Norco 2012

Norco 2012

01/08/2011
Whatsapp
01/08/2011

Manca poco all’Eurobike e tanti produttori hanno già presentato la loro linea 2012. Lo stesso vale per Norco, con quattro nuove full.
Tutte queste hanno una linea che si assomiglia, con tubi massicciamente idroformati, ed adottano lo schema di sospensione ART introdotto l’anno scorso. E’ una versione Norco dell’FSR. Rispetto al sistema precedente si hanno una traiettoria più “arretrata” della ruota ed un comportamento più progressivo, il tutto cercando di mantenere il lavoro della sospensione indipendente da quello dei freni.

Per mantenere invece la sospensione neutra in pedalata (più correttamente per evitare lo squat), in Norco hanno giocato sulla distanza della ruota dal fulcro principale. Questa cresce durante la compressione, limitando nelle intenzioni lo suqat.

Altro obiettivo di Norco nella creazione delle nuove bici era quello di semplificarne costruzione ed assemblaggio, sfruttando al meglio le ultime tecnologie e gli ultimi standards per disegnare pezzi che svolgano diverse funzioni. Esempio: il movimento centrale della nuova Aurum da Dh è un pezzo unico con fulcro principale ed attacco ISCG. Questi pezzi vengono inizialmente forgiati con una tecnica che permette di avvicinarsi molto alla forma finale, riducendo quindi la necessità di lavorare in cnc, a vantaggio di tempo e denaro.

E’ stato introdotto il perno posteriore Syntace X-12, con in più una vite di riserva piazzata davanti al movimento centrale.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/6374/thumbs_576/23710.jpg[/img]

Aurum

E’ la nuova macchina da discesa di Norco. Ha 200mm di escursione posteriore, una sospensione più progressiva e minore brake feedback rispetto alla DH 2011.
Il telaio pesa 3.4 kg ed ha standover e baricentro piuttosto bassi. Il tubo sterzo conico è corto, 110 mm e l’angolo sterzo è pari a 63.5°. Il perno passante posteriore è un Syntace X-12 150mm e la bici viene fornita con adattatore per assi standard da 150mm.

Saltano all’occhio la vite integrata nel ponticello del piantone per stringere la sella ed i gommini integrati nel nodo sterzo per proteggere forcella e telaio nel caso la ruota anteriore giri bruscamente, ad esempio in una caduta.

Truax

La truax, che abbiamo introdotto qui , è una bici da freeride con 180mm di escursione e 65.5° di angolo sterzo.
Per i dettagli vediamo perno Syntace X-12, attacco freno postmount, tubo sterzo conico. Gli ammortizzatori sono a molla su tutte le versioni della bici.

Range

Nella nuova linea non poteva mancare una enduro da 160mm. Si chiama Range ed ha uno sterzo inclinato di 66.5°. Inutile ripetere tutti gli standards adottati, di cui abbiamo parlato prima di presentare i singoli modelli. Questa bici verrà proposta in tre modelli, tutti con forcelle ad escursione variabile e con ammortizzatori high volume per un comportamento lineare della sospensione. Trasmissioni 2×10 con bash e ruote tubeless ready sono anch’esse presenti su tutte e tre le versioni.

Sight

Questa allmountain con linee più snelle delle sorelle ha 140mm di escursione posteriore. In questo caso, a causa dell’escursione relativamente limitata, il sistema ART ha necessitato di un po’ di tuning, perchè il “chain growth” che dovrebbe contrastare lo squat potrebbe mostrare fastidiosi inconvenienti in pedalata (pedalkickback).

Anche questa bici sarà equipaggiata con forcelle ad escursione variabile (anche a molla) ed ammortizzatori ad alto volume. Le trasmissioni 2×10 hanno rapporti un po’ poù lunghi rispetto alla range, ma niente che non si possa portare in cima.
Questa bici avrà anche una versione dedicata alle bikers.

 

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/6374/thumbs_576/23721.jpg[/img]

Revolver
La Revolver è una 29er con 100mm di escursione alla ruota posteriore. Design e molte delle soluzioni adottate sono gli stessi delle full 26″.

Ha piastre ISCG e sarà montata con trasmissioni 3×10 (FSA SL-K per il modello di punta), ma potrà certamente essere modificata in 2×10 o 1×10.

Shinobi

Poche differenze rispetto al modello 2011. Sono stati aggiunti due modelli per offrire un più ampio ventaglio di prezzo. Il perno passante X-12 è presente solo sui due modelli top, dei quali il più caro avrà anche la forcella Fox 34 29er. La trasmissione 2×10 avrà rapporti corti per adattarsi ai ruotoni. Non mancano bash su tutti i modelli ed ISCG.

Tutte le front saranno disponibili in versioni 26″ e 29″.
I modelli sono quattro, dal top alle entry level:
Team (teali in carbonio)
Nitro, Charger e Storm in alluminio.
Le Nitro hanno sterzo conico e obliquo idroformato double butted che richiamano le forme delle fullsuspension.
Le Charger assomigliano alle Nitro ma con meno raffinatezze (tubi non double butted, tubo sterzo dritto 1 1/8) e le Storm sono le entry level.

Fonte