MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Canyon: le scuse, parte seconda, e la lettera dei clienti

Canyon: le scuse, parte seconda, e la lettera dei clienti

Canyon: le scuse, parte seconda, e la lettera dei clienti

24/02/2016
Whatsapp
24/02/2016

[ad3]

Come molti di voi ricorderanno, Roman Arnold, il CEO di Canyon, si era scusato qualche mese fa per i disagi provocati dal passaggio ad un nuovo gestionale. La situazione non è stata ancora risolta del tutto, ecco quindi la seconda lettera di scuse, mandata a tutti i clienti oggi.

Bisogna dire che ci è arrivata una lettera anche da dei clienti, stanchi di dover aspettare i pezzi di ricambio per lo ShapeShifter dopo mesi di solleciti. Pubblichiamo dunque entrambe qui sotto, e ci permettiamo un commento: perché non fermare le vendite fin quando tutto funziona a dovere, invece di accatastare ordini su ordini da smistare non si sa come?

La lettera dei clienti

Spettabile Canyon,

siamo un gruppo di clienti italiani in attesa di ricevere assistenza in merito al componente Shape Shifter. Purtroppo, nonostante sia trascorso un tempo considerevole, continuiamo ad attendere . Inoltre, il silenzio e l’indifferenza manifestati hanno tradito la fiducia che noi abbiamo accordato a Canyon con l’acquisto della bicicletta.

Quindi, chiediamo di fare chiarezza sulla situazione attuale e di avere informazioni, certe e precise, circa i tempi e le modalità di sostituzione. Sono mesi ormai che riceviamo risposte vaghe, superficiali e talvolta contrastanti.

Capiamo che le difficoltà che avete nel riportare la situazione alla normalità ma riteniamo che l’assistenza che voi fornite non sia all’altezza dei Vs. standard. Considerando i lunghi tempi in cui attendiamo l’assistenza, riteniamo inaccettabile che non siano stati sostituiti o riparati i componenti difettosi.

Vista l’incresciosa situazione che si è creata richiediamo la riparazione o sostituzione dello Shape Shifter in tempi congrui. Quindi, noi stabiliamo che un tempo congruo sia di quindici (15) giorni dalla data della lettera. Se entro tale termine, Canyon non avrà adempiuto ai suoi obblighi, saremo costretti a percorrere le vie legali.

Fiduciosi di ricevere la Vs attenzione, attendiamo una Vs risposta ufficiale e pubblica su come intendete gestire la situazione.

Il topic di discussione sullo ShapeShifter

publicpreview

La lettera di Roman Arnold

Dear Friend,

At Canyon it has always been our goal to build the best bikes. Whether for professional athletes, weekend warriors or first time riders we strive to offer each of you the perfect riding experience. Over the last few years, the growing demand for our bikes called for a total overhaul of our systems and facilities.

As you will already know, the process of upgrading and transitioning did not go as planned. Throughout this period of transformation, we failed to deliver the level of service that our company stands for. We are heartbroken that this has caused many in our community to lose their faith in Canyon. On behalf of the entire Canyon Team, I would once again like to express my deepest and sincerest apologies for this, as well as do my best to explain the situation.

What happened?

Towards the end of 2015, in response to the rapidly growing demand for our products we took a major step for the future of Canyon. We opened up a brand new, state-of-the-art factory and implemented a new company-wide IT system. Our goal was to streamline our processes to provide all of our customers around the world a simpler and better experience when buying a Canyon bike.

Unfortunately, at the start, the total opposite occurred. As soon as we began implementing the new system unexpected problems arose. Instead of improving our processes, they were brought to a standstill. Customer and order information vanished and we subjected many of you to ridiculous delivery times. On top of that our customer service was ill-equipped to answer the huge number of enquiries quickly, nor could they access the information necessary to give you the answers you needed.

