Scarpe MTB

Quali scarpe da MTB?

66

Nella mia vita di biker le ho provate tutte: scarpe da MTB per pedali flat, scarpe per lo sgancio rapido, scarpette da cross country, scarpe da enduro, da trail, impermeabili, da trekking, ecc. Il problema che ho riscontrato più spesso è stato quello della compatibilità dei vari sistemi a sgancio rapido con i diversi marchi di scarpe. Ecco un’analisi.


Le scarpe in prova


.

Scarpa Leatt
Scarpa 5/10 con sgancio rapido
Scarpa 5/10 flat
Scarpa Crankbrothers
Scarpa Specialized 2f0 Roost clip mountain
Unparallel UpLink

I problemi delle scarpe da MTB

Al di là delle scarpe da pedali flat, dove il funzionamento è molto semplice e la differenza sostanziale è data dalla suola e dal suo materiale, i problemi affiorano quando si abbinano delle scarpe che non sono state progettate per uno specifico sistema a sgancio rapido.

Sul mercato troviamo due marchi che hanno a catalogo pedali e scarpe: Crank Brothers e Shimano. È proprio sui primi che mi concentrerei, perché hanno delle tacchette più basse di qualche millimetro rispetto alla concorrenza (Shimano, HT, Time, DMR, ecc). È quindi necessario mettervi degli spessori sotto per evitare che la tacchetta sia troppo profonda, con conseguenti problemi di aggancio e soprattutto sgancio dal pedale. Infatti la gomma della suola può incastrarsi nei pin dei pedali, rendendo molto difficile lo sgancio, con rischio di caduta del rider.

Crank Brothers ha preso il toro dalle corna qualche tempo fa, offrendo delle scarpe da enduro specifiche per i propri pedali. Arrivano con la tacchetta già montata e non si può che rimanere stupiti dalla velocità e semplicità della manovra di attacco/stacco (vedere video).

Altri fattori da tenere in considerazione, oltre all’aspetto, è la rigidità della suola, il peso della scarpa, la sua traspirabilità, la protezione che offre ed il sistema di chiusura, che deve tenere i lacci fissi con qualche stratagemma, per evitare che si vadano ad impigliare nella bici.

Quali sono le vostre scarpe preferite? Quale sistema usate?

 

Commenti

  1. Ciao, sto valutando di passare a pedali clipless in quanto ho le scarpe flat che stanno dando gli ultimi. Oltre alla paura del non riuscire a sganciarmi (paura che credo si perda dopo qualche utilizzo), ho un grosso dubbio in quanto ho le ginocchia valghe e non vorrei che, utilizzando pedali che mi tengono fisso, mi possano dare problemi alle articolazioni, oltre a magari ad avere sganci involontari. Dall'altra penso che forse potrebbe essere il sistema migliore per aiutarmi proprio con quel problema, tenendo le gambe nella posizione corretta e facendo affaticare meno le gambe in discesa e magari dandomi una leggere "raddrizzata" (spero di essermi spiegato bene). Quale delle due opzioni è quella più verosimile :mrgreen:
  2. monorotula:

    Le ginocchia valghe, o vare, le hanno in tanti (tra cui io); non ho mai sentito nessuno citare problemi di incompatibilità coi clipless; il che vuol dir poco, naturalmente. E' anche vero che la tacchetta non può sopperire nè adattarsi alla morfologia delle ginocchia (al limite a quella del piede). Una cosa che potrebbe aiutare, se non li hai già, sono dei plantari, per cui io più che dal biomeccanico andrei da un ortopedico che si occupi di postura.
    Ok, ora sono in confusione ahah

    Dici che basta che mi "butti" sui clipless? La mia paura era un po l'incompatibilità. Per quanto riguarda le suolette, ce le ho e le use nelle scarpe di tutti i giorni, ovviamente non pensavo di prendere i clipless per raddrizzare le ginocchia
  3. Io sempre avuto spd, da 6 mesi più o meno Crank brothers e mi sono chiesto perché non avevo cambiato prima… o meglio, mi sto trovando da Dio con i mallet in combo con una scarpa da enduro Northwave e credo li terrò a lungo. Unico update , comprerò pure le scarpe CB.
Storia precedente

La nuova gamma gravity di Continental

Storia successiva

Continental Rolls Out All New Gravity Tire Lineup

Gli ultimi articoli in Test