Formula presenta i nuovi freni Cura 4

Formula presenta i nuovi freni Cura 4

09/05/2018
Whatsapp
09/05/2018

Se ne vociferava ormai da diversi mesi e si sono intravisti alla prima tappa di UCI DH World Cup a Lošinj. Formula ufficializza oggi la versione a 4 pistoncini dei premiatissimi freni Cura, che abbiamo molto apprezzato nel nostro test. Un impianto frenante dedicato agli usi più gravosi che promette potenza a dismisura. Di seguito il comunicato stampa ufficiale.

[Comunicato stampa]

Appena nato, già Campione del Mondo

Il Cura 4 è il freno che ha vinto il mondiale Downhill 2017 nella categoria uomini elite, quando era ancora allo stadio prototipale. Da quella gara abbiamo fatto grandi passi in avanti, rendendolo ancora più performante e affidabile. Adesso il freno Campione del mondo è disponibile per tutti i rider.

Siamo andati oltre le aspettative

Con il Cura 4 ci siamo posti un obiettivo molto ambizioso, abbiamo cercato di andare oltre le nostre stesse aspettative. Il nostro scopo è stato chiaro sin dall’inizio, realizzare un freno che non avesse eguali in termini di potenza e modulazione, realizzato con materiali di altissima qualità e che fosse allo stesso tempo accessibile al più vasto numero di rider possibile.

I quattro pistoni da 18mm di diametro del Cura 4 mettono a disposizione del rider una potenza fino ad oggi inimmaginabile. La superficie di attrito maggiorata delle pastiglie e lo spessore maggiorato, garantiscono una perfetta modulabilità. Con il Cura 4 riuscirete ad avere il massimo controllo sull’erogazione della potenza frenante. Il roll-back ottimizzato permette di raggiungere quell’eccezionale feeling alla leva che ha già reso famoso il Cura.

Il Cura 4 eredita dal fratello minore la qualità dei materiali, si tratta infatti di un freno interamente forgiato e anodizzato, un processo di produzione che garantisce qualità strutturale, affidabilità nel tempo e pesi contenuti.

Pompa

Il Cura 4 condivide la stessa identica struttura della pompa del fratello minore Cura. La pompa con disegno assiale e l’utilizzo di uno speciale olio minerale ad alte prestazioni, rendono il Cura 4 un freno adatto ad ogni tipo di rider. Uno speciale processo di lavorazione ha permesso di creare un impianto ricavato dall’alluminio forgiato con i costi della fusione. Per questo il Cura 4 offre una qualità complessiva inarrivabile nella sua categoria.

Noi crediamo che i freni siano una delle parti più personali del set up di ogni rider, per questo abbiamo scelto semplicità, efficienza e affidabilità quando abbiamo disegnato il Cura 4.

Pinza

La nuova pinza a quattro pistoni è il cuore innovativo del Cura 4. I quattro pistoni, dal diametro di 18mm ciascuno, permettono di ottenere una potenza frenante fino ad oggi ineguagliata. La pinza è realizzata in due pezzi ricavati da una forgiatura di alluminio. L’anodizzazione di alta qualità permette di ridurre al minimo gli attriti e di massimizzare l’affidabilità.

Il design della nuova pinza del Cura 4 permette di ottenere una gestione ottimale della potenza, dando un feeling molto lineare e progressivo e migliorando la modulabilità.

La tecnologia Speed Lock, proprietaria Formula, facilita enormemente il montaggio dell’impianto freno su tutti i telai dotati di passaggio cavi interno. Il rapporto peso potenza del Cura 4 è a dir poco sorprendente, a fronte di un design che lo rende ideale per un utilizzo gravity o e-bike, il Cura 4 pesa solo 379g (tubo da 85cm, disco mono pezzo da 160mm e viteria compresi).

Olio minerale

Il Cura 4 continua il nuovo corso di Formula per quanto riguarda l’utilizzo di olio minerale. L’olio minerale Formula ha un punto di ebollizione più alto rispetto agli altri olii minerali in commercio, questo permette di garantire una prestazione estremamente elevata in caso di alte temperature in modo da evitare il surriscaldamento.

Alle basse temperature l’olio minerale Formula ha invece un punto di congelamento più basso rispetto ad altri olii minerali in commercio, questo permette ai freni Formula di garantire prestazioni più costanti anche a temperature molto basse.