All of these problems, while unintentional, were our responsibility and I deeply regret how many of you have been affected. As a person who is extremely passionate about riding nothing gets me more excited than the idea of getting a new bike, so I can honestly sympathise with how upset you must be. Your emails, calls and posts have not gone unnoticed, they have been taken to heart.
A new Canyon…
Over the last few weeks we have dramatically improved the situation thanks to the sustained effort and commitment from the entire Canyon Crew. Our new systems perform better with each passing day and our production problems are working themselves out. We have learned a tremendous amount from this experience and are certain that in the future we will be much better prepared for any challenges.
To achieve greater transparency and you all informed on what is happening inside Canyon, we will begin posting regular updates under the News section of our website. We have learned the hard way that it is not enough to build award-winning bikes, we must also provide the best service possible. Unfortunately, we can’t do this overnight but we are concerting all our efforts on improving as thoroughly and as quickly as possible. We have nearly reached the end of this chapter, but a long road still lies ahead of us. We sincerely hope that you will continue to put your trust in us as we move forward towards a brighter future and a better Canyon.
I want to personally thank you for your loyalty and patience. The whole Canyon Crew is giving their best to meet your expectations and we won’t stop working until we do.

Yours sincerely,
 

Roman Arnold

Founder & CEO, Canyon Bicycles GmbH

Il topic dei clienti in attesa

[ad45]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Deroma
Deroma

se ne era parlato già a novembre dell’ipotesi di sospendere le vendite fino a ritorno a regime, però sinceramente per un’azienda che produce bike fermare la vendita di bike (anche solo per 2 mesi) equivarrebbe ad un suicidio no?

Tira la careta
Tira la careta

Perchè invece spu_tt_anarsi commercialmente non costa nulla?
Una boiata del genere ha bisogno di più di una stagione per riportare i volumi di vendita a valori “normali”, con l’aggravante che i clienti “scottati” avranno un peso doppio, spendendo altrove i propri soldi, e suggerendo ai conoscenti di fare lo stesso.

MountainSnoop
MountainSnoop

Per OGNI AZIENDA sospendere le vendite equivale ad un suicidio. E allora altro che perdita di immagine, lì si perde di colpo ciò che fa vivere un’azienda. Il fatturato.

mauree
mauree

praticamente ‘na supercazzola, sono anni che vanno avanti così….

sten1959
sten1959

Questo no.
Ne ho prese due di Canyon ed con entrambe non ho avuto problemi di consegna; fino a fine settembre con il vecchio sistema gestionale le consegne erano puntuali.
Quanto all’assistenza post vendita quella invece, con gli anni, è andata in calo costante.
Tra l’altro, e forse è la cosa che più da fastidio, molti degli interventi di canyon Italia sul forum sono stati alquanto discutibili nei confronti della clientela che paga loro lo stipendio.

Gabriele Zaffagnini

Sul gruppo Fb di canyon c’è gente che posta le foto di bici nuove ricevute (dicono) con settimane o mesi di anticipo rispetto al previsto… Non capisco che casino stiano facendo.

lenorecannan6
lenorecannan6

ancora ricordo le infamate che mi furono rivolte quando tra i commenti all’uscita dello shape shifter mi permisi di esprimere le mie perplessità sull’oggetto in questione e sulla sua affidabilità tutta da dimostrare……
vabè…ho risolto con la front sti problemi non esistono ahahahah
battute a parte, rimane senza dubbio la miglior regola quella che recita “ciò che non c’è non si rompe! “

mike_17
mike_17

Se leggete l’apposito thread, nella mia ignoranza, avevo gia’ espresso mesi fa la mia opinione circa lo stop all’acquisizione di nuovi ordini per permettere la regolarizzazione di quelli arretrati. Per me sarebbe stata l’unica azione seria. Ma tant’e’ io non sono il CEO di Canyon ne – porbabilmente – potro’ mai esserlo. Pero’ sta di fatto che sulla graticola adesso c’e’ lui e non io. Resta il fatto increscioso di parecchi (decine, centinaia, migliaia, boh) di Clienti pagatori insoddisfatti ….

thiphino
thiphino

A parte aver creato malcontento tra i clienti, questa situazione sta danneggiando non poco la loro immagine. Fino a poco tempo fa per me Canyon sarebbe stata la mia prossima bici, per via dell’imbattibile rapporto prezzo-qualità. Ora come ora, credo che quando arriverà il momento di cambiare starò alla larga dalle loro bici, e mi dispiace molto.

