Finale Ligure svela il percorso della UCI Marathon World Cup

16

[Comunicato stampa] Manca ormai pochissimo al nuovo grande appuntamento sportivo di Finale Ligure e della Finale Outdoor Region: la UCI Marathon World Cup, per la prima volta in Italia e seconda tappa in Europa dopo Nové Mēsto Na Moravē, andrà in scena 4 giugno 2023 e porterà gli atleti a correre su un percorso di 100 km e 3500 metri di dislivello, molto vario e tecnicamente impegnativo, che finalmente viene reso pubblico.



.

Mirko Celestino, Commissario Tecnico della Nazionale XCO-XCM nelle scorse settimane ha testato il tracciato insieme a Samuele Porro, specialista della disciplina marathon, e ha commentato: “Sono rimasto molto soddisfatto dalla tipologia di tracciato, duro e tecnicamente impegnativo al punto giusto, e dal lavoro che ancora oggi il comitato organizzatore sta eseguendo su tratti in single track sia in salita che in discesa.  Manca quasi un mese alla partenza della competizione e si può dire che è praticamente pronto per essere provato da tutti i bikers che intenderanno parteciparvi”.

Il tracciato con partenza e arrivo nella suggestiva cornice di Finalborgo toccherà molti comuni del Finalese: Calice Ligure, Rialto, Orco Feglino, Mallare, Quiliano, Bergeggi, Spotorno, Vezzi Portio, Vado Ligure. Quest’ultimo ospita circa il 35% del tracciato di gara e il suo attraversamento è decisamente la parte più inedita del percorso e presenta alcuni dei tratti più significativi, con due salite che faranno la differenza anche per i top rider: i “Vado Walls” e il “Vado Gateway”.

Ma sono molti altri i luoghi iconici che i concorrenti incontreranno lungo il percorso: la salita del Tagliego e la foresta di faggi del Melogno, alcuni dei più amati single track della zona tra cui il Terre Alte, Crestino, Cravarezza, Supergroppo, la Base Nato, la panoramica Rocca dei Corvi, il Monte Mao di Spotorno con lo spettacolare “Mao Crest”, Pianmarino e Perti solo per citarne alcuni.

Non mancheranno lunghe salite a mettere alla prova gli atleti ma la presenza di lunghi, divertenti e tecnici single tracks saranno la caratteristica distintiva di questa prima marathon della Finale Outdoor Region dove le capacità tecniche saranno cruciali insieme alla velocità ed alla resistenza.

Paola Pezzo, campionessa olimpica di cross country, sarà la madrina dell’evento e ha commentato: “Ho girato tanto a Finale dove nel ‘97 ho vinto la finale della Valtellina Bike. Il terreno del Finalese mi ha dato molto dal punto di vista della crescita della tecnica di guida e sono certa che un percorso marathon su questo territorio possa davvero elevare la disciplina al livello di una World Cup”.

La traccia del percorso è disponibile sul sito della Finale Outdoor Region a questo link .

E’ ancora possibile iscriversi alla gara Open (Marathon Of Finale Outdoor Region) il cui percorso sarà il medesimo della World Cup e la procedura è indicata a questo link.

Il costo di iscrizione è di 100€ e include pacco gara, ristori lungo il percorso e pasta party finale.

La prima UCI Marathon World Cup della Finale Outdoor Region vi aspetta!

 

Commenti

  1. miscia:

    Bella bella... ma 100€ di iscrizione anche no!
    perchè evidentemente non ti interessa l'appuntamento..
    altrimenti basta semplicemente fare delle rinunce altrove e destinare i soldi ad una gara mondiale!! Non la garetta della salamella..

    onestamente questi commenti faccio veramente fatica a capirli..
    Al pari di quelli che dicono che alle gare c'è poca partecipazione perchè costa troppo l'iscrizione..
    eh stic@zzi.. basta scegliere quante e che gare fare! Non c'è l'obbligo di farle tutte o di fare solo quelle più costose.

    Fermo restando che, tanto per tornare in tema di questa gara a Finale, per organizzare una gara del mondiale Marathon ci vuole un dispendio di risorse (economiche, temporali e di personale) notevole! Non è la Granfondo "Biancaneve sopra ai nani"
  2. miscia:

    Ah beh, se hai deciso tutto tu allora ti do la mia password così scrivi al mio posto! :mrgreen:

    Comunque non è questione di non averli i 100€, è questione di acquistare qualcosa che valga 100€. Per me, anche se inserita in un contesto top, la gara rimane uguale a quella di "biancaneve sopra i nani" in quanto non correrei con i PRO ma con i soliti quattro caproni. Quindi non vedo quale sia il valore aggiunto per cui dovrei pagare 60-70€ in più rispetto al solito.

    E' lo stesso motivo per cui non comprerei mai una bici top di gamma nuova... non vale tutti i soldi che chiedono, punto!
    ma io non ho deciso un bel niente.. ho semplicemente dato la mia opinione in merito alle solite e stucchevoli lamentele del costo delle gare..
    Che poi magari vanno a fare aperitivo con gli amici e spendono altrettanti 100€ senza batter ciglio.. (sto generalizzando)

    Che poi a tuo modo di vedere sia una gara uguale alle altre non direi.. ne cambia il prestigio e soprattutto un percorso studiato ad hoc.
    Non mi pare proprio la stessa cosa..
    Prestigio identico per i pro o per chi arriva ultimo..
    Anzi, forse per i PRO è meno rilevante perchè sono abituati a correre gare internazionali di alto/altissimo livello.

    Iscriversi e partecipare (dando il meglio) ad una gara di coppa del mondo o partecipare alla GF di Alassio ci sarà un pò di differenza o no?!
  3. VinciTrail:

    ma ovvio..
    ma io ti parlo del prestigio, del "clima" e dell'aria che si respira, della soddisfazione e stimolo personale ecc..
    evidentemente siete tutti fenomeni, che partecipare ad una gara di coppa o partecipare alla GF di paese non vi fà ne caldo ne freddo..

    Per me (ma sono convinto anche per altri) non è così.. La soddisfazione e la voglia di fare bene sarà ben diversa o no??!!
    Poco mi frega di correre a livello dei PRO o di farmi il selfie con i PRO presenti..

    Facendo un paragone nel XC, sarà ben diverso correre a Nove Mesto (dove hanno corso sti giorni) o partecipare al XC della Salamella in tanta finferla. O per voi è uguale??!!
    Non è paragonabile: l'anno prossimo, anche se Finale non sarà più nel circuito marathon di coppa del mondo, il percorso e la gara saranno identici, e tutti i paganti ci possono partecipare.
    A Nove Mesto ci corri solo se hai i punti UCI, non è aperta a tutti.
Storia precedente

Dogma XC: il ritorno di Pinarello alla mountain bike

Storia successiva

Valtellina in MTB: sentieri, Bitto e vino rosso

Gli ultimi articoli in News

Dove pedalare?

Dove pedalare? Abbiamo provato a rispondere all’annosa questione di trovare nuovi itinerari o di dove andare…