male sedere bici

Come non avere male al sedere in bici

50

Il male al sedere quando si pedala in bici è un problema che affligge sia i principianti che i ciclisti incalliti. Ci sono diverse soluzioni, a seconda della propria conformazione fisica e della disciplina che si pedala.

Male sedere in bici: il fondello

Il primo elemento da tenere in considerazione, per evitare di avere male al sedere, è quello di acquistare un buon fondello. Il che non vuol dire avere un pannolone superimbottito, ma un fondello di qualità, senza cuciture, antibatterico e che non vada a sfregare contro l’interno coscia quando si pedala.

Famosi sono i fondelli di marchi come Assos o Castelli. Fra l’altro Assos ha creato una linea appositamente per la mountain bike. Qui trovate diverse opzioni. Se non volete spendere così tanto, ottimi sono anche i boxer di Craft, che si adattano ad ogni pantalone corto e non hanno le bretelle, lasciando più libertà durante i giri lunghi.

Male sedere in bici: la sella

Ogni sedere ha la sua sella“. Niente di più vero. Impossibile consigliare una sella che vada bene a tutti, innanzitutto per la diversa larghezza delle ossa ischiatiche, e poi per la sensibilità personale ai punti di contatto. C’è un articolo molto approfondito sulle varie selle antiprostatite, con soluzioni veramente originali per venire incontro anche ai disturbi più particolari.

Uno dei marchi di più successo è sicuramente SMP, facili da riconoscere per il loro naso ripiegato verso il basso.

Quello che vi posso consigliare è di provare, provare e provare. Una volta trovata la sella giusta per voi, tenetevela stretta e portatela da bici a bici.

Per le tipologie di sella a seconda della disciplina che si pratica vi rimando al video.

In collaborazione con Bike Lab Torino.

 

Commenti

  1. boliviano:

    Per me anche la posizione in bici ha un suo contributo. Nel senso che, specie ultimamente, si vedono molte persone in posizione estremamente eretta.... quasi WC (non nel senso della World Cup...). Ovvio che con busto quasi verticale, meno peso viene scaricato sulle mani, e più sulla sella, con i conseguenti problemi. A ciò si aggiunge l'uso del motore: meno forza impressa sui pedali, meno peso scaricato dalla sella. A meno che il motore non venga lasciato spento...
    Io, per fortuna o caratteristiche (molto leggero, discretamente allenato, e amante delle posizioni distese -avendo iniziato a pedalare con John Tomac come esempio-) non ho mai avuto problemi, e non credo nemmeno di avere il callo. Ma uso sempre fondelli di qualità, su selle minimalistiche.
    Vero! E spesso si aggiunge il peso dello zaino che si scarica sul q e sulla sella! Da questo punto di vista meglio attaccare le cose alla bici che appesantire lo zaino.
  2. cbet:

    hai provato ad inclinare leggermente in basso la punta della sella ?
    a me è successo anche che sparisse il male al sedere abbassando la sella di 0,5cm o 1 cm.. a volte magari sostituendo componenti come sella o reggisella lo si mette leggermente più alto e si iniziano ad avere problemi pensando che sia la sella.. e invece basta semplicemente abbassarla un filo
  3. lorenzom89:

    invece non è una cavolata per niente. e ringrazio il video di avermelo ricordato
    anno scorso ero 73kg e avevo una gran forma e il mal di sella non esisteva neanche dopo giri da 6 ore.. purtroppo poi ho subito un operazione al ginocchio e ho fatto 1 anno molto più soft e ora sono 80kg e ho meno allenamento soffro molto di più il mal di sella..

    come dice nel video meno sei allenato = + peso sulla sella, e meno muscoli che sostengono e ammortizzano il peso del corpo sulla sella.
    su di me è verissimo. poi non siamo tutti uguali
    Se tutto fosse riconducibile SOLO all'allenamento, avresti anche ragione. Ma non c'è solo ed esclusivamente l'allenamento a determinare il mal di 'ulo...
Storia precedente

Nuovo prototipo Intense per la World Cup di Lourdes

Storia successiva

Cape Epic 2022: risultati quarta tappa

Gli ultimi articoli in Tech Corner

La mia officina

Dovreste ormai sapere che Bike Lab ha traslocato in una nuova sede e, visto che me…