daniele0511

Il casino è legato agli ordini “travasati” dal vecchio gestionale e quelli effettuati all’apertura del nuovo: molti di questi erano stati inoltrati in virtù di date di consegna sbagliate, bici previste per febbraio e date invece per disponibili, con i problemi facilmente intuibili.
Sembrerebbe che il funzionamento del gestionale ora sia corretto, ho amici che hanno ordinato e ricevuto (perfino in leggero anticipo)

pacidavi
pacidavi

Ma non solo bici… Il dicembre scorso durante i mega saldi pre natalizi ho ordinato al volo un paio di articoli dal sito canyon.
Mi arriva regolare mail automatica nella quale mi si diceva di attendere una seguente mail con le indicazioni di pagamento scusandosi per il disagio.
Passano 3-4 settimane e non ricevo nulla. Contatto l’assistenza clienti la quale mi dice che la mail ricevuta NON era la conferma dell’ordine e che trattandosi di un’offerta limitata (nella quale erano inclusi anche prodotti non in offerta limitata) il mio ordine non era andato a buon fine.
Alla mia ulteriore richiesta di spiegazioni -> nulla.

Per il 2016 avevo preso in considerazione Canyon come prossimo mezzo xc. Sono andato su altro marchio coerentemente col trattamento da loro riservatomi.
Per le problematiche che possono sorgere da un cambio di sistemi informatici non ritengo plausibile nè professionale proporre prodotti sul mercato e non essere in grado di gestire queste piccolezze: una mail.

N.B. la mia prima bici “seria” è stata proprio canyon

daniele0511

Perchè? Flusso di cassa….

gasate
gasate

Non mi rendo conto di quanto necessita un nuovo software per essere istallato. Ma qui si esagera i clienti non hanno sempre ragione ma in questo caso si

zoop
zoop

Assolutamente ridicoli.
e considerando che vendono solo online , doppiamente ridicoli.
Farsi una reputazione bisogna sputare sangue, sput..narsi è un attimo! Figurati dopo mesi e mesi di figure da cioccolataio!

Fosse successa ad una azienda italiana una cosa del genere sarebbe gia’ saltata e tutti a fare i soliti discorsi 😉

Ezio Ognibene
Ezio Ognibene

Miracoli del SAP!
Come provare a mandare fallita una azienda Florida!

sunrider88
sunrider88

Un programma da computer che vieta di lavorare ?Ridicolo ,lo butto dopo due giorni e vado avanti o i problemi sono altri?Personalmente non mi arrischierei a comprare alcunchè da loro.

cacio79
cacio79

Anche nella mia azienda il passaggio a SAP fu abbastanza incasinato.Ovvio che rivoluziona tutto un gestionale del genere,veramente qualsiasi parte dell’azienda ne è interessato.
Ma avere un impatto del genere è impensabile,e credo devastante per un azienda che lavora solo su internet e che già lamentava problemi di assistenza post vendita

sunsetdream
sunsetdream

Canyon promette e non mantiene, intasca gli ordini e li mette in portafoglio per far contenti i padroni. Se fosse stata una qualunque azienda italiana a quest’ora sarebbe stata bruciata sul rogo e presa come esempio di mascalzoneria e disservizio. Non ho mai comprato ne comprerei mai Canyon ne’ qualunque altra azienda che vende bici solo on line, le mie bici, i miei accessori e il mio abbigliamento lo compro sempre da anni dallo stesso bicivendolo, paghero’ un po’ di più? Forse, e sottolineo forse, ma in cambio sulle mie bici l’unica cosa che faccio e’ pulirle, il resto lo fa lui e a meno che non sostituisco un pezzo lo fa sempre gratis e bene e subito, senza contare che più’ volte mi ha dato bici e ruote in prova. Proprio come Canyon. Cercatevi un bicivendolo di fiducia e lasciate che Canyon si smazzi il software a spese sue e non vostre, date retta a me.

marpa
marpa

Credo che chi ha comperato una Bici Canyon o di altri marchi che vendono online lo abbia fatto valutando attentamente i vantaggi e svantaggi . Non giustifico il comportamento di Canyon ma pensare che comprando da un rivenditore ufficiale vada sempre tutto bene mi sembra pura utopia, ci sono negozianti serissimi ma ci sono anche i cialtroni come ci sono produttori cue usano canali di vendita tradizionali che quando hai bisogno della garanzia rispondono tempestivamente ed altri che rispondono sempre che probabilmente la bici o il commento si è rotto a fronte di un uso improprio.

