7 miti da sfatare riguardo alle sospensioni

7 miti da sfatare riguardo alle sospensioni


Le sospensioni sono la parte più complicata delle nostre mountain bike, così come lo è la loro corretta taratura e manutenzione. Attorno a loro girano spesso falsi miti e sono molte le abitudini sbagliate e gli errori che diversi rider commettono nella taratura e nella manutenzione. Abbiamo per questo motivo pensato di raccogliere i 7 segreti che ogni rider deve sapere sulle proprie sospensioni.

Il sag va misurato con la sospensione aperta

Può sembrare banale, ma quando si misura il sag per regolare la durezza dell’elemento elastico della nostra sospensione, bisogna farlo con il blocco o la piattaforma stabile disinseriti.

Se la sospensione rimane nella posizione “chiusa” leggeremo un valore di sag sbagliato, troppo basso. Il bloccaggio o la piattaforma stabile infatti freneranno la sospensione bloccandola prima che si assesti sul corretto valore di sag, dandoci una lettura sbagliata. Il sag risulta troppo poco e, per ottenere il corretto affondamento, andremo a togliere troppa aria dalla sospensione, con il risultato di avere una forcella o un ammortizzatore troppo morbidi.

Per questo motivo il sag va sempre misurato con la sospensione aperta, anche se abbiamo un eventuale registro di compressione alle basse velocità.

Il sag non è il “mantra”

Per molti rider settare la sospensione sul corretto sag è una missione. Se l’affondamento non è al 25% o al 30% (dipende dalla bicicletta), la taratura è sbagliata a prescindere.

In realtà il sag è solo un punto di partenza per la regolazione delal durezza dell’elemento elastico. Da un punto di vista teorico il sag è fondamentale: senza quell’affondamento iniziale, la sospensione non lavora come si deve. Da un punto di vista pratico però la misurazione del sag non è così semplice ed univoca.

Basta infatti distribuire diversamente il peso sulla bicicletta, ad esempio avanzando o arretrando sulla bici, accucciandoci o stando dritti, sedendoci o alzandoci in piedi e le letture del sag possono essere molto diverse.

Per questo motivo il sag non va considerata come una regola assoluta di taratura della sospensione, quanto più un punto di partenza. La miglior taratura si ottiene con le prove sul campo, come avevamo già detto in un precedente articolo: Taratura delle sospensioni: oltre il concetto di sag.

La camera negativa non deve essere mai più gonfia della positiva

Camera negativa sulla Formula Nero

Anche se le forcelle con le doppie camere d’aria, positiva e negativa, regolabili separatamente, sono sempre meno, un errore comune su queste sospensioni è quello di gonfiare troppo la camera negativa.

La camera negativa è una camera il cui compito è quello di contrastare il carico di stacco della camera positiva, riducendolo o annullandolo. La negativa tende a comprimere la forcella, andando a contrastare quel carico di stacco dovuto alla pressione dell’aria nella positiva.

Il compito della negativa è quello di rendere la forcella più morbida e burrosa all’inizio, più plush. Più la negativa è gonfia più la sospensione è morbida sui piccoli urti, ma la sua pressione non deve mai superare quella della positiva.

Se la pressione della camera negativa è troppo alta infatti la forcella perde corsa. La negativa, in uno scenario di questo tipo, tenderebbe a comprimere la sospensione fino a che le due camere non raggiungono la stessa pressione, ma questo significa che la forcella rimane più corta, perde corsa e ci abbassa l’avantreno. Un disastro!

Per questo motivo, sulle sospensioni a doppia camera, prima si gonfia la camera positiva e poi si gonfia la negativa ad una pressione mai superiore a quella immessa nella positiva.

Non inserire oggetti tra stelo e raschiapolvere

Una volta si consigliava, per far scorrere meglio la nostra sospensione, di sollevare il raschiapolvere e far colare un po’ di olio all’interno. Questa procedura, corretta sulla vecchia generazione di raschiapolvere, non è più adatta alle nuove sospensioni.

