Mondraker presenta la nuova Raze e rinnova la Foxy

Mondraker presenta la nuova Raze e rinnova la Foxy

Francesco Mazza, 26/10/2021

Giornata di novità per Mondraker che presenta due nuovi modelli per la stagione 2022, la Raze, novità per il segmento trail, e la Foxy, sempre più enduro rispetto alla sua progenitrice, nata come bici da all mountain.

Entrambi i modelli vantano un telaio interamente realizzato in fibra di carbonio con tecnologia Stealth Air Full Carbon e condividono tutte le principali feature che caratterizzano i modelli di punta del brand iberico.

Raze Carbon

Iniziamo parlando della Raze, la novità assoluta della gamma 2022. Mondraker reintroduce nel suo catalogo una trail bike pura che unisce doti di leggerezza a geometrie aggressive e discesistiche, con l’intento di offrire una bici significativamente performante sia in salita che in discesa.

Dettagli Raze

  • Telaio in fibra di carbonio Stealth Air Full Carbon
  • Biella superiore in fibra di carbonio
  • Biella inferiore ottimizzata come rapporto peso/rigidezza
  • Escursione anteriore 150mm
  • Escursione posteriore 130mm
  • Sistema di sospensione Zero Suspension System aggiornato
  • Forward Geometry
  • Telemetrie integrata MIND
  • Passaggio cavi interno e guidato
  • Cuscinetti Enduro Dual
  • Parafango integrato per l’ammortizzatore
  • Protezioni integrate per il telaio
  • Sede per portaborraccia Fidlock integrata nel telaio

Il tradizionale sistema di sospensione Zero Suspension di Mondraker è stato ottimizzato per la resa in pedalata e offre 130mm di escursione che sono abbinati a una forcella da 150mm. È dotato di sistema integrato MIND per la lettura dei dati telemetrici tramite app. La biella superiore è in fibra di carbonio mentre quella inferiore, in alluminio, è stata aggiornata per migliorare il rapporto peso/rigidezza. Le geometrie sono aggressive e, abbinate al concetto Forward Geometry, decisamente moderne.

L’ammortizzatore è protetto da un parafango integrato. Il triangolo anteriore ospita l’attacco per il portaborraccia, con sede incavata per montare il supporto Fidlock, e un secondo attacco sotto al top tube, per montare un porta oggetti. Il telaio è dotato di protezioni in gomma dura e il passaggio dei cavi è interno e guidato.

Geometrie Raze

Allestimenti Raze

Raze RR SL – 12,2kg – 11.999€

Raze RR – 12,5kg – 7.999€

Raze R – 13,2kg – 6.499€

Foxy

Veniamo ora alla Foxy, il celebre modello da all mountain di Mondraker, nato nel 2004 e storicamente il più rappresentativo del marchio. La nuova Foxy strizza sempre più l’occhio all’enduro con le sue geometrie ancora più aggressive, sospensioni ottimizzate per la discesa e un carro irrobustito rispetto al modello precedente.

Dettagli Foxy

  • Telaio in fibra di carbonio Stealth Air Full Carbon
  • Biella superiore in fibra di carbonio
  • Biella inferiore ottimizzata come rapporto peso/rigidezza
  • Escursione anteriore 160mm (170mm nell’allestimento XR)
  • Escursione posteriore 150mm
  • Sistema di sospensione Zero Suspension System aggiornato
  • Forward Geometry
  • Geometrie regolabili
  • Telemetrie integrata MIND
  • Passaggio cavi interno e guidato
  • Cuscinetti Enduro Dual
  • Parafango integrato per l’ammortizzatore
  • Protezioni integrate per il telaio
  • Sede per portaborraccia Fidlock integrata nel telaio

Come la Raze, il sistema di sospensione Zero Suspension adotta una biella superiore in carbonio e una nuova biella inferiore più leggera e più rigida. Entrambe le bielle comprimono l’ammortizzatore che in questo nuovo modello ha una corsa maggiore per un rapporto di leva inferiore e quindi un comportamento più plush. Tutti gli allestimenti della nuova Foxy Carbon sono dotati di serie del sistema di telemetria integrata MIND.

