Fox 32 SC vs. Rock Shox SID WC, la prova sul campo

Fox 32 SC vs. Rock Shox SID WC, la prova sul campo


Dopo l’articolo di presentazione e di paragone dei dettagli tecnici delle nuove forcelle da XC di Fox e Rock Shox, veniamo alla tanto attesa prova sul campo. Sono state montate sulla nostra Focus Raven Max in uso ormai dalla primavera, e provate sui soliti sentieri che usiamo per i test.

File_001

Per rendere il paragone il più preciso possibile, abbiamo inserito lo stesso numero di tokens nella camera d’aria della 32 e della SID: due, per l’esattezza. La pressione ottimale si aggirava attorno ai 61 PSI per entrambe le forcelle. Il tester pesa 70 kg senza vestiti.

L’operazione di apertura della camera d’aria per togliere/mettere i token è piuttosto semplice, differisce solo dagli attrezzi usati: la Fox necessita di una chiave esagonale a testa piatta, mentre la RS fa uso dello stesso attrezzo per fissare il pacco pignoni al mozzo posteriore. I token vanno semplicemente avvitati all’interno del tappo.

F75R9116

Qui sotto il dettaglio della SID.

F75R9120

Se avete letto con attenzione i test singoli di ciascuno forcella (qui e qui), saprete che ci troviamo di fronte a due prodotti molto evoluti e che segnano una vera e propria linea di demarcazione rispetto ai loro predecessori, sia per l’idraulica che per la solidità dell’insieme. In parole povere, non si sbaglia se si acquista l’una o l’altra. Questi i motivi:

  1. la rigidità strutturale di entrambe è avanti anni luce rispetto ai modelli precedenti. Scordatevi di vedere la ruota anteriore che sembra venirvi incontro quando siete in staccata. La guida è molto precisa, soprattutto se abbinata allo standard Boost (perno passante da 110mm al posto dei classici 100mm), perché anche la ruota da 29 sarà più rigida, grazie ad un migliore angolo di campanatura dato proprio da quei 10mm di perno in più.
  2. L’idraulica è stata presa dai modelli da enduro dei due marchi. Sia la 32 che la SID sono molto sensibili ai piccoli urti, sono sostenute nella corsa e, quando si gira sullo scassato, incassano estremamente bene i colpi, considerando che hanno solo 100mm di escursione.
  3. Entrambe sono dotate di comando remoto a manubrio che le blocca completamente. Una caratteristica, questa, essenziale per chi fa gare di XC o granfondo, perché permette di risparmiare energia. Non c’è pericolo di rompere nulla, se ci si dimentica di aprirle prima della discesa, visto che hanno una valvola di sicurezza che impedisce di rovinare l’idraulica.

F75R9134

Leggendo fino a qui sembra che Fox e Rock Shox si siano copiate a vicenda, ma non è il caso, perché le differenze ci sono. Prima di tutto il peso rilevato da noi (cliccare qui per vedere le configurazioni esatte).

Fox 32 Step Cast 29: 1.380 grammi
Rock Shox SID WC 29: 1.550 grammi.

170 grammi sono pochi, ma sono una differenza che può spingere un biker a comprare una al posto dell’altra, in particolare se si vuole montare la bici il più leggera possibile.

La differenza più grande è però quella che si sente sul sentiero: la Fox 32 ha una struttura che dà più feedback al rider. In parole povere, è meno comoda della SID, cioè più sportiva. Se la SID ricorda la Pike per le sue grandi doti di mangiarsi via le asperità e non trasmetterle a chi sta in sella, la 32 ricorda la 36, proprio perché è più diretta nel comportamento, meno propensa a staccare il rider dal terreno. Occhio che non stiamo parlando di rigidità, ma proprio dell’insieme idraulica + telaio.  Se vi può aiutare, la 32 è un po’ più “racing” della SID, quindi anche più stancante sulle lunghe percorrenze come può essere una granfondo.

Allo stesso modo la 32 è più progressiva della SID, a parità di Token, proprio per la filosofia racing di Fox, per cui un fondocorsa significa non avere più riserve ed è da evitare come la peste. È più difficile sfruttare tutta la corsa della 32 rispetto alla SID. Niente di nuovo, se avete usato una qualsiasi forcella Fox saprete di cosa stiamo parlando. Diciamo che, se non si fanno gare a tutta, questa caratteristica può non venire apprezzata perché dei 100 mm se ne usano al massimo 80/90. È vero anche il contrario: se si è in fuorisoglia e con zero tempo per pensare alla linea migliore, la 32 “pensa” per voi ed avrete qualche possibilità in più di non capottarvi.

File_002

Conclusioni

Partendo dal presupposto che stiamo parlando di due forcelle top di gamma dalle ottime prestazioni e che non si sbaglia acquistando l’una o l’altra, le differenze sostanziali stanno nel feeling molto racing della Fox 32, ideale per chi fa gare a tutta, in particolare sulle brevi distanze, a discapito di una certa comodità in più offerta invece dalla Rock Shox SID, che ben si presta a distanze granfondistiche per il semplice fatto di stancare di meno il rider superate le due ore di riding.

In ogni caso, vi dimenticherete delle vostre vecchie forcelle da XC appena monterete sulla vostra bici una di queste due.

Prezzi

I prezzi di listino sono:

Fox 32 SC Factory: 1.159 Euro
Rock Shox SID WC: 1255-1336 Euro

Fox | Rock Shox

    1. @christianR
      La risposta è stata:
      1,366g e’ il peso della SID World Cup 27.5”. La 29” World Cup pesata da noi e’ a 1,496g. Abbiamo notato, pesando diverse forcelle qui a Colorado Springs, che le forcelle blu per le Olimpiadi pesano in media tra I 20 e 40g in più delle normali versioni nere o bianche della World Cup. Probabilmente questo e’ dovuto alla mano extra di vernice richiesta dal colore particolare.

