Zaino o marsupio

Zaino o marsupio?

80

Come portare con sé lo stretto necessario per i nostri giri, con lo zaino o con un marsupio? I pro e i contro di ogni soluzione.

Zaino Evoc Trail Pro
Marsupio Evoc Hip Pack Pro 3
Training Camp
App per iPhone
App per Android

Zaino

Inutile negarlo, lo zaino è la scelta numero uno per chi fa giri medio – lunghi in mountain bike. Abbiamo posto per una giacca, magari una maglia di ricambio, attrezzi, camera d’aria, pompa, portafogli e tanto altro ancora. Avevo fatto un video a proposito, spiegando cosa portare con sé durante giri alpini.

Non solo, zaini moderni come l’Evoc Trail Pro sono anche dotati di paraschiena, una protezione in più che non aggiunge peso in maniera rilevante e che può salvarci da brutti infortuni.

Gli svantaggi dello zaino sono che fa sudare sulla schiena, in particolare d’estate, e che in discesa può risultare fastidioso perché ci impaccia nei movimenti. Bisogna anche dire che vi si fa l’abitudine e, se non è troppo pesante, lo zaino in discesa non è veramente un gran problema.

Marsupio

Di chiara derivazione motociclistica, ultimamente il marsupio si vede sempre di più in giro, complice anche il continuo evolversi del prodotto, ormai progettato per essere discretamente capiente e soprattutto molto stabile.

Un marsupio come l’Evoc Hip Pack Pro 3 non solo permette di portarsi appresso giacca, camera d’aria, attrezzi e qualche barretta, ma sta anche bene al suo posto sia in salita che in discesa. Ovviamente il trucco sta nel non mettervi cose troppo pesanti come borracce o sacche idriche, o perlomeno di svuotarle una volta che si comincia la discesa.

Voi che soluzione preferite? O siete fra quelli che si mettono tutto nelle tasche della maglia e sulla bici?

In collaborazione con Bike Lab.

 

Commenti

  1. Tutti boni col marsupio…poi quando ci stanno i problemi, lo zaino di gargasecca risolve la pratica, mi pare tipo la tasca di Doraemon che tira fuori un chuski… :smile:
  2. Giro intorno a casa.....tre ore diciamo.....tutto nelle tasche.....quando la cosa si fa seria, con giri in zone isolate.....be...zaino e nn discuto!
  3. Per i giri che faccio io è già tanto che porto la bici...
    Scherzi a parte, per giri molto brevi, diciamo nei dintorni, infilo tutto nel "classico" astuccio fissato tra orizzontale e tubo sella e cellulare, documento e una banconota finiscono nelle tasche della maglia.
    Per giri dove so di poter riempire la borraccia regolarmente ma prevedo di stare fuori un po' di tempo in più allora uso un marsupio piuttosto capiente, e documenti, cellulare e volendo pure un panino li infilo lì.
    Se devo portare acqua in più, o qualcosa da mangiare, o la giacca antivento, o un cambio, qualunque cosa richieda uno zaino, allora porta lo zaino infilo tutto lì dentro; diciamo per quelle rare volte in cui esco la mattina e torno nel pomeriggio.
    Ma io faccio ancora parte dei neofiti e i giri che faccio lo dimostrano ampiamente, quindi una volta messo nell'astuccio l'essenziale per tornare a casa il resto sono piccoli extra.
    E uso banalmente un vecchio zainetto dell'Adidas non specifico per la bici e un marsupio preso su Amazon.
    Se nei giri che faccio riuscissi a cadere di schiena e spaccarmi probabilmente il problema non è più lo zaino e neanche la bici, è proprio che dovrei cambiare sport.
    Ovviamente il mio piccolo contributo è più "utile" ai neofiti come me, che iniziano a pedalare e stanno scoprendo la mountain bike che non a chi pedala da una vita e non ha certo bisogno dei miei "consigli".
Storia precedente

Brage Vestavik torna in azione

Storia successiva

[Video] Danny MacAskill: W l’impennata!

Gli ultimi articoli in Tech Corner

La mia officina

Dovreste ormai sapere che Bike Lab ha traslocato in una nuova sede e, visto che me…