Quali gomme per l’estate?

Quali gomme per l’estate?

25/06/2014
Whatsapp
25/06/2014

L’estate è alle porte: i freddi ed umidi mesi invernali sono ormai un ricordo ed è ora di preparare le nostre bici per la bella stagione. Le giornate si allungano, i giri pure così come le alte vette cominciano ad essere pedalabili.

Cambiano i tipi di giro, cambiano i terreni: quali sono le gomme più adatte per la stagione estiva?

Il disegno

Gomme tassellate o scorrevoli? Il disegno è il parametro più importante per scegliere la gomma giusta.

Partiamo dal disegno, ovvero dalla scolpitura o tassellatura. L’obiettivo del tassello è quello di penetrare nel terreno, conficcandosi dentro di esso e producendo quell’ingranamento che ci permette di avere il grip necessario a pedalare, frenare e curvare.

Worlds Report 1Viene da sé che affinché il tassello possa conficcarsi nel terreno quest’ultimo debba essere morbido, cedevole. Quando il terreno è duro e compatto il tassello non riesce a penetrare e si schiaccia sotto il peso del rider.

D’estate, con l’innalzarsi delle temperature e l’aumentare delle ore di sole, il terreno tende naturalmente ad asciugarsi, diventando duro, compatto. Difficile trovare durante la stagione estiva soffici singletrack nel sottobosco, in genere il terreno tipico che si trova in questi mesi è terra compatta con un po’ di ghiaia o di brecciolino sopra, terreno molto insidioso tra l’altro.

02

Serve quindi tanto tassello? La risposta è no. Essendo il substrato del terreno duro e compatto, un tassello pronunciato è inutile visto che non riesce a penetrarvi. Anzi, un tassello pronunciato può essere anche controproducente, visto che si piega e flette sotto il peso.

Meglio quindi una gomma con tassellatura più bassa, magari con tasselli più piccoli ma fitti, in modo da avere più spigoli a disposizione e mordere meglio sul substrato duro.

03

Sicuramente quindi la scelta di una gomma scorrevole (intendo con “scorrevole” una gomma con tasselli piccoli, bassi e fitti) è una scelta ottimale per la stagione estiva, soprattutto per il posteriore. Crossmark, Ardent, Larsen, le varie Schwalbe Rocket Ron o le Rocket Razor: sono decine le gomme di questa tipologia, con sezioni più o meno generose.

Chi pratica XC potrà scegliere una gomma scorrevole anche davanti, chi pratica AM o enduro è meglio che accoppi ad una gomma scorrevole dietro qualcosa di più tassellato davanti, magari con una buona tassellatura laterale per avere un buon grip in curva e sulle contropendenze.

04

…e per i bike park? Il bike park è un terreno insidioso. Con i numerosi passaggi, specialmente durante la stagione secca, è facile che si formi e depositi sui tracciati moltissima sabbia fine o polvere. La polvere è molto insidiosa perchè garantisce pochissimo grip, senza contare le ruote affondano causando spesso rovinose cadute.

In condizioni di polvere quanto abbiamo detto sulle gomme poco tassellate non ha alcun valore. Sulla polvere serve un buon tassello per andare a far presa sullo strato compatto sottostante, proprio come sul fango. Ecco quindi che in park particolarmente polverosi delle gomme da fango o da bagnato possono rivelarsi delle valide alleate: grazie ai tasselli radi e pronunciati penetrano molto bene lo strato di polvere e sabbia andando a prendere sul terreno duro sottostante. Provare per credere!

La sezione

Gomma larga o stretta? Sulla sezione della gomma ci sono diverse filosofie di pensiero.

05

Da un lato la gomma stretta assicura una miglior scorrevolezza sui terreni compatti ed in generale è più facile da pedalare. Se per chi pratica XC si tratta di una scelta sicuramente vantaggiosa per la stagione estiva, non è detto che lo stesso discorso valga per chi pratica all mountain.

D’estate infatti si tende a salire di quota. Si abbandonano le salite asfaltate e ci si porta verso le alte vette, dove l’asfalto (per fortuna) non c’è ed il suo posto viene spesso preso da ghiaia o terreni rocciosi. Le classiche strade di alta montagna sono quasi sempre delle pietraie.