      0
      1. Chiedevo perché ho la 32 performance da un mesetto e ho notato la “resistenza” tipica fox a usare l’escursione…cosa che non mi dispiace del tutto( meglio avere la riserva!) proverò a giocare con la pressione per aumentare l’uso ” medio” dei 100 mm. Thanx!

        0
          1. Ciao, alla fine della scritta per esteso “KASHIMA” o la “KC” gigante iniziale ? Te lo chiedo perchè a me, con 90psi e un uso spinto, mi arriva a metà fra “KASHIMA” e “COAT”
            Grazie in anticipo

            0
      2. Ciao Marco…mi fai decisamente riflettere sui PSI della mia forcella. Io peso 67 kg e la gonfio a circa 85 PSI in quanto mi piace non balli troppo in fuorisella, ma in effetti è bella rigida e sicuramente non sfrutto la corsa. Devo dire pero’ che la mia fork mi è stata consegnata con zero token. Che sia il caso che almeno uno lo metta (e che quindi la renda piu’ progressiva) e che cali la pressione?

        0
          1. In effetti nella documentazione sul sito SRAM la tabella indica
            90-105 PSI per peso 63-72KG
            70-90 PSI per peso 55-63KG

            Tu sei partito da dei valori consigliati da SRAM, in base al sag o a tua esperienza?

            0
            1. sinceramente non li ho neanche guardati.
              Conta poi che i valori cambiano a seconda del numero di token (più ne metti più piccola diventa la camera, meno pressione sarà necessaria). All’inizio avevo lasciato la sid senza token e la pressione era attorno ai 75 psi.

              0
          2. Ciao…scusami…a volte penso di parlare e non di scrivere…
            Sid WC 2017. Presa come OEM e come ti dicevo senza token arrivata. Premetto che voglio la botte piena e la moglie ubriaca…odio le forcelle che dondolano in fuorisella e amo le forcelle molto sensibili nella prima parte di corsa. Forse appunto potrei mettere un token e sgonfiare un pelo la fork…tutto per i miei 67 kg

            0
  1. ciao cosa mi sapete dire di questa forcella ,quando costa quando pesa
    Forcella Fox Performance 32 Step Cast Remote
    Standard Boost (15QR x 110)
    Cartuccia ad aria
    Tubo sterzo conico (tapered)
    Perno quick-release 15 mm
    Controllo remoto

    0
  2. Domandone da 100000 dollari: su queste nuove forcelle è possibile variare internamente l’escursione tramite distanziali o sostituendo (a basso costo) l’asta del pistone? In soldoni se uno prende la 100 la puo portare per es. a 110 o 120, oppure come nasce cosi muore?

    0
    1. Secondo me no, ma ti rispondo senza nozioni tecniche ma a “senso”, sono sospensioni molto raffinate e da competizioni xc e l’escursione basta e avanza, comunque la tua domanda incuriosisce anche me, saluti sportivi.

      0
    2. sia la 32SC che la nuova Sid hanno un escursione 80-100mm max. Quindi il range di regolazione dell’escursione è di 20mm fino a 100mm. Questo è dovuto alla necessità di ridurre la lunghezza dell’idraulica (vedi forma dei casting della SC) x ridurre in maniera sensibile i pesi rispetto ai modelli precedenti (questo è avvenuto principalemnte su Fox) . Se si vuole la versione con escursione regolabile oltre i 100mm si deve optare per i modelli precedenti.

      0
  3. Io sono già condizionato da Rock Shox e quindi opterei subito per quest’ultima. Questo è dovuto alle mie esperienze finora positive. Ho ancora una MAG21 acquisito nel 1998, una SID del 1999, una SID del 2003 e una fornita con la bici Cube 29er del 2013, sempre SID.
    Quest’ultima qualche giorno fa l’ho aperta per vedere se si vedono tracce di consumo e se conviene cambiare le guarnizioni ed eseguire l’intervallo di service. Ho cambiato i paraolio (perchè smontando quelli vecchi che avevano leggere crepette li ho distrutti) e lasciato stare tutto il resto.
    Non c’era assolutamente nessun segno di usura eppure non c’erano minime tracce di sporcizia all’interno dei gambi inferiori, nonostante le leggere crepette sui paraolio (appunto sostituiti).
    La MAG21 funziona finora senza problemi, la SID del 1999 aveva una volta una perdita nella camera della molla negativa, dopo tanti chilometri in condizioni durissimi, bastava cambiare un OR. Finora funzionano tutte.
    A parte l’assoluta affidabilità le Rock Shox, inoltre risultano più rigide delle Fox nei vari test finora visto.

    0
  4. Ho riletto con molto interesse questo articolo , perché nella mia fox factory SC 2017 32 il remoto è andato KO ! quindi visto quante volte ho già penato con lo stesso problema sulla precedente factory 32 , stavo interessandomi alla sid , ma non capito fino in fondo le differenze nel funzionamento dal punto di vista del comportamento su gradoni e ostacoli importanti o su pietraie impegnative , qualke delle due forcelle risulta più ” facile ” quale perdona di più errori ? grazie

    0
  5. Marco Toniolo complimenti per l’articolo !! Ma non riesco a riportare questa esperienza sulla mia sid rlc montata su Scott Scale 900wc. Un aiuto: come hai tarato la pressione con quali parametri ? Usando Shockwiz ? poi un altra domanda: come mai proprio 61 psi e non 60 ?
    clic rebound e ritorno parte iniziale ? sarebbe possibile montare un comando remoto a 3 posizioni per sfruttare un intermedio in salita? Grazie mille !!!

    0