Carbonio o alluminio? Pole sceglie l’alluminio

Carbonio o alluminio? Pole sceglie l’alluminio


Il brand finlandese Pole rinuncia alla produzione di una bici in carbonio in favore della lega di alluminio. Seppure si tratti di un piccolo brand e non di uno dei colossi che direzionano il mercato della MTB, questa notizia può creare opinioni contrastanti, tra fan e detrattori del carbonio. Tuttavia la scelta non riguarda la qualità del prodotto finito ma le scelte etiche che coinvolgono il processo di realizzazione.

Pole si è avventurata nella produzione a taiwan di un prototipo in carbonio, giunto infine alla condizione di prodotto finito. Tuttavia, nell’affrontare questo nuovo progetto, il fondatore dell’azienda Leo Kokkonen si è reso conto di quanto l’intero processo di progettazione e produzione fosse distante dall’etica della sua azienda.

Pole basa la sua politica su alcuni punti cardine:
– Metodi di produzione che siano a favore della gente e dell’ambiente, anche in previsione del futuro
– Dai più piccoli dettagli: le T-shirt di Pole sono realizzate in cotone riciclato che consente un risparmio di 11.000 litri di acqua pulita per ogni maglietta
– Riutilizzo fino a fine vita di scatole e imballaggi usati
– I dipendenti possono lavorare da casa quanto più possibile, evitando spostamenti inutili che impattano sull’ambiente e aumentando la qualità della vita
– Riunioni e meeting vengono limitati al massimo, utilizzando tecnologie web come Skype e altri metodi di comunicazione

Pole aggiunge alcuni punti chiave per comprendere la loro posizione e le loro scelte:
– Non ha intenzione di salvare il mondo ma, per quello che può, vuole fare la sua parte creando un futuro migliore (ciò per cui in fondo ognuno di noi si dovrebbe impegnare – ndr).
– Non c’è l’intenzione di creare nuovi posti di lavoro, ma posti di lavoro migliori, dato che ritengono che lavorare in fabbrica non sia umanamente ammissibile.
– Evidentemente il mondo ha problemi più grandi dei telai in carbonio, ma in ogni caso ogni cosa che facciamo ha un effetto sul mondo, quindi è conveniente scegliere quella con meno effetto negativo.

In definitiva ciò che Pole intende spiegare con la sua posizione è che la produzione di carbonio implica l’utilizzo di resine tossiche ed è finalizzata a un prodotto finito non riciclabile, che consuma elevati quantitativi di energia e che decentra la lavorazione in parti del globo incredibilmente distanti tra loro, coinvolgendo quindi trasporti, viaggi etc. L’utilizzo dell’alluminio invece richiede sì un quantitativo elevato di energia, ma risulta riciclabile al 100% e permette una realizzazione sul proprio territorio.

Per questo motivo il nuovo prototipo, che verrà presentato a breve, è realizzato in alluminio e conserva le caratteristiche dei telai Pole come il sistema di sospensione EvoLink, il sistema BoostBrothers per i dropout e la possibilità di piegare la bici in due per risparmiare spazio sia in casa che per il trasporto. Tutte le novità verranno svelate a breve. Infine, Pole dichiara di avere inventato un nuovo metodo di produzione che potrebbe rendere il carbonio obsoleto e dice che questo metodo verrà svelato entro la fine dell’anno. Siamo curiosi di saperne di più.

Pole Bicycle Company

212
Leave a Reply

  Subscribe  
più recente più vecchio più votato
Notificami di
teoDH

Dovrebbero provare ad usare l’olio di palma…

giancazaza
giancazaza

per la catena o per i freni?

sembola

Eh, beh, l’alluminio mica richiede miniere e scavi e enormi quantità di energia per l’estrazione, la raffinazione, il trasporto da luoghi lontani e la lavorazione. E poi con l’alluminio i dipendenti possono senz’altro lavorare da casa.

uomoscarpia
uomoscarpia

secondo me si son resi conto dei costi dei telai in carbonio, il resto sono chiacchere, come dicevi l’alluminio probabilmente è anche peggio (riciclare non comporta altri costi energetici per caso?). Perchè se si facessero veramente stè pippe ambientali una bici da trail enduro manco dovresti produrla visto che è un mezzo per solo scopo ricreativo e non certo da usare per andare al lavoro o spostamenti per lasciare l’auto. Mi sembrano gli stessi discorsi di altre ditte anche italiane, che siccome non sanno fare un telaio in carbonio, allora la menano con l’alluminio che è meglio, che è più affidabile e che belle le saldature….Allora fate delle cazzo di bici in legno che poi basta ripiantare le piante e stai a posto, e il mezzo lo bruci a fine vita.

Moralizzatore01
Moralizzatore01

🙂 concordo in pieno
Mah…mi sa tanto di spot pubblicitario di un brand semisconosciuto che non riuscendo a gestire i costi di realizzazione di un telaio in carbonio dichiara di fare telai in alu nel nome dell’ambiente

czarn
czarn

l’alluminio si ricicla completamente.

aria
aria

È spiegato chiaramente che:
– l’alluminio si ricicla se non al 100% cmq in % altissime
– le resine di cui sono impregnate le fibre di carbonio NO, e sono tossiche, nonchè di derivazione petrolifera
– le stesse fibre di carbonio non so come siano prodotte ma di certo NON sono un prodotto riciclabile.

Tira la careta
Tira la careta

Quindi hanno adottato la linea del “Meno Peggio”

p84
p84

Secondo me è una posizione condivisibile, ma il problema è che si rivela utopistica per tutta una serie di fattori.
Tuttavia ammiro e sostengo chiunque provi ad inseguire un ideale, per quanto scomodo e difficile, rispetto al cinismo e al prosaico pragmatismo generale

l.j.silver
l.j.silver

le bici in fin dei conti sono merce e mi spiace agli ideali dei mercanti non ci credo……..

Ro88Mi

Quindi hanno adottato la linea del "Meno Peggio"

Beh, meglio adottare la linea del "meno peggio" che adottare la linea del "lo fanno tutti, chissene"

Anche le piccole cose di tutti i giorni, possono servire per cambiare/salvare questo mondo.

Victory or Valhalla

OnePunchMan
OnePunchMan

Ma alla fine già ora le bici in alluminio, per il peso, si avvicinano abbastanza a quelle in carbonio. Comunque sia, io prendo solo bici in alluminio al carbonio non ci ho mai pensato.

FOF
FOF

Gli aspetti etici ed ecologici dovrebbero essere il primo obiettivo di ogni azienda, i paesi scandinavi sono l’avanguardia della civilita’, molti dei nostri imprenditori dovrebbero prendere appunti…
Inoltre nei paesi nordici stanno germogliando i semi del mondo del lavoro che ognuno di noi vorrebbe potere vivere, utopistico o meno loro vivono il rinascimento industriale noi stiamo regredendo al medioevo, con buona pace del tanto declamato 4.0.

uomoscarpia
uomoscarpia

guardati le statistiche di suicidi e dei divorzi per vedere quanto bene stanno in paesi come la Svezia per dire….Sono stato in Norvegia, lì ad esempio come architetto appena entrato in studio guadagni da dipendente anche 5000 euro al mese, peccato che vivere a Oslo è una merda. E non parlo per difendere l’Italia che mi fa pena sempre di più ogni giorno che passa.

p84
p84

La storia dei suicidi nel Nord Europa è superata. In realtà, a seguito di studi più approfonditi, si è venuto a sapere che quelli sono gli unici paesi con statistiche serie sui suicidi. Qui da noi probabilmente sono anche di più ma i dati nemmeno si conoscono nella loro completezza

FOF
FOF

Mi spiegate cosa ci azzeccano I suicidi con l’etica nello sviluppo industriale ed il relativo mercato del lavoro? Io nn ho fatto riferimento alla qualità della vita, se avessi voluto farlo avrei fatto riferimento all’Australia o al Canada, da anni ai vertici della relativa “classifica”. Sono certo che la vita è più piacevole nel nostro paese. Il ragionamento sul petrolio e le balene nn voglio commentarlo.

Tc70

Per un attimo ho pensato all'ennesimo thread di Alu Vs Carbon…e invece…

sembola

Norvegia che vuole eliminare le auto a combustione interna. Pagandole con… i soldi del petrolio. Ecologia qui, inquinamento là.

uomoscarpia
uomoscarpia

pensa che hanno una nuova piattaforma (nuova oltre alle altre già in funzione da anni) che estrae da sola petrolio (o gas ora non ricordo) per un miliardo e mezzo di dollari (con petrolio intorno ai 55 dlr barile)

Tc70

guardati le statistiche di suicidi e dei divorzi per vedere quanto bene stanno in paesi come la Svezia per dire….Sono stato in Norvegia, lì ad esempio come architetto appena entrato in studio guadagni da dipendente anche 5000 euro al mese, peccato che vivere a Oslo è una merda. E non parlo per difendere l'Italia che mi fa pena sempre di più ogni giorno che passa.

Non a caso in quei posti li è nato l'oscuro Black metal…:loll::-?:

Ro88Mi

Norvegia che vuole eliminare le auto a combustione interna. Pagandole con… i soldi del petrolio. Ecologia qui, inquinamento là.

Come il Giappone…
All'avanguardia nella lotta all'inquinamento, e protezione di flora e fauna, ma genocidio delle balene, che molto probabilmente, porteranno all'estinzione…

Victory or Valhalla

beppejump
beppejump

Non è la Norvegia che caccia le balene????

tylerdurden71
tylerdurden71

Ho ed ho avuto bike in carbonio, ma devo dire che concordo pienamente con il suo pensiero. Approfondirò la cosa senza alcun dubbio!

drmale
drmale

sento odore di corazzata potemkin

Ro88Mi

Non è la Norvegia che caccia le balene????

Anche, oltre a Giappone e islanda… ma in un paese come il Giappone, ove si fa la morale ambientalista, soprattutto al vecchio continente, con il trattato di Kyoto, è una presa per il c..o!

Sea sheperd, attivista alla lotta alle baleniere, purtroppo si è arresa, perché il Giappone ha emanato leggi in cui le baleniere hanno il diritto di fermare con TUTTI i mezzi chi ostacola la caccia!

Quanto fa schifo l'uomo….

Victory or Valhalla

cianci
cianci

Oh tegà , NON È UMANAMENTE POSSIBILE lavorare in fabbrica!!!!

Dr_Serpente

Oh tegà , NON È UMANAMENTE POSSIBILE lavorare in fabbrica!!!!

Cavolo non sapevo di essere sovrumano.

Comunque non mi risulta che solo cambiando processo produttivo cambino le proprietà di un materiale

Sent from my Nexus 5 using MTB-Forum mobile app

aria
aria

il diamante e la mina della matita sono entrambi carbonio.
la sabbia ed il processore che hai usato per scrivere il tuo commento sono silicio.
devo continuare?

iaio
iaio

“La mia scelta ha impatto praticamente nullo nel sistema in cui vivo, perché cambiare?”
“Tanto il 99% fa così”
“Se non cambiano le leggi tanto vale”
“Il problema sono i paesi emergenti”.

Ecco, continuando con questi approcci state sicuri che tu fino alla vita, tuo figlio fino al collo e tuo nipote dentro tutto, ma nel merdone ci finiamo.

Velocity
Velocity

Alcuni commenti come quelli di OFF e p84 fanno sperare che questo cinismo generalizzato non abbia completamente attecchito nelle coscienze della gente.E come tutte le volte che si parla di questi argomenti si scatena la gara di quelli che oltre a non fare nulla, sono pronti a mettere in risalto le contraddizioni di chi fa certe scelte, che non sono critiche legittime, ma vera e propria volontà di imporre il proprio pensiero…Sai quante volte mi sono sentito dire da questi elementi che anche se non mangio carne da 25 anni poi uccido le formiche con le ruote della mia MTB? Nonostante sia probabilmente vero mi rallegro che gli argomenti contraddittori siano di tale livello e proseguo per la mia strada

lkey
lkey

Vero, é raccapricciante vedere come i soliti scenziati del mag o della vota quotidiana siano subito pronti a vedere il marcio e sorvolare completamente sui risvolti oggettivamente positivi, per quanto minimi, di una scelta etica o economica che sia. Prego dimostrate dati alla mano che la produzione di un telaio in alluminio sia tanto impattante quanto quella del carbonio, prego…
Inorridito

Riki174
Riki174

Non vorrei sembrare piu stronzo del normale comunque un paio di info:
produrre alluminio “nuovo” costa un botto e richiede cave di bauxite nonché processi elettrolitici notevolmente energivori.
Ovviamente il riciclo costa e impatta meno, ma non e’ mai efficace al 100% perché lo stesso rifondere AL genera scorie che vanno poi ulteriormente trattate e bla bla bla.
Non so valutare quale produzione sia piu impattante fra Al e carbonio per ignoranza sul secondo.
Ma sappiate che con 20kg di lattine usate non ci fate un telaio e sicuramente non sará”100%green”…serve comunque una raffineria di alluminio dove dei bravi operai manovrano altiforni e additivi ecc. e partendo dalle vostre lattine vi fanno un lingotto di alluminio della lega giusta.
Poi in un’altra fabbrica rifondono (altre scorie) il lingotto per farci un tubo che poi deve essere idroformato o comunque trattato meccanicamente (almeno qui niente scorie).
Poi saldatura verniciatura ecc.
Questo solo per dare un po’ di informazione tecnica sulla realtá.
Poi ognuno libero di credere negli ideali che ritiene piu suoi.

