Quando le mucche se ne fregano della gara (e dei campioni del mondo)

Quando le mucche se ne fregano della gara (e dei campioni del mondo)

Marco Toniolo, 21/08/2020

Alla tappa odierna della Swiss Epic i primi in classifica, Nino Schurter e Lars Forster, sono finiti dietro ad una mucca che evidentemente non aveva letto i cartelli del passaggio della gara.

Commenti

  1. uomoscarpia:

    Esatto, forse in molti lo dimenticano, la mucca mica è un animale autoctono, anzi è proprio inadatto alle valli alpine
    infatti in certi posti le mucche moderne non riescono neanche a salire. C'era tutto un articolo sulla "vera" mucca svizzera, molto più snella delle portaerei che si vedono adesso e che letteralmente demoliscono ogni cosa su cui passano (vedere prati umidi).

    Eccolo: https://www.swissinfo.ch/ita/tutte-le-notizie-in-breve/mucche-svizzere-sempre-pi%C3%B9-grosse-e-pesanti--verso-nuovo--modello--/44318984
  2. marco:

    infatti in certi posti le mucche moderne non riescono neanche a salire. C'era tutto un articolo sulla "vera" mucca svizzera, molto più snella delle portaerei che si vedono adesso e che letteralmente demoliscono ogni cosa su cui passano (vedere prati umidi).

    Eccolo: https://www.swissinfo.ch/ita/tutte-le-notizie-in-breve/mucche-svizzere-sempre-più-grosse-e-pesanti--verso-nuovo--modello--/44318984
    Si in effetti le bestie che si vedono spesso nei pascoli sembrano le custodie delle razze che storicamente frequentavano più o meno spontaneamente i pascoli anni fa (v. Bruna alpina).
    Purtroppo è sempre più una questione di quantità e meno di qualità.
 

TRAININGS AND ROUTES