Magura aggiorna il reggisella elettronico Vyron

4

Giunge alla sua terza versione il reggisella telescopico comandato elettronicamente di Magura, il Vyron MDS-V3. Non si tratta di un semplice aggiornamento dato che il Vyron è stato quasi interamente riprogettato e include diversi miglioramenti, sia dal lato elettronico che dal lato meccanico e idraulico.



.

Il comando remoto è stato interamente riprogettato con una forma più simile a un tradizionale trigger e può essere montato in combinazione con il collarino del freno grazie al sistema Shiftmix di Magura e al Matchmaker di SRAM. Il comando continua ad azionare il telescopico fintanto che si tiene premuto il pulsante.

La novità più importante del comando e del sistema Vyron in generale è l’adozione del Bluethoot in luogo della tecnologia ANT+ utilizzata sulla versione precedente. Questo consente di velocizzare la reazione del reggisella rispetto al comando, eliminando il fastidioso ritardo del modello precedente che avevamo evidenziato nel nostro test e fornendo dei tempi di reazione che, secondo Magura, sono immediati e paragonabili a quelli di un comando meccanico a cordina.

Il comando prende energia da una batteria CR2032 mentre il reggisella necessita di una batteria CR2. In entrambi i casi non si tratta di una soluzione ricaricabile ma soggetta a sostituzione a esaurimento della carica che, stando alle dichiarazioni di Magura, ha un’aspettativa di vita di circa un anno con normale frequenza di utilizzo.

Entrambi i prodotti sono certificati IP67 nello standard International Protection che significa che sono isolati da polvere e acqua comprese brevi immersioni fino a 1 metro di profondità e per un massimo di mezz’ora.

Novità anche nel funzionamento idraulico che offre maggiore velocità di estensione. Il Vyron è disponibile in due diversi diametri, 30.9 e 31.6mm, e in quattro differenti opzioni di escursione: 100, 125, 150 e 175mm.

Dettagli

  • Materiale: lega di alluminio
  • Lunghezze disponibili: 396, 421, 446 e 471mm (in base all’escursione
  • Escursioni disponibili 100, 125, 150 e 175mm
  • Inserimento minimo: 120mm
  • Zero setback
  • Batterie CR2 (telescopico) e CR2032 (remoto)
  • Durata batterie di circa 1 anno
  • Impermeabile con certificazione IP67
  • Montaggio remoto con Magura Shiftmix, SRAM Matchmaker o collarino
  • Pesi: 700g il telescopico e 40g il comando, senza batterie
  • Prezzo: €579,90

Magura è distribuita in Italia da RMS

 

Commenti

  1. Attendiamo una prova sul campo e suprattutto l'inevitabile confronto con il RockShox AXS .
    A mio giudizio Magura solitamente ha sempre fatto ottimi prodotti , specie impianti frenanti , ma il Vyron era un pò la "pecora nera" , speriamo abbia colmato i suoi limiti .
    Per quanto riguarda quest'ultima versione del Vyron , dalle immagini sembra abbastanza ingombrante la parte del pacco batteria , dai tedeschi mi sarei aspettato la possibilità di integrare una luce rossa segnaletica all'estremità ( magari studiando una soluzzione in combinazione con Lupine restando in Germania ) .
Storia precedente

[Video] Hans Rey e Rob Warner a Città del Messico

Storia successiva

Visita a SRAM: tecnica tedesca in azienda americana

Gli ultimi articoli in News

Nuova DVO Diamond 36

DVO presenta la nuova Diamond 36, una forcella per ruote da 29 pollici con escursione 140-150…