I raschiapolvere moderni hanno infatti delle micro scanalature sul labbro superiore che possono facilmente danneggiarsi anche solo con un fascetta in plastica, senza contare il rischio di rigare lo stelo se si usano oggetti metallici.

Per questo motivo la miglior lubrificazione è semplicemente far colare dell’olio sul raschiapolvere senza sollevarlo.

Lubrificare costantemente steli e raschiapolvere

La lubrificazione esterna della sospensione è estremamente importante, per questo motivo è molto utile spruzzare ad ogni lavaggio dell’olio lubrificante adatto agli steli della nostra forcella o ammortizzatore.

Il compito della lubrificazione esterna è triplice:

  • proteggere i raschiapolvere, creando un film protettivo che li mantiene morbidi ed efficienti
  • l’olio serve a rimuovere ogni residuo di polvere che si insinua sul raschiapolvere, creando un anello di sporco misto olio sullo stelo che può essere facilmente rimosso con un panno
  • creare una patina lubrificante che migliora lo scorrimento della sospensione e penetra dentro il raschiapolvere lubrificandolo

Per questo motivo, non ad ogni uscita, ma almeno quando si lava la bici, è importante pulire bene con uno straccio e lubrificare esternamente la nostra sospensione, per poi rimuovere con un panno l’eccesso di lubrificante.

Quando si stacca la pompetta non esce aria

In molti sono convinti che, quando si svita la pompetta ad alta pressione, una parte dell’aria venga dispersa dalla valvola. Per compensare questo fenomeno, gonfiano quindi di più la sospensione.

In realtà questo è un falso mito. Se la pompa e la valvola funzionano correttamente, quando svitiamo la ghiera della pompetta, la valvola viene chiusa prima che l’aria venga fatta sfiatare. L’o-ring della pompa continua infatti a far tenuta fino a che la valvola non è chiusa, solo allora permette all’aria di uscire. Quella che sentiamo sfiatare è quindi solo l’aria contenuta nel tubicino e nel manometro della pompa, non è quindi aria proveniente dalla sospensione.

Quando invece attacchiamo la pompa alla sospensione una parte dell’aria contenuta nella camera pneumatica fuoriesce per andare a riempire tubicino e manometro della pompa. La perdita di aria è in genere nell’ordine di 10 psi, ma dipende dalle dimensioni della camera pneumatica.

Ecco che quindi la perdita di pressione che misuriamo andando a riavvitare la pompa si ha solo nel momento in cui attacchiamo la pompa alla camera d’aria. Quando stacchiamo la pompa, la pressione è esattamente quella misurata dal manometro.

Per essere ancora più sicuri, in commercio esistono delle specifiche valvole che permettono di svitare il pin centrale che comprime il core della valvola schrader della sospensione, prima di svitare la ghiera. In questo modo è impossibile che fuoriesca aria dalla sospensione. Si possono attaccare a qualsiasi pompetta e sono universali.

La forcella va manutenuta

Ultimo “segreto”, ma più che segreto non è altro che seguire le prescrizioni dei produttori, è che una sospensione per funzionare bene va manutenuta regolarmente.

Il tagliando annuale, previsto da tutti i produttori, non è uno strumento per fregare soldi o far arricchire i meccanici, ma è una prescrizione il cui obiettivo è quello di far funzionare al meglio la nostra forcella o ammortizzatore.

Le nostre sospensioni sono dei componenti complessi e delicati, se lavorano sempre con olio pulito, se le tenute sono sempre elastiche e lubrificate non possono che funzionare al meglio svolgendo un compito fondamentale nella guida fuoristrada: permetterci di mantenere sempre il controllo della nostra bicicletta in ogni situazione.

I punti che abbiamo visto in quest’articolo possono sembrare ad alcuni scontati, ma vi assicuro che non lo sono. Sono in tanti i riders che si riconoscono in almeno uno di questi errori, e non solo gli inesperti!

Like
Like x 3

Leave a Reply

52 Commenti il "7 miti da sfatare riguardo alle sospensioni"

   
più recente più vecchio più votato
Notificami di
ozeta
ozeta

con cosa lubrificare gli steli?

uomoscarpia
uomoscarpia

sempre e solo brunox

francescoMTB1
francescoMTB1

Bravo,ottimo ogni tanto riportare alla attenzione degli utilizzatori consigli tecnici di utilita’ !

