Perchè odio il passaggio dei cavi nella serie sterzo

108

Dal punto di vista del meccanico, il passaggio dei cavi nella serie sterzo è un incubo. Cambiare le guaine o anche solo abbassare il manubrio diventa spesso un’impresa titanica che non sempre va a buon fine.

Da quello dell’utilizzatore finale, soprattutto di chi non si fa da solo la manutenzione, è invece un passo avanti a livello estetico e pratico. Guaine e tubi freno non si muovono quando uno sterza, non vanno a rigare il telaio che dunque non ha bisogno di essere pellicolato e protetto, offrono meno superficie di attacco a rami ed arbusti.



.

E poi le bici sono più belle esteticamente, su quello non ci piove.

E voi cosa ne pensate?

In collaborazione con Bike Lab.

Commenti

  1. simonedic:

    scomodi per la manutenzione.
    ma il telaio viene costruito in maniera diversa ( guarda nuova scott scale) molto pulito più rigido senza buchi e veramente più bello esteticamente.
    anche perchè se pensiamo che in un futuro ci saranno sempre più cambi elettronici i cavi diminuiranno
    più rigido perché mancano due buchini laterali? Piuttosto pIù economico da produrre
  2. sinceramente preferisco i cavi fuori , Mi pare piu' aggressiva e non da ''fighette '' , Pure le macchine tempo fa erano piu' lisce ,senza fonzoli, ora sono tornate ai profili piu' aggressivi ed esteticamente piu belli,.
  3. Per me che come tanti di voi faccio quasi tutto in garage è una tragedia, ma ho paura che se fanno tutti così siamo fottuti a un certo punto non ci saranno più telai coi buchi laterali, come faremo?
Storia precedente

Balkan Express

Storia successiva

Unno in DH World Cup con un factory team

Gli ultimi articoli in Tech Corner