Nuova Nukeproof Scout

18

Dopo 5 anni di onorata carriera Nukeproof aggiorna la Scout alla sua terza versione. La front cattiva ha un nuovo telaio con profili delle tubazioni aggiornati, nuove geometrie e altri piccoli dettagli che andiamo a scoprire. Tutti gli allestimenti sono disponibili sia con ruote da 29 pollici che con ruote da 27.5.



.

Le nuove tubazioni sono a triplo spessore e idroformate, in lega di alluminio 6061 T6, per un peso complessivo di 2,35kg per il telaio da 27.5″. Sono studiate per offrire rigidezza strutturale e al contempo assorbimento ed elasticità dove necessario.

Come per la versione precedente, la nuova Scout è ottimizzata per forcelle da 140mm di escursione ma ha un’impostazione geometrica più moderna, in linea con il resto della gamma Nukeproof. L’angolo di sterzo è più disteso, l’angolo sella più verticale di 1° e le taglie sono più lunghe. La lunghezza del carro inoltre è proporzionale su ciascuna taglia.

Altri dettagli che completano le novità adottate sulla nuova Scout sono il portaoggetti sotto al top tube che si abbina al portaborraccia, le protezioni preformate in gomma e il forcellino UDH.

Geometrie Scout 275

Geometrie Scout 290

Allestimenti e prezzi

Il telaio della Scout sarà disponibile dalla prossima settimana al prezzo di 599 euro mentre per le bici complete occorrerà attendere i mesi estivi quando usciranno i 4 allestimenti disponibili: RS a €3.700, Elite a €3.100, Comp a €2.300 e Race a €1.750.

Nukeproof

 

Commenti

  1. Ho la versione 2017. Esteticamente è perfettamente identico eccetto il colore .E anche il mio è 6061 a triplo spessore, quando si dice il marketing...
    Ci sono certamente piccoli ritocchi alla geometria ma dopo tutti questi anni mi aspettavo mettessero i cavi completamente interni.
    Detto questo resta comunque un validissimo telaio da frontazza cattiva
  2. lorenzom89:

    si è la prima volta che vedo le misure "saggate" ed effettivamente sono molto più reali.

    comunque io le paragono con le bici che uso e che ho usato e di cui conosco tutte le geo non saggate. quindi un angolo da 64,5 non saggato che diventa un 66 saggato è comunque super aperta per quel che mi riguarda..
    per non parlare del wheelbase lunghissimo.. una front poi un pò di agilità la deve mantenere per aggirare qualche ostacolo e cambiare linea all'ultimo... non potrà mai essere una schiacciasassi come una full...
    Be, Infatti dico che è buono ma non estremo! non è un angolo da DH come dicevi.
    Poi in generale penso che potrei essere d'accordo con te anche se non ho mai provato una front dalle geometrie estreme. Se una front dovesse risultare poco agile, al pari di una full, allora perderebbe una delle caratteristiche per me fondamentali. Poi sono gusti.
Storia precedente

Il primo umano chiude il Brage Vestavik drop della Rampage

Storia successiva

Bici della settimana: l’Alutech Fanes di Claudiop77

Gli ultimi articoli in News