Marco Toniolo
ozeta

con cosa lubrificare gli steli?

Brunox https://amzn.to/2y4b9tW

supereroe
supereroe

Ciao Marco,
riesci a darmi il nome delle specifiche valvole che permettono di svitare il pin centrale che comprime il core della valvola schrader della sospensione ? Grazie.

bikerlento
marco

Brunox https://amzn.to/2y4b9tW

Valide alternative?

Andrea321
Andrea321

normale olio da sospensioni ? alla fine però ne servono poche gocce e anche il brunox, seppur un pò caro, ti durerà una vita. Io ho anche usato il finishline al fluoro e va molto bene…ma è carissimo (11€/15ml di prodotto!!!)

franchi
Pietro.68
Pietro.68

non è certo lubrificante specifico per sospensioni, ma essendo del banale olio di silicone di sicuro male non gli fa. Meglio uno a base di teflon.

Scaveon
Scaveon

Si, io l’ho usato e funziona bene.
ma non spuzzarlo direttamente perchè quella bomboletta produce un aerosol che finisce sicuramente sui freni; è meglio spuzzarlo su un panno e poi strofinare le sospensioni.

Lyopard
Lyopard

Qualcuno mi sa spiegare perché prima di revisionare il mio ammo Monarch lo gonfiavo a 160psi per stare entro i limiti di SAG, mentre adesso lo devo gonfiare a 250psi? (la revisione è stata eseguita da un meccanico ufficiale SRAM)

Pietro.68
Pietro.68

la pompa è sempre la solita?

Lyopard
Lyopard

sì, sempre stessa pompa Rock Shox

davidf
davidf

Forse hai preso qualche kilo 😀

Lyopard
Lyopard

😀 😀 macché, sono sempre un figurino!

wilduca
wilduca

forse ti hanno aumentato il volume d’aria rimuovendo qualche token

Etien
Etien

Talvolta quelle che ci sfuggono sono le cose apparentemente scontate.. grazie 🙂

Pietro.68
Pietro.68

ma il titolo non è il contrario di quello che si dice poi nell’articolo?
Sul fatto che svitando il raccordo non esce aria dalle sospensioni è sempre stato oggetto di dibattito. Finalmente anche una fonte “più alta” fa chiarezza.
Grazie

Sciuscia
Sciuscia

Preciso, il titolo non ha senso, avrebbe dovuto essere “7 consigli utili”.

Danixele
  • Quello del SAG sarebbe da incorniciare, leggendo nelle discussioni sembra effettivamente sia un dogma inviolabile. :il-saggi:
  • Quello di non infilare roba nei paraoli e quello che sostengo da un pò, subendo a volde derisioni. :medita:
  • Quello della pressione che non viene persa quando si stacca la pompa, mi avate illuminato :razz:rost:
peppe1977
peppe1977

Credo che l’attrezzo per evitare fuoriuscite di aria quando si stacca la pompetta sia tipo questo http://reset-racing.de/product/air-port-evo/

santacruzbk
santacruzbk

Ma ache serve, se tanto aria non ne esce?

teoDH

la mia 380 ha i paraoli classici, senza solchi, e infatti bisogna usare la fascetta… quali sono le forcelle che hanno questi nuovi paraoli?

jimmy27
jimmy27

Ottimo articolo! Finalmente un po di chiarezza.
Benissimo sul SAG che é appunto un valore relativo e non assoluto 🤓

marpa
marpa

Articolo interessante e sempre utili consigli.
Ci sono pompe x ammo che hanno l’attacco che apre e chiude la valvola di serie. Io uso questa
https://www.topeak.com/global/en/products/shock-pumps/1086-pocketshock-dxg-(2018)

REM997

Scusate ma se l'aria contenuta nel tubicino fino al manometro è di circa 10psi,se stacco il tubicino,l'aria contenuta al suo interno rimane miracolosamente dentro al tubo o si disperde nell'aria?
D'accordo che la valvola chiude prima,ma parte dell'aria è nel TUBO.