Rotori

Insieme al Cura 4 siamo orgogliosi di introdurre il nostro nuovo disco. Dopo più di tre anni di sviluppo siamo arrivati a un disegno che combina insieme il meglio delle caratteristiche che un disco deve avere:

• Estrema rigidezza laterale che garantisce resistenza agli urti proteggendo il disco da deformazioni indesiderate. Un disco che non teme di essere maltrattato e che garantirà sempre una centratura ottimale rispetto alla pinza;
• Pista frenante ottimizzata per ridurre i rumori indesiderati provocati dall’attrito e che allo stesso tempo fornisce una maggiore superficie frenante;
• Elevata frequenza propria che diminuisce il rischio di risonanza e di vibrazioni con il telaio in fase di utilizzo;
• Un ridotto consumo delle pastiglie.

Con il nuovo disco abbiamo fatto un ulteriore passo avanti nel garantire prestazioni di altissimo livello.

È tutto oro quello che luccica

Oltre alle classiche finiture Glossy Black e Polished, il Cura 4 è disponibile nella nuova versione Gold.

Prezzi

Cura 4 glossy black: €174
Cura 4 polished: €183
Cura 4 gold: €183

Rotore 160mm: €22
Rotore 180mm: €24
Rotore 203mm: €29

Disponibilità a partire dal 15 Settembre 2018.

Il Cura 4 rappresenta lo stato dell’arte dei freni a quattro pistoni per MTB. Potenza sorprendente, modulabilità senza precedenti e affidabilità massima. Il tutto racchiuso in un pacchetto accessibile ad ogni rider. Il Cura 4 vi farà vivere un’esperienza di riding più completa, più coinvolgente, più performante, più sicura.

Formula

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Main
Main

Come sono rispetto agli Hope Tech 3 Evo 4?

Vincent46
Vincent46

è il comunicato stampa di Formula… non li hanno testati.

menollix
menollix

Pensioneranno gli RO a pistoni ovali?

Fbf
Fbf

Anche i dischi disponibili da settembre???

Pitaro
Pitaro

Spettacolo!
I prezzi sono per la coppia o per il singolo impianto?

Riccardhino
Riccardhino

Li attendevo per sostituire SRAM Guide RS…
Attendo il Test e le misure delle pinze anche se a occhio non sembrano distanti dai Guide RS.

Terminal_Dogma
Terminal_Dogma

Ciao ciao Magura MT Trail sulla mia Radon Skeen trail…

akko69
akko69

sono passato da poco ai Cura a 2 pistoncini da un vecchio e glorioso The One e la differenza è notevole. molto più modulabili. questi saranno ancora meglio!

certo, manca la regolazione della distanza delle pastiglie come c’era un tempo…

curiosità: sono l’unico ad usare ancora dischi Formula da 200mm? una volta era il loro standard… 😉

Railspike
Pitaro

Spettacolo!
I prezzi sono per la coppia o per il singolo impianto?

Presumo, e spero, il singolo. Altrimenti costerebbe meno della coppia dei Cura a singolo posticino.

Nikfab
Nikfab

Credo che saranno i sostituti dei miei Magura MT4 e 5 .

giouncino
giouncino

io ho gli MT5 e non trovo alcuna ragione per cambiarli, sono semplicemente perfetti, i tuoi cosa hanno che non va per doverli cambiare?

delobo

C'è un test breve fatto a Riva dai ragazzi di Mtbcult….. non vedo l'ora di "accoppiarli" con la mia DH :mrgreen:

p84
p84

Curatevi !!

Lucky86

ottimo!
però in effetti non capisco. i Cura 2 pistoncini si trovano a 200 euro la coppia, questi 170 un solo impianto? presumo che anche scontati non saranno molto sotto i 300 euro a coppia. una bella differenza!
onestamente visto l'ottimo prezzo degli altri speravo in qualcosa di meglio anche nella versione 4. però si vedrà quando saranno nei negozi

Confr
Lucky86

ottimo!
però in effetti non capisco. i Cura 2 pistoncini si trovano a 200 euro la coppia, questi 170 un solo impianto? presumo che anche scontati non saranno molto sotto i 300 euro a coppia. una bella differenza!
onestamente visto l'ottimo prezzo degli altri speravo in qualcosa di meglio anche nella versione 4. però si vedrà quando saranno nei negozi

