Luci Olight

Luci Olight in test

28

Oggetto di questo test è un kit di luci Olight. Sono passati più di vent’anni da quando ho praticato il night riding per la prima volta, all’epoca mi ero costruito un doppio faro, che poi diventò triplo, utilizzando delle lampade dicroica alogene a 12v e una batteria al piombo da 7Ah, non vi dico il peso… ma era l’unica soluzione per poter effettuare uscite notturne su trail vedendo il terreno davanti me. I faretti di allora erano tutti inadeguati, sembravano dei lumini.

Poi vennero le prime torce a led che andavano fissate sul manubrio con improbabili supporti, acquistate direttamente in oriente, luminosità accettabile, pesi contenuti, durata sufficiente, e affidabilità per la serie “speriamo bene”. Anche questa soluzione è ormai acqua passata.

Passa ancora qualche anno e finalmente iniziano ad arrivare sul mercato prodotti studiati espressamente per lo scopo, ben ideati, robusti e sicuri, ma a cifre decisamente importanti!

Negli ultimi tempi invece è esplosa l’offerta a basso costo, sugli store online si trovano prodotti dalle prestazioni “mirabolanti” a poche decine di euro, però voi affidereste la vostra sicurezza a questi giocattolini che promettono ore di luminosità accecante a pochi euro? Beh, io non mi fido, posso acquistare una torcia da tenere in auto o nel cassetto della cucina, ma non un faro per la mia bici che potrebbe lasciarmi al buio mentre sto percorrendo un single track nel bosco a più di 30 kmh.

Dopo svariate ore di ricerca volte ad analizzare schede tecniche e  innumerevoli video recensioni, ho deciso di effettuare un acquisto da Olight Italia, per vagliare i loro prodotti, la loro offerta, la serietà e puntualità del servizio clienti, mi sono messo nei panni di un utente qualunque e ho acquistato una torcia tuttofare da outdoor (Seeker 3 Pro) e alcune altri prodotti minori. L’esperienza di acquisto è stata ottima, la spedizione piuttosto veloce, il servizio clienti rapido e disponibile a rispondere alle mie richieste.

A questo punto ho deciso di contattarli con l’intenzione di recensire il kit definitivo di luci per il night riding e il commuting quotidiano. La particolarità di questo test che i prodotti recensiti non sono stati proposti da loro, come normalmente succede, ma scelti espressamente da me, con l’intento di soddisfare le esigenze del rider a cui piace uscire in notturna su trail, o che utilizza la bici quotidianamente anche dopo il tramonto o prima dell’alba.

Qui di seguito ho preparato un video di unboxing, montaggio e night riding.

Luci Olight: la mia scelta

Il kit è stato pensato partendo da due punti imprescindibili: sicurezza e versatilità. Volevo dei prodotti che potessero essere idonei all’utilizzo più svariato, adatti alla strada e al fuoristrada, che fossero semplici da montare, compatti da portare, con una buona autonomia e con una luminosità abbondante.

Olight

Sicurezza

Quanto è sicuro un prodotto? Questo aspetto è il più difficile da valutare specialmente quando si parla di oggetti elettronici, di fatto non avremo mai la certezza che una luce non si possa spegnere improvvisamente, danneggiarsi in una caduta, o ancora trovarsi una batteria che si esaurisce inaspettatamente.

Le casistiche avverse potrebbero essere molteplici, quindi ho scelto prodotti di un marchio noto, testati per resistere a cadute da altezze superiori ad un 1 metro, con certificazione di impermeabilità minimo IPX6, e ho composto questo kit per ridondanza.

Avremo ben 3 luci frontali e una posteriore, perché se può capitare che una luce fallisca, è davvero improbabile rimanere al buio con due o tre luci accese contemporaneamente.

Versatilità

Secondo me una buona luce non va valutata solo per i lumen teorici di cui è accreditata, ma anche per come diffonde il fascio luminoso, per quanto sia pratica da utilizzare, facile da montare e smontare, che si possa adattare a diverse esigenze, tipo essere utilizzata anche come luce diurna o di emergenza. Chiaramente ho valutato anche la durata e ho scelto luci che ci potessero garantire almeno 90 minuti di luminosità alla massima potenza e svariate ore nelle impostazioni più basse, per raggiungere, anche questa volta per ridondanza, la sicurezza di non rimanere mai completamente al buio anche nel malaugurato caso di passare tutta la notte nel bosco.