coloxim
coloxim

Quindi non bisogna riciclare?

teoDH

coloxim, certo che bisogna riciclare, consci però che il riciclo serve più a pulire la nostra coscienza che a pulire il pianeta che stiamo ammorbando…

coloxim
coloxim

Su questo punto fatico a seguirti..
Il riciclo è già un grande passo avanti(non parlo solo dell’alluminio)

Concordo invece quello che dici sull olio di palma

Riki174
Riki174

No, mai detto ne pensato.
Ho solo buttato sul piatto cosa significa realmente il processo di riciclaggio dell’alluminio.
E volevo specificare che comunque vada, anche per fare 4 tubi di alluminio di gente in fabbrica/fonderia ce ne deve andare, e si devono sorbire comunque un ambiente che il Boss di Pole ritiene inumano.
Questo per dire che favorire il riciclaggio dei materiali e migliorare le posizioni di lavoro è sempre un BENE…ma è sempre meglio essere bene informati che in effetti si tratta di un MENO PEGGIO (come in fondo dice anche l’articolo)

teoDH

Il fatto è che di cose “a basso impatto”, gli uomini, non riescono a farne… ho seguito da vicino la querelle sull’olio di palma e tutto ciò che ne è conseguito… e tra qualche anno, se qualche blogger se ne prenderà carico, forse la “massa” capirà che l’olio di palma è stato sostituito con altri oli, spesso nemmeno di origine naturale, che sono altrettanto se non più impattanti della coltivazione dell’olio di palma stesso. ogni richiesta produttiva su larga scala ha il suo impatto sull’ambiente, quindi o si autoproduce, o si fa a meno di un mucchio di cose, oppure ci si inizia a rendere conto che il problema dell’uomo non è come o cosa fa, il problema è che l’uomo esiste, ed esistendo, in sovranumero peraltro, inquina e distrugge… Perchè quando parliamo di carbonio, dobbiamo prima parlare di tutto il carbonio usato per fare altro, non le bici, e poi dovremmo parlare anche di gomme, di plastiche di ogni genere, e di tutta una serie di processi produttivi a impatto ancor maggiore rispetto al carbonio dei nostri telai… e sinceramente, nutro seri dubbi sul fatto che il metallo sia meno impattante… perchè le fonderie non mi sembrano propriamente dei gioiellini ecocompatibili…

lkey
lkey

Perfetto! allora non facciamo una sega che viviamo tutti piu spensierati. Compriamo le auto diesel perche le ibride richiedono poca energia in meno per lo smaltimento delle batterie, usiamo il carbone per scaldarci perche tanto il silicio dei pannelli solari inquina lo stesso…e il segnale per impostare il cambiamento lo diamo domani dai, lasciamoli vendere ancora per un po il loro petrolio a quelle cime. E poi mercoledi ci sta la champion…. Che bel fatalismo all’italiana…disgrazia

aria
aria

una nota.
il diesel consuma meno, per cui in ottica riscaldamento globale/emissioni di carbonio (che per inciso è una problematica che può estinguere la razza umana) è da PREFERIRE al benzina, al di là della merda mediatica che gli sta piovendo addosso negli ultimi tempi.

p84
p84

aria:
l’OMS 10 anni fa, a seguito di una serie di studi, ha dichiarato che i fumi di scarico dei motori diesel sono altamente cancerogeni

capitancavin
capitancavin

ma cosa c’entra se la norvegia caccia le balene ( l’azienda è finlandese) o se si suicidano. qui si parla di una azienda che potrebbe essere italiana. quindi una azienda ixs decide la sua politica . e devo dire che non è una sparata fine a se stessa . ma è una conseguenza delle scelte che gia’ attuano. è il vero concetto anarchico . non cercano di convincere il mondo, non cercano di convincere te.ma scelgono il loro stile di vita con coerenza., magari dando una visione diversa

pk71
pk71

così anarchici da avere un listino e chiedere 6000 euro per una bici che, minimo, gli porterà un utile del 20%………alla faccia dell’anarchia.

capitancavin
capitancavin

continui a parlare del niente. cosa c’entra il costo ? fanno investimenti anche loro. e probabilmente questa scelta portera’ uno studio e crescita dei telai in alluminio. i costi delle bike non dipende solo dal telaio, ma la componentistica la devono prendere da altre aziende. ma invece di parlare sulla scelta di una azienda si parla di favole. e le balene e i suicidi e la rava la fava. anarchico inteso come idea anarchica. non regalarti a bici a te!

Riki174
Riki174

Non so se “anarchico” sia l’aggettivo giusto letterariamente parlando.
Il suo stesso essere Boss dell’azienda e dettare una politica aziendale lo rende totalmente capitalistico e autoritario (sempre solo lessicalmente parlando).
Quanto alla scelta in se…può andarmi benissimo, spero sia un imprenditore illuminato…ma insomma di cazzate utopistiche ed estreme ne ha scritte.
Tipo lo so che idesigner/ingegneri possono skyparsi da casa…ma al saldatore gli mandano i tubi a casa a dorso di mulo?
Quindi io in sostanza rispetto l’ideologia alla base della scelta, ma non mi bevo tutta la sonata.

giorgiocat

Alcuni commenti come quelli di OFF e p84 fanno sperare che questo cinismo generalizzato non abbia completamente attecchito nelle coscienze della gente.E come tutte le volte che si parla di questi argomenti si scatena la gara di quelli che oltre a non fare nulla, sono pronti a mettere in risalto le contraddizioni di chi fa certe scelte, che non sono critiche legittime, ma vera e propria volontà di imporre il proprio pensiero…Sai quante volte mi sono sentito dire da questi elementi  che anche se non mangio carne da 25 anni poi uccido le formiche con le ruote della mia MTB? Nonostante sia probabilmente vero mi rallegro che gli argomenti contraddittori siano di tale livello e proseguo per la mia strada Vero, é raccapricciante vedere come i soliti scenziati del mag o della vota quotidiana siano subito pronti a vedere il marcio e sorvolare completamente sui risvolti oggettivamente positivi, per quanto minimi, di una scelta etica o economica che sia. Prego dimostrate dati alla mano che la produzione di un telaio in alluminio sia tanto impattante quanto quella del carbonio, prego…Inorridito @Veolcity come sai su questo argomento sono completamente d'accordo con te. Soprattutto sul dire " ma tanto non conta niente oppure lo straabusato " eh ma tu che sei vegetariano, ma non lo sai che anche le piante hanno un'anima".Quello che questa volta mi lascia dubbioso, lkey, è proprio il punto che hai sollevato tu. Il processo produttivo dell'allumnio è più ecologico di quello del carbonio? Io non lo so.… Continua a leggere »

pk71
pk71

Ritengo che la lavorazione dell’alluminio comporti meno costi ambientali, non solo per quanto riguarda lo sfruttamento delle risorse ma anche, e forse sopratutto, cambiano le condizioni di lavorazione e la pericolosità ambientale dei materiali utilizzati.
Credo fermamente che il consumo delle risorse ambientali vada necessariamente rivisto, è assolutamente indubbio, ma è anche vero che è impossibile per il genere umano vivere senza sfruttare natura e territorio, non siamo a costo 0.
Non sopporto chi si sente superiore solo perché beve acqua del rubinetto anziché bere quella delle bottiglie, o non mangia carne, o non utilizza prodotti in plastica, vorrei vederli rifiutare una TAC perché la general electric inquina troppo nei processi produttivi. Fatemi il piacere! Mi piacerebbe avere una lista delle innovazioni che hanno fatto gli pseudo-ambientalisti e confrontarle con tutto il resto, badate bene le “invenzioni” e scoperte non basate sul lavoro “sporco” di altri.

Dingo67

Mi piacerebbe visitare la loro fabbrica in Finlandia completamente robotizzata dove non circola un solo essere umano e dove producono i loro telai ed assemblano le bici finite :nunsacci:

Dingo67

così anarchici da avere un listino e chiedere 6000 euro per una bici che, minimo, gli porterà un utile del 20%………alla faccia dell'anarchia.

Beh dai… per convincere un Finlandese a lavorare in un posto umanamente ostile come la fabbrica devi pagarlo quasi come Messi e Ronaldo per cui va  finire che la bici che ti vendono a 6000€ a loro costa 7000€ ma siccome sono dei filantropi ci rimettono di tasca loro 1000€ per il bene del pianeta e del genere umano  🙂

Ro88Mi

Ritengo che la lavorazione dell'alluminio comporti meno costi ambientali, non solo per quanto riguarda lo sfruttamento delle risorse ma anche, e forse sopratutto, cambiano le condizioni di lavorazione e la pericolosità ambientale dei materiali utilizzati.
Credo fermamente che il consumo delle risorse ambientali vada necessariamente rivisto, è assolutamente indubbio, ma è anche vero che è impossibile per il genere umano vivere senza sfruttare natura e territorio, non siamo a costo 0.
Non sopporto chi si sente superiore solo perché beve acqua del rubinetto anziché bere quella delle bottiglie, o non mangia carne, o non utilizza prodotti in plastica, vorrei vederli rifiutare una TAC perché la general electric inquina troppo nei processi produttivi. Fatemi il piacere! Mi piacerebbe avere una lista delle innovazioni che hanno fatto gli pseudo-ambientalisti e confrontarle con tutto il resto, badate bene le  "invenzioni" e scoperte non basate sul lavoro "sporco" di altri.

Un conto è sfruttarla, un conto è abusarne…
Io non mi sento superiore perché non mangio animali e derivati, ma sto meglio con me stesso perché so che posso vivere alla grande senza ABUSARE la nostra terra (e mi fa anche bene)
Poi ognuno magna quello che vuole…

Se questa azienda pensa con tutte le buone intenzioni di abbattere l'impatto ambientale… Che lo facessero, che fastidio dà?

Victory or Valhalla

pk71

continui a parlare del niente. cosa c'entra il costo ? fanno investimenti anche loro. e probabilmente questa scelta portera' uno studio e crescita dei telai in alluminio. i costi delle bike non dipende solo dal telaio, ma la componentistica la devono prendere da altre aziende. ma invece di parlare sulla scelta di una azienda si parla di favole. e le balene e i suicidi e la rava la fava. anarchico inteso come idea anarchica.  non regalarti a bici a te!

Te non sai nemmeno lontanamente cosa sia e cosa significhi anarchia. Dai retta a me.

capitancavin
capitancavin

aspettero’ che me lo spieghi tu. fenomeno da tastiera. leggi l’articolo perchè non lo hai letto e non hai potuto capire le filosofia della azienda,.poi capirai forse, altrimenti fatti fare dei disegni. . ma stiamo andando fuori tema.

pk71
pk71

La filosofia dell’azienda è semplice, ECCOMI QUA CI SONO ANCHIO!
Non conosco aziende che non guardino ai numeri, nessuno, nemmeno te! E questo, fidati, non è molto anarchico.

capitancavin
capitancavin

tu non hai mai conosciuto anarchici ,non li hai mai vissuti. non hai mai avuto nessuno con cui parlarci. io posso dire di averne conosciuti diversi. tu forse hai letto qualcosa 30 anni fa. ricordo quello che dissi ad uno di loro molti molti anni fa,’ dopo esserci andato a bere una birra. “tutto bello quello che mi dici ,ma a me sembra tutto utopico” sai quello che mi disse ? “io vivo cosi’, sono scelte.non ho la macchina, mi muovo con i mezzi pubblici , bicicletta. sei entrato nel locale “che gestisco” e hai preso la birra pagandola il giusto . mi interessa che sei entrato, e dopo aver preso una birretta hai guardato i libri , mi hai chiesto perchè ! non mi interessa ne condivido questa italia ma ci vivo.” “sono scelte. “poi se per te essere anarchico è vivere di aria è un altro paio di maniche. fabrizio de andre’ che si considerava anarchico ed era considerato anarchico non è che vivesse senza soldi o “a gratis.” sono le idee ,la coerenza, il piantare un seme. questo è il concetto.

rockarolla
rockarolla

No. Cazzate. Finiamola con questo stramaledetto mito dell’anarchico buono, gran sognatore…e innocuo.

Aver “conosciuto diversi anarchici” non mi significa niente. Chi hai conosciuto, un paio di esponenti di un circolino Fai? È un po’ come mettere sullo stesso piano Anpi e resistenza.

E non rispondere che ne sai di più te; hai bisogno di un curriculum vitae (o di una fedina penale) per metterti in dubbio o sei capace da solo di riconoscere le persone che ti trovi davanti?