Mah…..direi prezzi assolutamente in linea con i top di gamma della concorrenza……
Anzi mi aspettavo prezzi più alti……
Scontati sui 300 è un ottimo prezzo……

gargasecca
Confr

Mah…..direi prezzi assolutamente in linea con i top di gamma della concorrenza……
Anzi mi aspettavo prezzi più alti……un xtr a 2 pistoncini lo trovi allo stesso prezzo…..idem un Saint….idem uno Sram Ultimate…….
Scontati sui 300 è un ottimo prezzo……

Ni…la coppia di Saint li ho presi a 275€ spediti senza dischi e adattatori.

Cmq…sono molto interessanti.

@marco
Compatibilità con i comandi cambio per integrarli?

:prost:

Confr
gargasecca

Ni…la coppia di Saint li ho presi a 275€ spediti senza dischi e adattatori.

Cmq…sono molto interessanti.

@marco
Compatibilità con i comandi cambio per integrarli?

:prost:

Appunto….siamo lì…..scontati andranno sui 300……20/30 euro di differenza non mi sembrano chissà che follia…..

Lucky86
Confr

Mah…..direi prezzi assolutamente in linea con i top di gamma della concorrenza……
Anzi mi aspettavo prezzi più alti……un xtr a 2 pistoncini lo trovi allo stesso prezzo…..idem un Saint….idem uno Sram Ultimate…….
Scontati sui 300 è un ottimo prezzo……

hai ragione, ma visto che mi ha piacevolmente sorpreso il prezzo dei cura con 2 che sono ottimi freni a 200 euro, superiori come prestazioni a tutta la concorrenza, speravo di essere sorpreso anche da questi con 4 e il prezzo fosse basso, ammazzando la concorrenza. è un peccato che si adeguino al prezzo più alto e non il contrario.
comunque magari sarò smentito con il prezzo scontato … speriamo

ginogino
ginogino

Sicuramente il prezzo (spero da scontare) è riferito ad singolo impianto, visto che la pompa è uguale al cura è possibile montare il nuovo all’anteriore e il normale a 2 pistoni al posteriore.

Confr
Lucky86

hai ragione, ma visto che mi ha piacevolmente sorpreso il prezzo dei cura con 2 che sono ottimi freni a 200 euro, superiori come prestazioni a tutta la concorrenza, speravo di essere sorpreso anche da questi con 4 e il prezzo fosse basso, ammazzando la concorrenza. è un peccato che si adeguino al prezzo più alto e non il contrario.
comunque magari sarò smentito con il prezzo scontato … speriamo

Un xt a 2 pistoncini lo trovi allo stesso prezzo del Cura 2……
Un Guide rs a 4 pistoncini idem……

Questo è il prodotto top di gamma…..e obiettivamente ha un prezzo assolutamente abbordabile……
Guarda cosa costa il top di gamma Hope……il doppio del Cura 4……

Pitaro
Pitaro
ginogino

Sicuramente il prezzo (spero da scontare) è riferito ad singolo impianto, visto che la pompa è uguale al cura è possibile montare il nuovo all'anteriore e il normale a 2 listini al posteriore.

Sicuramente sarebbe una accoppiata intelligente, attualmente monto gli MT Trail che sfruttano la combinazione 4 pistoncini anteriore e 2 pistoncini posteriore e devo dire che la cosa funziona molto bene.

Per il prezzo penso che siamo tornati ai livelli "normali" di Formula, è il Cura a 2 pistoncini che è stato proposto ad un prezzo basso perché Formula doveva sostanzialmente rientrare nel mercato dei freni

ginogino
ginogino

In effetti, non mi sono inventato nulla, l’idea mi è venuta guardando proprio i MT Trail.

