• it
  • en
  • es

Questi sono stati i Great Days 2019

Questi sono stati i Great Days 2019

20/07/2019
Whatsapp
20/07/2019

[Report di Carosello 3000] Dal 12 al 14 luglio sono andati in scena i Great Days 2019. Tre giorni di evento ideato per celebrare insieme la bellezza della Montagna e l’amore per uno degli sport outdoor che più appassiona: la mountain-bike. Come location la rete sentieristica del Mountain Park Carosello 3000 a Livigno. Ecco nel dettaglio cosa è accaduto.

Ndr: erano presenti anche i vincitori del nostro gioco a premi. Potete vedere le loro foto qui.

Venerdì 12 luglio / Benvenuti nel Piccolo Tibet

Sunset Ride: I partecipanti hanno potuto beneficiare di una risalita a 3000 metri di quota con le ultime luci del giorno. Dopo la foto di gruppo alla Freedom Eagle (scultura simbolo dell’Outdoor che rivisita il logo di Carosello 3000) ci si è avviati in gruppo per una discesa di 1000 metri di dislivello sui sentieri Coast to Coast, H-Dream (Hutr) e Blueberry Line. Nel mezzo uno stop in una suggestiva location con vista sul lago di Livigno dove i partecipanti sono stati accolti da un aperitivo con prodotti tipici della valle di Livigno, durante il quale sono state presentate le iniziative del week-end.

Festa di benvenuto al Marco’s Pub: Dopo la cena a base di gustose carni a km 0, si è assistito alla proiezione del video “Transnaples”, un progetto di Hans Rey che intende mostrare la bellezza di andare in mountain-bike persino nei dintorni delle grandi metropoli. Al termine del film l’atmosfera è stata riscaldata dalle note rock-blues della band Rock’n’Roll Kamikaze.

Sabato 13 luglio / Riding e Strategia

Tutti Frutti Team Challenge: Chi ha detto che un evento bike debba per forza essere basato su adrenalina e velocità? Nella Tutti Frutti Team Challenge contano più astuzia e immaginazione. Un mix tra caccia al tesoro e orienteering dove i team di partecipanti, dotati di una speciale mappa del percorso di 45 km, hanno dovuto trovare oggetti e persone, superare prove e partecipare a contest fotografici, il tutto utilizzando le storie di Instagram.
Scovare una mucca di razza Highlander, fare un bagno nel fiume Spöl e raggiungere l’innevato view-point del Madonon, sono solo alcune delle prove che i partecipanti hanno dovuto affrontare durante la Team Challenge.

Oppure trovare Wally: il famoso personaggio con la maglietta a righe bianche e rosse, che ha fatto la sua prima apparizione durante la Tutti Frutti Team Challenge, e che tornerà a girare sui sentieri di Carosello 3000 in alcuni week-end dell’estate. Chi lo scoverà dovrà essere agile con il proprio smartphone perché la foto più originale verrà premiata con particolari mtb gears.

Apres-bike e premiazioni: Se durante tutta la parte sportiva, il drink ufficiale dell’evento è stata la bevanda wellness Holy, a fine giornata ci si è rilassati all’après-bike sorseggiando la birra artigianale 1816, prodotta a Livigno nel noto Birrificio e spillata direttamente dalla botte da 500 L. installata su un vintage van di marca Volkswagen. E poi musica e momenti d’ilarità mentre tutti i team in gara salivano sul palco per conoscere il loro punteggio e ricevere i premi, tra cui i bike gear FTPro.

Domenica 14 luglio / Natura e Amicizia

Mtb Tours: La domenica mattina è stata invece dedicata al riding con diversi tour accompagnati dalle guide di Bike Livigno. Un enduro ride dove i partecipanti hanno avuto anche la possibilità di provare un tratto del nuovo sentiero The Bomb, un trail quasi interamente realizzato a mano che verrà ufficialmente aperto al pubblico i primi di agosto. E l’e-mtb tour Wild Goat, durante il quale i partecipanti si sono addentrati nella selvaggia Val Federia alla scoperta di single-trails d’altri tempi.

Party nel Bosco: I partecipanti ai tour si sono poi ritrovati alla Baita del Plascianet per il Party nel bosco. Una festa di fine evento con grigliata all’aria aperta, nella quale ci si è divertiti insieme in un ambiente informale di amicizia. Il tutto circondati dalla natura e dalla musica unplugged chitarra e violino degli amici dello YetiDuo.

Alla manifestazione erano presenti
La campionessa italiana di Enduro Jessica Bormolini, orgoglio di Livigno attualmente impegnata nella riconferma del titolo nazionale, ma anche in competizione per la corona del mondiale WES (world e-bike series).
L’atleta paraolimpico svizzero Murat Pelit insieme ai ragazzi di Ti-Rex Sport, un’associazione che si occupa di stimolare le persone con disabilità motoria alla pratica di sport outdoor quali lo sci, il wake-board e naturalmente la mountain-bike.
Il pioniere della mountain-bike Hans Rey che molto ha contribuito allo sviluppo di Livigno come destinazione bike riconosciuta a livello internazionale ed ha recentemente disegnato il Tutti Frutti Epic Tour, un tour realizzabile in giornata che comprende la più bella ed accessibile sentieristica del Mountain Park Carosello 3000.
I Great Days di Livigno danno a tutti i bikers appuntamento per l’estate 2020 (le nuove date usciranno a breve) con nuovi ospiti e un programma ancora più avvincente all’insegna di natura, sport e amicizia.

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
pk71
pk71
Beh! Onore e gloria al tipo che nella 6^ foto utilizza il trike, penso che non possa utilizzare le gambe e quindi è UN GRADE!
tunerz
tunerz
E quanto va forte e sia pazzo,non potete capire..un grande

Secondo anno di great days per me..divertito un sacco come sempre,bei trail,ottima organizzazione..sicuro ci sarò nuovamente il prossimo anno

lollo72
Da frequentatore di Livigno e dei sentieri del Carosello 3000 , mi sorge una domanda in seguito a quanto scritto nell’articolo : "I partecipanti hanno potuto beneficiare di una risalita a 3000 metri di quota" ; con che mezzo sono risaliti a 3000 mt ? se non erro il luogo più alto del comprensorio Mountain Park Carosello 3000 dovrebbe essere il Mònt Da Li Rèsa a 2858 mt ( dove c’è il Madonon ), a meno di usare l’ Elisky , mi pare dura raggiungere i 3000 mt con risalita "meccanizzata" ?
Io la mucca Highlander quasi la centravo all’atterraggio da un dosso cieco sul sentiero Roller Coaster , ero atterrato a 20 cm da quelle corna !