Una gomma larga può essere d’aiuto in queste situazioni. E’ vero, essendo più grossa sicuramente scorre peggio sul compatto, ma grazie al maggior volume è possibile tenere pressioni di esercizio più basse, la gomma ha una superficie di appoggio maggiore e quindi galleggia meglio, soprattutto su terreni ghiaiosi. Il maggior volume poi migliora il comfort, ma cosa più importante migliora la trazione e l’assorbimento degli ostacoli, il che si traduce in una miglior resa in pedalata sui terreni accidentati.

06

Provate a percorrere una sassosa militare di alta montagna con una gommina da 2.00 e poi con una 2.35, noterete che con la seconda farete molta meno fatica.

La mescola

Ultimo ma non meno importante parametro è la mescola.

Una credenza piuttosto diffusa tra i bikers è che una mescola morbida assicuri più grip. Ecco perchè si cerca di montare sempre una gomma più morbida davanti ed ecco perchè chi fa discesa utilizza gomme super soft sia davanti che dietro.

07

Questa da un lato è vero: mescola più morbida significa maggior attrito tra battistrada e terreno, ma bisogna considerare anche la flessione del tassello. Quando il terreno diventa duro e compatto abbiamo detto che il tassello non riesce a penetrarvi. Il peso del rider (più tutto il carico della forza centrifuga o della spinta delle braccia/gambe per caricare la ruota) gravano però sulla gomma, che appoggia solo sui tasselli. Il tassello è di gomma e più la mescola della gomma è morbida più questo tende a piegarsi.

Il risultato? Su un terreno compatto ed asciutto una mescola troppo morbida può far flettere eccessivamente i tasselli, riducendo il grip complessivo della gomma. Il copertone risulta molle, cedevole in curva.

08

Ecco perchè durante la stagione estiva è meglio montare gomme a mescola più dura. Non essendoci bagnato o terreni viscidi, la mescola morbia serve oggettivamente a poco. Meglio un tassello duro che sia rigido e prenda bene di spigolo senza flettere. Se proprio non riusciamo a fare a meno del grip di una mescola morbida, possiamo sempre puntare su gomme a doppia o tripla mescola. Grazie ad “un’ossatura” di gomma più dura all’interno del tessello, le gomme a mescola differenziata riescono ad avere un battistrada morbido pur evitando la flessione del tassello. Sono però più costose.

 

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
AleCast73VA
AleCast73VA

infatti ora è estate, sto prendendo le maxxis ardent, le schwalbe rapid rop sono già alla frutta dopo 1 mese!

simone_94
simone_94

si vero, fatte fuori anche io in 1 mese…. che tristezza

Cecio

“i freddi ed umidi mesi invernali sono ormai un ricordo” …
Scusa, ma dove vivi? 😉
A me sembra di essere ancora in pieno autunno, oggi soprattutto. Infatti devo proprio cambiare il posteriore e il tuo articolo capita a pennello, ma se il meteo va avanti così ho forti dubbi su cosa montare.

Vinc3
Vinc3

Qui c’è caldo ormai da tanto, e quando dico caldo intendo temperature al di sopra dei 30° per praticamente tutta la giornata. Piuttosto dove vivi tu?! D:

Cecio

al centro nord il tempo fa schifo da due settimane … stamattina ho dovuto spingere su una mulattiera in salita perchè era umida e scivolosa come mi capita di trovarla in inverno. sicuramente non monterò gomme “leggere”

LELEAIR23
LELEAIR23

A Milano diluvia come se fosse Novembre…altro che estate

BrunoGe
BrunoGe

Io uso tutto l’anno ibex edc da 2.25 mordida ant e dura post, sulla dixon e michelin wild grip 2 da 2.35 sulla beef cake, tutte tubless. Mi trovo veramente bene in quasi ogni condizione, in Liguria non farà freddissimo ma trovi una miriade di fondi e rocce.

Chiedo a voi tester del forum, che di bici e gomme ve ne passano sotto al sedere, giusto a titolo informativo e per facilitare la scelta, li fate due nomi di marche e modelli da consigliare?

Roberto ensabella
Roberto ensabella

Non vorrei dire, ok che è iniziata l’estate, ma il solstizio (cioè la giornata più lunga) c’è stato sabato scorso (21 giugno), da qui in avanti le giornate si accorciano… purtroppo!
Ovvio che le temperature a luglio-agosto si alzano e avremo sole a sufficienza almeno per altri 3 mesi per pedalare!