Gabriele Zaffagnini

Solo se vivi in un paese dove i meccanici lo fanno gratis. Se fatturano 65€/ora di manodopera (anche per segare un cannotto forcella o smontare un movimento centrale), allora online + imparo-a-farmi-la-manutenzione diventano un’ottima idea. Almeno così è stato per me. 😉

SIMGIV
SIMGIV

Sii oggettivo, se leggi i miei post sul forum ti renderai conto di quanto io sia scontento di Canyon, ma dire che dal bicivendolo spendi “un po” di più e “forse” e non essere oggettivi. La questione vera è se vale o meno la pena di spendere meno ma affidarsi ad un servizio post vendita cosi scadente.

mik66
mik66

è semplicemente ridicolo !!!si deve affiancare il nuovo a quello vecchio ,provato e testato per mesi,se tutto ok si passa a quello nuovo altrimenti si inchipp….. chi l’ha progettato

barbasma
barbasma

Non sono un informatico ma ho seguito migrazioni sw piu’ volte per lavoro..

Per una azienda che lavora online essere bloccata per mesi a causa di una migrazione denota vari problemi

Incapacita’ dei responsabili di tale migrazione, incapacita’ della direzione, incapacita’ della ditta che ha venduto SAP…

Incapacita’ totale… mi chiedo come facciano ad essere ancora aperti… devono avere grande liquidita’ o grandi fidi bancari… le riba delle fatture dei fornitori se ne fregano della migrazione sw…

lokis
lokis

colto nel segno . . non è il gestionale che ha fallito, ma le persone, il management.
problemi ce ne sono sempre ma così plateale sarebbe veramente un business case da studiare.
La butto li: top manager che spingono spingono, tutto deve funzionare, nessuno può dire che c’è qualcosa che non va, tutti intruppati verso .. . . il disastro. Situazione tipica di tante multinazionale però alla fine si rimedia a tutto, too big to fail . .

Cesare79
Cesare79

Mi prenderò una scarica di pollici verso, ma se devo essere sincero….godo come un riccio!!!

stons65
stons65

E’ una particolarità del SAP quella di rendere complicate le cose semplici…purtroppo l’ho testato e lo sto provando ancora adesso a 3 anni dallo “start”…
Tutto il lavoro in ambiente test è stato utile fino ad un certo punto; inoltre una volta scelto il “pacchetto” adatto alla tua attività se vuoi modifiche (anche le più stupide) le paghi care.
Anche da parte degli operatori del CED (centro elaborazioni dati) l’opinione non è per niente buona…

Cesare79
Cesare79

E comunque non stanno dicendo tutta la verità secondo me…a naso eeee.
Ripeto che è solamente una mia impressione/sensazione.

elkearthur41
elkearthur41

Salve,
avevo letto che oltre al passaggio ad un nuovo software gestionale, c’è stato nel corso del 2015 un aggiornamento delle linee di produzione.
Le due rivoluzioni in azienda introdotte in un periodo delicato per il settore bici (agosto\settembre) hanno generato il caos probabilmente anche a causa di un aumento esponenziale degli ordini (nel 2015 è uscito il telaio Exceed).
Per avere un quadro più preciso e fornire una propria opinione ci vorrebbero dei numeri: totale giorni di ritardo, medie degli ordini con ritardi o criticità rapportate al totale ordini che l’azienda evade, ecc ecc…
Certamente ci sono state enormi falle lasciate dal team che ha curato il “go-live” e per loro saranno stati “falli amari”.

ANDREAX76
ANDREAX76

Io ho preso la strive da poco. Ordinata ai primi di gennaio.consegna prevista a fine febbraio….bici consegnata con due settimane di anticipo.

mimmo5362
mimmo5362

Eccomi quá…bonificato 3000€ due giorni prima della notizia dei problemi canyon a novembre. Inizio della mia odissea…e chiamandomi Omero ci casco a fagiolo mio malgrado. Consegna i primi di dicembre…bene..mail..telefonate…incazzature…morale: due settimane fá mi hanno confermato che quei 3000€ hanno smesso di fluttuare per mesi in balia non si sa di chi e pregando i santi tutti sett prox dovrebbe essere in consegna la mia bdc nuova. Veramente penso di restituirla e chiedere il rimborso x evitare casini se ho problemi con la bdc.

