L’allenamento in discesa di Van Der Poel

89

Nel XC si fa un gran parlare della tecnica di guida di Nino Schurter, un talento anche in discesa. Meno famoso è il manico di Mathieu Van Der Poel, forse perché non ci si aspetta grandi numeri da uno che fa cyclocross e che veste la maglia gialla del Tour de France. Da questo video si capisce che ci sbagliamo…

Meno di 3 settimane all’appuntamento olimpico!



.

 

Commenti

  1. marco:

    non conosci bene i crosscountristi moderni. Dei top 20 probabilmente non vedresti neanche la polvere in una discesa in bike park.
    Esempio: al mottolino ho visto uno dei braidot fare la wood line con la xc.

    Wood line: https://www.instagram.com/p/CQ9RbgBDLfu/
    È vero, dal vivo non ho mai visto un xc-ista moderno ma solo in video. Rimango comunque dell'idea cin un amatore forte che fa solo discesa, su una discesa dove non si pedala e non si rilancia, va molto più forte. E di amatori secondo me forti dal vivo io ne ho visti.
    E tanto per dire, ho visto "semplici biker" e non pochi su una line tipo la wood line (che alla fne non è niente di che e diciamoci la verità) ma un po' meno veloce, saltare con atterraggio in manual o front manual, crankflip, no foot, sui e altre cazzatine del genere. E il tutto nemmeno con una xc moderna ma con bici vecchie di 10-15 anni col deragliatore appeso :smile:
  2. marco:

    ......... ho visto uno dei braidot fare la wood line con la xc...............
    Ci ho fatto un giro con tutti e due una volta che erano a Roma al centro sportivo Carabinieri (la Forestale era stata appena accorpata ai CC e quindi loro anche avevano cambiato gruppo sportivo).
    Se uno quella gente non la vede dal vivo, non si rende conto. Non ho mai pensato che gli xcisti fossero non capaci tecnicamente, come credono i celoduristi da forum, ma non pensavo fossero al livello che ho visto quei 2. Fanno delle cose inenarrabili e impensabili.......e quando li vedi in tv, quelli che stanno attorno a loro scendono alla stessa maniera e pure meglio (i big).
  3. biafano:

    a molti non è chiaro che i pro, sia stradisti che biker, fanno paura in tutto...salita discesa e pianura. su strada i pro superano traquillamente i 100 in discesa ( e sfido una persona comune che va in bici ad andare a 80 sulle ruotine da 25 mm), in pianura fanno i 55 in gruppo con i compagni a 5 cm ed in volata superano i 70... non capisco di cosa vi stupite
    Ad 80 kmh sulle ruotine da 25 mm ci arrivo pure io, se la strada me lo consente. Di tutte le cose elencate è la più normale ;-)
Storia precedente

4 salti al Mottolino, 1 anno dopo

Storia successiva

Mirko Vendemmia si laurea campione italiano enduro all’Abetone

Gli ultimi articoli in News

Nuova DVO Diamond 36

DVO presenta la nuova Diamond 36, una forcella per ruote da 29 pollici con escursione 140-150…