davidf
davidf

10 psi sono una misura di pressione, non di quantita’ di aria.

anet80
anet80

infatti c’è scritto che dipende dalle dimensioni della camera, probabilmente nel testo “10 psi” si riferisce alla quantità di aria persa tale per cui la pressione varia di 10 psi

Geep
Geep

C’è scritto correttamente che quando attacchi la pompa la pressione della forcella scende di circa 10psi, a causa del fatto che parte dell’aria contenuta nella forcella va riempire il tubo della pompa e va a occupare quindi un volume maggiore. Quando stacchi però non c’è nessuna diminuzione della pressione della forcella, perché quella che leggi sul manometro è quella di tutto il sistema camera forcella più tubo pompa, che si trova in equilibrio alla stessa pressione e l’unica cosa che si sgonfia è il tubo della pompa.
Non è difficilissimo.. 🤔

AleEND
REM997 Scusate ma se l'aria contenuta nel tubicino fino al manometro è di circa 10psi,se stacco il tubicino,l'aria contenuta al suo interno rimane miracolosamente dentro al tubo o si disperde nell'aria? D'accordo che la valvola chiude prima,ma parte dell'aria è nel TUBO. Dal vostro ragionamento dunque se il valore letto è 85psi,il reale che rimane all'interno della camera d'aria della sospensione è 80psi. Altri 5 se ne frega al momento del riattacco e tutto torna. Non funziona così ma non saprei come spiegartelo dato che direi manchino proprio le basi di fisica… ma vabbè ci provo! La pressione è data dalla quantità di aria immessa in un certo volume, più aria immetti più aumenta la pressione. La pressione è costante in tutto il volume, nel senso che ovunque la misuri sarà la stessa all'interno di questo volume. Detto ciò, quando attacchi la pompa avrai un volume totale dato dalla somma… Continua a leggere »
REM997
AleEND Non funziona così ma non saprei come spiegartelo dato che direi manchino proprio le basi di fisica… ma vabbè ci provo! La pressione è data dalla quantità di aria immessa in un certo volume, più aria immetti più aumenta la pressione. La pressione è costante in tutto il volume, nel senso che ovunque la misuri sarà la stessa all'interno di questo volume. Detto ciò, quando attacchi la pompa avrai un volume totale dato dalla somma della camera della forca/ammo + tubetto pompa. Ci pompi dentro aria fino ad 85 psi, avrai 85 psi ovunque, sia nella camera dell'ammo che nel tubetto della pompa. Ora dividi le due cose fingendo che non esca aria da nessuna parte, continuerai ad avere 85 psi nella camera e 85 psi nel tubetto della pompa. Siccome però il tubetto della pompa non ha una chiusura, l'aria al suo interno verrà dispersa nell'ambiente e la… Continua a leggere »
Danixele
REM997

E il valore letto più basso al riattacco??

E' scritto nell'articolo:

Quando invece attacchiamo la pompa alla sospensione una parte dell’aria contenuta nella camera pneumatica fuoriesce per andare a riempire tubicino e manometro della pompa. La perdita di aria è in genere nell’ordine di 10 psi, ma dipende dalle dimensioni della camera pneumatica.

AleEND
anet80

infatti c'è scritto che dipende dalle dimensioni della camera, probabilmente nel testo "10 psi" si riferisce alla quantità di aria persa tale per cui la pressione varia di 10 psi

Esatto… e dipende anche dalla pompa, se hai un tubo lungo la diminuzione di pressione sarà meggiore dato il maggior volume del tubo, se ce l'hai corto (il tubo eh…), la diminuzione di pressione sarà inferiore.

Danixele
santacruzbk

Ma ache serve, se tanto aria non ne esce?

Questo in effetti me lo sono chiesto anche io.

Geep
Geep

Serve nel caso in cui l’O-ring che impedisce all’aria di uscire prima che la valvola si chiuda non funzioni bene, e in generale x maggiore sicurezza.

raffganz
raffganz

No ragazzi la bomboletta spray proprio NO!!! Va bene lubrificare ma fatelo con una boccetta di olio liquido, c’è bisogno di spiegare il perchè ?!

nic.ge
raffganz

No ragazzi la bomboletta spray proprio NO!!! Va bene lubrificare ma fatelo con una boccetta di olio liquido, c'è bisogno di spiegare il perchè ?!