Luci Olight: le torce

Per questo kit ho previsto due torce frontali principali, le più potenti da installare una sul manubrio e una sul casco, una frontale compatta da utilizzarsi per emergenza e una posteriore con attacco sotto sella:

BFL1800 – È la torcia principale ed anche la più potente del lotto, con 1800 lumen di luminosità massima è la luce con il più alto rapporto lumen/dimensioni, è ideale per essere posizionata sul manubrio, avrà il compito illuminare il terreno davanti a noi. Il led di cui è dotata emette una luce bianca molto naturale e la costruzione della sua parabola fornisce un fascio luminoso omogeneo, profondo e ben distribuito lateralmente. È dotata di una cella 21700 da 5000 mAh di capacità non rimovibile. Le dimensioni sono piuttosto contenute e pesa solo 178 grammi compreso il supporto per il manubrio (verificato). Per la ricarica si affida ad un cavo USB con aggancio magnetico, il tempo di ricarica con il cavo in dotazione da 1A, è di circa 6 ore. È la frontale più specifica e meno versatile tra le 3, ma svolge egregiamente il compito per cui è pensata.

Olight

RN1500 – Il vero best seller di questo test, la luce più funzionale e versatile del kit, è stata scelta principalmente per essere posizionata sul casco e operare in combinata con la BFL1800, ma può essere utilizzata anche sul manubrio all’occorrenza, in quanto è dotata di entrambi i supporti, e per via del suo particolare attacco, è compatibile con i supporti per Garmin e anche GoPro.

Il led sviluppa una luminosità massima di 1500 lumen su una parabola che ne determina un fascio omogeneo senza anelli d’ombra, non molto ampio lateralmente ma leggermente allungato verso il basso per non abbagliare chi sta di fronte a noi. La batteria 21700 da 5000mAh è in grado di fornirgli energia per oltre 12 ore nella modalità  più bassa e si ricarica da 0 a 100% in 2h e 10′.

Oltre ai tre livelli a luce fissa, si possono selezionare tramite il pulsante superiore anche due livelli a luce lampeggiante, ideali per farsi notare su strada molto illuminata o durante il giorno. Sul retro della torcia è posizionata la porta di ricarica USB tipo C che permette alla RN1500 di essere utilizzata anche come power bank per ricaricare altri dispositivi elettronici tipo smartphone, GPS, ecc. Il peso reale della torcia, compreso di supporto per il manubrio, è di 180 grammi.

Olight

RN400 – È in pratica il coltellino svizzero tra le frontali scelte. Leggera e super compatta, è la torcia da avere sempre con se sul manubrio, nello zaino, o in tasca, pronta da essere accesa in qualunque occasione. È abbastanza potente per illuminare sufficientemente un trail da percorrere a velocità moderata, idonea per illuminare adeguatamente strade buie, oltre a essere adatta come luce diurna per aumentare la nostra visibilità su strada sfruttando le due modalità lampeggianti.

Il led di cui è dotata sviluppa 400 lm di luminosità massima, gestiti dalla parabola a formare un fascio omogeneo leggermente allungato verso il basso,  ma non molto diffuso ai lati. La batteria da 900 mAh si ricarica completamente in 2h e 05′ tramite la porta USB tipo C posta nel retro della torcia. Grazie alla compatibilità con i supporti Garmin e GoPro, un peso reale di 83 grammi (solo torcia) la RN400 è la perfetta luce di emergenza o di rientro se ci coglie il buio a fine giro.

Olight

RN120 – Nell’offerta Olight è la luce da posteriore più adatta all’utilizzo in fuoristrada per via della sua compattezza e della possibilità di essere agganciata sotto sella, rimanendo visibile e non interferendo con il telescopico. Un vero prodigio di funzionalità, al suo interno è dotata di un sensore di movimento per attivare la funzione AUTOBRAKE o per mettere in standby automaticamente la luce se non rileva il movimento per circa 4′.

Può essere impostata su tre livelli a luce fissa, quattro lampeggianti e uno notte/giorno che varia automaticamente in funzione della luminosità ambientale. Si ricarica in soli 45′ tramite la porta  Micro USB posta sul retro e ci potrà  fornire più di 20 ore di luminosità nella modalita Interactive. Con un peso verificato di soli 31 grammi compreso l’attacco sotto sella diventa un accessorio irrinunciabile.

Pesi verificati delle torce compresi i relativi agganci

Le configurazioni

Quando ho composto il kit ho previsto due diversi scenari di utilizzo:

Night Riding – Uscite parzialmente o totalmente notturne in mezzo ai boschi percorrendo trail impegnativi.

  1. BFL1800 sul manubrio
  2. RN1500 sul casco
  3. RN400 luce sostitutiva o di emergenza
  4. RN120 luce posteriore

Commuting quotidiano o luci di emergenza – le luci da avere sempre con se da utilizzare in occasione di scarsa visibilità o per farsi notare su strade trafficate o per richiamare l’attenzione di pedoni distratti.