Non appropriarti di cose che non sono tue ma che hai solo visto di passaggio (pure da una prospettiva distorta). Non prima di averle fatte tue, se così vorrai.

capitancavin
capitancavin

veramente sei tu che stai facendo una caricatura dell’anarchico. io non ho mai parlato di buonismo. chi parla per parole fatte siete voi. es pk71 quando mi parla che fanno pagare il telaio 6000 euro. perchè secondo lui dovrebbero regalarli. ho solo voluto sottolineare che la scelta di abbandonare il carbonio è una delle tante che hanno gia’ attuato. in questi anni. è la loro politica. tutto li’.

rockarolla
rockarolla

Oh ma un provare a mettere in dubbio ciò che si crede di conoscere no eh? Può essere che al mondo ci sia qualcuno che conosce meglio di te cosa è l’anarchismo? Cos’è, ti sembra così impossibile che stai dialogando con “uno di loro”, in questo mondo disconnesso in cui gli individui sono ruoli e dal ruolo indietro all’individuo non si può più tornare?
Delle cavolate green-washing di Pole mi interessa poco, ma pk71 quel punto lo ha azzeccato. Tutti, anarchici o non, dobbiamo fare qualcosa per campare, ma dire che far pagare la birra nel proprio locale “il giusto” sia una scelta anarchica, ad esempio, vuol dire avere le idee un po’ appannate.

pk71

Un conto è sfruttarla, un conto è abusarne…
Io non mi sento superiore perché non mangio animali e derivati, ma sto meglio con me stesso perché so che posso vivere alla grande senza ABUSARE la nostra terra (e mi fa anche bene)
Poi ognuno magna quello che vuole…

Se questa azienda pensa con tutte le buone intenzioni di abbattere l'impatto ambientale… Che lo facessero, che fastidio dà?

Victory or Valhalla

L'ipocrisia mi dà fastidio.

giorgiocat

Ritengo che la lavorazione dell'alluminio comporti meno costi ambientali, non solo per quanto riguarda lo sfruttamento delle risorse ma anche, e forse sopratutto, cambiano le condizioni di lavorazione e la pericolosità ambientale dei materiali utilizzati.
Credo fermamente che il consumo delle risorse ambientali vada necessariamente rivisto, è assolutamente indubbio, ma è anche vero che è impossibile per il genere umano vivere senza sfruttare natura e territorio, non siamo a costo 0.
Non sopporto chi si sente superiore solo perché beve acqua del rubinetto anziché bere quella delle bottiglie, o non mangia carne, o non utilizza prodotti in plastica, vorrei vederli rifiutare una TAC perché la general electric inquina troppo nei processi produttivi. Fatemi il piacere! Mi piacerebbe avere una lista delle innovazioni che hanno fatto gli pseudo-ambientalisti e confrontarle con tutto il resto, badate bene le  "invenzioni" e scoperte non basate sul lavoro "sporco" di altri.

E' la solita polemica … perchè dire a uno che fa la raccolta differenziata o a uno che beve l'acqua del rubinetto che lo fa solo per distinguersi? Perchè non lo fai anche tu ( non si deve far parte di un'elite, anzi purtroppo è il contrario)?
Secondo me anche le cose piccole sono importanti. Quante tonnellate di plastica si risparmierebbero se tutti bevessero dal rubinetto per es.? Un conto è dire che non possiamo essere a costo zero, un altro è dire che non ci si deve interrogare su un modello produttivo proprio perchè non si è a costo zero

giorgiocat

L'ipocrisia mi dà fastidio.

Scusa ma perchè la chiami ipocrisia se uno cerca di non pesare dove può. No, siccome uso la tac, allora tanto vale che inquini fino in fondo?

pk71

Scusa ma perchè la chiami ipocrisia se uno cerca di non pesare dove può. No, siccome uso la tac, allora tanto vale che inquini fino in fondo?

No! Il pensiero che mi da fastidio è diverso, io puro di spirito vivo in un mondo pieno di peccatori però,…….il telefonino, le strade asfaltate, la fibra in casa, un bel riscaldamento, ecc. è come mi incazzo quando non ci sono. Ma bisogna capire che l'unico sistema per progredire è costruire cose, ovviamente utilizzando con parsimonia le materie prime, u non pensare che tutto quello che attualmente c'è sia dovuto a prescindere.

pk71

E' la solita polemica … perchè dire a uno che fa la raccolta differenziata o a uno che beve l'acqua del rubinetto che lo fa solo per distinguersi? Perchè non lo fai anche tu ( non si deve far parte di un'elite, anzi purtroppo è il contrario)?Secondo me anche le cose piccole sono importanti. Quante tonnellate di plastica si risparmierebbero se tutti bevessero dal rubinetto per es.? Un conto è dire che non possiamo essere a costo zero, un altro è dire che non ci si deve interrogare su un modello produttivo proprio perchè non si è a costo zero Guarda che io vivo in un piccolo paesino di periferia, compro e mangio roba più o meno di zona, bevo l'acqua del rubinetto quando sono a casa, tengo il termostato a 18 gradi di inverno e non perché spendo troppo di gas ma perché mi da fastidio l'idea di consumarlo per niente, vado in bici quando posso, ecc. Però se il mio babbo non lavorava alla piaggio in catena a consumare energia elettrica proveniente dal carbone e non piegava le lamiere fatte di ferro cavato da un monte, io non sarei ora a costruire strade e fabbricati e non avrei i soldi per potermi permettere di avere il telefonino, la bici, la casa con il riscaldamento. mi piacerebbe vedere se te in bici ti vesti con le fibre sintetiche o vai in giro con il maglione di lana se porti il casco in polietilene (o quel che è) o se… Continua a leggere »

Dr_Serpente

Ma vorreste dirmi che non è normale bere l'acqua del rubinetto?

Sent from my Nexus 5 using MTB-Forum mobile app

nede333
nede333

Comunque se non sbaglio non sono neanche i primi, Commencal non fa (per ora) telai in carbonio per gli stessi motivi, e loro si che invece potrebbero permetterselo a livello di investimenti e costi produttivi

giouncino
giouncino

mi viene voglia di mandare il mio curriculum in pole….
non sembra affatto male lavorare per una azienda del genere!

giorgiocat

aspettero' che me lo spieghi tu.  fenomeno da tastiera.  leggi l'articolo perchè non lo hai letto e non hai potuto capire le filosofia della azienda,.poi capirai forse, altrimenti fatti fare dei disegni. . ma stiamo andando fuori tema.

Beh l'anarchia è quel modello di non -governo dove grossolanamente non esisteno istituzioni che governano appunto e non esistono tutti i meccanismi di rappresentanza, controllo e repressione e tutto sarebbe demandato ad una sorta di etica collettiva innata negli individui.
Quindi un'idea anarchica è un'idea che si rifà a questo tipo di visione.Vi prego però non rientriamo nelle disquisizioni filosofiche ( che a me piacciono tanto).
Insomma quella di Pole difficilmente può essere chiamata idea anarchica ; ) casomai politica controcorrente rispetto alla generalità delle aziende.

Velocity

No! Il pensiero che mi da fastidio è diverso, io puro di spirito vivo in un mondo pieno di peccatori però,…….il telefonino, le strade asfaltate, la fibra in casa, un bel riscaldamento, ecc. è come mi incazzo quando non ci sono. Ma bisogna capire che l'unico sistema per progredire è costruire cose, ovviamente utilizzando con parsimonia le materie prime, u non pensare che tutto quello che attualmente c'è sia dovuto a prescindere.

Per fortuna che ce l'hai detto tu e comunque nessuno si sente superiore, almeno non più di quanto non si sentano quelli che fanno ragionamenti come i tuoi…

drmale

Ecco come fa un marchio ignoto ai più a far parlare di sé… e tutta pubblicità gratuita. Non so se sui materiali hanno in effetti risparmiato un stronzesimo di risorse del pianeta, ma di risorse proprie in pubblicità direi di sì.
Non vinceranno mai una gara, ma il nobel dei ciarlata è garantito.

lollo72
lollo72

Mi sa che quelli di Pole fanno un pò i “vegani” della MTB ! Cercare di metterla sull’etico e sulla produzione “ecosolidale” può avere anche un suo senso per attirare i compratori che sposano tale filosofia, forse è una delle poche “armi” a disposizione delle microaziende per combattere con le grandi industrie che hanno il monopolio delle vendite , comunque penso che la maggior parte degli acquirenti di MTB guardi più alla bontà di una bicicletta piuttosto che alla filosofia aziendale , in fin dei conti il solo fatto che ciò che andiamo ad acquistare sia un mezzo considerato ecologico , come lo è appunto una bicicletta , soddisfa già molto del lato ecologista che può essere in noi .

greg2
greg2

http://www.bikeradar.com/gear/article/the-not-so-green-bike-carbon-fibers-carbon-footprint-31898/

vi segnalo questo articolo anche se un po datato, grandi marchi come trek e specialized stanno cercando di ridurre la “carbon footprint” del carbonio…

mi sembra interessante poi anche questo articolo

https://www.theguardian.com/environment/2010/jun/08/carbon-footprint-cycling

se volete essere dei ciclisti ecologici ingerite banane come snack energetico..

ad ogni modo ogni azienda ha la sua filosofia e devo che questa di Pole mi sembra interessante/positiva…anche se diciamo un po freak…..ad ogni modo le bici mi sembrano inguardabili…e purtroppo io compro solo bici in acciaio o carbonio ;-)..credo l’alluminio sia il materiale peggiore per una bici..

sembola

l'alluminio si ricicla completamente.

E qual'è il costo ambientale del riciclo? :spetteguless:

pk71

tu non hai mai conosciuto anarchici ,non li hai mai vissuti. non hai mai avuto nessuno con cui parlarci. io posso dire di averne conosciuti diversi. tu forse hai letto qualcosa 30 anni fa. ricordo quello che dissi ad uno di loro molti molti anni fa,' dopo esserci andato a bere una birra.   "tutto bello quello che mi dici ,ma a me sembra tutto utopico" sai quello che mi disse ?  "io vivo cosi', sono scelte.non ho la macchina, mi muovo con i mezzi pubblici , bicicletta. sei entrato nel locale "che gestisco" e hai preso la birra pagandola il giusto . mi interessa che sei entrato, e dopo aver preso una birretta hai guardato i libri , mi hai chiesto perchè ! non mi interessa  ne condivido questa italia  ma ci vivo."   "sono scelte. "poi se per te essere anarchico è vivere di aria è un altro paio di maniche. fabrizio de andre'  che si considerava anarchico ed era considerato anarchico non è che vivesse senza soldi  o "a gratis."  sono le idee ,la coerenza, il piantare un seme. questo è il concetto.

È con il ricordo dell'anarchico hai proprio colto nel segno quello che volevo dire della Pole. Non serve definirsi come appartenente an una categoria o ad un pensiero filosofico, bisogna viverlo fino in fondo altrimenti è IPOCRISIA!

Honestlypino

Mi chiedo se prima di commentare si legga veramente l'articolo o se ne estrepola solo quello che fa comodo…:nunsacci:

Dandelion
Dandelion

Ma il telaio è fatto in Finlandia ?

Riz 73
Riz 73

Anche commentare tutti gli articoli del Mag con i nostri apparecchi elettronici provoca emissioni di CO2 in quanto consumano corrente elettrica …. probabilmente con le emissioni nocive causate dai nostri commenti ci si poteva fare un telaio in carbonio o un paio in alluminio……quindi evitiamo commenti inutili facciamo del bene al pianeta e non rompiamo le balle al prossimo

lumerennù
lumerennù

In Italia ci sono almeno 2 produttori di mtb che hanno scelto di continuare ad usare l’alluminio, Ancillotti e MDE. Tempo fa è uscito un test che lodava Liteville per lo stesso motivo. Nessuno si è mai infervorato. Ora che succede? L’ambientalismo è uno dei tanti modi per farsi notare, come la famosa acqua minerale con una sola particella di sodio…. le altre erano forse acqua di mare?

lumerennù
lumerennù

perchè il commento è andato all’inizio e non alla fine?

gasemper
gasemper

E’ ormai chiaro che se andiamo avanti così il pianeta sul quale viviamo non avrà scampo. Nemmeno noi con la mtb. Qualsiasi contributo ad approfondire la consapevolezza di quello che facciamo è importante. Certo a questo punto ci vorrebbero commenti e suggerimenti da parte di esperti in materia. L’importante è comunque, a mio parere, tenere caldo l’argomento e la nostra sensibilità, Trovo molto più interessante questo tema rispetto a tanti altri (geometrie, bike-park, campionati vari per fare un esempio).

Simonemt
Simonemt

Dal telaio in fotografia si capisce da subito qual’è il “nuovo metodo di lavorazione (credo)..
Forse, forse, la stampante 3D?? 😉
Bell’etica!
Bravi!

Keru
Keru

Sempre bello vedere come il la discussione sui forum nostrani sia uno o 2 livelli sotto quelli esteri. Comunque uno delle ragioni per cui Pole ha rinunciato al carbonio sono anche le cosiddette “Ocean Waste” che le aziende del lontano oriente productono con gli (ingenti) scarti della lavorazione del carbonio – cosa non riportata da questo articolo.
E ricordo a chi accusa che questa sia solo una mosa di marketing, che i grossi marchi hanno fette di mercato cosi` elevate solo grazie al marketing e al branding…
PS: pare che queste Pole funzionino proprio bene a leggere in giro.

sembola

Sempre bello vedere come il la discussione sui forum nostrani sia uno o 2 livelli sotto quelli esteri. .

Basta aprire un qualsiasi articolo di PinkBike per capire che non è così.