Le geometrie della nuova Foxy sono ancora più aggressive e si basano ovviamente sul tradizionale concetto Forward Geometry con cui Mondraker ha fatto scuola. Sono regolabili su due posizioni, con una variazione di 0.5° sull’angolo di sterzo, di 5mm sull’altezza del movimento centrale e di 10mm sulla lunghezza del carro tramite un flip chip sull’ancoraggio inferiore dell’ammortizzatore e inoltre si può variare l’angolo di sterzo di un ulteriore +/-1° grazie a delle calotte per la serie sterzo, fornite di serie con l’allestimento XR e come optional per gli altri allestimenti.

Come la Raze, anche la Foxy è dotata di parafango integrato a protezione dell’ammortizzatore nonché di protezioni in gomma dura per il tubo obliquo e per il carro. Il passaggio dei cavi è interno e guidato e il triangolo anteriore ospita un portaborraccia con sede incavata per il supporto Fidlock e la predisposizione per un porta oggetti sotto al top tube.

Geometrie Foxy

Allestimenti Foxy

Foxy XR – 12,9kg – 9.799€

Foxy RR – 13,4kg – 7.499€

Foxy R – 14,1kg – 6.199€

Mondraker

 

Commenti

  1. Goldstein:

    Qu

    Questa filosofia perseguita da Yeti in primis secondo me ha più senso sulle bici da trail, sulle enduro dipende molto dal percorso, più si va su piste ripide e tecniche più un escursione posteriore generosa aiuta.

    Basta guardare la classe regina dove 200mm al posteriore erano quasi il minimo sindacale fino alle 27.5, poi ridotta con il trend delle 29 pollici per ovvi motivi di ingombro e interferenza.

    Per il prezzo non c'è da stupirsi, qualità tecnica e costruttiva da fare invidia a molto marchi blasonati, sarebbe stato strano fossero allineati con marchi meno prestigiosi.
    quì non stavamo discutendo sull'escursione in generale.. ma sulla differenza di escursione tra ant e post..
    la Raze ha poca escursione dietro proprio perchè si propone come bici da trail.. se vuoi più escursione hai la foxy (150mm) e se non ti basta hai la superfoxy (160mm)..

    differenziare tra dietro e davanti, dando più escursione davanti fa in modo che quando vai a fondo corsa la bici rimanga equilibrata. se fai un 160-160 con angolo sterzo da 63-64° quando la bici andrà a fondo corsa avrai il davanti più basso del dietro.. per questo di solito si fa 170-160 oppure 160-150 come nel caso della foxy..

    sul prezzo mi dispiace ma qualità tecnica e costruttiva è una frase che non vuol dire NULLA! anche queste bici come tutte le altre vengono dalla stessa zona industriale di taiwan.. l'unico motivo per cui riescono a tenere prezzi così alti è che ormai è un marchio che "va di moda" e che le bici sono poche.. quindi se le vuoi le paghi
  2. lorenzom89:

    ok ma allora dimmi che sono care perchè c'è scritto sopra Mondraker non perchè hanno una "qualità tecnica e costruttiva superiore agli altri" perchè è una ca**ata colossale..

    tempo fa poteva giustificare i prezzi perchè era l'unica con un certo tipo di geometrie.. adesso secondo me sono completamente ingiustificati
    hai mai letto di un qualche presentazione in cui non si esaltavano cose inutili e/o migliori degli altri? Aggiungono due fori filettati su un telaio e ci scrivono due righe perchè è una fantastica predisposizione per un qualcosa, un parafanghino di plastica lo descrivono in ogni angolo, ecc ecc...se non hanno altro da scrivere e si attaccano ad ogni cosa. Anzi strano che non diano risalto ai nuovi spigoli sul telaio che lo rendono più rigido del 0,06% rispetto al telaio precedente che era più smussato e affusolato.
    Per cercare di vendere e diversificarsi dagli altri si fa di tutto, a volte anche scrivere delle cazzate.
    Che poi per alcuni sono percepiti come dettagli imprescindibili e irrinunciabili quindi un pò come la fascia di prezzo in cui si vogliono posizionare, se vendono hanno ragione loro.
    PS hanno anche il mega-progetto di nuovi uffici da finire e da qualche parte i soldi devono recuperarli.