davanti e 1.7 bar dietro. Non abbiamo avuto problemi di pizzicature ed anche con urti su spigoli rettangolari non abbiamo mai danneggiato il cerchio.

_DSC1556

Dal momento che la gomma assume un profilo più squadrato, c’è un leggero incremento dell’area a contatto col suolo, aumentando un po’ la resistenza al rotolamento. Questo fattore si è fatto notare leggermente in salita, ma sul mercato c’è una scelta enorme di copertoni, molti dei quali scorrono meglio delle gomme fornite. D’altro canto, una volta in discesa i copertoni fornivano grip e stabilità incredibili. Sembravano anche aggiungere un ulteriore strato tra la bici ed il terreno, come se le sospensioni lavorassero meglio. Inoltre, l’incremento di tenuta si faceva notare soprattutto quando ce n’era più bisogno. Curve su terreno smosso o polveroso erano meno insidiose e più prevedibili. La bici teneva le linee meglio anche nelle contropendenze.

Anche a basse pressioni, le prestazioni in curva erano fantastiche. Le gomme non spanciavano in curve strette e le ruote sembravano più agili e vive di un set tradizionale. Questo può essere attribuito in parte alla rigidità del cerchio, ma sembra che Ibis abbia avuto una buona intuizione e che il largo cerchio ed il profilo della gomma gestiscano le curve molto meglio rispetto ad un cerchio normale. La frenata è migliorata leggermente, anche se non era questa la caratteristica più evidente. In generale è cresciuta leggermente la resistenza al rotolamento, ma d’altro canto le gomme rendono un po’ più scorrevoli le salite tecniche ed hanno dato al nostro tester una migliore tenuta sui tratti più sconnessi.

_DSC1515

Quindi quali sono le nostre considerazioni conclusive? Dato che il segmento trail si è spostato verso ruote con diametri maggiori, una ruota rigida e veloce porta molti vantaggi. I vantaggi di avere cerchi rigidi crescono assieme al diametro delle ruote. Ci sono parecchi rider pragmatici negli ultimi tempi che sognano cerchi in carbonio non solo per risparmiare peso. Il fattore più influente sono le migliori caratteristiche di riding.

_DSC1562

Per quanto riguarda la qualità, non abbiamo nulla da eccepire. I raggi sono solidi a sufficienza ed i cuscinetti enduro bearing sono la scelta giusta per una lunga durata. I mozzi sono costruiti da un produttore di alto livello in Taiwan su specifiche Ibis. Dopo tutto, ciò che si paga sono i cerchi. Inoltre, se si considera che questo set completo costa circa la metà di altre proposte caratterizzate da qualche tecnologia unica, questa coppia di ruote ha un buon prezzo.

_DSC1497

Conclusioni

Non ci sono miglioramenti in termini di efficienza sul liscio ed in salita. Le salite tecniche sono più facili ma con un po’ di resistenza al rotolamento in più, ma bisogna anche dire che le gomme montate erano massicce, e che oggigiorno ci sono un sacco di opzioni di gomme secondo i gusti e le preferenze di ciascuno. Il succo è che questo set di ruote ha totalmente trasformato la nostra bici in discesa. È il set di ruote che tra tutti quelli che abbiamo provato ci ha dato maggior sicurezza.

Larghezza: 41mm esterna, 35mm interna.
Diametro: 27.5″
Peso:  1669g la coppia, 777g anteriore, 892g posteriore, solo cerchio 475g.
Prezzo: 1.499 Euro

4Guimp.it

Traduzione di David Roilo