Cipox
Cipox

ciao Danybiker ti scrivo per chiederti un consiglio nel gruppo di amici con cui pedalo ormai utilizziamo quasi tutti copertoni senza camere con il lattice antiforatura e ci troviamo tutti molto bene. nonostante questo 1 amico in particolare con dei gusti diciamo un po’ retro si ostina ad utilizzare le camere d’aria ed infatti in ogni uscita buca almeno un paio di volte…costringendoci a noiose pause per cambiare la camera d’aria bucata. oltretutto lo stesso amico sovente si dimentica di portarsi le camere d’aria di scorta e quindi da fondo alle nostre riserve di emergenza.
potresti consigliarmi una buona accoppiata di gomme robuste ma scorrevoli e leggere da suggerire a questo nostro amico ostinato nell’uso delle antiche camere d’aria…grazie

Replay72
Replay72

Ditegli di usare le Geax TNT e dovrebbe iniziare a bucare molto meno… Sono gomme pesantucce ma robuste.

Alessio-7791
Alessio-7791

Le camere d’aria si usano anche con il lattice dentro,come le michelin,,quindi non capisco come fai a dire che quest’ultime sono antiche !!! Infatti anche con le tubeless rimani a piedi e senza camera e’ un priblema.. Io uso ancora le camere :-;

Mattdec
Mattdec

fategli prendere il fascie protettive in kevlar, e camere d’aria latticizzate per le forature laterali… e non rimarrà mai più a terra…

menollix
menollix

Io cambio le gomme quando sono finite, non in base alla stagione ! 😀
Sono l’unico?

Velocity
Velocity

Anch’io le cambio quando sono finite o se le taglio…Quest’anno arrivato il caldo (si fa per dire dato che piove continuamente)per la prima volta e giusto perche’ gia ce l’avevo ho cambiato l’anteriore con una gomma identica ma con mescola dura al posto della supertacky….

silverh
silverh

Ho appena comprato una coppia di Schwalbe Magic Mary in 2,35 sia ant. che post, ma mi sà che non vanno bene per la stagione estiva….

Nomad 42
Nomad 42

per l’anteriore è fantastica sia sul bagnato che sul secco, sul mosso che sul sasso fisso, mescola “trai”l o “vert”, la miglior gomma da enduro che abbia mai provato assieme ai minnion maxxis
per il posteriore invece andrei con gomme un po’ più strette e decisamente più scorrevoli con mescola dura “peace”

Deroma
Deroma

io monto da un paio di stagioni le small block eight e dopo averle fatte provare oramai ho convinto tutta la compagnia (8 bikers), ci troviamo benissimo per i terreni non cedevoli secondo me hanno un grip buonissimo oltre ad essere molto scorrevoli.
un pò delicate forse verso le forature ma prima o poi le latticizzo eeeeeeeeeeeeeee si

Jaco MtB
Jaco MtB

Io mi trovo meglio con una buona tassellatura anteriore (Nobby) inj ogni stagione e su ogni terreno: asfalto a parte,se il terreno è ghiaioso,la tassellatura mi offe più grip rispetto a una gomma poco aggressiva e che quindi tende a restare sullo strato di ghiaia superficiale,ma questo alla minima sollecitazione si muove portando con sé tutta la bici. Saltuariamente fango o terreno molto soffice e incoerente si trova. Per la terra secca vale il discorso ghiaia: preferisco una gomma che agganci bene piuttosto che passare sullo smosso superficiale. L’erba (viva o secca) va secondo me bypasssata per mordere sotto. Anche al posteriore mi piace avere un minimo di grip,ma quello serve di più a trarsi di impaccio da condizioni difficili che capitano durante l’uscita.
Secondo me,dove giro io e per il mio stile di guida,se al posteriore una gomma extra-scorrevole può avere un senso all’anteriore meglio una gomma di buona (ma non eccessiva) tassellatura

Replay72
Replay72

Anch’io all’anteriore in qualsiasi stagione preferisco una gomma ben tassellata e con una buona tenuta laterale: attualmente monto una Kenda Honey Badger Pro 29″ x 2.2 che trovo abbastanza polivalente su vari tipi di fondo. Al posteriore, invece, bado un po’ di più alla scorrevolezza ma voglio anche lì una gomma che mi dia un certo grip. In inverno avevo una Geax Saguaro TNT 2.2 (dalla buona aderenza ma un po’ pesante) che ho sostituito con una Geax Barro Race TNT 2.0 e poi, dopo aver consumato anche questa, con una Kenda Kommando 1.90. All’inizio avevo montato la Kommando in senso “speed” e mi sono accorto che aveva un buon grip sui fondi compatti ma lo perdeva su quelli smossi e sulle rocce: a quel punto l’ho girata al contrario e devo dire che, tenendola a pressioni sui 2 bar, mi ha dato una buona aderenza anche sulla ghiaia e sullo sconnesso. Gli unici difetti sono lo scarso comfort in discesa (è una gomma relativamente stretta e sottile e le asperità del terreno si sentono parecchio) ed il fatto che non mi dà la sicurezza che mi facevano avvertire altre coperture che ho usato in passato (ma quì forse entra in gioco un fattore psicologico): credo che in futuro non scenderò sotto i 2.0 di sezione anche dietro.

