Quarto furto in 3 anni: Chientibike chiede aiuto

Quarto furto in 3 anni: Chientibike chiede aiuto

Staff, 05/03/2020
Whatsapp
Staff, 05/03/2020

 

Chientibike ha subito il quarto furto in tre anni, ed è ora in ginocchio. Ha lanciato una campagna Gofundme, se volete dare una mano questo è il link.

 

Commenti

  1. saetta1980:

    Quindi non ci si può lamentare dei furti perché le e-bike sono care e vengono rivendute rubate a prezzi “ onesti “ ??? Ma non scherziamo !! Dunque siccome un bene e’ venduto ad prezzo elevato (poi sarebbe interessante capire chi lo stabilisce se è elevato o no ) allora è lecito rubarlo perché la colpa è di chi lo fabbrica/vende a quella cifra non consentendo a tutti di permetterselo.
    Il riferimento non è alle e-bike ma alle bike in generale. Smonta una bike e dopo chiediti se realmente vale quei soldi. Mai detto che è lecito rubare, questo lo stai dicendo te. Ho detto che dovrebbero essere presi a bastonate in piazza. Ma se esiste un mercato delle bici rubate forse uno due domande se le deve porre.
  2. Valtrompia1970:

    Però stavamo parlando di furti mirati e non certo del cancello da 20 euro. Quattro negozi vicino a casa mia hanno subito un furto nell'ultimo anno e mezzo. Se viene fatto questo tipo di furto è perchè il mercato delle bici rubate viaggia. Vuol dire che c'è un certo numero di persone che si rivolge a questo mercato perchè probabilmente non si può permettere quel tipo di bike a quel prezzo. Forse se i prezzi fossero un poco più onesti magari il numero delle persone che si rivolge a quel tipo di mercato diminuirebbe. Diminuento forse diminuirebbe anche il numero di furti. Magari quello che dico è solo utopia
    Forse mi spiego male io; il problema dei furti non è la sopravvalutazione del bene, il problema è che NON DEVONO RUBARE! io i soldi miei lì spendo come, dove e per cosa ritengo più giusto, devo essere libero di finire il mio giro in bici e andare a bermi una birra in pace senza che ogni 30 secondi debba buttare un occhio fuori dal bar. NON DEVONO RUBARE e le persone devo smettere di usare il politicamente corretto, bisogna tornare ad identificare le persone per quello che sono LADRI non persone disagiate.
  3. Valtrompia1970:

    Bene, allora non lamentiamoci dei furti. Finchè i prezzi saranno questi, i furti continueranno ad esserci ed esisterà sempre un mercato di bici rubate a prezzi onesti. E' questo ha dell'assurdo.
    Vedere una Ducati che costa molto meno di una Specialized elettrica ha dell'incredibile.
    Sbagli. C'è il ragazzino che per non spendere 9,90 ruba la custodia del galaxy s10 da 1000€, che la nonnina o il nonnino che ruba il CD da 4,90 o il tossico che entra in negozio con le borse schermate a rubare consolle o gopro per rivendere a una miseria per comprare le dosi... Alla fine, dei 3 casi in esempio, uno lo fa per "bisogno" , uno perché cleptomane, un altro solo per sfidare gli altri. Anche con le piccole cose, anche per oggetti che potresti permetterti benissimo... E quello che non ti puoi permettere lo lasci lì.
    Posso darti ragione sui prezzi troppo esosi delle bici, in rapporto alla difficoltà industriale, ma lo sappiamo che il brand, l'esclusività (apple docet ma non solo lei) e il fatto che credo che si costruiscano meno bici in carbonio che monster, hornet o vesponi 4 tempi, in una parola la tiratura del bene prodotto, influiscono sul prezzo. Semmai, paragona una sworks a caso con una panigale... Che costa comunque il doppio o più della bici più cara.
    My 2 cents...