Keru
Keru

Io mi riferisco proprio allo stesso articolo, apparso su PinkBike una settimana fa. Non entro nel merito dell’articolo in se, poichè quelli di PB hanno intervistato il founder di Pole e ovviamente erano in una posizione migliore del Mag nel redarre un articolo, giornalisticamente parlando.
Comunque, su PB la discussione è rimasta sulla linea/argomenti dell’articolo, mentre qui si parte sempre per la tangente. Poi è ovvio che anche su PB ci sono delle sottodiscussioni che deviano, data la mole di visualizzazioni, perö c’è anche da constatare che qui l’approccio iniziale verso qualcosa di “diverso” o “innovativo” è sempre molto piü negativa e criticona rispetto ai forum non italofoni…

motobimbo

…c'è anche da constatare che qui l'approccio iniziale verso qualcosa di "diverso" o "innovativo" è sempre molto piü negativa e criticona rispetto ai forum non italofoni…

è che gli italiani sono reazionari per natura….

sembola

Keru evidentemente leggiamo due PinkBike diversi, tu uno dove si ragiona ed io uno in cui si ironizza sulle "bici da dentisti" e sulle preferenze sessuali di chi ha una 29.

Keru
Keru

Si sull’ironia non posso che concordare, ma un conto – dal mio punto di vista – è l’ironia, un altro è la discussione sugli argomenti proposti dall’articolo, che secondo me sono di un livello superiore là. E con questo mi pare chiaro che non sto criticando il Mag, anzi! Leggo sempre il Mag per primo, poi il resto, ma sto solo dicendo che secondo me il rider italiano medio è molto meno informato degli anglosassoni e teutonici – forse data la mancanza di contenuti in lingua nostrana, oltre a quelli proposti dal Mag?

sembola

è che gli italiani sono reazionari per natura….infatti nella nutella c'è ancora l'olio di palma…

Poi un giorno scopriremo che quello che mettono al posto dell'olio di palma è ancora peggio e per gli umani e per l'ambiente. Ma l'importante è il marketing.
Intanto io compro la crema Novi :spetteguless:

motobimbo

Poi un giorno scopriremo che quello che mettono al posto dell'olio di palma è ancora peggio e per gli umani e per l'ambiente. Ma l'importante è il marketing.

certo!

Impa65

Poi un giorno scopriremo che quello che mettono al posto dell'olio di palma è ancora peggio e per gli umani e per l'ambiente. Ma l'importante è il marketing.
Intanto io compro la crema Novi :spetteguless:

è che gli italiani sono reazionari per natura….infatti nella nutella c'è ancora l'olio di palma…

🙄

Io, come sempre sono fuori dal coro. E' sempre piu' difficile ma con un po di buona volonta' e dedicandoci il giusto tempo ci si riesce ancora: scelgo SOLO prodotti che contengono olio di palma. Il ragionamento, sotto Xanax e Litio Carbonato e' che se sono stato sempre in perfetta salute fino ad ora gustandomi i miei frollini preferiti rigorosamente preparati con olio di palma, non c'e' motivo per cambiare!
Sbaglio?

mastroxc
mastroxc

Grande! magari vivi anche in una casa fatta di amianto e tieni in cantina barili di uranio! allora si che saresti alternativo!!! 🙂

motobimbo

Io, come sempre sono fuori dal coro. E' sempre piu' difficile ma con un po di buona volonta' e dedicandoci il giusto tempo ci si riesce ancora: scelgo SOLO prodotti che contengono olio di palma. Il ragionamento, sotto Xanax e Litio Carbonato e' che se sono stato sempre in perfetta salute fino ad ora gustandomi i miei frollini preferiti rigorosamente preparati con olio di palma, non c'e' motivo per cambiare!
Sbaglio?

siamo un filino ot, però ti do ragione ed aggiungo che (ad esempio) nel medioevo….periodo nel quale l'olio di palma non esisteva….la vita media delle persone era molto più bassa di ora….

Impa65

siamo un filino ot, però ti do ragione ed aggiungo che (ad esempio) nel medioevo….periodo nel quale l'olio di palma non esisteva….la vita media delle persone era molto più bassa di ora….

Beh. per forza. Ancona non avevano inventato i nuovi formati ruota e si pedalava con le 26 ….

Marco Toniolo

Si sull'ironia non posso che concordare, ma un conto – dal mio punto di vista – è l'ironia, un altro è la discussione sugli argomenti proposti dall'articolo, che secondo me sono di un livello superiore là. E con questo mi pare chiaro che non sto criticando il Mag, anzi! Leggo sempre il Mag per primo, poi il resto, ma sto solo dicendo che secondo me il rider italiano medio è molto meno informato degli anglosassoni e teutonici – forse data la mancanza di contenuti in lingua nostrana, oltre a quelli proposti dal Mag?

Non vorrei dire, ma il link postato da un user su PB la dice lunga. Conosco l'azienda SGL piuttosto bene, visto che mio padre ci ha lavorato per 25 anni.

carbon recycling is quite tangential in respect to my main point but I think people are actively working on that (see e.g. http://www.sglgroup.com/cms/international/products/product-groups/cf/recafil/index.html?__locale=en), and it is already possible using heat.


But anyway, it is just a part of the picture and my main point is that the picture is VERY complex. Look at the Specialized report, or any other attempt to quantify and/or compare the socio/economic/emission footprint of manufacturer processes and you will realize how difficult it is. Pole Bicycle but especially Pinkbike do a rather dismal work at that in this case, with Pinkbike as usual serving as a parroting megaphone without even a hint of doing some real fact checking …

Keru
Keru

Grazie Marco, questo è quello che intendo con portare la discussione ad un livello un po’ piu` alto.

giorgiocat

Guarda che io vivo in un piccolo paesino di periferia, compro e mangio roba più o meno di zona, bevo l'acqua del rubinetto quando sono a casa, tengo il termostato a 18 gradi di inverno e non perché spendo troppo di gas ma perché mi da fastidio l'idea di consumarlo per niente, vado in bici quando posso, ecc. Però se il mio babbo non lavorava alla piaggio in catena a consumare energia elettrica proveniente dal carbone e non piegava le lamiere fatte di ferro cavato da un monte, io non sarei ora a costruire strade e fabbricati e non avrei i soldi per potermi permettere di avere il telefonino, la bici, la casa con il riscaldamento. mi piacerebbe vedere se te in bici ti vesti con le fibre sintetiche o vai in giro con il maglione di lana se porti il casco in polietilene (o quel che è) o se ce l'hai di legno. E siccome io ho i tuoi stessi diritti, cene c'è li ha un turco, un cinese o un africano, di caschi se ne deve produrre milioni…..l'alternativa? non produrre più quel prodotto Ribadisco qui non si parla di sentirsi superiori e neanche di cambiare il mondo (lo so anche io che il problema è nel modello di sviluppo, quello che hai esemplificato tu dicendo " il turco, il cinese, ecc… hanno i tuoi stessi diritti), perchè insomma il discorso è MOLTO ( e con molto, intendo MOOOLTO) complesso, e non è molto adatto ad un forum di… Continua a leggere »

cianci

Cavolo non sapevo di essere sovrumano.

Comunque non mi risulta che solo cambiando processo produttivo cambino le proprietà di un materiale

Sent from my Nexus 5 using MTB-Forum mobile app

Sei un SUPPEREROE!! E anche io lo sono stato!!!

Impa65

Grande! magari vivi anche in una casa fatta di amianto  e tieni in cantina barili di uranio! allora si che saresti alternativo!!!  🙂

Quello lo faccio nella mia casa-vacanza in Corea del Nord.

sembola

Grande! magari vivi anche in una casa fatta di amianto  e tieni in cantina barili di uranio! allora si che saresti alternativo!!!  🙂

Dove vanno a finire i barili di uranio andrebbe chiesto a chi fa il ganzo ecologico con le auto ibride o le e-bike.
Certo, son problemi di altri paesi, quindi chissene.

Quanto alla crema Novi, la compro perchè è meglio della Nutella, e neanche di poco.

Martin Burger King
Martin Burger King

“perché è meglio della Nutella, e neanche di poco” parola di Sembola !

gar
gar

comunque questi argomenti come infiammano le coscienze forse abbiamo tutti qualcosa che potremmo fare in più?
ma troviamo sempre una scusa per non farla

sembola

comunque questi argomenti come infiammano le coscienze forse abbiamo  tutti qualcosa che potremmo fare in più?
ma troviamo sempre una scusa per non farla

Più che altro in tanti ne hanno le tasche piene di sentirci raccontare balle.

Le aziende hanno un solo principio, che è quello di creare un profitto tale da garantire un certo livello di remunerazione del capitale. L' "etica" non esiste se con come elemento di marketing.

Martin Burger King
Martin Burger King

Scusa, ma tu che ti definisci “cartesiano”, puoi dimostrare qualcosa di quello che stai dicendo ? Come puoi sapere che “Pole” davvero non sia interessata all’ambiente (a differenza tua…) e non sia solo una balla come dici tu ?

sembola

Quindi non bisogna riciclare?

Basta che non diventi un elemento di marketing per convincere a consumare.

Velocity

Scusa, ma tu che ti definisci "cartesiano", puoi dimostrare qualcosa di quello che stai dicendo ? Come puoi sapere che "Pole" davvero non sia interessata all'ambiente (a differenza tua…) e non sia solo una balla come dici tu ?

Lo stavo per scrivere io…Qui si fanno i processi alle intenzioni  ma di concreto (prove scientifiche o di altro genere della malafede di questa azienda) non c'è nulla se non critiche su critiche che poi altro non sono che veri e propri tentativi d'imposta il proprio pensiero…So già che nessuno ammetterà mai di potersi sbagliare e di aver dubitato ingiustamente perché qui(per qui intendo forum web e mondo reale) le cose funzionano in questo modo…

Velocity

"perché è meglio della Nutella, e neanche di poco" parola di Sembola !

Non capite nulla nemmeno di creme al coccolata.Questa è la numero 1 in assoluto

https://www.venchi.com/it/cioccolato/crema-spalmabile-cioccolato-fondente.html

sembola

@Martin Burger King Velocity le aziende devono vendere o chiudono, molto semplice. Datemi pure del cinico, ma all'etica negli affari non riesco a crederci.

Martin Burger King
Martin Burger King

E la “Pole” continuerà a vendere bici in alluminio e non in carbonio perché ritiene la produzione di bici in carbonio troppo inquinante. Semplice. O puoi dimostrare che non è così ?

Velocity

@Martin Burger King Velocity le aziende devono vendere o chiudono, molto semplice. Datemi pure del cinico, ma all'etica negli affari non riesco a crederci.

Quanto alla crema Novi vs. Nutella, è una questione di fede. Come il diametro delle ruote 🙂

Velocity: Venchi ottima troppo "cioccolatosa" per i miei gusti, infatti è una crema di cioccolato e non di nocciole…

Va beh ma devi ammettere per una volta che non puoi essere certo di quello che sostieni…E ti sbagli pure sulla Venchi perché è scritto chiaramente: crema di cioccolato extra fondente e nocciole non solo nocciole

sembola

Va beh ma devi ammettere per una volta che non puoi essere certo di quello che sostieni…E ti sbagli pure sulla Venchi perché è scritto chiaramente: crema di cioccolato extra fondente e nocciole non solo nocciole

Appunto, a me piace di nocciole, non di cioccolato 😉

sembola

E la "Pole" continuerà a vendere bici in alluminio e non in carbonio perché ritiene la produzione di bici in carbonio troppo inquinante. Semplice. O puoi dimostrare che non è così ?

Io un'azienda che rinunci ad un profitto non l'ho ancora incontrata. Certo, non è una "dimostrazione", così come non è una dimostrazione quello che viene scritto in un comunicato stampa. Se valessero i comunicati stampa i diesel vW sarebbero ancora i più puliti del mondo.

Martin Burger King
Martin Burger King

“non l’ho ancora incontrata” e quindi se tu non l’hai mai incontrata vuole dire che non esiste ? Davvero ? Non è che stai facendo quella cosa del “proprio orticello” che ti piace tanto stigmatizzare ?

Impa65

Accidentaccio, qui si spacca il capello in otto, manco in quattro, e ad ogni affermazione occorre argomentare dati alla mano con l'altra a giurare sulla vecchia bibbia del buon Lincoln …. Per esempio se dico che sono un figo della @adonna quali teoremi devo enunciare per comprovare la mia affermazione?

Martin Burger King
Martin Burger King

Ci mostri una tua foto e tutti possono giudicare…

sembola

Accidentaccio, qui si spacca il capello in otto, manco in quattro, e ad ogni affermazione occorre argomentare dati alla mano con l'altra a giurare sulla vecchia bibbia del buon Lincoln …. Per esempio se dico che sono un figo della @adonna quali teoremi devo enunciare per comprovare la mia affermazione?

Le opinioni sono libere finchè non contrastano coi fatti.

ste97

Non capite nulla nemmeno di creme al coccolata.Questa è la numero 1 in assoluto

https://www.venchi.com/it/cioccolato/crema-spalmabile-cioccolato-fondente.html

dovessi trovarla questa venchi la proverò di sicuro, io vi suggerisco la pernigotti
https://www.ivizideglidei.com/gastronomia-tipica-salento/cioccolato/crema-spalmabile-gianduia-pernigotti-ivdd.html

sembola

"non l'ho ancora incontrata" e quindi se tu non l'hai mai incontrata vuole dire che non esiste ? Davvero ?