Anto62
Anto62

Mi era venuta una mezza idea di prendere la lux, ora mi è passata. La questione software in una azienda on Line può creare disservizi, ma limitati nel tempo. Anche perché il sap dovrebbe al termine del implementazione garantire una migliore efficienza. Trattandosi di sistemi piuttosto diffusi trovo però strano che in una azienda piuttosto grande e con un profilo It piuttosto elevato possa incorrere per tutto questo tempo in tali disservizi.
Ma c’è una roba secondome sgradevole: dal momento che la lettera è stata scritta in italiano, perché non rispondere in italiano?
Un celebre italiano, maestro di becera tattica, diceva che a pesar male si fa peccato, ma ci si azzecca.
Non comprerò canyon!

qazed
qazed

le due lettere sono due casi distinti, quella di canyon non è in risposta a quella dei forumendoli che si lamentano per lo shapeshifter (e infatti nella risposta di canyon non si fa nessun riferimento alla scarsa affidabilità di quel dispositivo ma solo ai problemi di evasioni ordini e di gestione legati alla migrazione al nuovo software).

francifranci28
francifranci28

Non sospendete le vendite. Andate avanti così. Tanto ricordiamoci che vendere bici, cessi, vino, oppure qualsiasi altra cosa vuol dire fare del profitto, profitto che le banche riconoscono sotto forma di anticipo di denaro su base dell’acquisito in termini di ordini. Più ordini hai più l’azienda è sana meno interessi paghi sui prestiti e così via, dunque il manager di turno incasserà le provigionali a 3 mesi anche se la vendita non è stata finalizzata nei tempi previsti addirittura pagando delle penali senza neanche vendere. Questo è il modo di lavorare e ragionare dei commerciali, ve lo dico perché la vivo dall’interno di una holding con oltre 500 dipendenti Italia. Dove il più dell80% e commerciale, marketing ecc è solo il 10 e produzione, ricerca e sviluppo, l’altro 10 e amministrativo per chi mi sollevasse che 80+10 non fa 100. È facile scaricare le problematiche sul sistema gestionale. Basta rimboccarsi le maniche e spulciare alla vecchia con carta e penna. Il problema è che dietro un gestionale del genere c’è una politica di contenimento dei prezzi tirata come una corda di violino e manca la gente per fare questo anche con tutta la buona volontà che potrebbe esserci. Non esiste canyon Italia? Quindi ogni stato farebbe riferimento al proprio dist che non è altro una periferica della Megaditta. È facile scaricare la colpa su un operaio della Telecom che ha tagliato un cavo della fibra ottica per dire che non si riescono ad evadere gli ordini quando dietro ci saranno… Read more »

sunsetdream
sunsetdream

Esattissimo!

vito e alloggio
vito e alloggio

Io volevo prendere la strive… Ma la loro assistenza fallace, mi ha portato a comprare una giant…

teoDH

So bene cosa vuol dire cambiare un gestionale in piena attività e con migliaia di ordini, in azienda gestiamo circa 1000 ordini al mese e diventa un incubo identificare una problematica e le cause.
Però, la situazione è ormai assurda, in un anno, i problemi si risolvono, se non si risolvono vuol dire che c’è qualche problema più grande nella gestione del personale, a mio parere il problema è più profondo, e sinceramente spero che canyon ne esca perchè se non ne uscirà a breve potrebbe anche non assorbire più il colpo.

Danixele
Danixele

La scusa del gestionale, forse vera all’inizio, era una della tante che hanno utilizzato (ad esempio oltre a mancanza delle forniture) per giustificare i loro continui ritardi per il mio ordine effettuato a novembre (poi da me annullato). Per di più non rispettano neanche quanto indicato dal loro contratto per quanto riguarda il compenso del 10% in caso di ritardi sulle date di consegna (con scuse, anche in questo caso, delle più disparate).
Ora vedendo anche i disservizi e le continue scuse che si sentono raccontare coloro che montano ShapeShifter, non posso che ringraziare Canyon di avermi costretto a disdire l’ordine.

Mi sarebbe piaciuto divenire loro cliente, ma non mi è stato permesso da una gestione aziendale e commerciale veramente imbarazzante.
Ma come dicevo in fin dei conti meglio così !

Pietro.68
Pietro.68

Di aziende che cambiano gestionale “in corsa” ce ne sono sempre state e anche in campi diversi.
Avere i problemi che ha avuto Canyon significa non avere fatto bene i compiti a casa. Oppure essersi affidati a qualcuno che non li sapeva fare (sta a loro capire perchè).
Certo che la stanno pagando cara…

turkishweb
turkishweb

yt fiöi.

rispondono alle mail in 2 ore, se c’è qualche problema TI CHIAMANO AL TELEFONO e sono di una cortesia e di una disponibilità esemplare.

ah si, fanno anche delle mtb da sbavo e che vanno come poche altre, ad un prezzo molto inferiore rispetto alla concorrenza.

