Gravaa presenta delle ruote con cui cambiare la pressione delle gomme mentre si pedala

91

Avreste sempre voluto poter regolare la pressione delle gomme a seconda del tipo di terreno su cui vi trovate? L’olandese Gravaa ha progettato delle ruote in carbonio con dei mozzi in cui è presente una pompa miniaturizzata ad alta pressione, che viene attivata usando la rotazione delle ruote stesse.



.

La frizione necessaria per attivare la pompa viene collegata al mozzo tramite un meccanismo elettro-pneumatico solo su richiesta del rider, che controlla il sistema tramite un comando remoto a manubrio. Questo per evitare dispersioni di energia quando non si usa il sistema.

Le ruote sono compatibili con tutte le bici standard presenti sul mercato, sia MTB che gravel.

Secondo Gravaa, questi sarebbero i vantaggi:

  • controllare la pressione mentre si pedala.
  • Andare più veloce adattando la pressione al terreno: più grip sullo smosso, meno resistenza al rotolamento sul duro
  • Più sicurezza
  • Lasciare la pompetta a casa
  • Imparare a conoscere la pressione delle gomme (il sistema è compatibile con i vari bike computer tramite ANT+

Al momento non si sanno pesi, specifiche e prezzi, ma fra qualche mese dovrebbe essere online il webshop sul loro sito.

Gravaa

 

Commenti

  1. lorenzom89:

    Il peso è tutto sul mozzo quindi l'effetto si sente molto poco.

    Comunque sicuramente un aggravio di peso ci sarà.
    Sarà interessante vedere un test ad esempio su una salita al 10% da 10km di queste ruote (ammettiamo che siano da 2kg) gonfiate a 4bar rispetto a delle ruote da 1.5kg gonfiate a 1.5 bar.
    Sinceramente non saprei chi vince ma secondo me vince la ruota pesante gonfiata a 4.. sopratutto su salita battuta o asfalto.

    Riguardo al fatto che si potrebbe gonfiare e sgonfiare con la pompetta.. si è vero.. ma in quanti lo fanno? Nessuno.. di solito uno parte gonfio per far la salita poi in cima sgonfia fa la discesa e le altre salite le fa da sgonfio
    Come ho detto per quel che mi riguarda non ci vedo tutto sto guadagno ad alzare la pressione quindi anche su un giro di sali e scendi non mi metto lì ad alzare e abbassare, poi è da vedere quanto è veloce a gonfiare perché magari a ora che sei arrivato alla pressione hai già fatto metà salita e anche con maggiore sforzo per far funzionare il motorino, poi altra cosa se flippa un componente e hai lasciato a casa la pompetta spera di non bucare
  2. cicluto:

    Come ho detto per quel che mi riguarda non ci vedo tutto sto guadagno ad alzare la pressione quindi anche su un giro di sali e scendi non mi metto lì ad alzare e abbassare, poi è da vedere quanto è veloce a gonfiare perché magari a ora che sei arrivato alla pressione hai già fatto metà salita e anche con maggiore sforzo per far funzionare il motorino, poi altra cosa se flippa un componente e hai lasciato a casa la pompetta spera di non bucare
    Senza contare che gonfia e sgonfia il lattice ti si secca in una settimana...
  3. marco:

    esatto.

    Poi non ci vedo tanto da prendere per il cü, finalmente si trasforma l'energia delle ruote in qualcosa di utile. Pensate se quel motorino potesse caricare delle batterie: ce ne sono ben 2 (e qui gli elettrici alzano le antenne).
    Credo sia l'unica cosa che ancora manca alle e-bike coi contro quatzi
Storia precedente

Le 20 cose più strane che avete visto nel bosco

Storia successiva

Sei schiavo di Strava?

Gli ultimi articoli in News

Il nuovo truck di Mondraker

Benvenuti al nostro tour esclusivo dell’impressionante truck Mondraker Factory Racing! Unisciti a noi per scoprire ogni…

La vita di un trail

Cumberland ospita una delle reti di sentieri più vivaci dell’Isola di Vancouver, ma una rete di…