Non si può escludere che possano esistere aziende in grado di non tenere conto delle basilari leggi dell'economia.

Magari non le si incontrano facilmente perchè, proprio come certe particelle difficili da osservare, durano molto poco.

Perfino le ONLUS sono costrette a fare i conti coi bilanci e col marketing, figuriamoci se un'azienda commerciale possa ignorare questi parametri.

Martin Burger King

Non si può escludere che possano esistere aziende in grado di non tenere conto delle basilari leggi dell'economia.

Magari non le si incontrano facilmente perchè, proprio come certe particelle difficili da osservare, hanno una vita molto breve.

Perfino le ONLUS sono costrette a fare i conti coi bilanci e col marketing, figuriamoci se un'azienda commerciale possa ignorare questi parametri.

E una ditta di mtb non può sopravvivere senza produrre mtb in carbonio (che non produce perché ritiene che sia troppo inquinante produrle) ? Hai già visionato i bilanci della "Pole" ? Fra quanto chiuderà baracca e burattini ?

sembola

E una ditta di mtb non può sopravvivere senza produrre mtb in carbonio (che non produce perché ritiene che sia troppo inquinante produrle) ? Hai già visionato i bilanci della "Pole" ? Fra quanto chiuderà baracca e burattini ?

Mi resta difficile discutere con chi continua a mettermi in bocca parole che non ho mai scritto.

Le opinioni, come ho scritto in precedenza, sono tutte lecite finchè non si trovano fatti che dimostrano che le opinioni sono sbagliate.

La mia opinione è che sia molto più probabile che produrre telai in alluminio possa essere semplicemente più redditizio rispetto a telai in composito. Più redditizio perchè più semplice (lo puoi fare letteralmente in casa), più economico (una dima e via, nessuno stampo nè autoclavi) e per queste due ragioni complessivamente meno rischioso (non devi programmare con decine di mesi in anticipo), più elastico (devi cambiare un dettaglio? lo fai da subito, col carbonio devi rifare tutto ed aspettare il prossimo slot di produzione in Cina)…

Se ci sono dei fatti che contrastano con questa mia opinione sono pronto a fare marcia indietro. Con tutto il rispetto i comunicati stampa sono un po' lontani dalla categoria dei fatti, perfino/soprattutto in un'epoca come questa.

Velocity

sembola
Secondo me invece dovresti ammettere che gli argomenti che usi  sono validi tanto quanto quelli di chi la pensa diversamente e dato che nessuno può provare il contrario per una volta dovresti ammettere che hai sbagliato.Cio' non toglierebbe nulla alla tua figura di moderatore anzi me accrescerebbe la credibilità perché come ti ho già detto mille volte chi vuole sempre avere ragione ribadendo sempre gli stessi argomenti diventa credibile come i comunicati stampa o il panettiere che dice il suo pane essere il più buono

Impa65

Qualcuno ha avuto la pazienza di leggere tutto il "pippone" che si legge nelle motivazioni che hanno portato Pole a decidere di smettere di produrre telai in carbonio?

https://www.polebicycles.com/why-arent-we-going-for-carbon-frames/

Martin Burger King

sembola
Secondo me invece dovresti ammettere che gli argomenti che usi  sono validi tanto quanto quelli di chi la pensa diversamente e dato che nessuno può provare il contrario per una volta dovresti ammettere che hai sbagliato.Cio' non toglierebbe nulla alla tua figura di moderatore anzi me accrescerebbe la credibilità perché come ti ho già detto mille volte chi vuole sempre avere ragione ribadendo sempre gli stessi argomenti diventa credibile come i comunicati stampa o il panettiere che dice il suo pane essere il più buono

Esatto.

Velocity

Qualcuno ha avuto la pazienza di leggere tutto il "pippone" che si legge nelle motivazioni che hanno portato Pole a decidere di smettere di produrre telai in carbonio?

https://www.polebicycles.com/why-arent-we-going-for-carbon-frames/

 
No perché essendo un comunicato stampa dellla stessa azienda non è credibile quindi inutile leggerlo…

Martin Burger King

Questa "Pole" non la conosce nessuno, nessuno ne sa niente e allora perché, per una volta, questa volta, non può essere vero quello che scrivono ? Magari il proprietario è un pazzo naif, ci rimette soldi ma vive in pace con la propria coscienza. Per non inquinare non dovrebbe più produrre mtb ? Ma lui non vuole non inquinare, vuole inquinare di meno che è già una cosa bellissima… Certo che però se davvero c'è chi rinfaccia ai vegetariani che calpestano le formiche…

(Finisco con il parlare da solo perché mi risulta difficile discutere con chi non vuole discutere ma vuole unicamente imporre le proprie convinzioni).

Impa65

No perché essendo un comunicato stampa dellla stessa azienda non è credibile quindi inutile leggerlo…

Io l'ho letto invece.
E' vero e' un comunicato stampa dell'azienda che spiega le sue ragioni per abbandonare il carbonio ed abbracciare l'alluminio. Alcuni passaggi sono davvero imbarazzanti e sinceramente, a prescindere da tutto, se fanno i telai come scrivono i comunicati stampa, personalmente me ne tengo bene alla larga…..

pk71

Dopo tutto quello che è stato scritto e discusso non si può dire certo che la Pole non abbia raggiunto lo scopo di farsi un po' di pubblicità……….

Velocity

Il fatto è che di cose "a basso impatto", gli uomini, non riescono a farne… ho seguito da vicino la querelle sull'olio di palma e tutto ciò che ne è conseguito… e tra qualche anno, se qualche blogger se ne prenderà carico, forse la "massa" capirà che l'olio di palma è stato sostituito con altri oli, spesso nemmeno di origine naturale, che sono altrettanto se non più impattanti della coltivazione dell'olio stesso. ogni richiesta produttiva su larga scala ha il suo impatto sull'ambiente, quindi o si autoproduce, o si fa a meno di un mucchio di cose, oppure ci si inizia a rendere conto che il problema dell'uomo non è come o cosa fa, il problema è che l'uomo esiste, ed esistendo, in sovranumero peraltro, inquina e distrugge… Perchè quando parliamo di carbonio, dobbiamo prima parlare di tutto il carbonio usato per fare altro, non le bici, e poi dovremmo parlare anche di gomme, di plastiche di ogni genere, e di tutta una serie di processi produttivi a impatto ancor maggiore rispetto al carbonio dei nostri telai… e sinceramente, nutro seri dubbi sul fatto che il metallo sia meno impattante… perchè le fonderie non mi sembrano propriamente dei gioiellini ecocompatibili… Il fatto è che di cose "a basso impatto", gli uomini, non riescono a farne… ho seguito da vicino la querelle sull'olio di palma e tutto ciò che ne è conseguito… e tra qualche anno, se qualche blogger se ne prenderà carico, forse la "massa" capirà che l'olio di palma… Continua a leggere »

Marco Toniolo

Questa "Pole" non la conosce nessuno, nessuno ne sa niente e allora perché, per una volta, questa volta, non può essere vero quello che scrivono ?

È un marchio che fa bici lunghissime e apertissime.

pk71

Marco Toniolo per favore se vi arriva un comunicato della Evil dove dicono che hanno deciso di non produrre mai telai in alluminio perché ritengono che quelli in carbonio siano più eco sostenibili, NON lo pubblicate per l'amor di Dio!

bgcarlo

Beh, meglio adottare la linea del "meno peggio" che adottare la linea del "lo fanno tutti, chissene"

Anche le piccole cose di tutti i giorni, possono servire per cambiare/salvare questo mondo.

Victory or Valhalla

La penso esattamente così.

Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app

Martin Burger King

È un marchio che fa bici lunghissime e apertissime.

Lunghissime ???!!! Ma allora sono degli ipocriti !!! Se le facessero corte inquinerebbero meno !

(

aria
aria

a proposito di “Pole dichiara di avere inventato un nuovo metodo di produzione che potrebbe rendere il carbonio obsoleto e dice che questo metodo verrà svelato entro la fine dell’anno. Siamo curiosi di saperne di più.”
dalla foto parrebbe poter essere stampa 3D…

salukkio

Lunghissime ???!!! Ma allora sono degli ipocriti !!! Se le facessero corte inquinerebbero meno !

(

:smile::smile:

Impa65

Questa azienda ha fatto sicuramente una pensata geniale. Una piccola realta' del nord Europa, che io, per esempio, non conoscevo, sta facendo parlare di se, qui come magari in altri siti simili in giro per il mondo. E con che cosa poi? Decidere di andare completamente (o quasi) in controtendenza, pubblicando un comunicato stampa attraverso il quale dichiara di abbandonare la produzione di telai in carbonio in favore di solo quelli in alluminio. Come ho detto piu' indietro, ho letto tutto il comunicato stampa, che al netto del fatto che e' stato scritto da loro, a mio personalissimo giudizio contiene delle affermazioni alquanto discutibili. Ora qui si sta discutendo se questa sia una scelta squisitamente economica, oppure ci siano anche dei risvolti ecologisti in una svolta del genere. Io sono per la prima ipotesi, ma sicuramente faccio un plauso a questo ex atleta che mi risulta sia il CEO di Pole, tale Kikkonen se non erro, che ha avuto questa "pensata" da grande manager.

fafnir

una nota.
il diesel consuma meno, per cui in ottica riscaldamento globale/emissioni di carbonio (che per inciso è una problematica che può estinguere la razza umana) è da PREFERIRE al benzina, al di là della merda mediatica che gli sta piovendo addosso negli ultimi tempi.

Il diesel purtroppo produce molti più composti nocivi per l'uomo rispetto alla benzina, che essendo composta da molecole più piccole ha una migliore combustione, nel senso che diventa quasi tutta acqua e CO2.
Il problema del diesel sono le polveri, che il FAP non ha eliminato anzi le rende più pericolose.

Hanno ragionato da questo punto di vista piuttosto che fare un banale bilancio energetico, alla fine l'aria la dobbiamo respirare noi.

aria

Il diesel purtroppo produce molti più composti nocivi per l'uomo rispetto alla benzina, che essendo composta da molecole più piccole ha una migliore combustione, nel senso che diventa quasi tutta acqua e CO2.
Il problema del diesel sono le polveri, che il FAP non ha eliminato anzi le rende più pericolose.

Hanno ragionato da questo punto di vista piuttosto che fare un banale bilancio energetico, alla fine l'aria la dobbiamo respirare noi.

non è vero. per es produce meno CO.
quanto alle polveri dipendono ESCLUSIVAMENTE da come viene guidato, e le emissioni sono significative anche per i benzina a iniezione diretta. Tra parentesi le emissioni di PM10 sono identiche per Euro5 ed Euro6.
Che poi il mondo sia pieno di cazzari che ce l'hanno piccolo e devono pestare x correre da un semaforo rosso all'altro perchè senò si sentono minorati, è un altro discorso, ma di suo il diesel guidato "bene" NON fuma.
chiuso l'OT.

secondo voi questa "tecnologia che rende obsoleto il C rispetto all'Al" potrebbe essere la stampa 3d?

fafnir

non è vero. per es produce meno CO, che è molto velenoso.
e meno CO2 (che non è un inquinante ma è gas serra).
quanto alle polveri dipendono ESCLUSIVAMENTE da come viene guidato, e le emissioni sono significative anche per i benzina a iniezione diretta. Tra parentesi le emissioni di PM10 sono identiche per Euro5 ed Euro6.
Che poi il mondo sia pieno di cazzari che ce l'hanno piccolo e devono pestare x correre da un semaforo rosso all'altro perchè senò si sentono minorati, è un altro discorso, ma di suo il diesel guidato "bene" NON fuma.
chiuso l'OT.

secondo voi questa "tecnologia che rende obsoleto il C rispetto all'Al" potrebbe essere la stampa 3d?

Non so come fai ad essere così convinto di quel che dici, purtroppo non è così semplice come vuoi far credere.

https://www.abe.iastate.edu/extension-and-outreach/carbon-monoxide-poisoning-dangers-detection-response-and-poisoning-aen-193/

Ci sono troppe variabili, alcune situazioni che possono darti ragione e altre che ti smentiscono, inoltre se anche fosse vera la storia dello stile di guida dubito tu possa avere controllo su come guida la gente, è un discorso utopico.
Detto questo, non credo il problema del diesel sia quello dei gasati ai semafori,  semmai il problema è farlo girare a bassi giri (combustione incompleta) usandolo in città con stop e ripartenze.

Detto questo, chi ha preso la decisione di ridurre man mano il diesel ha sicuramente fatto degli studi piu approfonditi di noi su MTB forum.

sembola

l'unica azione veramente "ecologica" è non consumare.

Chi ha inquinato di più, chi ha tenuto un'auto euro per venticinque anni o chi ne ha cambiate tre o quattro? chi ha consumato più risorse?