“purtroppo”, deve piacere il gravity per andare su yt.

VALERI0
VALERI0

Peccato perchè i prezzi non erano male. Parlo da inesperto del marchio, non sono mai salito su una Canyon, ma mi piace pensare che per tutte le guide online che ci sono in giro per le geometrie e le misure giuste e per tutti i tutorial e video per la manutenzione ordinaria della bici è un peccato vedere aziende simili che fanno errori così abnormi. Se internet è il tuo negozio online dove gestisci tutto, non puoi dare un disservizio simile. Mi sono avvicinato alla filosofia di comprare bici online quando presi l’anno scorso una Commencal (impeccabili nelle comunicazioni, bici arrivata in 4 giorni!). Per i comuni mortali che non vogliono emulare i campioni e i professionisti comprando telai e componenti stellari (sono in questa categoria anche io) reputo la vendita online un ottimo modo per portarsi a casa una bici ottimamente assemblata con una spesa ragionevole, ma reputo anche che non puoi rischiare di affondare così per un gestionale.

Anto62
Anto62

Rivedendo, direi che è proprio come sostieni. Quindi, a oggi, non è stata data risposta, ma una sorta di lettera individuale ma generica. In effetti l’uso amichevole del singolare doveva destarmi il dubbio. Beh, che dire, peggio ancora: mascherarsi dietro una risposta generica, che simula un rapporto diretto col singolo cliente, che a questo punto tradurrei così: “No, no, no; attenzione! No, attenzione antani secondo l’articolo 12 abbia pazienza, sennò, posterdati, per due, anche un pochino antani in prefettura.
Senza contare che la supercazzola prematurata, ha ha perso i contatti col tarapia tapioco.”

enzo steppa
enzo steppa

@Marco Toniolo non mi sembra corretto pubblicare ora la lettera sullo SS di noi forumendoli solo dopo le scuse di Canyon.
Ne avevamo chiesto la pubblicazione qualche settimana fa da parte del Vs. Staff, ma ci era stata negato il supporto redazionale per la questione SS…

Pietro.68
Pietro.68

puoi chiarire meglio???

MountainSnoop
MountainSnoop

Ah, beh…

l.j.silver
l.j.silver

sarebbe molto interessante sapere perchè vi è stato negato il supporto redazionale per la storiaccia dello SS………
quando si tratta di far valere i diritti degli acquirenti vi tirate indietro?

alnina
alnina

Altro che software e vaccate varie….il vero problema sta nel management

Nel settore in cui lavoro ho visto multinazionali perdere in un solo anno fino al 70-80% del fatturato a causa di scelte scellerate di certi mega-dirigenti molto capaci e preparati, ma con il piccolissimo problema di sentirsi onnipotenti e infallibili

La cosa più assurda è che gli stessi personaggi che hanno mandato quasi di culo la divisione italiana di un’azienda USA radicata in tutto il mondo, ora sono passati alla concorrenza a suon di quattrini, sempre più convnti di essere dei top manager e sempre più avviati a fare nuovamente danni irreparabili

Tanto alla fine a rimetterci il posto e pagare sulla propria pelle certe scelte irresponsabili sono sempre gli stessi poveri sfigati….

zoop
zoop

Roman Arnold, Luigi Schettino una faccia, una razza.

Per la serie come far affondare l’ inaffondabile !

MountainSnoop
MountainSnoop

Francesco… non Luigi.

marimeno
marimeno

Permettono che faccio software gestionale da 28 anni … Non avete idea di quante volte i “problemi software” vengano uati come scusa.

E qui mi fermo ….