  1. RN400 luce frontale su manubrio o casco
  2. RN120 luce posteriore

Prezzi

BFL1800 – 95.95€
RN1500 – 95.95€
RN400 – 35.95€
RN120 – 39.90€

Inoltre utilizzando il codice EBIKE15 potete beneficiare di uno sconto su tutti i prodotti (che non beneficiano già di offerte personalizzate)  disponibili sullo store di Olight Italia.

Le spese di trasporto  sono gratuite per ordini superiori alle 49€.

Autonomia e ricarica

Ho effettuato alcuni test di scarica e ricarica per verificare la veridicità di quanto dichiarato da Olight sull’autonomia e tempi di ricarica. Tutte i test hanno comprovato quanto dichiarato, anzi in alcuni casi i risultati  sono stati leggermente migliori.

BFL1800

  • Si scarica alla massima potenza in 1h 22′, poi altri 13′ in modalità a bassa luminosità.
  • Si ricarica con il cavo in dotazione da 1A in circa 6h

RN1500

  • Si scarica alla massima potenza in 1h e 45′, poi altri 11′ in modalità a bassa luminosità.
  • Si ricarica in 2h e 10′

RN400

  • Si scarica alla massima potenza in 1h e 30′, poi altri 20′ a luminosità ridotta.
  • Si ricarica in 2h e 5′

RN120*

  • In modalità fissa a 80 lm dura leggermente oltre 1h e 30′
  • In modalità fissa a 20 lm dura oltre le 5h
  • In modalità Interactive dura oltre le 20h
  • Si ricarica totalmente in 45′

* La modalità AUTOBRAKE in fuoristrada diminuisce fortemente l’autonomia.

Luci Olight in azione

Su strada trafficata

In questo ambito ho utilizzato la RN120 selezionando una modalità molto intensa e lampeggiante, in modo da essere individuato con molto anticipo. All’anteriore ho preferito utilizzare sul manubrio una tra la RN400 e la RN1500, perché hanno la possibilità di selezionare le modalità  lampeggianti (strobo) che sono molto utili per farsi notare dagli altri utenti della strada, sia di giorno che di notte.

Su strada bianca

Anche in questo caso bastano pochi lumen per illuminare adeguatamente la strada davanti a noi, quindi è sufficiente utilizzare una sola luce sul manubrio se si procede a bassa velocità, e accendere quella sul casco in caso di necessità o se si aumenta la velocità. Per risparmiare le batterie, che ci serviranno per la discesa, basterà impostare la luminosità più bassa su entrambe le torce principali. La posteriore sarà bene impostarla con una intensità bassa, per non infastidire eventuali compagni di uscita.

Su trail in salita

Affrontando trail impegnativi, con curve strette e ostacoli da superare, è fondamentale  che la luce illumini non solo il percorso davanti a noi, ma anche le zone dove rivolgeremo lo sguardo. La RN1500 posizionata sul casco diventa la luce più importante per analizzare adeguatamente il terreno, per questo motivo ho tenuto la modalità media e impostato la bassa sulla BFL1800. Anche in questo ambito la luce posteriore ha poca utilità, è meglio impostarla al minimo e senza lampeggio.

Su trail in discesa

È qui che ho chiesto il massimo alle torce frontali, entrambe impostate alla massima potenza per illuminare abbondantemente il trail davanti a me, sfruttando il fascio ampio e potente della BFL1800 per evidenziare gli ostacoli sul terreno creando le ombre e donando profondità, e la RN1500 per orientare dinamicamente il fascio di luce esattamente dove indirizzavo lo sguardo. La RN120 è bene tenerla accesa alla minima intensità e con luce fissa.

BFL1800 sul manubrio – RN1500 sul casco entrambe alla massima potenza

Luci Olight: consigli pratici e operativi

Quando si è in fuoristrada è vivamente consigliato disattivare il sensore di movimento della RN120, in quanto la luce tende ad attivare la funzione AUTOBRAKE continuamente, abbagliando inutilmente chi ci sta dietro e riducendo notevolmente l’autonomia. Questa funzione è invece molto precisa e utile durante i trasferimenti su strada asfaltata, per indicare che stiamo utilizzando il freno, una vera e propria funzione di stop.

Per attivare o disattivare la funzione basta tenere premuto il pulsante per 5 ” con torcia spenta, se la luce emetterà un lampeggio frequente vuol dire che la funzione è disattivata, invece una luce fissa indicherà l’attivazione del sensore di movimento.

