Nuova Stoll T2 e M2

Nuova Stoll T2 e M2

Marco Toniolo, 28/08/2020

Stoll presenta l’evoluzione del proprio telaio T1 e M1, oggetto di tante recensioni positive fra cui la nostra. Ricordiamo che il telaio rimane uguale, cambia però l’escursione fra il modello Trail T2 e quello Marathon M2. Viene prodotto in Germania presso BikeAhead.

Stoll M2, con 100 o 120mm di escursione

Cos’è cambiato

  • Telaio con sistema VPP di 300 grammi più leggero
  • 12% più rigido
  • Sospensione posteriore più sensibile ai piccoli urti
  • Maggiore spazio per il pneumatico posteriore
  • Nuova geometria con angolo sella più verticale, reach allungato e angolo sterzo più aperto.
  • Forcellino SRAM UDH.
  • Nuovo design

Stoll T2, con 140mm di escursione

Geometrie

Allestimenti e bici d’occasione

Stoll offre allestimenti custom per ciascun cliente, potete farvi un’idea dei prezzi sul loro sito. Ai proprietari dei modelli M1 e T1 viene data la possibilità di restituire la vecchia bici come acconto per la nuova (qui trovate il valore della vostra Stoll). Le vecchie Stoll verranno poi sistemate e rivendute a prezzi molto interessanti qui.

La prossima settimana Thomas Stoll viene a farci visita con le nuove bici, sapremo dunque darvi le prime impressioni di guida.

 

Commenti

  1. Valtrompia1970:

    Più che schiavi del marketing è che uno deve fare i conti con il proprio portafoglio ;)
    verissimo ma quante bici di gamma medio-alta o alta vedi in giro.... non poche, soprattutto ultimamente che la bici vanno molto "di moda". quelle sono tutte bici che facilmente passano i 5000. se uno non può o non vuole il discorso è chiuso ma in caso contrario nella maggior parte dei casi la gente si orienta sui marchi più noti e conosciuti (dopo le motivazioni possono essere le più varie) ma fatto stà che è così.
  2. friggi:

    verissimo ma quante bici di gamma medio-alta o alta vedi in giro.... non poche, soprattutto ultimamente che la bici vanno molto "di moda". quelle sono tutte bici che facilmente passano i 5000. se uno non può o non vuole il discorso è chiuso ma in caso contrario nella maggior parte dei casi la gente si orienta sui marchi più noti e conosciuti (dopo le motivazioni possono essere le più varie) ma fatto stà che è così.
    Molti bikers non sanno neanche che esistono cerchi marchi. Se dovessi chiedere nella squadra dove corro cos'è Stoll, Transition, Yeti ecc forse risponderebbero solo in 3