Bikehotels Alto Adige: prenota adesso, annulla gratis

Bikehotels Alto Adige: prenota adesso, annulla gratis

Staff, 19/03/2020
Whatsapp
Staff, 19/03/2020

[Testo di Bike Hotels Südtirol] La crisi causata dal Coronavirus non ci mette in ginocchio e non ci fa certo perdere la voglia di lavorare. Siamo albergatrici e albergatori per passione e la tua vacanza bike in Alto Adige è per noi un’assoluta priorità. Per questo motivo, ti proponiamo un affare molto esclusivo!

PRENOTA OGGI, NON VERSI ALCUNA CAPARRA E NON PAGHI ALCUNA PENALE IN CASO DI ANNULLAMENTO

Non hai voglia di rinunciare alla tua vacanza estiva ma, giustamente, la situazione attuale ti frena e pensi che in questo periodo non abbia senso fissare una prenotazione? Il senso ce l’ha. Chi prenota entro maggio una vacanza in uno dei BikeHotels Alto Adige per il periodo tra maggio e luglio, non deve anticipare alcuna caparra e può annullare la prenotazione in qualsiasi momento e senza alcun costo. (Questa condizione è riservata solo a chi prenota direttamente sul sito dell’hotel e non tramite un qualsiasi altro portale di prenotazione.)

PANORAMICA DEI BIKEHOTELS

Qui trovi una panoramica di tutti i BikeHotels classificati secondo la categoria di attività e servizi. Clicca e dà un’occhiata ai siti web, e magari invia anche una richiesta. Sarà un piacere inviarti un’offerta senza alcun impegno!

In nostri alberghi a Merano e dintorni

I nostri alberghi in Val Venosta

I nostri alberghi a Bolzano e dintorni

I nostri alberghi in Val d’Ega

I nostri alberghi a Bressanone e dintorni

I nostri alberghi in Alta Badia

I nostri alberghi nella regione 3 Cime Dolomiti

I nostri alberghi nella zona del Plan de Corones

I nostri alberghi in Val Gardena

 

Commenti

  1. Ma cosa c'entra la morale? Se uno pensa nella situazione odierna Italiana e mondiale di poter andare in vacanza nei prossimi mesi é quantomeno uno sprovveduto per non usare un termine più consono. Ma tanto é una banale influenza. Certo come no...
  2. Sti brutti vecchi egositi sono troppi , e quindi è giusto che muoiano, in sostanza?
    Nel 39 avresti fatto strada. Prima i vecchi, poi quelli che non sono "normali", quelli del colore che non mi piace, o che sono troppo alti, troppo bassi, che non pensano come me e chi ne ha ne metta: si decide su solide basi di "statistica", che io ne coso, non importa che non sappia scrivere, è ininfluente, quisquilie! Diamine! Fatti, non pugnette!
    Siccome i giovani muoino poco perchè non fare anche la pensata geniale che il virus sia stato concepito proprio per ringiovanire la popolazione e fare piazza pulita...

    Desolante.