Pietro.68
Pietro.68

tranquillo, non ci ha creduto nessuno.
E comunque fosse anche vero, dopo un anno hai fatto in tempo a cambiare non solo il gestionale ma anche la software house che te lo fornisce…

iunza
iunza

Personalmente a Canyon posso solo dare un feedback positivo per l’acquisto della mia prima bici. Tuttavia, non ho, mai avuto alcun problema alla bike, quindo non ho avuto a che fare con l’assistenza. Avevo comprato (ed ho ancora) una canyon yellowstone 5.0 che mi ha portato ovunque senza mai un problema (e assicuro che ne ho tratto il massimo e sarò caduto 100 volte).
Poi volevo comprare la strive nuova (stupenda) quando è uscita, ma alla fine ho optato per Rose Uncle jimbo 2, perchè Rose Italia ha sede a un’oretta d’auto da casa mia (male che vada, ho pensato, gliela sbatto sul bancone…) e poi non avevo abbastanza feedback sul nuovo meccanismo della Strive (e qui ci ho preso). Con Rose mai un problema e supporto incredibile da parte dell’azienda (rispondeva ad ogni mia più cazzuta domanda nell’arco di qualche ora). Da allora compro molti prodotti sul sito Rose e sono soddisfatto.
Ora, sicuramente la vicenda andrà a tutto vantaggio di altre aziende come Rose o Radon e Canyon accuserà di certo un calo nelle vendite, ma i prodotti sono ottimi e, andando bene le cose in futuro, riaccorderò fiducia all’azienda se avrò bisogno dei suoi prodotti.

vito e alloggio
vito e alloggio

Rose ha un’assistenza che ha dell’incredibile. Anzi, credo che sia difficile anche solo desiderare di meglio. Il mio è un giudizio che non vuole valutare Rose solo come azienda on line, ma proprio come produttore di bici. Meglio di molti marchi con distribuzione nei negozi.

viki68
viki68

Canyon che delusione…ho acquistato ad agosto 2015 (3400 euro) una Grand Canyon 9.9. Un paio di settimane fa, durante un lavaggio, ho notato che nella zona del movimento centrale si è tolto il trasparente. Ho chiesto un intervento della Canyon e questa è stata la risposta “…Ciao Vincenzo, la Casa Madre ci ha riferito che tale danno non e’ riconducibile ad un difetto di materiale e/o produzione. Tale danno estetico puo’ essere risolto presso la Casa Madre al costo indicativo di un comune service (Euro 89,90 + materiale necessario + spese di spedizione). Restiamo in attesa di un tuo cortese riscontro per procedere con l’intervento.”
SENZA PAROLE – Mai più un acquisto on-line…

MountainSnoop
MountainSnoop

La garanzia non è un’assicurazione omnicomprensiva di qualsiasi danno noi possiamo fare sulla bici. Nelle mtb direi che è abbastanza normale che nella zona sottostante il telaio possano esserci delle rimozioni di vernice o semplicemente nel tuo caso di trasparente.

Lord Soth
Lord Soth

Per un marchio che sulla carta produce ottime bici e che ha come principale veicolo commerciale la vendita online, questi sono problemi seri.
Mi auguro che ne escano al più presto.

ANDREAX76
ANDREAX76

Va be ma non esageriamo. Ora va bene x i ritardi che cisono stati ci manca.
Personalmente penso siano risolti visto che a me la bici l hanno data due settimane in anticipo.
Se ora ci si lamenta x il trasparente sotto il movimento centrale zona molto soggetta a urti etc…. lamentiamoci pure delle pietre che saltano e levano la vernice su. ….

viki68
viki68

Se vuoi ti mando le foto. Non è affatto la zona sottostante e non si tratta di normale usura da colpi. Non avrei mai chiesto un intervento per una cosa simile. Sicuramente è stato un lavoro eseguito male e, dopo aver speso tutti quei soldi, sinceramente mi sarei aspettato un trattamento diverso.

oscarnani
oscarnani

Buonasera a tutti
Io ho preso una strive 6.0 al e ne sono veramente soddisfatto.
Durante una uscita a ottobre ho perso il guida catena posto sotto il porcellino posteriore dx….ordinato il ricambio a novembre 2015….lo sto ancora aspettando….

Ho “chattato” più’ volte con canyon italia e non sono mai riuscito ad avere una risposta su data di ricezione ricambio….questa settimana ho, attraverso la chat, lasciato mio numero e chiesto di essere richiamato per aver delle spiegazioni circa la tardiva spedizione\ricezione del pezzo…
mi hanno chiamato e, molto gentili mi hanno assicurato che a breve , dovrei ricevere il pezzo….

Gia’ altre volte mi hanno raccontato la storia del sistema informativo nuovo e dei problemi avuti e…..bla bla bla…..ma perchè non fanno allora uno sconto a tutti i clienti lasciati a piedi ???

minion
minion

SAP.. …… na garanzia ! Ha ha ha