In effetti da ignorante totale non capisco perché rischiare di spruzzare olio anche dove non dovrebbe andare quando con poche gocce fatte colare dove serve si evitano pasticci.

30x26

d'accordo che e' un punto di partenza ma che il sag vada misurato tutto aperto ci sarebbe da discutere. per me va misurato con le regolazioni nella posizione abituale durante la fase piu' importante della nostra uscita. anche fosse la discesa, con una idraulica centrata non si viaggia mai tutti aperti. a che serve misurare una situazione che non si presentera' mai?

Paolo M.
Paolo M.

Per gli steli è una vita che uso il Brunox, e sono contento che si dica sta cosa, quando lo dicevo io tra amici, mi prendevono sempre per il “fighetto perfezionista inutile”!

REM997
AleEND

Esatto… e dipende anche dalla pompa, se hai un tubo lungo la diminuzione di pressione sarà meggiore dato il maggior volume del tubo, se ce l'hai corto (il tubo eh…), la diminuzione di pressione sarà inferiore.

Boh sarà che sono io di coccio,
ma 85 psi letti al manometro sono il totale della camera forcella + il percorso del tubo fino al manometro.
Sostengo che se fosse possibile svuotare la tubazione dal manometro alla valvola,spingendola dentro la camera forcella(senza disperderla nell'aria) la pressione sarebbe maggiore di 85 psi.

tricycle
REM997

Boh sarà che sono io di coccio,
ma 85 psi letti al manometro sono il totale della camera forcella + il percorso del tubo fino al manometro.
Sostengo che se fosse possibile svuotare la tubazione dal manometro alla valvola,spingendola dentro la camera forcella(senza disperderla nell'aria) la pressione sarebbe maggiore di 85 psi.

E che cosa c’entra?
Certo che se spingi più aria dopo che hai letto la pressione questa aumenta. Ma se dividi senza cambiare la quantità di aria nelle camere la pressione non cambia. Ed è ciò che succede.
Non tutte le grandezze sono additive.
Se mischi 2 tazzine di caffè ognuna a 25 gradi non ottieni una doppia tazza a 50 gradi, bensì a 25. Mi pare ovvio

REM997
tricycle

E che cosa c’entra?
Certo che se spingi più aria dopo che hai letto la pressione questa aumenta. Ma se dividi senza cambiare la quantità di aria nelle camere la pressione non cambia. Ed è ciò che succede.
Non tutte le grandezze sono additive.
Se mischi 2 tazzine di caffè ognuna a 25 gradi non ottieni una doppia tazza a 50 gradi, bensì a 25. Mi pare ovvio

Ho capito cosa dici,
ma per me dividere sarebbe corretto se i 2 volumi in questione sono identici,dunque 50/50.
La camera forcella e il percorso tubo non sono della stessa grandezza,se così fosse chiudendo con una valvola il tubicino fino al manometro il manometro dovrebbe indicare sempre 85 o no?

Marco Toniolo
raffganz

No ragazzi la bomboletta spray proprio NO!!! Va bene lubrificare ma fatelo con una boccetta di olio liquido, c'è bisogno di spiegare il perchè ?!

devi avere due mani sinistre per spruzzarlo dove non si deve

doghy
REM997

Ho capito cosa dici,
ma per me dividere sarebbe corretto se i 2 volumi in questione fossero identici,dunque 50/50.
La camera forcella e il percorso tubo non sono della stessa grandezza,se così fosse chiudendo con una valvola il tubicino fino al manometro,il manometro stesso dovrebbe indicare sempre 85 o no?

