Galfer Disc Shark

Nuovi dischi Galfer Disc Shark

112

Novità in casa Galfer: il nuovo Disc Shark (squalo), che prende il nome dalle alette interne che ricordano i denti di uno squalo.

[Comunicato stampa] Galfer Bike lancia sul mercato la versione fissa del suo innovativo Disc Shark®, il disco freno per MTB più completo del momento. Grazie a un processo di produzione all’avanguardia che prevede il taglio a laser, ha raggiunto un design dalla geometria ottimale per garantire il massimo delle prestazioni.



.

Galfer Disc Shark

Una delle sue particolarità è rappresentata dalle alette interne dalle quali prende il nome il disco, ovvero Disc Shark®. Queste alette, insieme ai piccoli fori circolari interni della pista, consentono la riduzione della temperatura di esercizio del disco, mentre il design esterno Wave e le aperture trasversali della pista gli conferiscono una presa potente e uniforme su tutta la superficie a contatto con la pastiglia.

Con il Disc Shark®, la vita utile delle pastiglie aumenta tra il 25 e il 40% in condizioni di utilizzo normali.

Il Disc Shark® riduce drasticamente la temperatura di esercizio del 30% rispetto ai dischi freno di alta gamma attualmente sul mercato ed è costruito in un unico pezzo per avere una solidità maggiore.

Galfer Disc Shark

Grazie al design Disc Shark®, questo disco richiede una pressione inferiore sul circuito frenante anche nelle condizioni più gravose, determinando uno sforzo di frenata minore. Ciò si traduce in una potenza di frenata del 5-10% superiore in condizioni normali.

Il design ottimizzato rende il Disc Shark® più leggero rispetto alla maggior parte dei dischi freno di alta gamma presenti sul mercato, sia per quanto riguarda la pista che il nucleo.

Anche nelle condizioni di temperatura più sfavorevoli (con elevati dislivelli, alte velocità, alte temperature ambientali e peso elevato), il disco Disc Shark® mantiene un comportamento stabile e regolare in qualsiasi situazione. Il design strutturale si adatta ai diversi diametri del disco per raggiungere la giusta rigidità indipendentemente dalla dimensione.

 Galfer Shark

“Da quando ho provato il nuovo Disc Shark® di Galfer Bike posso contare su un aumento della potenza di frenata e una grande stabilità in qualsiasi momento. Il freno risponde allo stesso modo in qualsiasi situazione, anche estrema, e anche grazie alle pastiglie freno Galfer Pro, il controllo della frenata risulta eccellente. Abbiamo inoltre provato a ridurre la dimensione del disco della bici da Enduro a ø180 mm per ottenere un’azione più progressiva e ridurre contemporaneamente il peso. Anche con il disco da ø180 mm non ho avuto alcun problema di sollecitazione o surriscaldamento in nessuna circostanza.” – Martin Maes

Opzioni

  • ø180×2.0mm – 127g – €85 + iva
  • ø203×2.0mm – 174g – €90 + iva
  • ø223×2.0mm – 237g – €95 + iva

Galfer

 

Commenti

  1. NenaGT89:

    Mi chiedo perché non abbiano mai pensato a dei dischi baffati per le MTB... secondo me sono efficaci!
    Se ci pensi bene queste sono baffature, solo che essendo il disco così sottile tanto vale farle passanti
  2. sideman:

    A parte che stilisticamente cosa abbia di bellino non lo so, poi ha il problema che va bene su pinze Hope, sulla maggior parte delle altre va limato il nottolino, se per questo a 50 euro allora prendo l'MDR o a 80 il Battfly s3
    Non mi risulta, li monto da anni su Formula Oro, su Shimano Saint e ora su Shimano XT…ma dove leggi ste caxxate?
    :smile:
  3. Quando non fai nulla di nuovo ma lo vuoi comunque spacciare per la novità del secolo ultra prestante e ineguagliabile per giustificare il prezzo assolutamente folle . Poi alla fine è un disco bello forato come ce ne sono da sempre vedi vecchi formula o avid o hope giusto per dirne 3 a caso, profilo wave è anni che lo utilizzano praticamente tutti, spessore da 2 anche qua nulla di nuovo, produzione all'avanguardia con taglio al laser tanto meno, alette interne shimano le usa da parecchio e non è il solo e la costruzione in pezzo singolo c'è da quando sono nati i dischi. Quindi di nuovo cosa c'è? Oltretutto l'unico disco galfer che ho avuto, usato l'anno scorso sulla trail, non è durato una mazza si è scavato nella parte centrale come mai successo con nessun altro disco, nemmeno con vecchie porcherie di anni fa che costavano 15€ forse.
Storia precedente

Petropolis: Schurter eguaglia il record di vittorie di Absalon

Storia successiva

Coppa del mondo XCO con presenza obbligatoria?

Gli ultimi articoli in News

Nuova DVO Diamond 36

DVO presenta la nuova Diamond 36, una forcella per ruote da 29 pollici con escursione 140-150…