Teofil75
Teofil75

da 3 mesi ho montato i Cura 2 pistoni sostituendo i sempre verdi XT.
Semplicemente un po’ più potenti, masoprattutto, senza cambio del punto di frenata e assolutamente modulabili, cosa che invece gli XT sono on/off!
Il prezzo è ok, quindi considero i Cura un prodotto da consigliare!!!
Unico dubbio: ma se cambio la pinza può rimanere inalterata il pompante???
Tra l’altro fra 2 diametro 24mm e 4 diametro 18mm ballano in termini di superficie il 12.5% in più! Questo dato può essere pensato come il 12% in più sulla potenza frenante?
ottimo lavoro invece sul rotore, che il vecchio non mi piaceva tanto, ma a settembre sicuramente sostituiro i miei atuali SLX con gli originali.
Ultima nota: ho comprato i neri per risparmiare un pochino, poi ho parlato con un amico il quale mi ha detto che i suoi XT neri, per l’elevata temperatura in estate gli ha rotto la menbrana interna al pompante!!!
Sinceramente a mei è mai capitato, però, quello che voglio dire: non è che la finitura glossy e anche una valida protezione contro il surriscaldamente del pompante quando il sole batte forte?

kji
kji

io ho sram guide r neri e d’estate si inchiodavano perchè hanno il pompante mal progettato , il modello 2017 sembre avere risolto il problema…spero , cmq questi cura sembrano molto ben fatti

SEBULBA
SEBULBA

Un confronto con i TRP? Avete testato anche quelli se non sbaglio.

Confr

E' la presentazione….come fanno a fare un confronto???? non li hanno ancora provati……

Russell85
Russell85

“Cura 4 permette di ottenere una gestione ottimale della potenza, dando un feeling molto lineare e progressivo..” LINEARE e PROGRESSIVO? mmmmh..

cowboykite80
gargasecca


Compatibilità con i comandi cambio per integrarli?

:prost:

Avendo le stesse pompe e quindi gli stessi collarini avranno la stessa compatibilità dei Cura2 con tutti gli standard o quasi

gancio
gancio

Mi tocca fare l’estate senza,ma a settembre mando in pensione i the one della Rose e glieli monto:

Kilo
giurjet

Un confronto con i TRP? Avete testato anche quelli se non sbaglio.

Su Enduro Mag questo mese hanno fatto un confronto tra 20 impianti frenanti compresi Cura e Trp Quadiem e Slate.
Gia i Cura "standard" risultano superiori ad entrambi sia come potenza frenante che come tempi di arresto. Se i Cura 4 sono migliorati ulteriormente per potenza frenante diventeranno il nuovo punto di riferimento.

SEBULBA
SEBULBA

La mia paura, quando si parla di Formula è che siano on/off. I TRP dicono che siano molto modulabili.

Teofil75
Teofil75

ho provato a vedere l’articolo, ma non ci riesco!!!
Bisogna essere registrati per leggere i risultati???

cowboykite80
giurjet

La mia paura, quando si parla di Formula è che siano on/off. I TRP dicono che siano molto modulabili.

In tutte le recensioni dei Cura2 si parla di grande potenza e modulabilità… I 4 dovrebbero avere migliorato entrambi questi aspetti. Quindi direi che passa la paura!
Quello che mi preoccuperebbe davvero sarebbe la potenza. Sono già possessore di Cura, bastano e avanzano. Questi nuovi potrebbero essere eccessivi per un uso amatoriale. So di utenti passati ai 160mm con i Cura2 e un pensierino per una prova lo sto facendo pure io.

SEBULBA
SEBULBA

Grazie del consiglio. Devo cambiare i Guide R perché obiettivamente non frenano. Penso che optero’ per i Cura 4 con dischi da 180

Confr

Probabilmente sarà il mio prossimo impianto…..

Però vedo un paio di cose che non mi sconfinferano particolarmente….
Regolazione della distanza della leva dal manubrio con brugola…..scomodissimo…..
E mancanza della regolazione del punto di contatto delle pastiglie…..regolazione che il modello top di gamma secondo me dovrebbe avere…..

Marco Toniolo
Kilo

Su Enduro Mag questo mese hanno fatto un confronto tra 20 impianti frenanti compresi Cura e Trp Quadiem e Slate.
Gia i Cura "standard" risultano superiori ad entrambi sia come potenza frenante che come tempi di arresto. Se i Cura 4 sono migliorati ulteriormente per potenza frenante diventeranno il nuovo punto di riferimento.

la qualità che più apprezzo dei TRP è la loro costanza nel tempo, vale a dire che indipendentemente da consumo pastiglie e lunghezza discesa (dunque temperatura olio e impianto) la leva rimane sempre lì al suo posto e con lei il punto di frenata.
Non sono i più potenti, nel senso che per avere la stessa potenza di altri freni devi tirare più la leva, ma io trovo che l'aspetto che ho citato sopra sia di gran lunga il più importante. Per esempio dei freni che soffrono tantissimo il consumo delle pastiglie sono i Guide, un vero disastro con la leva che si allunga all'infinito.

lucafrica
lucafrica

Si, i guide allungano un casino. Non sono potenti ma anche x me, come dice Marco Toniolo è più importante che siano costanti nel punto di frenata. A me sinceramente la potenza dei guide basta, forse perché vado piano, può essere. Io non sento la necessità di tutta sta potenza, son gusti.

