[Video] Chris Akrigg e il frontino delle meraviglie

[Video] Chris Akrigg e il frontino delle meraviglie


La tecnica incredibile di Chris Akrigg usata su una front da XC. Vi dico solo: minuto 2:56.

  1. Ecco, quando vedi un video simile su una front per altro senza neanche moltissima escursione e vedi cosa ci fa capisci:
    A – Che tu sei una pippa e tecnicamente non cali nulla.
    B – Che se dicono che con un frontino se ci sai andare e hai tecnica con i trick e i movimenti giusti ci fai quasi di tutto.
    C – Che noi comuni mortali abbiamo delle full con mega escursioni semplicemente perché non siamo buoni e ci facciamo aiutare dal mezzo e lo sfruttiamo forse al 10% di quello che potrebbe potenzialmente fare.

    Spettacolo il video e spettacolo il rider!

    0
  2. Che tecnica!! Ho sempre sostenuto che si dovrebbe cominciare con la front per poi godere dei reali vantaggi della full, perché a patto di avere ossa e articolazioni sane, con la tecnica la front fa le stesse cose

    0
  3. Quando ho visto il video ho pensato :Beh il trial applicato all'escursionismo…
    Ma quando hai una tecnica del genere è ovvio che la puoi usare sia sull'artificiale che sul naturale…
    Insomma …Paura!
    LA dimostrazione che il limite sulla bici siamo sempre noi

    0
  4. A parte fare notare come, nella salita al minuto 2:26, non usa neppure l’ultimo pignore (non gli piacerà salire troppo agile!), voglio fare coming out e dire che preferisco i video di Akrigg a quelli di MacaAskill, perchè mentre Danny è il re del trial, penso che Chris faccia la migliore integrazione di trial e mtb, mostrando come e quanto, il prima, possa essere utile al secondo, e di quanto migliori saremmo sui sentieri se affinassimo quelle capacità. Come hanno già detto altri… un’ispirazione!

    0
  5. Una padronanza del mezzo che mi ha lasciato bocca aperta. Un rider simile mi farebbe mangiare polvere anche usando una graziella con le ruote bucate… servirà da stimolo anche se il tempo a disposizione è (troppo) poco.

    0
  6. al di la’ della evidente spettacolarità del video e dell’immensa classe del ciclista, è illuminante (e allo stesso tempo deprimente, se penso a come salgo io…) vedere come sale in situazioni “normali”, come ad esempio intorno ai minuti 1′ e 2’30” del video. Nessuno di noi, credo, salta come un grillo con la bici sui sassi, ma sui sentieri ci andiamo tutti, e non credo certo in quel modo…..
    Comunque grande tecnica, equilibrio ma anche tanta forza nelle gambe !

    0
  7. Ma che pedali usa, flat o a sgancio automatico?
    Oserei dire flat ma i piedi sembrano incollati ai pedali, non glieli ho visti staccare un secondo.
    In ogni caso si resta incantati a vedere certi passaggi

    0