La MTB 30 anni fa

100

Chi si ricorda la MTB nel 1991? In pochi probabilmente. Un mezzo del demonio che rompeva con gli schemi dei bitumari dalle bistecche sotto i pantaloni per non aver male al sedere. Colori sgargianti, posizioni e selle ultrascomode, ben 21 marce nei casi più eclatanti, e zero sospensioni. Ben lontano dal piacere di guida delle mountain bike moderne, ma un sogno di libertà come pochi altri.

Godetevi questo servizio della RSI, la televisione svizzera, di trenta anni fa.

 

Commenti

  1. Ci sarebbe da scrivere un libro,
    Tralasciando la prima, che aveva quasi già 30 anni 30 anni fa :vecio:
    La prima degna di nota stata un Giant Bronco, udite udite, in alluminio con Shimano LX. Prude ancora il portafoglio quando penso che per fare un upgrade ho speso ben 700 e passa millelire per una Marzocchi XC 700. :maremmac:
  2. Ciao, io sono partito con una bici da cross con la leva del cambio sul canotto centrale simile alla saltafoss... Poi sono passato alla prima mtb AIROLG con manettini del cambio senza scatti sul manubrio... Poi una Bianchi rangno viola e nero presa dalla fabbrica 720.000 lire (20. 000 lire per il colore particolare) cambio Shimano xt e freno posteriore a doppia leva bici con la quale ho fatto gare e poi la prima front una Bianchi in alluminio la Mutt7400 e infine una Scott Genius... Quanta strada!!! hahaha
  3. La mia prima mtb, la mia prima gara, abbigliamento mica tanto tecnico, però avevo pure il casco eh!
    io sono quello a sx, in quella occasione con la bici di mia moglie, la mia l'avevo prestata all'amico con i baffi.
    Quella bici è ancora in garage, anche se modificata in single speed come bici da "gelato"!
    (1988/89)
Storia precedente

Accordo tra Orbea e Canyon per il brevetto della tecnologia I-Line

Storia successiva

Canyon presenta la gamma Neuron in alluminio 2022

Gli ultimi articoli in News

La miniera

Le miniere di carbone del Belgio, da dove proviene Thomas Genon, il protagonista di questo video,…