Tc70

Ce la stiamo qui a menarcela se si inquina o meno…ma ci rendiamo conto che si inquina perfino a piantar carote,che poi noi mangeremo?…E' quasi inutile nel 2017 pensare di fermare l'inquinamento,ma forse è anche utopia cercare di limitarlo…o si torna tutti e 7 miliardi di persone all'età della pietra o c'è poco da fare…
Voi vi immaginate 7 miliardi di scoregge (fa ridere lo so,ma ragioniamoci…;-)),aggiungetele a tutte quelle del mondo animale,specialmente i grossi bovini che noi alleviamo in maniera sconsiderata…solo quelle sono già una causa dell'effetto serra,mettiamoci ora i gas prodotti da tutto l'indotto industriale mondiale e il danno è mastodontico…ormai siamo in una strada di non ritorno non vedo cosa si possa fare…non rinunceremo mai a nulla,vediamo una carta in terra ci incazziamo (giustamente),ma dovremmo incazzarci anche per i veleni che la nostra cara terra contiene e siccome non sono cosi evidenti…w la natura…non è pessimismo il mio è realtà,che in molti rifiutano di vedere…:celopiùg:

motobimbo

l'unica azione veramente "ecologica" è non consumare.

Chi ha inquinato di più, chi ha tenuto un'auto euro per venticinque anni o chi ne ha cambiate tre o quattro? chi ha consumato più risorse?

chi ne ha consumate di più?
sicuramente l'agenzia delle entrate con l'introduzione dello spesometro semestrale….solamente per la promulgazione delle varie norme che lo hanno prima statuito e poi rimandato di volta in volta, si calcola un dispendio di energia pari quasi a quello prodotto dalla voluntary disclosure nelle due formulazioni.
🙂

aria

Non so come fai ad essere così convinto di quel che dici, purtroppo non è così semplice come vuoi far credere. https://www.abe.iastate.edu/extension-and-outreach/carbon-monoxide-poisoning-dangers-detection-response-and-poisoning-aen-193/ Ci sono troppe variabili, alcune situazioni che possono darti ragione e altre che ti smentiscono, inoltre se anche fosse vera la storia dello stile di guida dubito tu possa avere controllo su come guida la gente, è un discorso utopico.Detto questo, non credo il problema del diesel sia quello dei gasati ai semafori,  semmai il problema è farlo girare a bassi giri (combustione incompleta) usandolo in città con stop e ripartenze. Detto questo, chi ha preso la decisione di ridurre man mano il diesel ha sicuramente fatto degli studi piu approfonditi di noi su MTB forum. dalla tabella https://en.wikipedia.org/wiki/European_emission_standards#Emission_standards_for_passenger_carspuoi vedere che euro 5 e 6, benzina e diesel hanno le stesse emissioni limite di PM, mentre il benzina ha IL DOPPIO di emissioni di CO. La cosa si ribalta sugli NOx.quindi ma non è che il benzina sia aria di montagna, e cmq emette più CO2, la quale se è il male assoluto (come sembra essere) andrebbe limitata al massimo. quanto ai bassi giri ed allo stop&go, il diesel di natura è + lento del benzina, non patisce i bassi giri ma i transitori di regime, che peraltro non fanno "bene" neanche alle emissioni dei benzina. Infine, "chi ha preso la decisione di ridurre man mano il diesel" probabilmente non sa nemmeno che differenze ci sono fra una motorizzazione e l'altra. Ma è la moda del momento e… Continua a leggere »

Velocity

l'unica azione veramente "ecologica" è non consumare.

Chi ha inquinato di più, chi ha tenuto un'auto euro per venticinque anni o chi ne ha cambiate tre o quattro? chi ha consumato più risorse?

Non è assolutamente vero quello che dici ma tanto vuoi sempre avere ragione e hai perso un occasione per ammettere di avere sbagliato  quindi è inutile discutere.Poi gli esempi che fai non significano nulla, se uno ha tenuto un auto 25 anni usandola solo quando necessario sicuramente ha avuto un impatto ecologico minore di chi la usa a sproposito o la cambia ogni 3/4 anni…Le uniche azioni veramente ecologiche senza tornare nelle caverne sono quelle che limitano gli sprechi e i consumi pensando sempre che le risorse sono limitate.Senza questa coscienza non si va da nessuna parte

aria

aria: l'OMS 10 anni fa, a seguito di una serie di studi, ha dichiarato che i fumi di scarico dei motori diesel sono altamente cancerogeni

il particolato è cancerogeno. ma come ho indicato i limiti euro5 ed euro 6, sia per benzina che per diesel, sono IDENTICI.

e cmq è cancerogeno ed è particolato anche il nerofumo usato nelle mescole dei pneumatici, così come il materiale d'attrito dei freni di auto e bici.
motivo per cui chi inquina è chi accelera come un dannato (inquinando) e frena come un dannato (inquinando), non chi usa il diesel euro 5. O lo rottama per prendere il benzina euro 6 che è le stesse identiche emissioni. 😉

fafnir

il particolato è cancerogeno. ma come ho indicato i limiti euro5 ed euro 6, sia per benzina che per diesel, sono IDENTICI. e cmq è cancerogeno ed è particolato anche il nerofumo usato nelle mescole dei pneumatici, così come il materiale d'attrito dei freni di auto e bici.motivo per cui chi inquina è chi accelera come un dannato (inquinando) e frena come un dannato (inquinando), non chi usa il diesel euro 5. O lo rottama per prendere il benzina euro 6 che è le stesse identiche emissioni. 😉 Il nerofumo nei pneumatici non viene rilasciato deliberatamente nell'aria e nemmeno quello dei toner o dei tatuaggi, non capisco che ragionamenti fai.Il diesel fa particolato e ne fa tanto e tanto di più rispetto a benzina, se lo vogliono eliminare è perché molto probabilmente non sarà più in grado di rispettare i limiti che metteranno in futuro o perché per rientrare in quel limite deve montare il dpf che genera particelle ancora più pericolose perché più piccole. La CO2 è il minore dei mali, se proprio volessimo fare i precisi forse è un male per la vita futura dell'uomo sulla terra ma non certo per il pianeta, la CO2 che produciamo bruciando i combustibili fossili era già presente sul pianeta in precedenza e in seguito ai vari eventi accaduti i vari organismi viventi morti e finiti sotto la crosta terrestre hanno ridotto il loro stato di ossidazione diventando idrocarburi, ma nel bilancio di materia del pianeta quella CO2 c'era già. Semmai sono… Continua a leggere »

bgcarlo

Ora mi faccio odiare: quanti bla bla inutili, in realtà non sappiamo cosa accade davvero… sappiamo solo quello che ci raccontano le "opposte fazioni". Di certo c'è che l'uomo morirà nella sua m e tutto il resto non conta. Così a pelle dico che se c'è un'azienda che produce una cosa riciclabile al 100% è da ammirare. Poi certo, ci sono i processi di produzione e lo sfruttamento delle risorse del pianeta, ma allora questo vale per ogni cosa. Penso che se ognuno di noi fosse appena un po' attento e responsabile e non menefreghista, il mondo andrebbe meglio. Come, un esempio banale, i fossi pieni delle "carte" dei vari integratori energetici che tutti noi ciclisti prendiamo (sono peggiori quelli in bdc questo è vero) …portarsi la carta vuota, è come portarla col prodotto. Perché dobbiamo buttarla nel fosso? La riportiamo a casa o la buttiamo in un cestino per strada… ma dobbiamo sentirci "superiori" a queste cose… gli uomini veri strappano la confezione con i denti, ne bevono il contenuto e poi gettano la confezione di lato perché non hanno tempo per le cose che "non contano".

Inviato dal mio iPhone utilizzando MTB-MAG.com

motobimbo

gli ascensori installati da non so quando devono avere una sim "inside" per comunicare con l'esterno.

aria

Il nerofumo nei pneumatici non viene rilasciato deliberatamente nell'aria e nemmeno quello dei toner o dei tatuaggi, non capisco che ragionamenti fai.Il diesel fa particolato e ne fa tanto e tanto di più rispetto a benzina, se lo vogliono eliminare è perché molto probabilmente non sarà più in grado di rispettare i limiti che metteranno in futuro o perché per rientrare in quel limite deve montare il dpf che genera particelle ancora più pericolose perché più piccole. freni, frizioni e pneumatici sono una quota significativa di particolato rilasciato dal traffico. questo per dire che il particolato non lo fa solo il diesel, ma anche un'auto elettrica (e pure la bici muscolare :-)). e ripeto che i limiti di PM di diesel e benzina, euro 5 ed euro 6 sono gli stessi. che poi adesso ci sia la crociata è meramente una questione economica: si vuole vendere veicoli nuovi. Invece basterebbe un autovelox ad ogni semaforo. La CO2 è il minore dei mali, se proprio volessimo fare i precisi forse è un male per la vita futura dell'uomo sulla terra ma non certo per il pianeta, la CO2 che produciamo bruciando i combustibili fossili era già presente sul pianeta in precedenza e in seguito ai vari eventi accaduti i vari organismi viventi morti e finiti sotto la crosta terrestre hanno ridotto il loro stato di ossidazione diventando idrocarburi, ma nel bilancio di materia del pianeta quella CO2 c'era già. assolutamente no, c'era il carbonio, la co2 è completamente un'altra cosa. E… Continua a leggere »

fafnir

freni, frizioni e pneumatici sono una quota significativa di particolato rilasciato dal traffico. questo per dire che il particolato non lo fa solo il diesel, ma anche un'auto elettrica (e pure la bici muscolare :-)).

e ripeto che i limiti di PM di diesel e benzina, euro 5 ed euro 6 sono gli stessi.

che poi adesso ci sia la crociata è meramente una questione economica: si vuole vendere veicoli nuovi. Invece basterebbe un autovelox ad ogni semaforo.

assolutamente no, c'era il carbonio, la co2 è completamente un'altra cosa. E visti i cambiamenti climatici in corso e purtroppo previsti, È (parrebbe) il maggiore dei mali per l'umanità e forse anche per la vita sulla terra come la conosciamo.

resine tossiche e non riciclabili per la produzione dei telai in carbonio… 😉

Era CO2, la stessa CO2 che le piante da cui deriva il petrolio o il carbone assorbivano. La stessa CO2 che sarebbero diventati gli animali morti se esposti all'ossigeno atmosferico. In condizioni anaerobiche e ad alta pressione si sono ridotti a idrocarburi.

L'unico "carbonio" così come dici tu è grafite e diamante e ti assicuro che non fanno il petrolio[emoji12] tutto il resto o quasi è destinato a diventare CO2.

Non voglio nemmeno discutere del particolato dei freni o gomme rispetto ai diesel, non sono in vena di umorismo stasera

Velocity

E basta con questo scontro benzina vs diesel….Inquinano entrambe molto ed invece di scannarvi sui numeri e le sigle cercate di usare meno l'auto e così siete sicuri di non inquinare…

aria

Era CO2, la stessa CO2 che le piante da cui deriva il petrolio o il carbone assorbivano. La stessa CO2 che sarebbero diventati gli animali morti se esposti all'ossigeno atmosferico. In condizioni anaerobiche e ad alta pressione si sono ridotti a idrocarburi.

co2 assorbita in milioni di anni che viene rimessa in atmosfera in pochi anni. Se non è chiaro il concetto chiudiamola qui che è meglio.

e per tornare in topic, tanto di cappello a chi ha un po' di etica nella produzione.

Danixele

Come, un esempio banale, i fossi pieni delle "carte" dei vari integratori energetici che tutti noi ciclisti prendiamo (sono peggiori quelli in bdc questo è vero) …portarsi la carta vuota, è come portarla col prodotto. Perché dobbiamo buttarla nel fosso? La riportiamo a casa o la buttiamo in un cestino per strada… ma dobbiamo sentirci "superiori" a queste cose… gli uomini veri strappano la confezione con i denti, ne bevono il contenuto e poi gettano la confezione di lato perché non hanno tempo per le cose che "non contano".

Sai perchè ? Perchè fanno così i professionisti visti in tv. E la gente gode nel scimmiottare i professionisti perchè si sente stupidamente parte di essi.

A volte ho visto anche delle borracce di sali minerali usa e getta in giro e son convinto che è proprio per il motivo suddetto.

Io vieterei nelle gare professionistiche di gettare qualsiasi cosa per terra, sarà un problema di "peso" e di gestione dei vuoti e pieni ma per quanto mi riguarda il buon esempio ha un valore molto più alto.

aria

Sai perchè ? Perchè fanno così i professionisti visti in tv. E la gente gode nel scimmiottare i professionisti perchè si sente stupidamente parte di essi.

A volte ho visto anche delle borracce di sali minerali usa e getta in giro e son convinto che è proprio per il motivo suddetto.

Io vieterei nelle gare professionistiche di gettare qualsiasi cosa per terra, sarà un problema di "peso" e di gestione dei vuoti e pieni ma per quanto mi riguarda il buon esempio ha un valore molto più alto.

assolutamente d'accordo. andrebbero squalificati e basta.

Impa65

co2 assorbita in milioni di anni che viene rimessa in atmosfera in pochi anni. Se non è chiaro il concetto chiudiamola qui che è meglio.

e per tornare in topic, tanto di cappello a chi ha un po' di etica nella produzione.