? scusa ma proprio non capisco??? La pressione e' sempre "indipendente" dal volume, 85 bar sono lo stesso identico valore in 1 litro, in 10 litri o in 100 litri di camera, quello che cambia e' quanta aria ci devi comprimere dentro per misurarlo (che sono per esempio 85 litri, 850 o 8500 se ricordo bene)

AleEND
REM997

Ho capito cosa dici,
ma per me dividere sarebbe corretto se i 2 volumi in questione fossero identici,dunque 50/50.
La camera forcella e il percorso tubo non sono della stessa grandezza,se così fosse chiudendo con una valvola il tubicino fino al manometro,il manometro stesso dovrebbe indicare sempre 85 o no?

Proprio quello che succederebbe se chiudessi il tubicino della pompa con una valvola 😉

Giocody
Giocody

“Una volta si consigliava, per far scorrere meglio la nostra sospensione, di sollevare il raschiapolvere e far colare un po’ di olio all’interno. Questa procedura, corretta sulla vecchia generazione di raschiapolvere, non è più adatta alle nuove sospensioni.

I raschiapolvere moderni hanno infatti delle micro scanalature sul labbro superiore che possono facilmente danneggiarsi anche solo con un fascetta in plastica, senza contare il rischio di rigare lo stelo se si usano oggetti metallici.

Per questo motivo la miglior lubrificazione è semplicemente far colare dell’olio sul raschiapolvere senza sollevarlo.”

Con questo passo, assolutamente corretto, i “mi hanno detto che…”, ho letto che….” stanno a zero.
Ora bisogna assimilarlo prima di fare ulteriori str….. cari clienti.

p.s. Daniele ti bacerei sulla bocca per questo articolo! (per dire…)

REM997
AleEND

Proprio quello che succederebbe se chiudessi il tubicino della pompa con una valvola 😉

A posto, problema risolto.

Niko9
Niko9

Per fortuna è sfatato il mito dell’aria nel tubo di gomma … grazie

pk71

Per risolvere il dilemma della pressione e della pompa basta dire che quando c’è equilibrio tra pressione della pompa e pressione della forcella, la valvola della forcella si chiude. Ovviamente con una pompa “tipo” Rock Shox, l’altra coa vite centrale apre e tiene aperta la valvola…..

giorgiocat

Scusate io non ho tanto capito la cosa dell'olio versato spostando i raschiapolvere (anche se con sospensioni moderne non servirebbe più). Che tipo di olio bisognerebbe usare?

Elmerendero

Anche togliendo i token, o spacer come dir si voglia, immettendo la stessa pressione di aria il SAG non varia, quello che varia è che la forcella o ammo diventano più lineari.

tricycle
REM997

Ho capito cosa dici,
ma per me dividere sarebbe corretto se i 2 volumi in questione fossero identici,dunque 50/50.
La camera forcella e il percorso tubo non sono della stessa grandezza,se così fosse chiudendo con una valvola il tubicino fino al manometro,il manometro stesso dovrebbe indicare sempre 85 o no?

Scusa ma mi fermo qui, proprio non riesco a seguire il tuo discorso

Cocomero
Cocomero

L’ultima immagine dell’articolo è uno screenshot di un video di GMBN, dove si vede l’operosa manina di Doddy che estrae la spugnetta? 🙂

fitzcarraldo358
Lyopard

Qualcuno mi sa spiegare perché prima di revisionare il mio ammo Monarch lo gonfiavo a 160psi per stare entro i limiti di SAG, mentre adesso lo devo gonfiare a 250psi? (la revisione è stata eseguita da un meccanico ufficiale SRAM)

probabilmente prima della revisione non ti si bilanciava la camera negativa (bypass ostruito o altra causa, non conosco bene il monarch), la parte iniziale della corsa è molto influenzata dalla pressione nella camera negativa.

il comportamento nella fase finale della corsa però dovrebbe essere molto diverso ora, con una pressione così diversa.

fafnir
Lyopard

Qualcuno mi sa spiegare perché prima di revisionare il mio ammo Monarch lo gonfiavo a 160psi per stare entro i limiti di SAG, mentre adesso lo devo gonfiare a 250psi? (la revisione è stata eseguita da un meccanico ufficiale SRAM)

Forse durante le varie operazioni hanno toccato la pressione dell'IFP e adesso è più bassa di quando glielo hai dato.