A luce spenta è possibile verificare la carica residua delle batterie premendo brevemente il pulsante. A luce accesa il colore del tasto indica costantemente il livello di carica:

  • Led verde (o azzurro per la BFL1800) carica tra 100% e 20%
  • Led rosso carica tra il 20% e 10%
  • Led rosso lampeggiante carica inferiore al 10%, le torce saranno limitate alla modalità più bassa.

In fase di ricarica, il pulsante delle luci della serie RN si illumina di rosso lampeggiante, diventerà verde a ricarica ultimata. La BFL1800 segue la stessa logica ma l’indicatore è posto sul cavo magnetico e non lampeggia.

Le tre luci frontali possono essere bloccate per evitare che si accendano accidentalmente durante il trasporto. Per attivare/disattivare questa funzione basterà  tenere premuto il tasto per 5″ a luce spenta.

Dopo averle sbloccate, per accendere le luci bisogna tenere premuto il pulsante per 2″, stessa operazione per spegnerle.

Le due torce principali quando impostate alla potenza massima potrebbero scaldare molto, utilizzate questa modalità solo in movimento.

Le tre torce frontali hanno il corpo in alluminio anodizzato che se messo a contatto con oggetti appuntiti durante il trasporto potrebbe graffiarsi.

Le luci della serie RN hanno sia la modalità a luce fissa che la modalità a luce intermittente, per passare da una all’altra basta fare doppio clic sul pulsante.

Tutte le luci sono dotate di memoria, alla riaccensione torneranno all’ultima modalità selezionata prima dello spegnimento.

Tutte le luci sono dotate di parti laterali trasparenti per renderci visibili anche lateralmente.

Non è necessario serrare con troppa forza i collari per il supporto al manubrio.

Tulle le luci di questo test sono prodotte da Magicshine.

Luci Olight: aspetti migliorabili 

A completare la dotazione della BFL1800 mancano un supporto per il casco e un cavo per la ricarica rapida. La torcia non è dotata di modalità intermittenti.

Tra gli accessori per la RN120 avrei gradito anche un supporto a clip per attaccarla all’abbigliamento e la porta USB tipo C per la ricarica.

Luci Olight: conclusioni

Le mie aspettative sui prodotti Olight sono state soddisfatte pienamente, dalla costruzione all’attenzione per il dettaglio, dalla luminosità all’autonomia, dalla versatilità alla compattezza; luci di ottima qualità sotto tutti gli aspetti.

Questo kit avremo la possibilità di sfidare la notte affrontando i trail in piena sicurezza, in più avremo anche a disposizione due luci compatte da portare sempre con noi ed utilizzare in caso di necessità. Spesso si dice “la sicurezza prima di tutto” ma altrettanto spesso ci dimentichiamo quanto sia importante renderci visibili nel traffico. Quindi, che voi le utilizziate in configurazione night riding o commuting avrete sempre la luce giusta al momento giusto.

RN 120 modalità Interactive a 120lm.

Olight Italia

 

Commenti

  1. paolop72:

    certo che se un faretto da manubrio di alta gamma come la 3500 Rn costa quasi 300 euro, a meno che non si lavori con la bici di notte, e anche qui è discutibile, mi sembra una spesa che va di pari passo con i 10000 euro e passa per una mtb ..
    Sarà che in mtb si deve pagare tutto il massimo, ma con normalissime luci "cinesi" peraltro consigliate anche su questo mag e nel forum, spendendo un decimo circa si riesce a fare uscite notturne di un paio di ore e passa senza grandi problemi...
    Magari ti porti nello zaino una batteria di ricambio o una luce di scorta, ma non penso che la differenza di qualità sia giustificata da questi prezzi
    https://www.amazon.it/dp/B08ZJGMJBT/?tag=mmc08-21

    167 su Amazon ora.
  2. monorotula:

    Ottimo.
    Ho capito male o la RN400 non ha un supporto per il casco? In dotazione, intendo. Perchè è lì che la vorrei mettere.
    Ciao, scusa il ritardo nella risposta.

    L'adattatore Garmin/GoPro è in dotazione sia con la RN400 che con la RN1500. La BFL1800 è corredata solo del collare per il manubrio con diverse fascette per adattarsi a vari diametri di manubrio.

    La RN400 è diventata dotazione standard del mio marsupio, ho già avuto occasione di utilizzarla per rientri serali e anche di giorno su strada trafficata.
  3. Dopo meno di un anno, la RN180 ha smesso di funzionare e la ALLTY2000 ha dei cali di potenza se utilizzata al massimo...vedremo come risolveranno, ho già spedito tutto a spese 0
Storia precedente

Transition Spire GX Alluminio in prova

Storia successiva

La prigione

Gli ultimi articoli in Test