Il discorso OT e' proprio questo: e' davvero etica da parte di Pole?

teoDH

Su questo punto fatico a seguirti..
Il riciclo è già un grande passo avanti(non parlo solo dell'alluminio)

Non c'è dubbio che riciclare sia una cosa positiva, in ogni settore, però bisogna sapere anche che il riciclo evita si gli sprechi, ma ha anche lui il suo impatto, in certi casi molto simile alla produzione.

aria

Il discorso OT e' proprio questo: e' davvero etica da parte di Pole?

2° l'articolo "Pole dichiara di avere inventato un nuovo metodo di produzione che potrebbe rendere il carbonio obsoleto e dice che questo metodo verrà svelato entro la fine dell’anno"… non ci resta che aspettare.

dalla foto nell'articolo a me sembra stampa 3D… bici stampate?

Impa65

2° l'articolo "Pole dichiara di avere inventato un nuovo metodo di produzione che potrebbe rendere il carbonio obsoleto e dice che questo metodo verrà svelato entro la fine dell’anno"… non ci resta che aspettare.

dalla foto nell'articolo a me sembra stampa 3D… bici stampate?

Questo l'ho letto anch'io. Questo pero' nulla ha a che vedere con il discorso parallelo che ne e' venuto fuori sull'inquinamento …..

aria

Questo l'ho letto anch'io. Questo pero' nulla ha a che vedere con il discorso parallelo che ne e' venuto fuori sull'inquinamento …..

stavo cercando di riportare la discussione più in topic… 🙂

Impa65

stavo cercando di riportare la discussione più in topic… 🙂

E fai bene: anche se credo che ormai il thread sia giunto a fine corsa. Si e' detto di tutto e di piu' (soprattutto di piu', o in piu', a mio parere). Il mio giudizio, come ho gia' detto piu' indietro e' che lo scopo principale di Pole, che indubbiamente e' un brand semisconosciuto che fa prodotti di nicchia, e' stato raggiunto. Ora, almeno noi che siamo intervenuti lo conosciamo di piu'. Che poi la scelta aziendale di abbandonare i telai in carbonio (scelta indubbiamente in controtendenza ed anche coraggiosa dal punto di vista commerciale) in favore di quelli in alluminio sia una strada corretta, non corretta, ecologista o non ecologista, sara', come sempre, il mercato a decretarlo. Io, da parte mia, credo che in ogni caso sia stata un'ottima mossa di marketing.
Se poi stupiranno il settore con un telaio realizzato con modi e materiali innovativi, vedremo.

Tc70

Chissà che materiale sarà…una qualche plastica leggerissima e resistente?…Come sarà testata?…Odio aspettare fine anno…:loll:

salukkio

2° l'articolo "Pole dichiara di avere inventato un nuovo metodo di produzione che potrebbe rendere il carbonio obsoleto e dice che questo metodo verrà svelato entro la fine dell’anno"… non ci resta che aspettare.

dalla foto nell'articolo a me sembra stampa 3D… bici stampate?

 Le faranno in legno

Sent from my SM-G935F using MTB-Forum mobile app

sembola

Il discorso OT e' proprio questo: e' davvero etica da parte di Pole?

Che poi l'etica è quanto di più soggettivo possa esistere.
Per dire, c'è chi riteneva etico sopprimere i malati o gli handicappati. E chi oggi considera etico che le donne non mostrino il volto, il corpo o perfino i capelli a chi non sia un loro familiare. Qualcuno potrebbe altrettanto legittimamente obiettare all'uso del termine "etico" per dei giocattoli che solo una frazione degli abitanti del mondo occidentale (a loro volta frazione dell'umanità) può permettersi.

Per cui consentitemi di mettere mano ad una metaforica rivoltella quando sento invocare l'etica, specie se in un ambito come quello commerciale.

bgcarlo

Sai perchè ? Perchè fanno così i professionisti visti in tv. E la gente gode nel scimmiottare i professionisti perchè si sente stupidamente parte di essi.

A volte ho visto anche delle borracce di sali minerali usa e getta in giro e son convinto che è proprio per il motivo suddetto.

Io vieterei nelle gare professionistiche di gettare qualsiasi cosa per terra, sarà un problema di "peso" e di gestione dei vuoti e pieni ma per quanto mi riguarda il buon esempio ha un valore molto più alto.

Si, sono d'accordo. All'ultima nove colli hanno dato a mio parere un ottimo esempio: c'era uno nel gruppo di testa che a pochi km dall'arrivo ha fatto proprio una cosa del genere ma era inquadrato in diretta televisiva su Rai tre (l'ho notato anche io che guardavo) e all'arrivo lo hanno squalificato proprio per quel gesto. Non nascondo che mi ha fatto piacere.

Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app

Impa65

Che poi l'etica è quanto di più soggettivo possa esistere.
Per dire, c'è chi riteneva etico sopprimere i malati o gli handicappati. E chi oggi considera etico che le donne non mostrino il volto, il corpo o perfino i capelli a chi non sia un loro familiare. Qualcuno potrebbe altrettanto legittimamente obiettare all'uso del termine "etico" per dei giocattoli che solo una frazione degli abitanti del mondo occidentale (a loro volta frazione dell'umanità) può permettersi.

Per cui consentitemi di mettere mano ad una metaforica rivoltella quando sento invocare l'etica, specie se in un ambito come quello commerciale.

Concordo. Una azienda commerciale (in questo caso si tratta anche di azienda di produzione) non ha nulla di etico, quando la parola etica, come giustamente dici, assume diversi significati a seconda di chi e su che cosa viene applicata. Pole si sta facendo una bella pubblicita' a costo zero, questa e' la mia verita'. Non che questo abbia nulla offendere il mio personale senso di etica su questo tema.

aria

Che poi l'etica è quanto di più soggettivo possa esistere.
Per dire, c'è chi riteneva etico sopprimere i malati o gli handicappati. E chi oggi considera etico che le donne non mostrino il volto, il corpo o perfino i capelli a chi non sia un loro familiare. Qualcuno potrebbe altrettanto legittimamente obiettare all'uso del termine "etico" per dei giocattoli che solo una frazione degli abitanti del mondo occidentale (a loro volta frazione dell'umanità) può permettersi.

Concordo. Una azienda commerciale (in questo caso si tratta anche di azienda di produzione) non ha nulla di etico, quando la parola etica, come giustamente dici, assume diversi significati a seconda di chi e su che cosa viene applicata. Pole si sta facendo una bella pubblicita' a costo zero, questa e' la mia verita'. Non che questo abbia nulla offendere il mio personale senso di etica su questo tema.

le vostre mi sembrano scuse belle e buone, con esempi che non c'entrano una fava.
etico è produrre sfruttando la manodopera? etico è produrre usando sostanze tossiche? etico è sottrarre risorse ad altri?
non credo che lo sia nè per me, nè per voi nè per altri, a meno che non si parli di menefreghismo e/o criminalità ma francamente IO non mischierei la mia morale con quella di questi soggetti. non so voi. 🙂
E cmq "capitalismo etico" non è una dicitura inventata ora da me.

Impa65

le vostre mi sembrano scuse belle e buone, con esempi che non c'entrano una fava.
etico è produrre sfruttando la manodopera? etico è produrre usando sostanze tossiche? etico è sottrarre risorse ad altri?
non credo che lo sia nè per me, nè per voi nè per altri, a meno che non si parli di menefreghismo e/o criminalità ma francamente IO non mischierei la mia morale con quella di questi soggetti. non so voi. 🙂
E cmq "capitalismo etico" non è una dicitura inventata ora da me.

Se vuoi specifica che cosa intendi per "scuse" ed illuminaci con il concetto di "capitalismo etico".

sembola

Se vuoi specifica che cosa intendi per "scuse" ed illuminaci con il concetto di "capitalismo etico".

Il capitalismo è amorale per definizione. Nel senso che origina e si alimenta non da principi "morali" ma pratici ed empirici, non per caso è nato in paesi protestanti e non nel sud europa.
Amorale, non immorale. Non è una differenza da poco.

sembola

Se vuoi specifica che cosa intendi per "scuse" ed illuminaci con il concetto di "capitalismo etico".

Il capitalismo è amorale per definizione. Nel senso che origina e si alimenta non da principi "morali" ma pratici ed empirici, non per caso è nato in paesi protestanti e non nel sud europa.
Amorale, non immorale. Non è una differenza da poco.

p84

il particolato è cancerogeno. ma come ho indicato i limiti euro5 ed euro 6, sia per benzina che per diesel, sono IDENTICI.

e cmq è cancerogeno ed è particolato anche il nerofumo usato nelle mescole dei pneumatici, così come il materiale d'attrito dei freni di auto e bici.
motivo per cui chi inquina è chi accelera come un dannato (inquinando) e frena come un dannato (inquinando), non chi usa il diesel euro 5. O lo rottama per prendere il benzina euro 6 che è le stesse identiche emissioni. 😉

A me non risulta che il potere cancerogeno della benzina sia paragonabile al diesel (sul quale si è espressa l'OMS, come scrivevo prima). Inoltre i recenti scandali sulle emissioni dei diesel hanno dimostrato che "euro 5" ed "euro 6" sono soltanto sigle per prenderci meglio per i fondelli, perchè in ultima analisi non esistono parametri rispettati a norma di legg, da quanto sta emergendo a livello internazionale

aria

…il concetto di "capitalismo etico".

suvvia. google dà circa mezzo milione di risultati…

aria

A me non risulta che il potere cancerogeno della benzina sia paragonabile al diesel (sul quale si è espressa l'OMS, come scrivevo prima). Inoltre i recenti scandali sulle emissioni dei diesel hanno dimostrato che "euro 5" ed "euro 6" sono soltanto sigle per prenderci meglio per i fondelli, perchè in ultima analisi non esistono parametri rispettati a norma di legg, da quanto sta emergendo a livello internazionale

https://monographs.iarc.fr/ENG/Monographs/vol105/mono105.pdf
non ho voglia di leggere 700 pagine, ma da una scorsa velociiiiiiiiiiissssssima, anche la benzina causa cancro al polmone.

Impa65

suvvia. google dà circa mezzo milione di risultati…

quanto alle "scuse" mi sembra che l'idea emersa sia che nessuno ha un'etica, non è possibile definirla perchè uno pensa l'opposto dell'altro, quindi chissenefrega di avercela e chissenefrega se una ditta decide di non usare un materiale tossico, "tanto è solo per pubblicità". Frega solo degli utili, ed è impossibile che qualcuno pensi ad altro che agli utili.
Beh, forse c'è anche chi non pensa solo agli utili, e disprezzarlo è solo una scusa per non ammettere che forse ha un atteggiamento più corretto del proprio.

Beh evidentemente mi sono espresso male. Non ho detto che nessuno ha un'etica, quanto che il concetto di etica e' piuttosto soggettivo. Sul fatto che poi aziende di produzione e vendita non abbiano etica, ne sono fermamente convinto.

Velocity

Il concetto di etica sarà anche soggettivo ma sappiamo bene che se qualcuno spaccia per "etica" un azione chiaramente violenta o che limita la libertà altrui sta mentendo e non andrà molto lontano…La mia "etica" è la correttezza e il rispetto degli altri e sono pronto ad ammettere i miei errori  quando sbaglio, cerco di essere meno impattante possibile e se questa azienda fa anche una piccola azione in questa direzione non vedo lo scandalo anche se ingrandisce 100 volte per farsi pubblicità.Del resto non mi pare che Apple faccia il mea culpa per le condizioni di lavoro nella fabbrica dei suicidi in Cina o tutte le altre multinazionali specie quelle alimentari che anno le peggiori schifezze e che si spacciano per i salvatori del mondo.In questi casi di etica io non ne vedo un briciolo e ne vendono a tonnellate

Danixele

Ma siamo arrivati addirittura a benzina cacca e diesel fico (o viceversa in base a quello che si possiede personalmente) ?

Velocity
pk71
pk71

Lo è già stata almeno altre cinque volte dalla sua nascita

fafnir

Ma siamo arrivati addirittura a benzina cacca e diesel fico (o viceversa in base a quello che si possiede personalmente) ?

Io ho il diesel per diversi motivi fra cui percorrenza annua e soprattutto non lo uso in città e ho detto e lo ribadisco che il diesel lo considero peggio e di molto rispetto alla benza a livello di inquinamento a seguito combustione nei veicoli.

La benzina era parecchio peggiore quando c'era il piombo tetraetile che a differenza del benzene (più altri alcoli, eteri e chetoni) non bruciava completamente e rilasciava appunto piombo facilmente assimilabile nell'ambiente.

Si stima che fosse in grado di abbassare il quoziente intellettivo di parecchi punti, in diversi stati ci sono studi di aumento del QI in concomitanza con l'eliminazione del piombo tetraetile nella benzina arrivando al picco massimo per quelli nati dopo il cambio alla benzina"verde", cioè quelli che non lo hanno mai respirato

sembola

Lo è già stata almeno altre cinque volte dalla sua nascita

Vedi alla voce "antropocentrismo" 😉

Velocity

Lo è già stata almeno altre cinque volte dalla sua nascita

 
Non con variazioni così repentine del clima, almeno non da quando si raccolgono i dati.Se poi qualche illuso crede che si possa andare avanti per molto con questi ritmi gli faccio i miei migliori auguri….Comunque una bella desertificazione ci starebbe bene per fare un po di pulizia.Forse è l'unico modo per far capire agli uomini che si deve pensare ed agire in un altro modo…

motobimbo

Comunque una bella desertificazione ci starebbe bene per fare un po di pulizia.Forse è l'unico modo per far capire agli uomini che si deve pensare ed agire in un altro modo…

 "Un giorno o l'altro verrà un altro diluvio universale e ripulirà le strade una volta per sempre." (cit.)