FabioBt
FabioBt

High Roller 2 2,35 Anteriore e Crossmark 2,25 Posteriore tutto l’anno,scorrevolezza e tenuta in tutte le stagioni!

Nomad 42
Nomad 42

io è un paio di mesi che uso per fare AM 2 gomme da 4″ (fat bike) e sinceramente vi dico che tornare indietro alle gommINE da 2.4″ non se ne parla proprio… anzi, sto pensando ad una 4.8 per l’anteriore!!!
PS: prima di sentenziare provare per credere!!!! 😉

8mat7
8mat7

Sulla mia front ho montato la FatAlbert da 2.25 davanti e il Nevegal da 2.10 dietro… Ovviamente 26 pollici…

lokis
lokis

Stasera monto le gomme da fango . . . . magari smette di piovere

mirko.trebeschi
mirko.trebeschi

2,25 ant e post.
In inverno uso le Schwalbe Black Shark. Quando (se…) il terreno inizia a essere più secco Nobby Nic performance.
Mi trovo abbastanza bene in entrambe le situazioni anche se mi piacerebbe provare pneumatici più larghi ma temo non entrino!
P.S. Io preferisco la camera d’aria al lattice… Lo so: sono antiquato…

Alessio-7791
Alessio-7791

Anch’io sono antiquato…uso camera con lattice e cambio gomme quando sono usurate

David Roilo
David Roilo

Io ho una domanda: ha senso montare gomme da 2.4 su cerchi da 19mm?
Ho visto che diverse trailbikes in commercio hanno ancora cerchi così stretti (e sui siti dei produttori si dice che in effetti gomme così possono andare, ma non so quanto fidarmi).
Io sto per fare il cambio gomme e non so se scendere di larghezza, ho anche io cerchi da 19mm.

Daniel Naftali
Daniel Naftali

Secondo me un 2.4 richiederebbe almeno un canale da 21mm… Poi dipende da che 2.4, perchè alcuni son più stretti di altri.

David Roilo
David Roilo

Grazie!

landobuzza
landobuzza

io uso gato 1.9 tnt avanti e dietro l’inverno…… aka tnt in primavera per fare un pò di fondo e nobby nic 2.10 dd anteriore e racing ralph posteriore l’estate per la montagna…..ho provato all’anteriore la 2.25 ma sui miei cerchi (shimano xt) e per il mio stile di guida non vanno bene. troppa flessione e spanciano troppo………

Louchian
Louchian

Maxxis ardent 2.25 tutto l’anno,anche se con il fango non siano il massimo,ma si sa la gomma perfetta non esiste.

ilDani
ilDani

Io faccio AM/enduro, ho usato sempre schwalbe, sono affezionato 😉 per quasi tutta le stagioni uso al posteriore Hans Dampf mescola pace star, all’anteriore muddy mary trail star, adesso è ora di cambiare l’anteriore, letto l’articolo, mi sa che il muddy mary per l’estate non è indicatissimo, con hans dampf mescola trail star cosa ne dite? c’è qualcuno che ha impressioni ecc? all’anteriore non l’ho mai provata oppure in casa schwalbe?

iron40
iron40

Alla fine prima mi facevo mille seghe mentali, ma alla fine ho sempre degli high roller 2 per far tutto, anche per pedalare. Vanno bene anche sul fango e se non vanno bene fanno scuola..

Dimi27
Dimi27

Fat albert 2.25 ant. Smart Sam performance latticizzata da 2.25 post. Tutto l anno 🙂

#mainagioia
#mainagioia

Daniel, ha una logica, su terreni polverosi, usare pressioni un filo più alte (un filo, non tanto rispetto ai soliti 1.6-2.0) per aiutare la tassellatura ad arrivare meglio allo strato compatto sottostante?

David Fregoli

Questa estate vado di Ikon Exo 2.35