Nuovo Giro Manifest con Spherical MIPS

Nuovo Giro Manifest con Spherical MIPS

Francesco Mazza, 07/05/2020
Whatsapp
Francesco Mazza, 07/05/2020

Giro presenta un nuovo casco di alta gamma da trail con diverse caratteristiche interessanti tra le quali spicca assolutamente la recente tecnologia Spherical Technology powered by MIPS. Si tratta di un sistema studiato dal gruppo Bell-Giro in collaborazione con MIPS per ottimizzare al massimo l’integrazione nel casco dell’ormai celebre sistema di protezione che riduce il rischio di commozioni cerebrali in caso di caduta.

Il sistema Spherical MIPS è ottenuto tramite la sovrapposizione di due calotte in EPS a densità differenziata. Quella interna è realizzata con un EPS più soffice e restando a contatto con la testa fornisce il massimo comfort evitando il contatto diretto con la lamina plastica del classico sistema MIPS e permettendo una migliore gestione delle imbottiture. Quella esterna rappresenta la calotta vera e propria del casco ed è realizzata in un EPS più resistente, è libera di muoversi di alcuni gradi in ogni direzione sulla calotta interna e questo consente, in caso di urti violenti, di dissipare la forza rotazionale. Inoltre garantisce maggiore comfort durante la guida nei tratti sconnessi essendo un sistema flottante che isola il peso della calotta esterna.

Le feature interessanti in termini di sicurezza non si fermano qui. Il nuovo Giro Manifest è dotato di sistema AURA, un arco in policarbonato che migliora la rigidezza e la robustezza della calotta esterna del sistema Spherical.

La ventilazione resta comunque abbondante grazie ai 19 passaggi di generose dimensioni. L’inclinazione della visiera è regolabile su un range di 15° ed è in grado di alzarsi sufficientemente per ospitare la maschera quando non è indossata.

Il sistema Roc Loc Trail Air gestisce tramite una comoda rotella la chiusura del casco e grazie al morbido rivestimento in gomma risulta confortevole sulla zona occipitale.

Le fibbiette invece si allacciano in modo sicure ed estremamente semplice tramite il sistema magnetico Fidlock.

Le imbottiture in XT2 sono anti-microbiche e a rapida asciugatura. Rivestono buona parte della calotta interna e non lasciano punti della calotta scoperti che potrebbero risultare poco confortevoli.

La parte posteriore del casco ospita un inserto in gomma che fornisce grip all’elastico della maschera evitando che possa scivolare. Due bande riflettenti sul retro del casco rendono la guida sicura quando si pedala su strade aperte al traffico in condizioni di scarsa luce.

Anche gli occhiali si possono posizionare sul casco quando non li si vuole indossare e restano saldamente in posizione grazie a piccoli inserti in gomma che trattengono le stanghette in sede.

Sette le colorazioni disponibili per il nuovo modello di casa Giro.

Il peso del casco in taglia M è di 346 grammi in taglia M.
Il prezzo del nuovo Giro Manifest è di €270.

Giro

 

Commenti

  1. ma sbaglio o il mercato dei caschi e degli accessori in generale sta prendendo una brutta piega, riuscite a giustificarmi i 270€ di listino?
  2. Estetica non male in linea con i caschi moderni ma anche se tecnologico (che poi alla fine cosa?)il prezzo è decisamente alto e ingiustificato.
  3. Ma metterci anche il ripieno a nido d'ape che usano la Bontrager e la Smith, due strati di carbonio e una spruzzatina di grafene, no?
    Così, tanto per gradire.
    Se dobbiamo spendere...esageriamo!