Impa65

"Un giorno o l'altro verrà un altro diluvio universale e ripulirà le strade una volta per sempre." (cit.)

Allora abbiamo sbagliato sport. Io qui c'ho pure il mare; mi butto sulla barca a vela …..

motobimbo

Allora abbiamo sbagliato sport. Io qui c'ho pure il mare; mi butto sulla barca a vela …..

a patto che sia abbastanza grossa da metterci dentro tutti gli animali che popolano la tua (nostra) mente….in coppia affinchè possano riprodursi.

Impa65

a patto che sia abbastanza grossa da contenere tutti gli animali che popolano la tua (nostra) mente….in coppia affinchè possano riprodursi.

Mi basta poco, una coppia di mucche, una coppia di maiali e una ventina di vedove di Mr. Playboy.

motobimbo

Mi basta poco, una coppia di mucche, una coppia di maiali e una ventina di vedove di Mr. Playboy.

concordo in linea di massima anche se aggiungerei una coppia di pecore…e comunque niente uccelli.

sembola

Non con variazioni così repentine del clima…

I dinosauri non sarebbero tanto d'accordo.

Impa65

concordo in linea di massima anche se aggiungerei una coppia di pecore…e comunque niente uccelli.

Va bene per le pecore: vorra' dire che mi accontentero' di 15 vedove.

motobimbo

Va bene per le pecore: vorra' dire che mi accontentero' di 15 vedove.

il numero dispari è perfetto!
se non altro perchè determina situazioni democratiche in ogni contesto decisionale …..le pecore (pur essendo in numero pari) seguiranno la volontà della maggioranza +1 in ordine alle scelte binarie.
20 era un casino, 15 è armonia.

Impa65

il numero dispari è perfetto!
se non altro perchè determina situazioni democratiche in ogni contesto decisionale …..le pecore (pur essendo in numero pari) seguiranno la volontà della maggioranza +1 in ordine alle scelte binarie.
20 era un casino, 15 è armonia.

Allora e' fatta. Vendo le bici, compro la barca. Rigorosamente a vela perche' e' piu' etica.

motobimbo

Allora e' fatta. Vendo le bici, compro la barca. Rigorosamente a vela perche' e' piu' etica.

le fanno anche in alluminio?

Impa65

le fanno anche in alluminio?

Si riciclato dalle lattine di Heineken.

pk71

Non con variazioni così repentine del clima, almeno non da quando si raccolgono i dati.Se poi qualche illuso crede che si possa andare avanti per molto con questi ritmi gli faccio i miei migliori auguri….Comunque una bella desertificazione ci starebbe bene per fare un po di pulizia.Forse è l'unico modo per far capire agli uomini che si deve pensare ed agire in un altro modo… Abbiamo in mente una delle equazioni più sbagliate di sempre, ovvero: fine del genere umano = fine della vita tutta terra, non c'è niente di più errato, siamo il niente nei confronti di tutto il resto.Siamo l'unica specie animale che, al contrario di tutte le altre, è riuscita a modificare l'ambiente per non estinguersi, ovvero siamo nati con un istinto diverso da tutte le altre specie, non ci basta sopravvivere, se fossimo uguali alle altre specie ci saremmo estinti parecchio tempo fa.I periodi peggiori che ha passato il genere umano sono quelli in cui non è riuscito a progredire, quando si è fermato, quando ha smesso di credere nella scienza e nella ricerca, ovviamente tutto quello che è stato scoperto o inventato non è tutto buono o bello, ma è sicuramente innegabile che tutto ci ha elevato, ed i benefici sono di molto al di sopra dei pericoli o dei danni.Personalmente ritengo più che ovvio e necessario iniziare a modificare le nostre abitudini per garantire una migliore vivibilità e durabilità dell'ambiente, ma sono anche convinto che i problemi si risolvono avanzando e innovando non regredendo.La… Continua a leggere »

bgcarlo

"Un giorno o l'altro verrà un altro diluvio universale e ripulirà le strade una volta per sempre." (cit.)

…e purtroppo se ci sarà ancora l'uomo, si ritornerà agli stessi livelli. L'uomo non ha mai imparato le lezioni, o meglio se le è sempre dimenticate è la storia si ripete, in ogni cosa

Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app

aria

Lo è già stata almeno altre cinque volte dalla sua nascita

il problema non è la terra, il problema è l'abitabilità della terra per l'uomo.

aria

I dinosauri non sarebbero tanto d'accordo.

vuoi fare la fine del dinosauro? 🙂

aria

…sono anche convinto che i problemi si risolvono avanzando e innovando non regredendo.

e dove sta scritto che "avanzare" sia sempre la soluzione? davanti ad un burrone "avanzare" non lo è.

La cosa che mi disturba di più nel pensiero pseudo-ecologico è la convinzione che tutti possano fare semplicemente delle scelte,
…. credendo di risolvere il problema con la differenziata…

invece proprio lo spreco delle risorse è uno dei principali problemi del disastro verso cui ci avviciniamo. E la sommatoria di tanti comportamenti singoli ha effetti molto significativi.

Velocity

Abbiamo in mente una delle equazioni più sbagliate di sempre, ovvero: fine del genere umano = fine della vita tutta terra, non c'è niente di più errato, siamo il niente nei confronti di tutto il resto.Siamo l'unica specie animale che, al contrario di tutte le altre, è riuscita a modificare l'ambiente per non estinguersi, ovvero siamo nati con un istinto diverso da tutte le altre specie, non ci basta sopravvivere, se fossimo uguali alle altre specie ci saremmo estinti parecchio tempo fa.I periodi peggiori che ha passato il genere umano sono quelli in cui non è riuscito a progredire, quando si è fermato, quando ha smesso di credere nella scienza e nella ricerca, ovviamente tutto quello che è stato scoperto o inventato non è tutto buono o bello, ma è sicuramente innegabile che tutto ci ha elevato, ed i benefici sono di molto al di sopra dei pericoli o dei danni.Personalmente ritengo più che ovvio e necessario iniziare a modificare le nostre abitudini per garantire una migliore vivibilità e durabilità dell'ambiente, ma sono anche convinto che i problemi si risolvono avanzando e innovando non regredendo.La cosa che mi disturba di più nel pensiero pseudo-ecologico è la convinzione che tutti possano fare semplicemente delle scelte, "facile…..basta non prendere la macchina e andare in bici". Siete fortunati se potete farlo. Questo non tiene minimamente in considerazione che la maggior parte delle persone del mondo "evoluto" NON può semplicemente scegliere, e che una maggioranza enorme dei 7.000.000.000 di persone è talmente presa a… Continua a leggere »

Velocity

e dove sta scritto che "avanzare" sia sempre la soluzione? davanti ad un burrone "avanzare" non lo è.

invece proprio lo spreco delle risorse è uno dei principali problemi del disastro verso cui ci avviciniamo. E la sommatoria di tanti comportamenti singoli ha effetti molto significativi.

Perdi tempo, non lo capiranno mai..Ma il problema piu grande è che sono convinti  di essere nel giusto e di non sbagliare mai nonostante tutto intorno va a scatafascio…Gli stessi americani in maggioranza in un sondaggio recentissimo sono convinti che la violenza degli ultimi uragani dipende dai cambiamenti climatici indotti dalle attività umane e noi siamo qui a parlare dei dinosauri.Mi arrendo per manifesta inferiorità (mia o dei interlocutori?)

pk71

e dove sta scritto che "avanzare" sia sempre la soluzione? davanti ad un burrone "avanzare" non lo è.

invece proprio lo spreco delle risorse è uno dei principali problemi del disastro verso cui ci avviciniamo. E la sommatoria di tanti comportamenti singoli ha effetti molto significativi.

Forse mi sono spiegato male, o non hai capito, comunque provo in un altro modo. Ovvio che tutto quello che viene fatto per evitare e limitare lo spreco delle risorse sia importante e prezioso, ma mi devo ripetere, non TUTTI hanno la fortuna e le possibilità di preoccuparsi di applicare e diffondere queste piccole/grandi abitudini. Disturba (almeno me) il comportamento di quelli che, ripeto, fortunati possono applicarli, perché di solito, e i post lo dimostrano, tendono a trattare gli altri meno "virtuosi" come inferiori, stupidi ed incoscienti, arrivando ad invocare l'estinzione di queste persone. Alcuni mi sembrano quelli che non fanno figli per non inquinare il pianeta. Poverini, per paura di confrontarsi ed accettare la sfida mollate.

apache 69
apache 69

quanta resina tossica c’è in un kilo di carbonio? e quanto sara mai i costi di smaltimento del solito kilo di carbonio di una bici

sembola

vuoi fare la fine del dinosauro? 🙂

nel lungo periodo saremo tutti morti (cit.)

Velocity

Forse mi sono spiegato male, o non hai capito, comunque provo in un altro modo. Ovvio che tutto quello che viene fatto per evitare e limitare lo spreco delle risorse sia importante e prezioso, ma mi devo ripetere, non TUTTI hanno la fortuna e le possibilità di preoccuparsi di applicare e diffondere queste piccole/grandi abitudini. Disturba (almeno me) il comportamento di quelli che, ripeto, fortunati possono applicarli, perché di solito, e i post lo dimostrano, tendono a trattare gli altri meno "virtuosi" come inferiori, stupidi ed incoscienti, arrivando ad invocare l'estinzione di queste persone. Alcuni mi sembrano quelli che non fanno figli per non inquinare il pianeta. Poverini, per paura di confrontarsi ed accettare la sfida mollate.

Quando leggo certe stupidate mollo sempre:kiss-my-:

Danixele

le fanno anche in alluminio?

In effetti si ! 🙂

kiko5

Da questa parte del mondo abbiamo degli stili di vita poco compatibili con il pianeta, tutti quanti. Mi fa sorridere chi si chiama fuori causa per qualche scelta utile più a pulire la coscienza che altro. Come andare in autostrada a 185 km/h e puntare il dito contro chi va a 190 km/h….

aria

nel lungo periodo saremo tutti morti (cit.)

pare che il "periodo" non sia poi così lungo…
in ogni caso io preferisco allungarlo che accorciarlo.

sembola

pare che il "periodo" non sia poi così lungo…
in ogni caso io preferisco allungarlo che accorciarlo.

Il lungo periodo è lungo per definizione.
Ma cosa vuoi farci, io sono un inguaribile ottimista :mrgreen:

kuster

Sono un prestatore certificato e dispongo d’ un capitale importante che mi servirà ad assegnare prestiti d’ denaro a breve e lungo termine a tutte persona nelle necessità e capace di rispettare le condizioni del rimborso. offerta del prestito che va 2.000 € a 5.000.000€ ad un tasso d’ interesse variabile da 2 % secondo la somma prestata e su una durata di rimborso dipendente dalla capacità di l’ interessato. Allora per tutte le vostre necessità,volete immediatamente contattarlo per posta elettronica per la vostra domanda e sareste soddisfare entro un termine preciso . Email : [email protected]

Impa65

Ecco, mancava l'intervento del "solatore".

aria

Ecco, mancava l'intervento del "solatore".

da come scrive è un bot, che traduce pure male.
con 5M€ quante ebike superfantacazzole in titanio e carbonio con batteria da 1.21GWh si pigliano? :mrgreen:
al 2% conviene :voxpopul::-|

motobimbo

da come scrive è un bot

non è un bot….è un bitcoin.

sembola

Durato quanto un gatto sull' Aurelia. O visto l'argomento del topic, come il V10 di Minnaar 🙂
E poi ci si lamenta dei moderatori…;-)

sembola
Dr_Serpente

Interessante disamina sulla questione da parte di Richard Cunningham:
https://www.pinkbike.com/news/aluminum-vs-carbon-separating-environmental-fact-from-fiction-in-the-frame-materials-debate.html

Penso che chiunque avesse una minima conoscenza tecnica, non abbia mai avuto dubbi sui vantaggi del carbonio.

Sent from my [device_name] using MTB-Forum mobile app

salukkio

Interessante disamina sulla questione da parte di Richard Cunningham:
https://www.pinkbike.com/news/aluminum-vs-carbon-separating-environmental-fact-from-fiction-in-the-frame-materials-debate.html

 quello di happy days??

Sent from my SM-G935F using MTB-Forum mobile app

sembola

quello di happy days??

🙂

Tc70

🙂

Chissà,quando la disamina la farà Arthur Fonzarelli,essendo lui afferrato in cose meccaniche…:loll:

sembola

Chissà,quando la disamina la farà Arthur Fonzarelli,essendo lui afferrato in cose meccaniche…:loll:

Eh, ma lui aggiusta, mica costruisce 😉

Tc70

Eh, ma lui aggiusta, mica costruisce 😉

Caz è vero…:azz-se-m:

salukkio

Il 35 sulla carta è più rigido. Lo si percepisce?? Boh

Sent from my SM-G935F using MTB-Forum mobile app