Marco Toniolo

l'altra cosa che mi sono dimenticato di dire è che il controllo della distanza delle pastiglie non serve a niente se il freno è fatto bene, perché si avvicinano automaticamente e il punto di frenata rimane sempre quello (vedere TRP). Non per niente la rotellina dei Guide RSC non serve praticamente a niente una volta che le pastiglie cominciano a consumarsi.

SEBULBA
SEBULBA

Tu che dici Marco sui Cura? Confermi che non sono On/Off?

Teofil75
Teofil75

Ho montato i cura 2 da più di 4 mesi e posso garantire che rispetto agli XT che avevo prima, sono molto modulabili e leggermente più potenti.

Kilo
marco

l'altra cosa che mi sono dimenticato di dire è che il controllo della distanza delle pastiglie non serve a niente se il freno è fatto bene, perché si avvicinano automaticamente e il punto di frenata rimane sempre quello (vedere TRP). Non per niente la rotellina dei Guide RSC non serve praticamente a niente una volta che le pastiglie cominciano a consumarsi.

Fortunatamente lo stesso discorso vale per i Cura, che hanno mantenuto una corsa breve sulla manopola tipica dei Formula, ma il punto di attacco non cambia mai, indipendentemente dal surriscaldamento o dal consumo dello pastiglie, che tra l’altro é veramente minimo.
Rispetto anche solo ai T1 che ho sostituito sembra trascorsa un’era geologica. E sembra incredibile che tanta potenza e costanza arrivi da un prodotto “economico” senza tante accortezze come pinze ricavate dal pieno ma in due pezzi.
Monti, centri, segni sul calendario di controllarli l’anno dopo perché semplicemente funzionano.

Inviato dal citofonino con Tapatalk

fafnir
Confr

Probabilmente sarà il mio prossimo impianto…..

Però vedo un paio di cose che non mi sconfinferano particolarmente….
Regolazione della distanza della leva dal manubrio con brugola…..scomodissimo…..
E mancanza della regolazione del punto di contatto delle pastiglie…..regolazione che il modello top di gamma secondo me dovrebbe avere…..

Ti assicuro che non serve, io ho i formula cura 2 e ho regolato la leva le prime due uscite, da allora è rimasta così come era e il punto di frenata è sempre lo stesso.

Confr

Con tutti i miei impianti passati (xt 2009, xt 2015 o 16, Guide rsc 2017, Guide RE sulla ebike) ho sempre dovuto adattare un pò la leva man mano che le pastiglie si consumavano……
Con i Cura non serve?

gargasecca
Confr

Con tutti i miei impianti passati (xt 2009, xt 2015 o 16, Guide rsc 2017, Guide RE sulla ebike) ho sempre dovuto adattare un pò la leva man mano che le pastiglie si consumavano……
Con i Cura non serve?

MAI regolata la leva se non a freni nuovi…e parlo di Hayes/Formula/Hope/Avid/Shimano

fafnir
Confr

Con tutti i miei impianti passati (xt 2009, xt 2015 o 16, Guide rsc 2017, Guide RE sulla ebike) ho sempre dovuto adattare un pò la leva man mano che le pastiglie si consumavano……
Con i Cura non serve?

Io per ora non ho più dovuto regolare nulla, ci ho messo due uscite a trovare la distanza giusta adesso è ferma li.
Con gli xt invece sono sempre a correggere e pure coi guide che avevo prima, anche se meno degli xt.

Marco Toniolo
giurjet

Tu che dici Marco sui Cura? Confermi che non sono On/Off?

Ho provato brevemente i Cura 2, e non erano on/off. Qui il test di @frenk che li ha provati a lungo https://www.mtb-mag.com/test-freni-formula-cura/