In vendita la Commencal Supreme DH V5

9

L’abbiamo vista primeggiare durante la scorsa stagione di UCI DH World Cup in mano a talenti come Pierron, Coulanges, Balanche e Nicole. Ora la Commencal Supreme DH, giunta alla sua quinta versione, è disponibile per tutti i comuni mortali, in vendita sullo store Commencal.

Bici da DH racing con specifiche che la rendono estremamente personalizzabile sotto diversi aspetti come geometrie, curva di compressione e rigidezza del carro. Le ruote sono in configurazione mullet e il telaio è interamente in lega di alluminio 6066 a triplo spessore.

Il sistema di sospensione da 200mm di escursione è un virtual pivot con instant center alto che richiede quindi un rinvio catena. Prende il nome di HVCS (High Virtual Contact System) e utilizza uno schema a 6 lati.

Le geometrie sono personalizzabili sia tramite il flip chip in corrispondenza dell’ammortizzatore, dove si può intervenire anche sulla curva di compressione della sospensione, sia per quanto riguarda la lunghezza del carro, regolabile di +/-6mm su tre posizioni.

In merito al carro è possibile regolarne anche la rigidezza tramite un ponte intercambiabile. Il ponte più sottile determina un comportamento più permissivo e maggiore assorbimento delle vibrazioni. Il ponte più spesso invece fornisce maggiore rigidezza, più precisione e un comportamento più dinamico.

Numerosi accessori di protezione riparano il carro, il telaio, la puleggia di rinvio e le bielle del sistema di sospensione da urti, sporco e acqua.

Geometrie

Allestimenti e prezzi

  • Supreme DH V5 Ride: €5.700
  • Supreme DH V5 Essential: €6.600
  • Supreme DH V5 XS: €6.600
  • Supreme DH V5 Öhlins: €6.900
  • Supreme DH V5 Signature €7.400
  • Supreme DH V5 telaio: €3.200

Commencal

 

Commenti

  1. Comunque è chiaro che i marchi con modello di vendita diretta al consumatore non si avvalgano più tanto del vantaggio competitivo del prezzo più basso, si equiparano (o quasi) agli altri. Chiaramente non c'è nulla di male, ma probabilmente dovranno almeno aprire degli showroom in giro per far vedere, provare e magari configurare le bici ai potenziali clienti, presenziare alle fiere come il Bike Festival oltre ad offrire un'ottima assistenza post-vendita. Il fatto di poter almeno vedere dal vivo e provare la bici penso sia ancora un fattore abbastanza determinante, soprattutto se si chiede di spendere diverse migliaia di euro.
    Chiaro che negli ultimi tempi è stato difficile vedere in negozio anche le bici degli altri marchi, ma mi sembra che uno degli obiettivi di Trek con i nuovi punti vendita sia questo.
  2. stefano86:

    bella a parte la "cassa filtro" che copre la puleggia. Con i prezzi invece siamo un po fuori, il telaio l'hanno aumentato 800€ dalla versione precedente, su pinkbike è pieno di gente che la paragona a trek e specy e il telaio nudo è più caro degli altri 2 montati ohlins o fox factory. I vantaggi della vendita diretta dove sono finiti?
    Stravedono e aumentano i prezzi e vendono comunque
  3. stefano86:

    bella a parte la "cassa filtro" che copre la puleggia. Con i prezzi invece siamo un po fuori, il telaio l'hanno aumentato 800€ dalla versione precedente, su pinkbike è pieno di gente che la paragona a trek e specy e il telaio nudo è più caro degli altri 2 montati ohlins o fox factory. I vantaggi della vendita diretta dove sono finiti?
    Scenderà di prezzo il modello precedente?
    dajeeeee
Storia precedente

Kolb e Hatton rinnovano con il Continental Atherton per 3 anni

Storia successiva

Sei soddisfatto dei tuoi freni?

Gli ultimi articoli in News

Corona in titanio 5DEV

5DEV è una piccola divisione che si occupa di prodotti MTB all’interno dell’azienda 5thAxis di San…