Ganbaru! La bici di Mathias Fluckiger per le Olimpiadi

15

Martedì Mathias Fluckiger è partito per Tokio in vista dei giochi olimpici. Il nr. 1 nella classifica UCI ha portato con sé un’edizione speciale della sua Thömus, denominata Ganbaru, che in giapponese significa “dare il proprio meglio”. Un omaggio alla nazione che organizza le Olimpiadi, con grafiche dedicate.

I disegni sono stati fatti dalle artiste svizzere Elvira e Esther Gerber.

L’edizione limitata è disponibile in 100 pezzi sul sito Thömus, insieme alla maglia del campione svizzero, per 7.990 CHF.

Il telaio pesa 1.65kg.

Il montaggio:

In bocca al lupo Mathias!

 

Commenti

  1. marcocapoti:

    Fosse un atleta Sram ne avrebbe avuti 2 in meno di cavi
    Per il cambio ci starebbe l'Eagle AXS , ma il telescopico RS Reverbe AXS mi sa che peserebbe troppo per il genere di mtb ; penso che in futuro vedremo molti più comandi wireless e finalmente spariranno i cavi esterni , probabilmente gli ultimi a "sparire" saranno quelli dei freni , per il resto c'è già quasi tutto .
  2. lollo72:

    Per il cambio ci starebbe l'Eagle AXS , ma il telescopico RS Reverbe AXS mi sa che peserebbe troppo per il genere di mtb ; penso che in futuro vedremo molti più comandi wireless e finalmente spariranno i cavi esterni , probabilmente gli ultimi a "sparire" saranno quelli dei freni , per il resto c'è già quasi tutto .
    Per i freni la vedo dura... Gli altri comandi trasmettono per necessità la minima potenza indispensabile e non solo il segnale. I comandi freno invece trasmettono anche potenza, e non poca. Su una e-bike quella potenza è già disponibile dove arrivano un paio di fili ma su una bici serve una batteria apposita, e comunque dubito che qualcuno si sognerebbe di eliminare del tutto il comando meccanico/idraulico per questioni di ridondanza. Nemmeno nel mondo dell'auto si è ancora arrivati a qualcosa del genere in modo esteso. Poche auto si possono definire drive-by-wire. In campo aeronautico civile è un traguardo recente. Per legge una bici deve avere due freni per ridondanza, figurarsi cosa verrebbe richiesto (e quindi con che aggravio di peso) per rendere omologabile una bici con freni wireless...
  3. VinciTrail:

    dal punto di vista puramente cromatico/estetico a me personalmente non mi fà impazzire.. anzi..
    però obbiettivamente avere un top di gamma edizione limitata per soli 7990franchi non è male! Sono circa 7300€ così a spanne..

    detto questo, in bocca al lupo a Matthias!
    Effettivamente non è che sia bellissima...
Storia precedente

Second Wind – Fuga per tornare a respirare

Storia successiva

Sbarra Challenge

Gli ultimi articoli in News

Fuego

Dal Guatemala a Peru passando Bolivia, Kilian Bron ha trascorso due mesi pazzeschi nelle Ande. Ecco…

Il team Yeti/Fox 2023

Eccovi al squadra Yeti/Fox per il 2023. [Comunicato stampa] – Il due volte campione del mondo…